Cus Torino, in vista un match impegnativo col Valsugana

Sulla strada del CUS Torino, domenica alle ore 14,30 all’Albonico, ci sarà un Valsugana in gran forma

Le due sconfitte consecutive hanno rallentato la corsa del CUS Ad Maiora Rugby 1951, che sembrava lanciato dopo il bell’esordio contro il Benevento. L’amaro in bocca è molto, anche perché le due sfide erano alla portata dei ragazzi di Regan Sue, che hanno palesato limiti d’esperienza, in parte comprensibili, e commesso troppi errori.

Il tecnico si prende tutta la responsabilità dei risultati negativi. «Non ho fatto un buon lavoro come  coach – spiega – perché in allenamento non mi sono soffermato sufficientemente sull’abc del rugby, come avveniva nelle stagioni scorse. Pensavo che tutto venisse fuori naturalmente e non è stato così. A Perugia e ad Alghero mancava la qualità nei passaggi, nel portare palla senza perderne il possesso, nella pulizia nelle ruck. Il gioco statico è stato buono, ma nei punti d’incontro siamo stati un disastro. Dovremmo sapere come svolgere correttamente questi compiti e non lo stiamo facendo. Conosciamo i nostri punti di forza e le nostre debolezze. Sappiamo che siamo una squadra operaia e ora dobbiamo lavorare sulle basi, come cinque stagioni fa quando sono arrivato al CUS. La vittoria contro il Benevento forse aveva un po’ nascosto i nostri problemi, ma non dimentichiamo che il primo tempo non era stato brillante. Gli avversari ci avevano agevolato commettendo molti falli. Devo comunque fare i complimenti al CUS Perugia. Sono più vecchi di noi, ma con meno esperienza a questo livello, e contro di noi hanno tirato fuori il carattere. Come anche l’Alghero, che però ha più esperienza».

Finora il fattore-campo l’ha fatta da padrone e solo Vicenza, Capoterra e Gran Sasso hanno vinto in trasferta e il Badia ha pareggiato a Capoterra. Come dire che domenica alle ore 14,30 contro il Valsugana (arbitrerà Masini di Roma) bisognerà far valere la legge dell’Albonico, se non si vorrà complicare ulteriormente la classifica, in vista del viaggio sul campo della capolista Gran Sasso. «In questi primi tre turni – osserva Sue – ho visto dei risultati un po’ strani da una settimana all’altra. Per me in casa o fuori non cambia nulla, Dobbiamo diventare costanti ovunque». Domenica il compito degli universitari sarà arduo, perché i padovani, al loro debutto in serie A, finora sono gli unici ad aver vinto per due volte, e oltretutto con il bonus, e sono secondi in classifica, a pari merito con CUS Genova e Vicenza, avendo però già sostenuto il loro turno di riposo. In casa i veneti, che sono guidati in panchina da Sandro Battistin e Carlo Toni, si sono rivelati uno schiacciasassi e hanno rifilato un 45-8 al Prato Sesto e un 30-9 all’Alghero, proprio una delle due compagini ad aver dato un dispiacere ai biancoblù. In tutto hanno segnato dieci mete con sei uomini diversi. Trenta punti (una meta, otto trasformazioni e tre piazzati) sono stati messi a segno dall’apertura Luca Favaretto, arrivato in estate dal Petrarca. Due mete sono state opera di Alberto Benettin, che è tornato a Padova dopo un’esperienza di livello internazionale con gli Aironi prima e le Zebre poi. Gli altri nuovi innesti di quest’anno sono il terza linea Marco Rizzo dal CUS Padova, il mediano di mischia Andrea Memo dal Paese e il pilone Carlo Mazzini dal Vicenza.

«L’avvicinamento al match contro il Valsugana – afferma l’allenatore neozelandese – sarà come quello di tutte le altre settimane e cercheremo di lavorare sulle nostre debolezze. Non voglio sovraccaricare troppo di pressione i ragazzi. Vorremmo vincere tutte le domeniche, ma ciò che mi interessa di più è mettere a posto il processo di gioco. È l’unico modo per conseguire i risultati. Il Valsugana è avversario tosto, ma se facciamo ciò che sappiamo possiamo giocarcela alla pari».    

Il weekend agonistico del CUS Torino si aprirà sabato con le due Under 14 impegnate alle 15,30 ad Asti e in casa contro l’Alessandria. Alle 16,30 all’Albonico l’Under 18 regionale affronterà il Valledora. Domenica alle 11 l’Under 16 regionale sarà ospite del Genova e alle 12,30 l’Elite farà visita all’Asr Milano. Alle 14,30 nel girone 2 della serie C Piemonte l’Amatori Torino riceverà il Novara e la cadetta cussina sarà in trasferta sul campo del Borgomanero. Il Settore Propaganda sabato a partire dalle 9 organizzerà all’Albonico un concentramento regionale con Rivoli, San Mauro e Giuco. Il CUS schiererà due compagini Under 8, due Under 10 e due Under 12.   

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club