Le Zebre fanno 3/3: battuto il Tarbes per 20-17

Le Zebre chiudono imbattute il loro tour francese

ph. Luca Sighinolfi

Tre amichevoli in terra francese e altrettante vittorie per le Zebre. Contro il Tarbes, formazione che milita nella ProD2, hanno vinto per 20-17,  grazie ad una meta realizzata da Venditti e ad una meta tecnica, entrambe convertite, più due calci di punizione.

 

Di seguito il comunicato da parte della società:

 

 

Issoire (Francia) – 9 Agosto 2013

Tarbes V Zebre  17-20 (p.t. 10-7)

Marcatori : p.t. 19’ m Bezian tr Laharrague (7-0); 33‘ cp Laharrague (10-0); 44’ m tecnica tr Orquera (10-7); s.t. 4’ m Rubio tr Laharrague (17-7); 29‘ cp Orquera (17-10); 31’ m Venditti tr Orquera (17-17); 40‘ cp Orquera (17-20);

Tarbes: Devcich, Delai, Siale, Poi, Lilo, Laharrague, Chevchenko, Bezian, Haddon, Fono, Nemsadze, Bernard, Garcia (cap), Casals, Muzzio (Entrati nel corso dell’incontro: Pointud, Grobler, Mirtskhulaya, Pautard, Zeiss, Coetzer, Sirbe, Manu, Cazac, Basauri, Collet, Iribaren, Veau, Thuries, Vincent, Rubio, Domec)

all.Broncan-Nadau

Zebre: Berryman (10‘ st Iannone), Trevisan, Venditti, Pratichetti (29’ st Quartaroli) , Toniolatti (1’ st Sarto), Iannone (26’ pt Orquera), Palazzani (35‘ pt Chillon), Vunisa (10’ st Van Schalkwyk), Van Schalkwyk (1’ st Caffini), Cattina (3‘ st Cristiano), Bortolami (21’ st Vunisa), Geldenhuys, Redolfini (31’ pt Chistolini, 23’ st Fazzari), Giazzon (31‘ pt Manici, 15’ st Festuccia), Aguero (1’ st Perugini, 30’ st De Marchi). (Non entrato : Benetti)

all.Cavinato

arb. Millotte (Fédération Française Rugby)

Calciatori: Orquera (Zebre) 4/4, Laharrague (Tarbes) 3/5

Cartellini: al 39’ del primo tempo giallo a Nemsadze (Tarbes), al 21’ st giallo a Sarto (Zebre), al 28’ st giallo a Laharrague (Tarbes)

Note: Cielo sereno. Temperatura 26° .Terreno in buone condizioni.  5000 spettatori. Presente in tribuna il commissario tecnico della nazionale italiana Jacques Brunel accompagnato dal team manager Luigi Troiani e dall’assistente Phillipe Berot.

Commento: Le Zebre impongono il loro gioco guadagnando subito possesso e territorialità in attacco nei primi 20 minuti: ovale praticamente sempre nelle mani dei bianconeri che non riescono però a segnare nonostante una buona occupazione di tutta la profondità del campo. Sono addirittura i pirenaici a segnare nella loro prima azione d’attacco al ventesimo. I bianconeri, questa sera in maglia blu, impongono la loro fisicità con efficacia nei punti d’incontro ma non riescono ad innescare buone giocate in velocità. Sull’ultima azione del primo tempo il pack della franchigia federale trova la meritata segnatura grazie ad una meta tecnica. La seconda frazione vede il Tarbes segnare subito la seconda meta che però non demoralizza i bianconeri che risalgono nel punteggio sfruttando l’indisciplina dei pirenaici in affanno sulla linea difensiva e nei punti d’incontro. Tarbes più brillante in attacco ma punito da tre piazzati dell’ispirato Orquera e dalla bella meta di Venditti che conclude un ottimo break di Van Schalkwyk. Bianconeri molto determinati a raggiungere la vittoria padroni del campo negli ultimi dieci minuti. Le Zebre si congedano dalla Francia con la terza vittoria su tre incontri disputati.

La cronaca: Le Zebre danno il calcio d’inizio della serata organizzata dal club nero-viola dell’US Issoire Rugby davanti allo stadio pressoché gremito. Subito Tarbes a liberare al piede dai propri 22: prima touche nella mani di Giazzon al primo minuto, lo stesso tallonatore cerca di avanzare ma viene contrastato da un avversario che commette in avanti. Mischia bianconera al secondo minuto e sulla prima ruck viene fischiato un fuorigioco alla linea bianco-rossa: Iannone guadagna la rimessa ai 25 metri. Dopo la rimessa l’azione si sposta veloce dalla parte opposta per poi preseguire con un calcetto rasoterra di Trevisan. Pallone recuperato dal Tarbes che commette in avanti: la mischia italiana sui 10 metri viene sanzionata dal direttore di gara e sfuma la prima opportunità d’attacco delle Zebre al settimo minuto. Molta aggressività sul punto d’incontro da parte dei bianconeri che costringono i pirenaici ad un in avanti. L’ovale esce dalla mischia; la mediana innesca la velocità di Berryman che ricicla per Trevisan entrando nei 22. Iannone decide per un veloce grabber che permette però all’estremo Devcich di liberare al piede. Il direttore di gara sanziona il placcatore dei pirenaici all’11esimo minuto. La touche bianconera ai 5 metri prova a penetrare ricevendo un vantaggio per un fuorigioco della linea difensiva avversaria. Capitan Bortolami decide di giocare un’altra touche. La lunga azione multifase inizialmente perde terreno ma poi con un bel break di Pratichetti rientra nei 22 spegnendosi poi su un fallo in ruck contro le Zebre al 15esimo. La touche della franchigia federale riesce a rubare il pallone ai francesi. Al 19esimo il Tarbes riparte dopo una mischia a favore sulla metà campo e riesce a trovare un break nella linea di difesa delle Zebre col numero 12 Poi che viene recuperato da Vunisa sui 5 metri: sulla seconda fase il numero 8 Bezian trova la segnatura. Pirenaici in vantaggio alla loro prima azione d’attacco. Dopo 5 minuti molto spezzettati dai fischi del direttore di gara la sfida riprende con un altro efficace punto d’incontro dove le Zebre costringono gli avversari ad un in avanti grazie alla buona aggressività. Problemi sull’ingaggio seguente, il pack bianconero riceve una penalità contro. Tarbes nei 22 per la seconda volta al 33esimo grazie ad un’azione personale di Chevchenko: l’arbitro Millotte fischia un fuorigioco alla linea di difesa bianconera permettendo all’apertura Laharrague di trasformare il piazzato per il 10-0 parziale. Ci prova nuovamente l’apertura biancorossa dalla linea di metà campo al 36esimo su un nuovo piazzato concesso dopo un fallo contro la mischia bianconera: questa volta il calcio va largo sulla destra. Zebre nei 22 al 38esimo grazie ad un piazzato calciato in rimessa laterale da Trevisan: nuovamente il drive avanza e riceve un vantaggio. Venditti gioca rapidamente la penalità, l’azione d’attacco prosegue con Manici e sulla terza ruck il fischietto francese è costretto a sventolare un cartellino giallo ad una terza linea del Tarbes. Buona pressione delle Zebre sulle due seguenti mischie ai 5 metri che trovano altrettante penalità a favore; sul terzo ingaggio meta tecnica assegnata ai bianconeri che conclude la prima frazione.

Il secondo tempo parte con una maul dei francesi che riesce ad avanzare e trovare un fallo appena entrata nei 22 bianconeri. Cattina rimane a terra ed è costretto a lasciare il campo per un infortunio alla gamba destra. Tarbes decide di trasformare il calcio ma questa volta Laharrague centra il palo destro: il pallone viene recuperato con un in avanti dai bianconeri. La mischia giocata dal Tarbes porta i pirenaici vicini alla linea di meta: la difesa bianconera inizialmente difende bene venendo però poi sorpresa al largo per la seconda meta di giornata dei francesi. Zebre nei 22 al decimo grazie al consueto drive da touche: sul primo punto d’incontro viene però fischiato un tenuto a Caffini. Al 14esimo Venditti, spostato all’ala col rientro di Iannone, parte dalla propria metà campo strappando 50 metri con grande velocità fino ai 5 metri avversari: sul suo riciclo per Pratichetti la difesa biancorossa recupera. Pericolosi i pirenaici al 18esimo coi veloci trequarti: Sarto riesce a recuperare l’ovale calciato dall’ala dei francesi e a liberarlo al piede. Tarbes prova ad entrare nei 22 nuovamente al 20esimo: il mediano biancorosso viene fermato da Sarto ma il direttore di gara reputa il placcaggio dell’ala padovana pericoloso e lo ammonisce tra il disappunto del pubblico di Issoire. Al 24esimo le Zebre usufruiscono di una touche sulla metà campo con Geldenhuys che porta a terra il pallone servendolo ad Orquera: fuorigioco della linea del Tarbes ed ovale spedito in touche a 20 metri dalla linea di meta. Le Zebre perdono il possesso ma sull’attacco seguente trovano l’ennesimo fallo in ruck dei francesi: amonito Laharrague ed Orquera centra i pali da 40 metri in posizione centrale. Bianconeri di nuovo in attacco al 31esimo con Orquera che sui 40 metri trova con un bellissimo offload all’interno Van Shalkwyk: il sudafricano entra di prepotenza nei 22. L’azione prosegue sulla sinistra con Venditti che trova la meta al largo. Orquera trova la difficile trasformazione pareggiando il conto ad 8 minuti dalla fine. Vunisa strappa l’ovale ad un avversario in una ruck costringendo i pirenaici al fallo per ingresso laterale sul seguente punto d’incontro: Trevisan spedisce l’ovale fuori dal campo. Touche bianconera che innesca il drive non riuscendo però ad avanzare: è Van Schalkwyk che trova ancora un buon avanzamento entrando nei 22 ma l’azione si spegne purtroppo con un in avanti dei bianconeri. Dopo il secondo ingaggio la difesa biancorossa libera al piede. Nuova rimessa di Festuccia sui 30 metri e  questa volta la gioco prosegue alla mano con Chillon ad innescare gli avanti bianconeri sulla linea dei 22: Orquera non riesce a trovare lo spazio per il drop e passa l’ovale a Iannone che entra in velocità nella line di difesa avversaria involato in meta. Prima che il trevigiano riesca a schiacciare l’ovale oltre la linea arriva il fischio dell’arbitro Millotte che sanziona un passaggio in avanti. Ottimo l’ingaggio del pack bianconero sulla mischia dei francesi che viene sanzionata. Ad un minuto dalla fine Orquera ha la possibilità di centrare i pali dai 25 metri in posizione defilata. L’italo-argentino non sbaglia e porta in vantaggio i bianconeri per la prima volta: la gara si conclude con un intercetto di Sarto nei 22 avversari che permette ai bianconeri di ricevere un altro fallo per fuorigioco della linea avversaria.

Le Zebre torneranno in Italia nella notte e si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma martedì 20 Agosto per riprendere la preparazione in vista della prossima stagione di RaboDirect PRO12 ed Heineken Cup. La settimana di lavoro collettivo nella città ducale si concluderà venerdì 23 Agosto con la quarta gara prestagionale dei bianconeri impegnati alle ore 18.30 allo stadio Quaggia di Mogliano Veneto (TV) contro i campioni d’Italia del Rugby Mogliano.

Il programma del IX Auvergne Challenge :

 

Venerdì 9 Agosto – Issoire (Francia)

Ore 18.00 : Tarbes Vs Zebre Rugby (17-20)

Ore 20.00: ASM Clermont-Auvergne Vs London Wasps

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre Rugby, l’ottimismo di Andrea De Rossi: “Cambiamento e giovani interessanti: si alza la competizione”

Il team manager dei ducali analizza le possibilità della franchigia nella prossima stagione

16 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: è iniziata ufficialmente la stagione di Benetton Rugby e Zebre Rugby

Tutti i dettagli sulle rose delle due franchigie

15 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre: altri tre giocatori sono stati invitati alla preparazione estiva

Tutti dal Calvisano: sono Nardo Casolari, Federico Mori e Jacopo Trulla, che si alleneranno a Parma

11 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: Gabriele Di Giulio fuori 6 mesi

Il trequarti era stato operato lo scorso giugno a Roma al crociato e al menisco del ginocchio destro

10 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Le nuove conference del Pro14

Saranno valide per le prossime due stagioni. Le Zebre con Glasgow e Leinster, Munster ed Edinburgh per il Benetton

17 giugno 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby Club: nuovo sponsor tecnico per la franchigia di Parma

Il club emiliano si lega a Macron, azienda bolognese

13 giugno 2019 Pro 14 / Zebre Rugby