I Lions e quegli 007 al servizio di Sua Maestà… Robbie Deans

Durante un allenamento a Perth uno spettatore è stato allontanato per aver effettuato dei video. Un disguido, ma la miccia è accesa

ph. Jason O’Brien/Action Images

“Ho semplicemente detto che abbiamo fatto delle scommesse sul fatto che ci stessero filmando”. Così Warren Gatland, head coach dei British &Irish Lions, ha cercato di glissare sulla spy-story che starebbe tenendo banco in Australia, e che più o meno ogni quattro anni si ripete, con coloriture e modalità diverse, durante le visite della selezione britannica nell’emisfero sud.
La questione, checché Gatland ne dica, è leggermente più delicata. Dopo la vittoria sui Reds, lo stesso allenatore ha affermato che durante una sessione di allenamento a Perth è stata allontanata dal campo una persona che senza apparente autorizzazione stava riprendendo i movimenti di gioco dei suoi giocatori. La fantomatica spia, a cui è stato cancellato il file di registrazione incriminato, si è poi rivelato essere un innocuo wedding-plenner locale, capitato lì casualmente. Immediata la risposta della federazione australiana: “Nessuna persona collegata allo staff dei Wallabies ha filmato o assistito agli allenamenti dei Lions”.
Tutto finito? Macchè. La palla è passata a Robbie Deans, allenatore della nazionale dei canguri, il quale ha prima smorzato il colpo associando ai Lions la creazione della vicenda, salvo poi aggiungere che loro, i britannici, hanno a disposizione un ufficio sicurezza, mentre la sua nazionale no. L’ultima (per ora) parola è toccata ad Andy Farrell, assistent coach di Gatland: “Non siamo paranoici. Semplicemente, vogliamo che le cose si svolgano nella giusta maniera”. E adesso? Staremo a vedere. Una cosa è certa: la differenza in campo non la faranno i video delle telecamere ma la prestazione dei giocatori. Ma poi, davvero ha ancora senso parlare di spy-stories al tempo del rugby 2.0?

 

di Roberto Avesani

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Arbitri: Clara Munarini dirigerà l’Italia A. Piardi, Gnecchi e Vedovelli in Champions e Challenge

Per i fischietti italiani sarà un fine settimana importantissimo

19 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Gregor Townsend potrebbe lasciare la Scozia

Il capo allenatore della Nazionale scozzese potrebbe accasarsi alla corte di Fabien Galthié

10 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Inghilterra: Borthwick e un “sondaggio a tre” per il ruolo da capitano

Il ct inglese dovrà scegliere il suo leader in vista del 2023: continuità o rivoluzione?

item-thumbnail

Sudafrica e Argentina si sfideranno in un test di preparazione alla RWC

Al termine del Rugby Championship un test in casa dei Pumas per lanciare il mondiale

item-thumbnail

Inghilterra, inizia la rivoluzione Borthwick: via tre membri dello staff

Il nuovo capo allenatore della nazionale inglese ha messo subito in chiaro le cose

item-thumbnail

Warren Gatland mette mano allo staff: Stephen Jones e Gethin Jenkins sono out

Sullo sfondo vi sono i nomi di Rob Howley e Paul Gustard

30 Dicembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match