Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Zebre, a Port Elizabeth missione compiuta. Kings battuti 43-17

Partita mai in discussione e in cassaforte nel primo tempo. Sei mete ducali, Licata e Giammarioli sugli scudi
zebre rugby

ph. Luca Sighinolfi

Le Zebre iniziano come meglio non si potrebbe andando in meta per due volte nei primi cinque minuti: nella prima occasione è capitan Castello a concretizzare l’azione abrasiva dei parmensi, che rifiutano un comodo piazzato per cercare il bersaglio grosso, riuscendo a sfondare per poi girarsi (come conferma il TMO) e trovare la marcatura pesante; nella seconda circostanza invece, dal restart sudafricano, i giocatori della franchigia italiana riescono a strappare l’ovale ai rivali (cacciata a terra di Tenga) e creano un break profondo sull’asse Canna-Giammarioli. Il numero 8 va a terra a pochi metri dalla linea di meta, Violi fissa il punto e finisce l’azione il pick & go vincente di Bellini, che batte le guardie e realizza schiacciando a terra. Il punteggio si sistema sullo 0-12, poiché Canna converte in solo una delle due chance.

Per vedere invece a referto i primi punti dei padroni di casa bisogna aspettare il decimo minuto quando, dopo una punizione centrale conquistata dalla mischia dei Kings – sull’ingresso a freddo di Chistolini al posto di Tenga – è Steyn de Wet a spedire il pallone in mezzo ai pali per il 3-12. Il pack bianconero inizia a soffrire le fasi statiche, ma la difesa rimane salda alle sue certezze andando sempre in avanzamento.

 

Al diciottesimo però la squadra di Bradley ha un sussulto anche in mischia, a seguito di un in avanti dei Kings, che dà il via alla terza meta di giornata dei bianconeri. La trasmissione da Violi a Canna funziona perfettamente, al largo Bellini serve Giammarioli che alla bandierina firma il nuovo allungo della squadra italiana. C’è anche la conversione per il 3-19. A Port Elizabeth c’è una sola squadra in campo. Il punteggio lo testimonia anche alla mezzora, quando Canna  mette a segno un altro piazzato fornendo alla formazione ospite ben diciannove punti di vantaggio. Da registrare anche un bel break di Minozzi che brucia con gli appoggi il diretto difensore.

 

Alcune statistiche del primo tempo (SK/Z): palle portate avanti 32/109 – offloads 2/14 – metri guadagnati 79/463 – possesso 28/72. Risultato 3-22.

 

 

Dopo due minuti di ripresa break Sisi-Biagi, timing perfetto di Fabiani nel sostegno e ovale per Minozzi che pecca forse di egoismo nel 2 v 1. La quarta meta arriva cinque minuti più tardi: touche sicura, sponda di Canna per Bellini con bel lavoro sporco di Chistolini a bloccare la rimessa Kings nell’allargamento, sostegno veloce e palla a Boni che va oltre. Fiammata Kings subito dopo: pessima scelta di Meyer che trasmette al largo, intercetto, calcetto e meta sudafricana. L‘inerzia del match è cambiata e dopo cariche furiose Pupuma marca ancora.

Si torna in avanti dopo bel grillotalpa con punizione che permette di risalire il campo. In campo c’è Palazzani, con Violi autore di due brutti errori in piena propria zona rossa dopo un’ora di enorme intensità per minuti di gioco e possessi avuti. Licata – tra i migliore con Giammarioli – rompe il placcaggio, l’azione prosegue ma Palazzani prima e Fabiani poi sono troppo poco pazienti nella scelta di gioco (pick and go con evidente superiorità al largo). Per un vantaggio si resta comunque in pieni 22, Giammarioli riparte dalla chiuse e serbe Bisegni che schiaccia.

A due dal termine furia Kings, intercetto di Gaffney e meta di Sarto sotto i pali. Finisce 43-17.

 

 

 

Southern Kings: 15 Masixole Banda, 14 Yaw Penxe, 13 Berton Klaasen, 12 Luzuko Vulindlu, 11 Sibusiso Sithole, 10 Pieter-Steyn de Wet,  9 Rudi van Rooyen, 8 Andisa Ntsila, 7 Victor Sekekete, 6 Khaya Majola, 5 Dries van Schalkwyk, 4 Stephen Greeff, 3 Luvuyo Pupuma, 2 Michael Willemse (c), 1 Schalk Ferreira
A disposizione: 16 Stephan Coetzee, 17 Rossouw de Klerk, 18 Martin Dreyer, 19 Bobby de Wee, 20 Freddy Ngoza, 21 Godlen Masimla, 22 Oliver Zono, 23 Jacques Nel

Marcatori Kings
Mete: Masimla (51), Pupuma (56)
Conversioni: Pieter-Steyn de Wet (51, 56)
Punizioni: Pieter-Steyn de Wet (10)

 

Zebre: 15 Matteo Minozzi, 14 Giulio Bisegni, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello (c), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Renato Giammarioli, 7 Giovanni Licata, 6 Johan Meyer, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Roberto Tenga, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
A disposizione 16 Sami Panico, 17 Andrea De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 Jacopo Sarto, 20 Derick Minnie, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Serafin Bordoli, 23 Ciaran Gaffney

Marcatori Zebre
Mete: Castello (3), Bellini (5), Giammarioli (20), Boni (47), Bisegni (67), Sarto (78)
Conversioni: Canna (4, 22, 47, 67, 78)
Punizioni: Canna (27)


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



66 risposte a “Zebre, a Port Elizabeth missione compiuta. Kings battuti 43-17”

  1. Jock scrive:

    Bravissimi; e un sacco di punti segnati. Complimenti, qui a meglio.

  2. HECTOR scrive:

    finalmenteeeeee….alla faccia di Mallett

  3. wolframius scrive:

    Come detto nel commento live, con una Nazionale con l’attacco delle Zebre e la difesa di Treviso potremmo toglierci delle belle soddisfazioni.

  4. DropMan scrive:

    Ottima partita delle zebre!
    Giammarioli fantastico, che giocatore, per me mom , insieme a Licata sono gli unici due a mio avviso su cui si può puntare per il dopo Parisse; Castello grandissima partita sia in attacco che in difesa (si è messo pure a grillotalpare), Fabiani sempre una furia e sta acquisendo pure l’atteggiamento da leadership. Bene Biagi, Lovotti, Bellini, Minozzi e Canna.
    Comunque quando si vince così, tutto gira bene, bisognerà valutare i ragazzi in altre occasioni. Però ci sarà un bel lavoro da fare per O’Shea a novembre con le convocazioni. ;)

  5. Bariddu scrive:

    Brave le Zebre, così spudorate in attacco non le vedevo da tanto.
    La mischia ha fatto soffrire all’inizio ma poi con l’entrata di Chistolini s’è risolta ed è stato un bene perche di mischie se ne son fatte tante, ma proprio tante.
    Due vittorie Italiane in un turno fan sempre bene al morale, il torneo è ancora lungo ma c’è speranza all’orizzonte.

  6. tony scrive:

    Bravi ragazzi, partita non vista ma complimenti, sembra che qualcosa si stia muovendo nel sistema Italia,….. mi riprometto di vederla per dare un giudizio.

  7. gattonero scrive:

    ma quanto hanno corso… :)
    sapete chi e’ il MoM?

  8. gigio scrive:

    Nota negativa: violi.
    Speriamo sia stata solo una serataccia…

  9. frank scrive:

    La mia unica speranza è che le infermerie si svuotino e che si lavori sodo, per fornire prestazioni convincenti a novembre (non pretendo di ribattere i Bokke, ma nemmeno di essere “steamrolled”).

  10. faduc scrive:

    Premesso che i Kings sono sembrati poca cosa, brave le Zebre a tenere un ritmo altissimo. E bravi i ragazzi nuovi, Castello capitano che nel momento più opportuno ha tirato fuori un grillo talpa rasserenante, e un Bellini sempre presente anche in mezzo al campo. Tenga, dopo le buone impressioni della partita scorsa, in chiusa è sembrato troppo in sofferenza e al primo richiamo è stato giustamente sostituito

  11. gattonero scrive:

    sto dando un’occhiata alla partita dei Cheetahs di ieri, e’ una mia impresione o fanno piu’ pubblico le zebre che leinster… ;)

  12. faduc scrive:

    …adesso Licata torna in eccellenza?

  13. Raugmar scrive:

    Non ho potuto vederla, ma complimentoni ai ragazzi, ci voleva proprio

    OT Rizzo si è preso un rosso contro gli scarlets

  14. tony scrive:

    I casini estivi delle Zebre hanno avuto anche degli aspetti positivi sopratutto con le partenze di Baker e VanSk…..hanno data la possibilità ai Minozzi , Bellini , Licata e Giammarioli di mettersi in mostra…..speriamo che i due piloni presi siano all’altezza senò prendiamo Iacob dalle Fiamme o Rimpelli Calvisano , come dicevo un mese fa con una Seconda e un Utility come rosa può andare, nel caso i Permit….

  15. Camoto scrive:

    Bella. Proprio contento.
    Note negative:
    Che palle che la mandano sul player
    L’eccellenza non la si segue manco aggratis. Dopo 6 ore solo 5 commenti
    Nota positiva oltre alle vittorie del fine settimana
    Cos tramite Venter che fa il doppio-lavorista tra le due Città del Capo ha suggerito ai Kings di mettere VS in seconda che in nazionale ci serve li, in cambio non lo schieriamo a novembre contro i SAF.

  16. Mr Ian scrive:

    complimenti alle Zebre per la vittoria, ottima in terra sudafricana. Però sinceramente da una squadra che è per buona parta il blocco della nazionale italiana, che gioca contro le riserve delle riserve della quinta franchigia sudafricana, e soprattutto per quello fatto vedere sino ad oggi; non mi aspetto altro che la vittoria!!
    Le Zebre sono una squadra più che decente e non dovremmo considerarli come i fratelli scemi di Treviso…dopo oggi non significa che saranno diventati dei fenomeni, ma non erano manco così scarsi, erano solo figli di una disorganizzazione societaria cronica.

  17. Airone valle Olona scrive:

    Bravissime Zebre!
    Visto niente ma letto tutta la cronaca e i commenti.
    I Kings saranno anche scarsi ma considerato anche il risultato dei Cheetahs contro Leinster la trasferta Saf delle Zebre è più che positiva.
    Zebre che vincono larghe in Saf oggi Viadana che vince in rimonta e ieri la Benetton che batte Ospreys…tutte le squadre per cui tifo (o simpatizzo) vittoriose…giornata da segnare e ricordare dopo tante amarezze ci sta una week end dove tutto è girato giusto!

  18. Paolo-01 scrive:

    Da quand’ è che le nostre due franchigie non vincevano entrambe nello stesso turno di campionato?

  19. Bariddu scrive:

    la replica, da rivedere assolutamente:

  20. jazztrain scrive:

    Sto vedendo le immagini, mi sembra che si stia creando un bel gruppo.

    Non ho mai visto le zebre così solidali, così vicini…Si sento lo spirito di squadra.

  21. ermy scrive:

    Bravissimi! Adesso me la guardo! :)

  22. rd973 scrive:

    Brave le Zebre o scarsi i Kings? Non voglio fare il solito bastian contrario spargiletame, ma mi sembra fin troppo bello un risultato simile! Di positivo sicuramente c’è l’attitudine mentale messa in campo dalle Zebre, guardando i replay mi son sembrati determinati e con la voglia di fare e provare, ottimo! Positivissima per il morale anche una partita dove tutto ti gira giusto. Ora però non vorrei che i ragazzi si montino la testa per aver vinto contro una squadra materasso che di valore ha solo la location sudafricana e si dimentichino le scoppole prese negli anni passat da più concrete e meno esotiche squadre europee! Quindi, mi raccomando, testa bassa e lavorare con umiltà come fatto fin’ora, che qualcosa di buono per adesso ce la portato

  23. sean79_ scrive:

    Basta trovare ragioni per sminuire…vincere in trasferta con bonus offensivo è comunque segno di vitalità. Ai campioni dei “si ma” vorrei ricordare come è andata la partita fra i Cheetah e Leinster…

    OT: ho visto offload da parte degli italiani da stropicciarsi gli occhi (l’ultima di Castello che ha servito sul piatto la meta di Sarto è stata commentata dal telecronista “Sonny Bill William’s style”…

  24. faduc scrive:

    Premesso che i Kings sono sembrati poca cosa, soprattutto in difesa, e che, di contro, la vittoria dei cheetahs contro Leister mette sotto una positiva luce la prestazione delle Zebre della settimana scorsa, è vero che le tante percussioni di Giammarioli in questa partita non le aveva fatte neanche in eccellenza. Sicuramente il ragazzo è migliorato da un punto di vista del fitness, però… Comunque gran ritmo, alcuni errori dettati dalla frenesia – il primo tempo poteva finire con un margine ben più ampio – e forze una terza linea più portata all’avanzamento che alla difesa, Giammarioli e Licata in realtà sono due numeri 8.

  25. davy scrive:

    Tutta questa enfasi per aver battuto la squadra piu’ scarsa del Pro14 ??? Mah …

  26. sean79_ scrive:

    I kings saranno anche una squadra nn ancora formata…ma mi sbaglio o qui dentro qualcuno aveva detto ” è importante tornare in italia con 5 punti, 4+1″…torneranno con 6 e con la consapevolezza di avere un gruppo nn i campioni ma sicuramente di giocatori giovani e vogliosi di far bene, e soprattutto un gruppo ampio e ben assortito. Poi alcuni commentatori qua dentro mi ricordano gli anglosassoni quando giudicano le partite contro l’italia al 6 nazioni (solitamente quelle che finiscono tanto a poco)…se c’è una cosa che odio è predicare bene e razzolare male

  27. topotto scrive:

    che dire….partita divertente..incredibile che i kings siano sudafricani e fino a poco tempo fa in superugby.. momento topico della partita al 62, quando Castello riesce a fare un grillotalpa con relativo tenuto sudafricano, in un momento di avanzamento king e con due mete appena fatte dai sudafricani. Calcio a favore , maul, nuovo calcio a favore, maul , poi mischia e meta. E da quel momento partita chiusa. Alla luce della sconfitta Leinster con i cheetas ( e senza bonus..!!) diventa ancor più positiva la tournè SAF delle zebre.

  28. And scrive:

    di sicuro il nuovo format ci porta bene con l’abbassamento del livello. Non si capisce bene la portata di queste vittorie, un pò come quelle delle nazionali giovanili nei vari tornei che poi perdono quasi sempre in quelli ufficiali. Direi di aspettare un pò a tirare le somme, certo è che i nuovi staff tecnici/federali sembra diano maggiori garanzie sul piano della professionalità rispetto al passato.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento