Sei Nazioni 2022: la preview di Italia-Scozia

Prova del nove per gli azzurri: serve una prestazione di livello

Sei Nazioni 2022: la preview di Italia-Scozia (ph. Sebastiano Pessina)

Sei Nazioni 2022: la preview di Italia-Scozia (ph. Sebastiano Pessina)

Comincia l’ultima fase del Sei Nazioni, decisiva per chi dovrà giocarsi il torneo (Francia, Inghilterra e Irlanda) ma anche per chi ha bisogno di trovare ancora soddisfazioni da questa edizione. La Scozia è partita in quarta, con la vittoria sull’Inghilterra a dare seguito ai proclami della vigilia che la volevano in lotta per il titolo, poi si è via via persa per strada, come spesso le capita. Prima una sconfitta contro un Galles che sembrava ampiamente alla portata, poi l’imbarcata del secondo tempo contro la Francia hanno radicalmente cambiato le prospettive del torneo scozzese.

L’obiettivo principale per il gruppo di Townsend resta il confermare le tre vittorie stagionali ottenute nel 2021: per farlo, la Scozia dovrà battere prima l’Italia, per poi andare a Dublino in una partita che potrebbe risultare anche decisiva per il torneo, nel caso i verdi dovessero essere ancora in corsa.

Leggi anche: Sei Nazioni under 20 – Salite tutti sulla giostra: l’analisi del successo dell’Italia

E noi? L’Italia ha avuto una prima parte di Sei Nazioni caratterizzata da tre sfide altamente probanti, contro avversarie che chiaramente non sono ancora alla sua portata. Alla discreta prestazione di Parigi, in cui la Francia ha patito più di quanto ci si aspettasse, è seguita la brutta prova dell’Olimpico contro l’Inghilterra. La sfida di Dublino non è giudicabile, se non per i primi 20 minuti in cui tutto sommato gli azzurri sono parsi pienamente in partita.

Adesso c’è la prova del nove: la Scozia è superiore, ma a Roma ha spesso giocato male e contro di noi in qualche modo fa sempre fatica. Oggi bisogna dimostrare di essere realmente competitivi, contro l’avversario che storicamente è più vicino a noi. Batterli sarà difficilissimo (fermo restando che sperarci è un dovere) ma una prestazione di livello è necessaria per dimostrare i passi avanti fatti da questo gruppo.

Crowley, in emergenza tallonatori, lancia dal primo minuto Giacomo Nicotera, con il rientrante Luca Bigi pronto a subentrare. L’infortunio di Varney apre la strada a Braley, alla seconda da titolare in questa stagione dopo Italia-Uruguay. Per il resto confermata la formazione di Dublino, con Bruno che avrà un’altra occasione dall’inizio dopo la sfortunata apparizione irlandese e Leonardo Marin ancora primo centro.

Cambiano invece le carte in tavola in panchina: si passa al 5+3, con Ange Capuozzo pronto ad esordire, Zanon e Fusco a completare il reparto trequarti. Fra gli Pasquali completa la prima linea di riserva insieme a Nemer e al già citato Bigi. A completare la panchina ci sono Sisi e Steyn, che ha sostituito Zuliani all’ultimo minuto.

Le formazioni ufficiali di Italia-Scozia, quarta giornata del Sei Nazioni 2022:

Italia: 15 Edoardo Padovani; 14 Pierre Bruno, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Leonardo Marin, 11 Monty Ioane; 10 Paolo Garbisi, 9 Callum Braley; 8 Toa Halafihi, 7 Michele Lamaro (Cap.), 6 Giovanni Pettinelli; 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone; 3 Pietro Ceccarelli, 2 Giacomo Nicotera, 1 Danilo Fischetti.

A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Ivan Nemer, 18 Tiziano Pasquali, 19 David Sisi, 20 Abraham Steyn, 21 Alessandro Fusco, 22 Marco Zanon, 23 Ange Capuozzo.

Scozia: 15 Stuart Hogg (Cap.); 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 Sam Johnson, 11 Kyle Steyn; 10 Finn Russell, 9 Ali Price; 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Rory Darge; 5 Grant Gilchrist, 4 Sam Skinner; 3 Zander Fagerson, 2 George Turner, 1 Pierre Schoeman.

A disposizione: 16 Stuart McInally, 17 Allan Dell, 18 WP Nel, 19 Jamie Hodgson, 20 Magnus Bradbury, 21 Ben Vellacott, 22 Adam Hastings, 23 Sione Tuipulotu.

Francesco Palma

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni: la Francia potrebbe “abbandonare” lo Stade de France

Una trattativa, in comune col calcio, e all'orizzonte una potenziale sede alternativa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: in vendita i biglietti per le partite in casa dell’Italia

Tre i match in agenda: contro Francia, Irlanda e Galles

26 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: gli highlights della quarta giornata

Successo straripante dell'Inghilterra, la Francia insegue e vince in Galles senza brillare particolarmente

25 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni Femminile: i risultati del quarto turno e la classifica aggiornata

Prosegue il testa a testa tra Francia e Inghilterra

24 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

6 Nazioni femminile: un cambio dell’ultima ora nell’Italia che sfida la Scozia

Terza linea azzurra rivista a causa dell'assenza di Elisa Giordano. Entra nelle 23 Alessandra Frangipani, pronta a sfidare le scozzesi

23 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: la preview della quarta giornata

Il Galles prova a sorprendere la Francia, Azzurre attese da una prova di riscatto contro la Scozia

22 Aprile 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni