Sei Nazioni 2021, Di Giandomenico lancia le Azzurre: “Se ci imponiamo davanti possiamo battere la Scozia”

Il tecnico spiega le sue scelte e il momento dell’Italia prima della sfida decisiva del Torneo

Italia Scozia Sei Nazioni femminile

Sei Nazioni femminile: sabato ecco Scozia-Italia, le parole di Di Giandomenico – ph. Ettore Griffoni

Facendo seguito all’annuncio delle 23 Azzurre che voleranno in Scozia per la terza giornata del Sei Nazioni 2021, il tecnico dell’Italia Andrea Di Giandomenico ha rilasciato una serie di dichiarazioni sulle proprie scelte e sul momento dell’Italia prima dell’importante sfida che, se vinta, vedrà la nazionale impegnata in un confronto per il 3°/4° posto in casa contro la perdente di Irlanda-Francia.

“È stata una settimana intensa – ha esordito il CT –  Dobbiamo ancora fare le ultime valutazioni, ma abbiamo recuperato bene dalla gara contro l’Inghilterra, nonostante una partita sicuramente pesante della quale voglio snocciolare un dato: ci sono stati circa 40 minuti di gioco effettivo, il 48% del tempo di ball in play. Nonostante questo abbiamo comunque lavorato duro durante la settimana e grazie alle ragazze e al resto dello staff tutto volge per il meglio.”

“Nei primi 50 minuti contro l’Inghilterra abbiamo avuto una conferma di quanto possiamo essere efficaci sia in attacco che in difesa nel momento in cui siamo ben concentrate su quello che dobbiamo fare. È vero che abbiamo fatto errori che hanno facilitato il lavoro alle inglesi, ma continuiamo ad avere fiducia in quello che facciamo: continuiamo a lavorare.”

Rispetto alla partita dello scorso fine settimana contro le inglesi, Di Giandomenico ha operato alcuni cambi di formazione, con il rientro di Vittoria Ostuni Minuzzi e Melissa Bettoni, e lo spostamento di Lucia Cammarano a numero 7 per ovviare all’assenza di Giada Franco.

“Lucia si è messa in luce per le sue qualità in mezzo al campo: una buona portatrice di palla con capacità difensive sul placcaggio. Terza linea è un po’ il suo ruolo naturale – dice Di Giandomenico, che l’ha selezionata come numero 2 per la partita contro l’Inghilterra – Ci troviamo comunque a gestire delle situazioni di polivalenza, per creare opportunità per tutte le ragazze in vari ruoli in modo che nel futuro prossimo ci siano maggiori alternative. Contro la Scozia sarà un’opportunità per vederla lavorare come flanker.”

“Lo spostamento di Manuela Furlan all’ala è qualcosa di cui avevamo già parlato, visto che avrebbe dovuto scendere in campo in questo ruolo già la scorsa settimana. I cambi operati, in generale, non rappresentano una bocciatura ma rientrano nell’ottica di una rotazione delle giocatrici. Al di là di chi scende il campo l’obiettivo è offrire sempre prestazioni di livello.”

Oltre ad ottenere il risultato, infatti, abbiamo la necessità di sviluppare e ampliare il gruppo nel medio periodo in vista del resto della stagione: ci aspetta un probabile settembre caldo, altre sfide ad ottobre. Quindi gli avvicendamenti hanno anche questo senso.”

La Scozia è avversario contro il quale ci si aspetta un risultato positivo: l’Italia ha battuto la squadra scozzese nelle ultime tre occasioni, anche in trasferta. Tuttavia non sarà una partita semplice, avverte il tecnico della nazionale: “Sappiamo che contro la Scozia sarà una partita molto dura. Le nostre avversarie sono una squadra di giocatrici molto determinate nel portar palla, con delle competenze nel punto d’incontro che possono portare problemi.”

“Sarà sicuramente una partita tirata che richiederà uno sforzo lungo 80 minuti, dove dovremo gestire i momenti topici dell’incontro. Soprattutto davanti ci sarà la necessità di battersi in maniera importante, se ci imporremo possiamo avere buone possibilità.”

“Non nego che una vittoria farebbe morale e che proseguire la nostra striscia contro la Scozia sarebbe importante anche in vista delle possibili qualificazioni mondiali.”

“Due aspetti prioritari da migliorare rispetto alla settimana scorsa: essere più disciplinate e abbassare il numero delle infrazioni, e crescere nella conquista in rimessa laterale, perché nei momenti importanti della partita in cui siamo in controllo avere possessi più sicuri ci sarebbe di grande aiuto nel continuare a fare quello che abbiamo dimostrato di saper fare bene contro l’Inghilterra.”

Il calcio d’inizio fra Italia e Scozia è previsto per le ore 18:00 di sabato 17 aprile.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
TAG:
item-thumbnail

World Rugby Ranking: punto esclamativo dell’Italia, Scozia da record

L'aggiornamento al termine del torneo di qualificazione mondiale a Parma

28 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Francesca Sgorbini a OnRugby: «Meglio di così non poteva andare, il gruppo ha fatto la differenza»

Al termine del torneo che ha portato l'Italia direttamente al mondiale. La terza linea delle azzurre si racconta a OnRugby

27 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Mondiale 2022, Italia: girone e calendario delle azzurre

Primo appuntamento al 9 ottobre 2022, contro gli USA

26 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Video: tutte le mete dell’Italia, nello storico successo sulla Spagna

Valso la qualificazione al Mondiale in Nuova Zelanda nel 2022

26 Settembre 2021 Foto e video
item-thumbnail

L’Italia si qualifica ai mondiali: il successo di un gruppo che ha saputo soffrire

E' stato il successo della semplicità, della concretezza, del gruppo

26 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

La Scozia batte l’Irlanda, l’Italia è direttamente qualificata ai mondiali

La vittoria scozzese permette all'Italia di superare al primo posto il torneo di qualificazione, qualificandosi direttamente ai mondiali

25 Settembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile