Franco Florio, il baby Pumas che ha corso i 100m in 10″21

La “Scheggia Argentina” che si divide fra rugby e atletica: andrà alle Olimpiadi in entrambi gli sport?

Franco Florio Argentina

Franco Florio: il giocatore argentino del 2000 che si divide fra rugby e atletica (Ph. Sebastiano Pessina)

Molto rugbysta e un po’ anche sprinter. E’ la storia di Franco Florio, il giocatore della nazionale argentina Under 20 che ha corso i 100m in 10″21.

In un meeting a Buenos Aires come riporta Atleticalive.it, il baby Pumas (classe 2000) è sfrecciato – e proprio il caso di dirlo – facendo segnare questo straordinario tempo che però, visti i 4 metri di vento a favore (limite superato, rispetto ai “+2 m” consentiti nelle gare di atletica leggera per omologare qualsiasi tempo corso nei contest di velocità) non è stato omologato.

Poco male in realtà, perchè Franco Florio detiene comunque il primato nazionale juniores, fatto segnare nel 2019 quando è riuscito a fermare il cronometro sui 10″51.

Vista la sua incredibile velocità e l’amore per l’ovale, il sudamericano è stato subito indirizzato verso il rugby a 7 dove l’accelerazione e gli spazi per metterla in moto sono maggiori, ma attenzione perchè non è detto che nelle prossime edizioni dei Giochi Olimpici Franco Florio non possa essere presente in due discipline: il rugby, appunto, e l’atletica.

Gli idoli di Franco Florio
Bryan Habana è l’idolo rugbystico del giovane giocatore albiceleste, mentre Usain Bolt rappresenta la folgorazione vissuta durante le Olimpiadi di Rio 2016. In tanti adesso iniziano a chiedersi da che parte penderà la bilancia delle scelte di Franco, che se dovesse ripetere il crono di 10″21 in maniera omologabile diventerebbe il primatista nazionale.

Martedì 1 dicembre (a partire dalla 20.45) partecipa al “Rugby Quiz” in diretta: clicca qui per tutte le info

La visione di Franco Florio
Lui al momento dice: “Entrambi gli sport sono importanti nella mia vita, tant’è che non posso scegliere tra l’uno e l’altro. Tutti e due mi appassionano e mi definiscono, ma sono consapevole che nell’ atletica leggera – analizza – sto andando bene. Ciò però non significa che a livello internazionale stia facendo lo stesso. Riconosco un gap, ma non potrò saperlo realmente finché non raggiungerò quel tetto di prestazioni che  oggi sento di non aver ancora raggiunto.
D’altra parte nel rugby si può aspirare ad una medaglia in una disciplina olimpica. Nel Paese (fa riferimento all’Argentina) è molto difficile guadagnarsi da vivere con l’atletica leggera: un contratto internazionale rugbystico può invece aiutarti ad organizzarti economicamente”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il ritorno in campo di Ma’a Nonu (e Hosea Gear) in un contesto unico tutto neozelandese

La leggenda degli All Blacks ha giocato in un match di Heartland Championship, divertendosi come un bambino il giorno di Natale...

19 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

L’infinito Ma’a Nonu torna in campo a 39 anni. E con lui un altro ex-All Black…

Sabato ci saranno due debutti molto particolari nell'Heartland Championship, con il centro che è tornato a una condizione...

14 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

La redenzione di Quade Cooper

Il mediano d'apertura racconta del suo ritorno fra i Wallabies e di come è stato tornare in campo a livello internazionale

11 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

All Blacks: il capitano Sam Cane è tornato in campo dopo sei mesi

Il terza linea ha giocato quasi un'ora in un match dell'Heartland Championship. Ecco la sintesi e le sue parole

9 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

In Nuova Zelanda sono preoccupati per la salute di Sam Cane

Le condizioni del terza linea sono sempre sotto la lente d'ingrandimento. Si solleva il tema dell'essere capitano

7 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

Rugby Championship 2021: ecco il XV del torneo secondo Planet Rugby

Quade Cooper "si prende" la maglia come miglior apertura della manifestazione

5 Ottobre 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship