Top 12: a Rovigo il big match del sabato

I rossoblu vincono contro Calvisano. Petrarca primo in classifica in attesa della partita di Mogliano di domani

rovigo

ph. Massimiliano Carnabuci

I risultati della quarta giornata

Il sabato del massimo campionato italiano non vive particolari sorprese. A Padova il Petrarca si salva all’ultimo minuto, quando Viadana avrebbe potuto pareggiare ma sull’azione decisiva il pallone viene tenuto alto in area di meta petrarchina: finisce 13-6. Il Valorugby domina a Roma contro la Lazio, imponendosi con un prepotente 34-7, mentre a Firenze sono 41 i punti subiti dai Medicei contro le Fiamme Oro. Sfida pazza e ad alto punteggio invece a San Donà, dove fra i padroni di casa e il Colorno: 44-35 il finale.

In classifica il Petrarca lascia quindi la compagnia del Calvisano e si lancia in fuga solitaria, ma domani una vittoria con bonus di Mogliano a Piacenza potrebbe portare i biancoblu a raggiungere i padovani. In coda Colorno guadagna un punto su Medicei e Lazio.

Il big match: Rovigo-Calvisano

E’ un primo tempo che vive di fiammate quello fra Rovigo e Calvisano, sfida ad alta tensione fra le due finaliste dello scorso anno: la prima avviene subito al secondo minuto, con Menniti-Ippolito che alla prima occasione spedisce fra i pali un drop che porta i padroni di casa in vantaggio. Dopo la prima emozione il primo quarto di partita diviene soporifero, spezzettato da errori e infrazioni, anche per un campo di gioco pesante dopo le piogge settimanali.

E’ Rovigo a fare maggiormente la parte del leone, ma Menniti-Ippolito fallisce il secondo drop di giornata sparandolo contro la difesa calvina intorno al ventesimo. A dieci minuti dalla fine del primo tempo si muove nuovamente il tabellino, sempre grazie al piede del 10 rossoblu, stavolta dalla piazzola per un fallo in ruck comminato a Samuela Vunisa.

Il mediano di apertura ex Petrarca Padova è ancora protagonista poco dopo, quando manda fra i pali il piazzato ottenuto in maul dal pacchetto di mischia: è il 9-0 che porta i rossoblu oltre il break.

Calvisano è brava, però, a riscattarsi negli ultimi minuti del primo tempo: Pescetto centra i pali al 35′ dopo un fallo in ruck e accorcia sul -6. Tegola per Rovigo poco dopo: Menniti-Ippolito si fa male nella zona dei 22 metri avversari ed è costretto a uscire. Al suo posto entra Francesco Modena, con Diego Antl che scala ad apertura.

I Campioni d’Italia si stabiliscono nei 22 avversari a lungo nella fase finale del primo tempo, uscendone con un calcio piazzato per fuorigioco che consente a Pescetto di accorciare sul -3 prima di andare al riposo.

Così come nel primo tempo, la ripresa parte con una fiammata: arriva da Matteo Moscardi la giocata decisiva, con il numero 13 che sfrutta la mancata copertura della parte chiusa di una ruck dentro i propri 22. La fuga continua fino alla metà campo avversaria, con Vian bravo poi a concretizzare l’occasione alla bandierina. Colpaccio al primo minuto, quello dei padroni di casa, ma Cioffi dalla bandierina non trasforma.

Pescetto accorcia sul 14-9, tenendo ancora i suoi attaccati al match, con un calcio di punizione nei minuti successivi. Calvisano attraversa un momento in cui domina possesso e territorio nel primo quarto del secondo tempo, con diversi, prolungati possessi dentro i 22 avversari, che però non risultano mai eccessivamente pericolosi per la solida difesa rodigina.

Al 25′ arriva un’altra scossa all’incontro: da una palla vagante conseguente a una touche Matteo Ferro colpisce con il destro l’ovale, Gianmarco Piva raccoglie e va in fuga sull’out di destra, resistendo a due tentativi di placcaggio e andando a segnare la seconda meta dei suoi. Cioffi stavolta è bravo a trasformare da posizione molto angolata: è 21 a 9.

Calvisano prova immediatamente a replicare: alla mezz’ora c’è una rimessa laterale in zona rossa, il drive è ben fatto e solo il fallo di Michele Mantovani impedisce la marcatura agli ospiti, con il giocatore rossoblu punito da un cartellino giallo.

Sulla successiva opportunità è Vunisa a sfondare dal fondo della maul e a segnare la meta che riapre l’incontro nei 9 minuti finali, portando i suoi a -7. Sbagliata la trasformazione di Pescetto.

Nell’ultima parte dell’incontro, però, Rovigo non corre più nessun pericolo. Finisce 21-14.

IV giornata Top 12

Rovigo v Calvisano 21-14
San Donà v Colorno 44-35
Petrarca v Viadana 13-6
Lazio v Valorugby Emilia 7-34
Medicei v Fiamme Oro 9-41

Classifica: Petrarca Padova 19, Rovigo 17, Valorugby, Calvisano e Fiamme Oro 16, Mogliano 14 (una partita in meno), San Donà 11, Viadana 6, Colorno 2, I Medicei e Lazio 1, Lyons 0

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top12, Rovigo: tegola Antl, fuori un mese. Infermeria piena per i Bersaglieri

La pausa del campionato servirà ai veneti per recuperare i pezzi in vista della ripresa di fine mese

13 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

La classifica marcatori del Top12 (in aggiornamento)

Chi segna più mete e più punti nel massimo campionato italiano?

12 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quanto hanno giocato i permit player finora?

Nella prima parte sono stati molto utilizzati da Benetton e Zebre. Intanto, comincia a svilupparsi anche il meccanismo inverso

12 Novembre 2019 Pro 14
item-thumbnail

Top12: le dichiarazioni dei protagonisti dopo la quarta giornata

Per Casellato il Rovigo ha vinto con "la forza del gruppo". Delusione per Brunello, mentre per Marcato la pausa arriva al momento giusto

11 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: gli highlights della quarta giornata

Tutte le mete (e sono state tante) e le azioni principali nell'ultimo weekend del campionato italiano

11 Novembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Top12: prima vittoria in campionato per i Lyons

La squadra di Gonzalo Garcia ha fermato il Mogliano 13-9 al 'Beltrametti' nel posticipo della 4^ giornata

10 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12