La prima lista di All Blacks verso la Rugby World Cup 2019

Steve Hansen ha convocato anche Sam Cane per il primo di tre “foundation days” in vista della stagione internazionale

steve hansen 2018 all blacks

ph. Sebastiano Pessina

Steve Hansen ha comunicato una lista di 41 convocati per il primo raduno dell’anno degli All Blacks, che si ritroveranno a Wellington lunedì 15 aprile per uno dei cosiddetti “foundation days” programmati dalla Federazione, per permettere a giocatori e staff tecnico di mettere le basi per la stagione internazionale. In totale saranno tre, visto che durante il Super Rugby i neozelandesi non potranno ritrovarsi per dei raduni più lunghi: i prossimi saranno a Auckland il 20 maggio e a Christchurch il 3 giugno. I giocatori svolgeranno dei test per misurare il livello di fitness e delle riunioni per pianificare il lavoro in vista della Rugby World Cup 2019.

Tra  i 41 convocati spicca il nome di Sam Cane, che lo scorso ottobre aveva riportato la frattura di una vertebra contro il Sudafrica. Quaranta dei giocatori chiamati da Hansen sono stati coinvolti in un match ufficiale degli All Blacks negli ultimi anni, a eccezione di Akira Ioane che invece aveva giocato solo in un test non ufficiale contro la Francia nel novembre 2017.

La prima partita ufficiale degli All Blacks sarà il 20 luglio contro l’Argentina, a Buenos Aires, e sarà valida per il Rugby Championship 2019, che si giocherà in formato ridotto per la concomitanza con il Mondiale (ogni squadra giocherà solo tre partite, non sei). Ci sarà inoltre una partita extra contro l’Australia, per la Bledisloe Cup.

I 41 convocati degli All Blacks

Avanti: Dane Coles, Liam Coltman, Nathan Harris, Codie Taylor, Owen Franks, Nepo Laulala, Tyrel Lomax, Joe Moody, Angus Ta’avao, Karl Tu’inukuafe, Ofa Tuungafasi, Scott Barrett, Jackson Hemopo, Brodie Retallick, Patrick Tuipulotu, Samuel Whitelock, Sam Cane, Vaea Fifita, Shannon Frizell, Akira Ioane, Kieran Read, Ardie Savea, Liam Squire, Matt Todd and Luke Whitelock.

Trequarti: TJ Perenara, Aaron Smith, Te Toiroa Tahuriorangi, Beauden Barrett, Damian McKenzie, Richie Mo’unga, Ryan Crotty, Jack Goodhue, Ngani Laumape, Anton Lienert-Brown, Sonny Bill Williams, Jordie Barrett, George Bridge, Rieko Ioane, Waisake Naholo and Ben Smith.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Argentina: Creevy resta fino a fine 2019, Tuculet due anni in più

Ma per il tallonatore potrebbe essere l'ultima stagione in patria, prima di un trasferimento in Francia

19 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Australia: Michael Cheika confermato, al suo fianco arriva un Director of Rugby

Da marzo 2019 Scott Johnson affiancherà l'head coach dei Wallabies, reduci da una stagione con quattro vittorie su nove partite

17 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il CEO della NZRU ha detto che Joe Schmidt ha rifiutato un posto negli All Blacks

Ma non come head coach: avrebbe dovuto prendere il posto di Wayne Smith lo scorso anno

12 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Le quattro fasi del Deklerkismo

Come nasce, cresce e si sviluppa l'amore incondizionato per il mediano di mischia degli Springboks

11 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

All Blacks: Sam Cane sarà operato dopo la frattura ad una vertebra

Il terza linea era uscito durante il primo tempo della sfida contro gli Springboks. Per lui è previsto uno stop molto lungo

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

E’ finito il Rugby Championship, evviva il Rugby Championship

L'edizione 2018 è partita in sordina, ma ha finito per regalarci sorprese e colpi di scena

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship