Pro14: Zebre al cospetto degli Ospreys per dare un segnale

La sfida è ardua, ma dopo essere scivolati in ultima posizione nella conference i ducali devono reagire

zebre

ph. Massimiliano Carnabuci

La sconfitta del Benetton sul campo dei Cheetahs e quella delle Zebre in casa contro Munster dello scorso fine settimana hanno prodotto il sorpasso da parte dei sudafricani sulla franchigia di base a Parma in fondo alla classifica della conference A: le Zebre sono ultime.

Il girone in cui la squadra di Michael Bradley è inserito è probabilmente composto di squadre più forti di quella italiana, che comunque ha ottenuto tre punti e una vittoria in più rispetto allo stesso momento della stagione passata.

Se però i miglioramenti dello scorso anno sorprendevano per la loro rapidità dopo anni di assolute vacche magre, oggi abbiamo la memoria di quanto fatto e il desiderio di vedere la squadra zebrata crescere ancora e dimostrare che l’ultima posizione in classifica viene quantomeno mal digerita.

Certo, la sfida non è facile: le Zebre non hanno mai vinto al Liberty Stadium di Swansea, avendo battuto due volte su tredici incontri gli Ospreys, sempre fra le mura del Lanfranchi. Nel precedente incontro fra le compagini in questa stagione i gallesi hanno avuto vita relativamente semplice, battendo le Zebre per 22 a 8 proprio a Parma.

Gli Ospreys di questa stagione sono una squadra che si è rilanciata dopo qualche stagione in sordina, ma hanno incontrato qualche difficoltà e vengono da due sconfitte consecutive contro Leinster e Glasgow, corazzate del campionato. L’appuntamento in casa con il fanalino di coda sembra l’occasione buona per rilanciare la propria classifica, che al momento li vede inseguire il terzo posto valevole per i playoff, e nondimeno per salutare la presenza numero 233 di Alun Wyn Jones con la maglia del club, record assoluto per gli Ospreys.

Alle Zebre il compito di mettere i bastoni fra le ruote al capitano del Galles e ai suoi colleghi, cercando di rovinare la festa per quanto possibile. A ranghi completi, la sfida potrebbe essere meno impari: i ducali patiscono infatti le assenze internazionali, e i rinforzi che giungono da Palazzani, Meyer e Padovani sono senz’altro utili, ma non cambiano il valore assoluto della squadra.

Il XV di Bradley deve reagire per dimostrare di essere una squadra diversa da quella vista in casa contro Munster, che anche in una stagione dove gli obiettivi tangibili sono pochi c’è abbastanza cuore per mettere in campo una prestazione sostanziosa che non si rassegna al destino, forse inevitabile, di ultima forza della conference. E’ questo, più del risultato, il metro con il quale andrà giudicata la gara delle 20:35, agli ordini del fischietto sudafricano Cwengile Jadezweni, con diretta streaming su DAZN.

Ospreys: 15 Dan Evans, 14 George North, 13 Scott Williams, 12 Owen Watkin, 11 Luke Morgan, 10 Sam Davies, 9 Aled Davies, 8 Justin Tipuric (c), 7 Sam Cross, 6 Olly Cracknell, 5 Alun Wyn Jones, 4 Adam Beard, 3 Tom Botha, 2 Scott Baldwin, 1 Nicky Smith
A disposizione: 16 Scott Otten, 17 Gareth Thomas, 18 Alex Jeffries, 19 Lloyd Ashley, 20 James King, 21 Harri Morgan, 22 James Hook, 23 Cory Allen

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Paula Balekana, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 Jamie Elliott, 10 Francois Brummer, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Giovanni Licata, 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbandà, 5 George Biagi (c), 4 David Sisi, 3 Eduardo Bello, 2 Massimo Ceciliani, 1 Cruze Ah-Nau
A disposizione:16 Luhandre Luus, 17 Daniele Rimpelli, 18 Giosuè Zilocchi, 19 Apisai Tauyavuca, 20 Samuele Ortis, 21 Joshua Renton, 22 Maicol Azzolini, 23 Jacopo Bianchi

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Contro Glasgow create molte opportunità, risultato deludente”

Michael Bradely si dice deluso per il risultato del match contro Glasgow Warriors di sabato, ma guarda avanti con ottimismo verso il futuro.

item-thumbnail

Video, URC: gli highlights di Zebre-Glasgow Warriors

6 punti per i ducali tutti dal piede di Canna

item-thumbnail

URC: Glasgow è scialba, ma le Zebre commettono solo errori

Finisce 17-6 per gli scozzesi la sfida del Lanfranchi. Partita alla portata, ma Zebre sprecone. Quarta sconfitta consecutiva

item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Glasgow Warriors

Gli emiliani vanno a caccia della prima vittoria, gli scozzesi vogliono continuare a fare bene. Calcio d'inizio alle ore 14

item-thumbnail

Zebre: lungo stop per Gabriele Di Giulio

Frattura scomposta del piatto tibiale esterno, per lo sfortunato trequarti ducale

item-thumbnail

Zebre: rivoluzione nel XV di partenza che aspetta Glasgow

Dodici novità dal primo minuto per i ducali che inseriscono tanti giocatori nel giro della Nazionale per puntare al primo successo stagionale