Pro14: Cardiff non lascia scampo alle Zebre (37-0)

I ducali non demeritano per gran parte del match, ma calano vistosamente alla distanza. Buon esordio dei permit player

ph. Massimiliano Carnabuci

Sotto la pioggia di Cardiff, i padroni di casa mettono fin da subito grande pressione sui punti d’incontro. Al 3′ un grillotalpa di Nick Williams permette a Steve Shingler di aprire il tabellino. Sul restart, Luus rende pan per focaccia ai gallesi ma da posizione comoda Brummer non centra i pali. Le Zebre sono ben presenti in partita: in attacco però è complicato per i ducali guadagnare la linea del vantaggio, cosa che riesce con più continuità a Cardiff nonostante la buona velocità in uscita dai blocchi per i parmigiani.

Anche per questo, il gioco si sviluppa prevalentemente nel territorio delle Zebre, che al 17′ vedono cedere per la prima volta la propria diga. In uscita da una mischia, Shingler brucia la salita forse troppo avventata della difesa ducale con un grubber che viene schiacciato da in meta da Tom Williams per l’8-0. I ducali avrebbero qualche minuto più tardi una bella occasione con una penaltouche sui 5 metri, ma il lancio di Luus viene rubato da Seb Davies fin troppo facilmente.

Sul contrattacco bianconero, Raffaele legge una bella linea di corsa e crea il break insieme a Brummer; in sostegno c’è D’Onofrio che frena al momento giusto e serve De Battista, ma l’argentino viene braccato dalla difesa gallese in tempo prima di schiacciare. Nell’occasione, i Blues recuperano pure l’ovale e tornano a giocare dall’altra parte: le Zebre commettono fallo e Shingler porta i suoi sul 11-0.

Gli ospiti continuano a faticare in fase di possesso: troppo prevedibili le scelte di gioco di Brummer e Raffaele, con quest’ultimo Raffaele in difficoltà nel gestire una squadra in costante arretramento nei punti d’incontro, che va avanti solo a sprazzi e grazie all’indisciplina dei Blues. Alla mezzora gli italiani si rifanno vedere dentro la metà campo gallese, mettendo alla frusta il pack di casa con una buona rolling maul; al secondo tentativo di carrettino, ancora una volta la touche viene mal giocata e i Blues riescono a sventare un pericolo importante.

L’ultima azione del tempo è di Cardiff, che però non porta a nulla di concreto per i gallesi. Si va al riposo sull’11-0.

All’inizio della ripresa, i gallesi non vanno molto per il sottile e vanno a marcare in rolling maul con Nick Williams (18-0). Le Zebre continuano ad avere più possesso di Cardiff, ma sempre con i soliti problemi del primo tempo: all’improvviso però un guizzo di Antoine Koffi – molto presente in giro per il campo – spacca la difesa dei Blues, il sostegno di D’Onofrio è puntale ma l’estremo arriva solo ad un passo dalla linea di meta.

Bradley dà aria alla panchina e fa esordire Manfredi, Ruggeri e Elliott. Cardiff ne approfitta e mette alle corde i bianconeri: prima Robinson arriva corto su un pick&go, poi è la mischia a portare dentro la propria linea di meta le Zebre e a permettere a Nick Williams di segnare la propria doppietta personale.

Il passivo comincia a diventare pesante con la meta di Lee-Lo al 69′, che va dritto per dritto in uscita da una maul e segna la meta del bonus. Negli ultimi dieci minuti la partita scivola via senza sussulti, fino all’ultimo minuto. Le Zebre cercano di uscire dai propri 22 con il cronometro rosso, ma regala palla ai Blues: Lee-Lo va oltre per la doppietta e chiude il match.

La trasformazione finale è per Gethin Jenkins, leggenda gallese all’ultima partita dopo 195 cap nei Blues: il pilone mette fine alla sua carriera senza centrare i pali, fissando il punteggio sul 37-0

Cardiff Blues: 15 Tom Williams, 14 Aled Summerhill, 13 Garyn Smith, 12 Rey Lee-Lo, 11 Jason Harries, 10 Steve Shingler, 9 Lloyd Williams, 8 Nick Williams, 7 Olly Robinson, 6 Josh Turnbull, 5 Seb Davies, 4 George Earle, 3 Scott Andrews, 2 Kirby Myhill, 1 Brad Thyer
A disposizione: 16 Kristian Dacey, 17 Gethin Jenkins, 18 Keiron Assiratti, 19 James Down, 20 Samu Manoa, 21 Lewis Jones, 22 Dan Fish, 23 Harri Millard

Marcatori Cardiff Blues

Mete: Tom Williams (17), Nick Williams (50, 65), Lee-Lo (69, 80+1)
Conversioni: Shingler (50, 65, 69)
Punizioni: Shingler (3, 27)

Zebre: 15 Giovanni D’Onofrio, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Tommaso Boni, 12 Nicolas De Battista, 11 Paula Balekana, 10 Francois Brummer, 9 Riccardo Raffaele, 8 Antoine Koffi, 7 Apisai Tauyavuca, 6 Jacopo Bianchi, 5 Leonard Krumov, 4 David Sisi (c), 3 Eduardo Bello, 2 Luhandre Luus, 1 Cruze Ah-Nau
A disposizione: 16 Marco Manfredi, 17 Daniele Rimpelli, 18 Roberto Tenga, 19 Samuele Ortis, 20 Davide Ruggeri, 21 Maicol Azzolini, 22 Jamie Elliott, 23 Giovanbattista Venditti

Marcatori Zebre

Mete:
Conversioni:
Punizioni:

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Challenge Cup: le Zebre per regalarsi un’ultima soddisfazione

Ma la partita è davvero complicata, contro una La Rochelle che vuole il quarto di finale in casa. Calcio d'inizio alle ore 16

19 gennaio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il complicato momento delle Zebre

I ducali faticano tremendamente a segnare e ad avere continuità. Ma cosa sta andando storto?

16 gennaio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Challenge Cup: per le Zebre l’esame più difficile si chiama La Rochelle

La franchigia italiana si gioca il tutto per tutto in una trasferta dal livello di difficoltà elevatissimo

11 gennaio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby-Leinster del 16 febbraio si disputerà a Viadana

Lo stadio Zaffanella tornerà così ad ospitare una partita del torneo celtico. A seguire, nel corso del pomeriggio, ci sarà anche la sfida di Top 12 tr...

9 gennaio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Zebre-Cheetahs

Due belle mete non sono bastate ai ducali. Tutte le immagini salienti della sfida persa al Lanfranchi contro i sudafricani

7 gennaio 2019 Foto e video
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Abbiamo bisogno di sfruttare le opportunità create”

Il coach irlandese ha parlato anche delle differenze rispetto lo scorso anno. David Sisi: "Dobbiamo trovare consistenza"

7 gennaio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby