Parte la Serie A femminile 2018/2019: il programma della prima giornata

Non saranno 20 le squadre, ma 19: le Sirene del Golfo si sono ritirate per il mancato raggiungimento del numero minimo di giocatrici

serie a femminile valsugana colorno

Un’azione di gioco da Valsugana – Colorno (ph. Ettore Griffoni)

Domenica 7 ottobre prenderà il via il campionato di Serie A femminile, che a differenza di quanto fosse previsto all’inizio non sarà a 20 squadre. Nei giorni scorsi, infatti, è arrivata l’ufficialità del ritiro dal torneo delle Sirene del Golfo, formazione napoletana inserita nel Girone 2, a causa del mancato raggiungimento del numero minimo di giocatrici.

Il ritiro delle Sirene farà slittare anche l’esordio delle Donne Etrusche capitanate da Francesca Roggi, che a Umbria Domani ha parlato anche della situazione relativa alla formazione partenopea: “Viviamo questa realtà soprattutto noi del girone centro-sud, che rimane sempre povero di giocatrici. Anche noi a volte ci dobbiamo confrontare con delle trasferte lontane cui molte giocatrici devono rinunciare per motivi lavorativi”.

La Serie A partirà dunque con 19 squadre, di cui cinque con 4 punti di penalizzazione per la mancata iscrizione di una squadra Under 16 al torneo di categoria: si tratta di Cus Pavia, Rugby Riviera, Cus Pisa, Donne Etrusche e Rugby Bologna. Le tribolazioni, insomma, non mancano, e mettono in mostra i problemi di un movimento che produce diversi talenti interessanti, ma non riesce ancora a garantirsi un gettito continuo di giocatrici sia juniores sia seniores in ogni angolo d’Italia.

Le gerarchie

Non dovrebbe cambiare poi molto, rispetto a quello a cui siamo stati abituati lo scorso anno, perlomeno nel Girone 1. Valsugana e Colorno sono le favorite per lo Scudetto, mentre dietro il Villorba riparte dai 19 punti di vantaggio inflitti in classifica alle inseguitrice per il terzo posto valido per l’accesso al barrage. La novità, nel Girone 1, è rappresentata invece dal Cus Milano.

Il Girone 2, dal livello generalmente molto inferiore a quello del Nord, ha visto invece l’ingresso della Capitolina al posto del Frascati. Quest’ultimo arrivò ai barrage un anno fa, per cui c’è curiosità per capire chi prenderà il posto della squadra laziale tra le prime tre della classifica. Lo scorso anno si piazzarono ai primi due posti il Bologna (penalizzato, come detto prima) e Montevirginio.

La prima giornata – Domenica 7

Girone 1

Itinera Torino – Villorba Rugby (ore 12:30)
Rugby Colorno – Cus Milano Rugby (ore 15:30)
Benetton Treviso – Rugby Riviera 1975 (ore 15:30)
Rugby Monza 1949 – Valsugana Rugby Padova (ore 15:30)
Verona Rugby – Chicken CUS Pavia (ore 15:30)

Girone 2

Rugby Bologna 1928 – Am. R. Torre del Greco (ore 12:30)
CUS Pisa – Rugby Belve Neroverdi (ore 13:30)
Puma Bisenzio Rugby – Unione R. Capitolina (ore 15:30)
CUS Ferrara Rugby – Montevirginio Mini Rugby (ore 15:30)

– Guarda anche: la mappa della Serie A femminile

– Il calendario della Serie A femminile 2018/2019

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Serie A femminile: Valsugana espugna Colorno, Villorba al comando

Le padovane battono 0-15 le emiliane in trasferta. Le Belve Neroverdi agganciano Bologna al terzo posto

item-thumbnail

Serie A femminile: un attesissimo Colorno-Valsugana infiamma la terzultima giornata

Il remake delle ultime due finali scudetto e molto altro in un turno che si preannuncia decisivo

item-thumbnail

Serie A Femminile: la situazione a tre partite dal termine

Cade il CUS Ferrara, mentre vincono tutte le altre big dei due gironi. Valsugana esagera con Pavia

item-thumbnail

Serie A femminile: il big match è del Valsugana

Nel Girone 1 ora ci sono tre squadre in tre punti, con Colorno in vetta insieme al Villorba. Il Cus Ferrara vince a Bologna nel Girone 2

item-thumbnail

Serie A femminile: il grande giorno di Valsugana-Villorba

Il 14esimo turno propone il big match veneto e diverse altre sfide d'interesse

item-thumbnail

Serie A femminile: vincono le big nella tredicesima giornata

Il Valsugana ne fa 131 al Cus Milano. Bene anche Colorno, Villorba e la Capitolina nel Girone 2