Pro14: Benetton, sfida alla pari con i Cardiff Blues

Prima partita casalinga a Monigo per i Leoni, alla ricerca della seconda vittoria consecutiva. Calcio d’inizio alle ore 20:35

benetton treviso

ph. Ettore Griffoni

Benetton e Cardiff sono due delle esponenti più illustri della classe media del Pro14, ora che i trevigiani sono tornati ad essere competitivi a livelli più elevati. Lo si evince per esempio dai punti fatti lo scorso anno (54 i gallesi, 55 gli italiani), dalla bontà del gioco espresso da entrambe le squadre e anche dal modo in cui hanno iniziato la stagione.

I Blues hanno perso, è vero, ma cedendo al Leinster 32-33 con una meta arrivata al 79′ e dopo aver condotto per larghi tratti il match; il Benetton ha fatto valere la legge del più forte a Newport, soffrendo poco e imponendosi su una squadra inferiore con una certa autorevolezza. E sono solo alcuni dei motivi che rendono la partita di Monigo una delle più interessanti nel secondo turno di Pro14.

I detentori della Challenge Cup hanno cambiato guida tecnica in estate, chiudendo il ciclo decisamente positivo targato Danny Wilson. Al suo posto è arrivato John Mulvihill, allenatore australiano con un curriculum non particolarmente ricco e sconosciuto ai più in Galles al momento dell’annuncio, anche perché in carriera il 51enne aveva quasi sempre ricoperto il ruolo di assistant coach in squadre di secondo piano (e i Barbarians in un’occasione).

Ciò nonostante, i Blues sembrano essere rimasti sullo stesso percorso iniziato negli ultimi tempi con Wilson, vista la grande prestazione tirata fuori contro il Leinster. Un dato spicca su tutti: Cardiff è stata costretta a tentare 199 placcaggi, completandone 185 per una percentuale (davvero notevole al giorno d’oggi) del 93%. Di riflesso, è facile presumere che i Blues non abbiano tenuto in mano il pallone per molto tempo, e infatti la percentuale di possesso palla è stata appena del 38%, che non ha impedito comunque ai gallesi di segnare 32 punti e sfiorare la vittoria.

Cinismo, grandi qualità nei trequarti – dove Jarrod Evans sta diventando un importante leader tecnico – e delle fasi statiche di ottimo livello, come ha ricordato anche Tiziano Pasquali in settimana. Il Benetton ha deciso di rispondere innalzando la fisicità nel pacchetto di mischia: fuori Barbini in terza linea, nonostante la prova positiva di Newport, e dentro un altro ball carrier come Barbieri, che insieme a Negri e Steyn forma un trio di grande potenza e abili nel conquistare la linea del vantaggio. Scelta opposta, invece, sulla trequarti: non c’è Alberto Sgarbi bensì Luca Morisi, a cui verranno richiesti più compiti di playmaking e linee di corsa più varie rispetto al suo collega.

Nel complesso, il Benetton visto contro i Dragons ha voluto dimostrare di saper evolvere ancora rispetto alla scorsa stagione sul piano offensivo: si è vista una maggiore propensione all’offload e al movimento dell’ovale anche all’interno della propria metà campo, ma resta da migliorare soprattutto il decision making. Il sistema difensivo dei Leoni ha retto bene contro i Dragons, ma alcuni errori individuali sono costati alcuni break molto pericolosi che i Blues, rispetto agli avversari di una settimana, potrebbero sfruttarli al meglio. Si parte alla pari in ogni caso, con il fattore campo che potrebbe fare la differenza.

L’ultimo precedente

Lo scorso anno le due squadre si sono affrontate solo all’Arms Park, dove i Blues hanno avuto la meglio per 31-25 in una partita con qualche errore difensivo di troppo dei Leoni, tornati in Italia solo con il bonus difensivo. L’ultimo precedente a Monigo risale alla stagione 2016/2017, quando il 4 novembre 2016 Cardiff espugnò Treviso per 28-34.

Giocatore da seguire

Abraham Steyn è parso in forma smagliante contro i Dragons, tanto da essere scelto come Man of the Match dell’incontro. Un premio meritato per una partita condotta sempre in avanzamento palla in mano, da vero ball carrier. Come lo scorso anno, sembra aver cominciato la stagione con il piglio giusto: sarà un’arma importante per scardinare la difesa dei Blues.

Calcio d’inizio alle ore 20:35, diretta streaming su DAZN.

Benetton: 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Robert Barbieri, 7 Sebastian Negri, 6 Abraham Steyn, 5 Dean Budd (c), 4 Marco Fuser, 3 Tiziano Pasquali, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio
A disposizione: 16 Engjel Makelara, 17 Cherif Traore, 18 Simone Ferrari, 19 Irne Herbst, 20 Marco Lazzaroni, 21 Marco Barbini, 22 Dewaldt Duvenage, 23 Marco Zanon

Cardiff Blues: 15 Matthew Morgan, 14 Jason Harries, 13 Rey Lee-Lo, 12 Willis Halaholo, 11 Owen Lane, 10 Jarrod Evans, 9 Lloyd Williams, 8 Nick Williams, 7 Ellis Jenkins (c), 6 Josh Turnbull, 5 Rory Thornton, 4 George Earle, 3 Dmitri Arhip, 2 Kristian Dacey, 1 Brad Thyer
A disposizione: 16 Ethan Lewis, 17 Rhys Gill, 18 Dillon Lewis, 19 Josh Navidi, 20 Olly Robinson, 21 Tomos Williams, 22 Gareth Anscombe, 23 Garyn Smith

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Questa è una grande squadra”

Il numero 10 argentino si racconta, descrivendo il suo gioco e parlando di cosa è stato importante per scegliere l'Italia

item-thumbnail

Leonardo Marin è un nuovo giocatore del Benetton

L'apertura della nazionale under 20 si aggregherà al gruppo del Benetton Rugby dal 12 agosto