Eccellenza: Mogliano aggiunge un kiwi al pacchetto di mischia

Arriva da Aotearoa nel club veneto Joe Toai Key, tallonatore di Bay of Plenty. Un giocatore davvero polivalente

ph. Mogliano Rugby

“Abbiamo cercato, insieme ad Enrico Endrizzi, un giocatore che rispondesse alle caratteristiche del rugby moderno, perciò un numero 2 che possa essere anche una terza linea aggiunta e molto dinamica.” Queste le parole dell’head coach del Mogliano Rugby 1969 Andrea Cavinato nel presentare il nuovo acquisto del club: si tratta di Joe Toai Key, tallonatore di Bay of Plenty.

Un giocatore polivalente che, secondo quanto annunciato dal club veneto nell’odierno comunicato stampa che annuncia l’arrivo del prima linea, può disimpegnarsi anche in ciascun ruolo della terza linea.

L’acquisto arriva grazie ai contatti del club veneto in Nuova Zelanda, come racconta lo stesso Cavinato: “Tramite Trent Renata – ex di Mogliano – e le sue conoscenze, abbiamo scelto questo ragazzo neozelandese, veramente mobile ed abile con le mani.”

La carta di identità di Toai Key è presto fatta: 25 anni, ha disputato il campionato dei club che afferiscono alla union di Bay of Plenty con la squadra di Greerton Marist, giocando principalmente come numero 8. Nel 2014 è riuscito a conquistare un posto nel development squad di Bay of Plenty, che gioca la Mitre 10 Cup. A OnRugby non risulta che il giocatore sia mai riuscito a far parte della rosa della union per quest’ultima competizione, come invece sembra sostenere il comunicato stampa del Mogliano (“dal 2014 al 2017 sempre presente nelle rappresentative di Bay Of Plenty” recita la notizia diffusa dai veneti).

Le parole del giocatore dopo il suo arrivo: “Sono molto eccitato all’idea di venire a Mogliano, fare esperienza e conoscere una nuova cultura, potendo allo stesso tempo esprimere del buon rugby per il mio club.”

“Non sono mai stato in Italia, ma da quello che ho potuto vedere documentandomi attraverso internet, sembra un paese davvero fantastico. Ho sempre voluto visitarla e adesso che ho l’opportunità di viverci professionalmente sono molto felice. Non so ancora molto della mia nuova società, ma so che è un club che nel rugby mette molta passione e che nelle stagioni passate ha raggiunto un grande successo e degli ottimi risultati.”

“Mi piacciono molto i colori del Mogliano e spero di renderlo fiero del mio modo di interpretare il rugby. Se devo dire qual’è il mio punto di forza più grande, allora dico sicuramente la voglia di non mollare mai. Sono un potente ball carrier e mi piace l’impatto duro con gli avversari. So che in Italia si gioca un rugby molto fisico, per cui sono impaziente di mettere alla prova le mie capacità. Vorrei anche ringraziare Mogliano, il Coach ed Enrico per avermi dato questa opportunità. Ora voglio solamente indossare al più presto la maglia biancoblù e giocare con orgoglio. Non vedo l’ora di incontrare i miei nuovi compagni e capire come potermi rendere utile alla squadra.”

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Top 12, Mogliano: Cavinato si è preso una squalifica di 75 giorni

L'episodio è avvenuto nella prima partita di Coppa Italia. Per il tecnico stop fino a fine anno

19 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Carlo Festuccia: il segreto per tornare in campo? Praticare vari sport

Dal rugby alla bicicletta passando per la barca a vela, dove il tallonatore si è imposto anche alla Barcolana di Trieste

17 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Lo sfogo di Umberto Casellato contro Jacques Momberg e i giornalisti

L'allenatore del Rovigo ha criticato duramente il tallonatore dopo il giallo preso nel finale del derby, definendo il tutto "una vergogna" e "imbarazz...

15 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Mogliano, parla Buonfiglio: “Mi sentivo il peggior pilone dell’Eccellenza, ora lottiamo per il riscatto”

Il prima linea di Mogliano racconta il ritrovato entusiasmo dei biancoblu dopo la travagliata stagione passata

10 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Fiamme Oro: intervista a Simone Favaro, tra ovale, sogni e corso d’agente

Abbiamo parlato con il flanker della crescita delle Fiamme Oro e del suo percorso professionale

9 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: le voci dai campi dopo una rocambolesca quarta giornata

La nuova caduta del Calvisano, la prima sconfitta del Valorugby da marzo e la grande partita del Mogliano

8 ottobre 2018 Campionati Italiani / TOP12