Australia, Quade Cooper: “Non ho mai smesso di divertirmi nel giocare”

L’apertura australiana risponde a chi lo aveva attaccato negli scorsi giorni

ph. Darren Staples/Action Images

ph. Darren Staples/Action Images

Nella sua carriera ha vissuto momenti migliori. Quade Cooper, in Australia, è ultimamente preso di mira più del solito da parte dell’opinione pubblica locale per il suo rendimento e a peggiorare la situazione ci si è messa pure l’esclusione dalla nazionale e le parole di Cheika: “Deve migliorare nel gioco al piede e uscire dalla sua condizione attuale. Voglio che torni ad essere un concorrente per la maglia da apertura. In tanti dicono che Cooper possa essere il giocatore che con il suo gioco ci possa far guadagnare metri e spostamenti tattici durante l’arco delle partite e anche noi vogliamo che torni ad esserlo; ma al momento non è cosi”.

 

 

 

Una stilettata, che ha portato alla replica del trequarti dalle pagine del Sydney Morning Herald: “Non posso dire se quello che dice Cheika sia giusto o sbagliato. Ognuno ha la sua opinione e deve essere rispettata, ma in questo momento il mio gioco al piede non mi sembra così pessimo: ci sono stati momenti della stagione nel Super Rugby dove non abbiamo vinto partite dove ci saremmo meritati il successo ed altre in cui non abbiamo espresso il nostro potenziale. Di contro però, posso dire che siamo andati a volte anche oltre le nostre possibilità battendo i Kings a Brisbane”.
I Reds hanno vissuto una pessima stagione nel Super Rugby 2017, eppure Cooper si sente di non doversi rimproverare nulla: “Se hai rispetto per te stesso, i compagni, lo staff e i tifosi non c’è niente di cui temere. Non ho mai smesso di divertirmi nel giocare a rugby, anzi: nell’ultima stagione spesso ho giocato anche con degli infortuni per aiutare la squadra. Lavoreremo per tornare al vertice. Ai Reds sono felice.
La mancata convocazione con la nazionale non è stato un colpo basso alla mia fiducia – aggiunge – ho trovato il lato positivo di tutto ciò: potrò svolgere una buona preseason e farmi trovare pronto. Essendo nel giro delle selezioni da tanto, era parecchio che non riuscivo ad allenarmi in questa maniera. Ho fiducia, mi sento fisicamente e mentalmente pronto per andare oltre ai miei limiti”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

L’under 18 Lorenzo Casilio in finale dell’ACE League inglese

Il mediano di mischia in campo sabato sera con il City of Oxford College, scuola affiliata ai Wasps

8 Dicembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionali giovanili
item-thumbnail

World Rugby Awards 2021: Beatrice Rigoni nel Dream Team femminile dell’anno

L'Azzurra inserita nella miglior formazione del 2021, in un XV dominato da giocatrici inglesi e francesi

8 Dicembre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Awards 2021: Il Dream Team maschile dell’anno

Gli Springboks sono la squadra più presente nel XV eletto come migliore del 2021

8 Dicembre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: Bordeaux passa in testa, e che salto del Montpellier

Gran colpo dei francesi, che passano in testa alla classifica dopo il successo in Top 14 contro Tolosa

8 Dicembre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

Italia Emergenti: i convocati per il match con la Romania. C’è Halafihi

Sono 27 i nomi chiamati da Troncon: molti del Top10, più alcuni importanti innesti dalle franchigie

item-thumbnail

Benetton, Gallo: “Dobbiamo essere più tranquilli in trasferta, ora testa a Gloucester”

Il pilone dei Leoni analizza cosa non ha funzionato a Edimburgo, e si concentra sull'esordio in Challenge Cup