Il saluto di Paolo Wilhelm ai lettori di OnRugby

Dopo quattro anni si interrompe la collaborazione con Paolo

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Nel 2012 smanettavo su un blog rugbistico che qualcuno di voi probabilmente conosce, Il Grillotalpa. Durante il Sei Nazioni di quell’anno mi venne proposto di occuparmi della parte più strettamente editoriale di un nuovo prodotto web ovale. Era un qualcosa che ancora non si era praticamente visto in Italia, un vero e proprio portale sul nostro movimento e su tutto quello che riguardava il rugby. Non voglio sminuire i siti e i blog che esistevano allora e che ci sono oggi, ma credo di essere obiettivo nel dire che OnRugby è stato un momento di innegabile svolta nell’ambito della comunicazione ovale italiana. Forse non migliore di altri – e comunque non tocca a me dirlo – ma di sicuro è stato qualcosa di diverso.
Oggi la mia collaborazione con OnRugby finisce. Non è stata una decisione semplice da prendere: per un po’ mi è ronzata nella testa, poi ci ho riflettuto seriamente e ora eccomi qui a comunicarvela. 
Perché? Bah, i motivi sono diversi, non ce n’è uno solo. Quando una band musicale si scioglie si adducono “motivi artistici” o “personali”, spesso usati per nascondere dispute o disaccordi di varia natura. Ecco, quello che mi sento di dire con tutta la sicurezza e sincerità del mondo è che nel mio caso non c’è nulla di tutto questo e che i miei “motivi personali” non hanno nulla a che vedere con litigi da porta sbattuta. Nulla di tutto questo.
Io e OnRugby ci lasciamo bene, semplicemente una storia è finita. Capita, succede. Voglio utilizzare queste poche righe per ringraziare pubblicamente Sebastiano Pessina e Francesca Lupoli – ovvero le persone che hanno pensato, cullato, fatto nascere e accudito OnRugby spendendo soldi e una valanga di tempo – per l’opportunità che mi hanno offerto. Ringrazio i compagni di strada con cui ho fatto questo percorso: Roberto Avesani, Michele Cassano, Matteo Mangiarotti, Melita Martorana, Vittorio Munari, Daniele Pansardi, Marco Pastonesi, Damiano Vezzosi e spero di non dimenticare nessuno.
Le strade del sottoscritto e di OnRugby potrebbero tornare a incrociarsi, possibile, vedremo, ma in quel caso il mio sarà un contributo inevitabilmente diverso da quello che ho apportato fino a ora. Sono la persona più vicina a OnRugby, ma tra quelli che comunque ne sono fuori.
E se alla fine non dovesse succedere nulla non sarebbe poi così importante. Io da parte mia vorrò comunque sempre bene a OnRugby. E a tutti voi.
Ciao

Paolo Wilhelm

 

Grazie Paolo!
Grazie per la passione, l’impegno, la dedizione, il tempo e la professionalità che hai dedicato a OnRugby in questi quattro anni.
Quando, nel 2012, è iniziato il nostro viaggio eravamo una piccola squadra, con tanto entusiasmo, grandi aspettative e obbiettivi ambiziosi.
Insieme abbiamo raggiunto molti dei traguardi che ci eravamo posti, primo tra tutti quello di crescere.
Crescere professionalmente, cercando di fare un’informazione completa e di qualità, crescere come redazione, coinvolgendo nuovi e preziosi collaboratori, crescere in termini di pagine viste per diventare uno dei punti di riferimento per tutti gli appassionati di rugby.
Non ci siamo mai fermati (se non il giorno di Natale), non ci siamo mai risparmiati cercando di giocare sempre al meglio ognuno nel proprio ruolo. La strada è ancora lunga e ci spiace perdere un compagno, ma soprattutto un amico con cui abbiamo vissuto tante “battaglie” quotidiane e con cui ci sarebbe piaciuto condividere anche quelle future.
Il nostro campionato continua, con lo stesso impegno, con le stesse motivazioni, con lo stesso spirito di sempre e, se vorrai, nello spogliatoio di OnRugby ci sarà sempre una maglia che ti aspetta.

Francesca e Sebastiano

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Raccontare lo sport nel 2021: il filo conduttore di un libro unisce vecchio e nuovo giornalismo

Nel suo saggio, Francesco Palma analizza le nuove frontiere della comunicazione sportiva e prova a tracciare una strada per il futuro del giornalismo.

2 Agosto 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby World Cup 2023: le (grandi) novità dal percorso di qualificazione

Il cammino verso il mondiale comincia a delinearsi per molte nazionali: ecco il punto della situazione

2 Agosto 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2023
item-thumbnail

Zebre: un avanti e un numero nove per la rosa di Michael Bradley

Cristian Stoian e Alessandro Fusco, già permit un anno fa, tornano alla franchigia ducale per la prossima impegnativa stagione

item-thumbnail

Settimana di raduni: tutti i convocati delle nazionali azzurre

Under 18, Femminile e ItalSeven donne in raduno a Parma per lavorare in vista dei prossimi importanti mesi

2 Agosto 2021 Rugby Azzurro
item-thumbnail

Olimpiadi, Jiuta Wainiqolo: “Noi Fijani giochiamo a rugby con tutto, anche una noce da cocco”

Il prossimo trequarti di Tolone svela il "segreto di pulcinella" delle Fiji, cioè il perchè la filiera del talento sembra non avere mai fine

2 Agosto 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Sudafrica-Lions, la serie dei morsi? Un britannico citato rischia un lungo stop

Non si fermano polemiche e situazioni al limite del regolamento nella durissima serie tra Campioni del Mondo e Leoni