La Benetton passa a Parma. Al Lanfranchi Zebre battute 13-5 da Treviso

I veneti si dimostrano squadra più cinica, i ducali creano volume di gioco ma non pungono

edoardo gori benetton zebre

ph. Sebastiano Pessina

PARMA – C’è Bisegni al posto di Boni nel XV iniziale di casa, e Greeff parte all’ala con Di Giulio estremo. Primi minuti di ping pong tattico che trova due volte impreparata la copertura di casa, prima di due belle pedate proprio dell’ala sudafricana da 22 a 22. Primo buon lancio del gioco di casa con bel movimento che porta al break di Castello e al successivo allargamento per Venditti. Risponde la touche veneta che innesca il lungo passaggio per Esposito, bravo a rompere il placcaggio di Di Giulio pestando sulle gambe ma l’azione si esaurisce per un in avanti sul breakdown. L’indisciplina ospite permette a D’APice di lanciare nei 22: la maul non avanza, belli i pick and go e le cariche bianconere oltre la seconda guardia che erodono metri. Si resta in piena zona rossa con la mischia di casa che porta alla meta di Venditti: Palazzani corre dalla piattaforma verso destra, Ruzza e un finto penetrante verso il lato corto permettono a Padovani di liberare il lungo passaggio per l’ex ala Falcons che deborda oltre la linea bianca. Cinque minuti e la reazione Benetton porta ad una touche nei 22 ma la cassaforte si esaurisce in un turnover dopo pochi attimi. Il momentum è buono per Zanni e compagni: prima il multifase deve fare i conti con la buona difesa di casa, ma quando questa smette di aggredire arrivano i metri guadagnati fino alla meta di McLean. La partita resta vivace. Esposito contrattacca e si isola forzando il tenuto, la maul avanza e in pieni 22 Padovani tenta il chip a scavalcare senza fortuna. Nuovo ribaltamento di fronte e bella manovra di Treviso con avanti ben divisi per il campo e coinvolti anche nella larghezza, anche se più di qualcuno tira il fiato quando l’arbitro ferma il gioco per infrazione. Allan centra i pali e fissa il tabellino sull’8-5 Benetton con cui si chiudono i primi quaranta.

 

Girandola di cambi all’intervallo: in campo vanno tra gli altri Fiabani, Bronzini, Minnie, Traore, Santamaria, Bernabò, Engelbrecht, Pettinelli e Lazzaroni. Dopo la prima bella azione di casa, è Treviso a trovare due buoni possessi che portano al giallo di Fabiani e costringono i ducali a difendere in pieni 22. Prima i pick and go sono tenuti alti, poi la cassaforte macina e porta alla seconda meta dei Leoni. Si entra nell’ora di gioco con una lunghissima azione delle Zebre che parte dentro e finisce fuori i 22 di Treviso, dopo serie di pick and go e cariche che non danno però avanzamento. Le Zebre avrebbero anche possesso e piattaforme, ma due volte la rimessa laterale non funziona e poi la trasmissione parte male dal numero nove e finisce peggio dopo due successivi passaggi. Altra azione di casa nei 22 ma i passaggi verso l’esterno, senza avanzamento né cambi d’angolo, sono ben e facilmente difesi da Treviso, che si affida al preciso piede di McKinley per risalire il campo. Treviso dà la sensazione di non subire troppo il possesso ospite e palla in mano è più precisa ed efficace, chiudendo pure avanti. Finisce 13-5.

 

 

Zebre Rugby: 15 Gabriele Di Giulio, 14 Lloyd Greeff, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Edoardo Padovani, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Federico Ruzza, 7 Maxime Mbandà, 6 Jacopo Sarto, 5 George Biagi (c), 4 Quintin Geldenhuys, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Tommaso D’Apice, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Sami Panico, 18 Dario Chistolini, 19 Valerio Bernabò, 20 Giovanni Pettinelli, 21 Carlo Engelbrecht, 22 Derick Minnie, 23 Giulio Bisegni, 24 Andrea De Marchi, 25 Guillermo Roan, 26 Marco Susio, 27 Matteo Pratichetti, 28 Leandro Pagliarini

Marcatori Zebre
Mete: Venditti (16)
Conversioni:
Punizioni:

 

Benetton: 15 Luke McLean, 14 Angelo Esposito, 13 Andrea Pratichetti, 12 Alberto Sgarbi (c), 11 Andrea Buondonno, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori, 8 Marco Barbini, 7 Alessandro Zanni (c), 6 Francesco Minto, 5 Teofilo Paulo, 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Davide Giazzon, 1 Alberto De Marchi
A disposizione: 16 Roberto Santamaria, 17 Nicola Quaglio, 18 Cherif Traore, 19 Filippo Gerosa, 20 Dean Budd, 21 Giorgio Bronzini, 22 Ian McKinley, 23 David Odiete, Tiziano Pasquali, Marco Lazzaroni

Marcatori Benetton
Mete: McLean (27), Santamaria (53)
Conversioni:
Punizioni: Allan (38)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Un grande lavoro di squadra, ma troppi errori ci hanno condannato”

Mike Bradley analizza la prestazione delle Zebre contro Edimburgo, fra aspetti positivi e altri su cui lavorare in vista delle prossime partite.

item-thumbnail

URC, le Zebre fanno progressi ma gli errori sono tanti. Vince Edimburgo 27-10

I ducali lasciano tutto sul campo, ma in attacco sono ancora balbettanti. Gli scozzesi centrano il bonus a tempo scaduto

item-thumbnail

URC: la preview di Zebre-Edimburgo

Gli emiliani cercano la prima vittoria stagionale, gli scozzesi invece vogliono riconfermarsi. Kick off alle 14

item-thumbnail

Dove si vede Zebre-Edimburgo, in tv e streaming – United Rugby Championship

I dettagli per seguire la partita dei ducali contro gli scozzesi

item-thumbnail

URC: ecco le Zebre che attendono Edimburgo con sei novità dal primo minuto

Seconda avversaria scozzese in due settimane al Lanfranchi. I ducali cercano di rialzarsi dopo la prova opaca offerta contro Glasgow

item-thumbnail

Zebre, Bradley: “Contro Glasgow create molte opportunità, risultato deludente”

Michael Bradely si dice deluso per il risultato del match contro Glasgow Warriors di sabato, ma guarda avanti con ottimismo verso il futuro.