URC: le Zebre chiudono la stagione con una sconfitta di misura

Finisce 22-20 per il Connacht allo Sportsground di Galway. Partita che sembrava chiusa fino al quarto d’ora finale

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mikefava 21 Maggio 2022, 20:11

    Ma quanta tenuta ha Fischetti? E’ uno dei pochissimi piloni che fa tutta la partita o quasi e spesso…davvero non male! Anche se in mischia…’somma…comunque, anche le Zebre chiudono la stagione in modo degno, ravvisando il buono che già si era evidenziato durante la stagione: Bianchi e Lucchin su tutti e una ottima prestazione di Pani, seriamente. Tuivuaka invece meglio perderlo che trovarlo…non passa mai la palla, si incaponisce ad andare sempre da solo…a rugby si gioca in 15. Per me anche oggi positivo Canna, ma sono convinto che ci sarà qualcuno che avrà da ridire.

    • ColdColdMan 21 Maggio 2022, 20:18

      Benino ma ha fatto alcuni erroracci

    • Camoto 21 Maggio 2022, 21:43

      Ciao @mikefava. Benino anche per me come dice @cold incisivo palla in mano e in difesa ma qualche errore di troppo.
      Comunque tranquillo che lo commenta male non avrà visto oggi, guardano solo Treviso lo vede esclusivamente nei derby e come avversario.

      • mikefava 22 Maggio 2022, 01:39

        Io penso una cosa, che ha detto in parte anche Paul Griffen in telecronaca: nel bene e nel male, Carlo Canna decide le sorti della squadra. Questo vuol dire avere un peso…certo, non sempre positivo, perché specie ultimamente è stato piuttosto discontinuo. Se riuscisse a tornare costante come era, sarebbe totalmente recuperato.

        • cammy 22 Maggio 2022, 07:18

          Non potrà mai essere continuo in questa squadra.. deve forzare troppo le giocate x cercare di far punti.. alle Zebre non ha quasi mai avuto degli avanti che riuscissero a reggere fisicamente l avversario.. sia in attacco che in difesa.. ma quello che ti da come imprevedibilità/opzioni d attacco è un cosa molto rara in Italia.. cmq ieri male in difesa..

          • mikefava 22 Maggio 2022, 12:50

            Probabilmente è come dici tu, cammy, ovviamente la squadra deve metterti in condizione di fare il tuo gioco. Per questo io vorrei vederlo altrove, Canna, ma non certo in Top10…proprio perché, con dinamiche diverse, darebbe molto di più probabilmente. La meta di Lucchin è esemplare: sono stati bravi, perché non ho quasi mai visto una squadra arretrare in attacco, muoversi solo orizzontalmente, e trovare il buco per inserirsi. Di solito avanzi, fissi la difesa e cerchi il buco o l’offload, invece le Zebre arretravano sotto la pressione di Connacht. Per questo trovo quella meta incredibile.

  2. Parvus 21 Maggio 2022, 20:14

    vecio di ga dito tuto giusto.
    mi no go da dirte su niente……
    se sentimo maik!

    • mikefava 22 Maggio 2022, 01:41

      Bea Parvus, fra poco riscomissiemo a parlar de nassionae! A presto, vecio!

  3. lear2 21 Maggio 2022, 20:24

    Questa è la classica sconfitta onorevole, certo che non ripaga come una vittoria, ma in Irlanda una partita del genere la farebbero poche squadre.
    Io penso che il questa squadra con degli innesti giusti il prossimo anno potrà dire la sua e togliersi qualche soddisfazione

  4. yes nine 21 Maggio 2022, 20:27

    È chiaro come Roselli, e il cambio societario, abbia portato un nuovo spirito, una ventata positiva. Le prospettive sono buone
    Se avessi dovuto fare il titolo dell’articolo avrei cercato di essere un po’ “più ” incoraggiante

  5. Shakespeare 21 Maggio 2022, 21:48

    E’ finita una stagione orribile.

    • yes nine 21 Maggio 2022, 23:07

      Oppure … Le Zebre giocano alla pari contro i Connacht

  6. Il Bonzo Tama 22 Maggio 2022, 10:33

    Boh, io sono soddisfatto di questa squadra, una quasi rimonta del genere tantissime squadre se la sognano. Oggi ho visto tutti giocatori talentuosi e son fiducioso per l’anno prossimo. Canna per favore resta alle Zebre

  7. MIchele88 22 Maggio 2022, 15:51

    Al di la di tutto io non vedo Lucchin inferiore a nessuno in Italia nel suo ruolo, Brex o Menoncello che sia. Non mi capacito di come non sia considerato maggiormente da Crowley: maturo, fisico, concreto, fa sempre metri e presenta bene il pallone, ordinato in difesa. Ci ostiniamo a cercare sempre i giovani e fargli bruciare le tappe, anche in ruoli non loro ( Marin, trulla) quando qualche veterano potrebbe portare molto ed indirettamente favorire quei giovani che avranno cosi il tempo di crescere in maniera organica e guadagnarsi la maglia con vera competizione interna. Tuivuaka a me non sembra cosi male come lo dipingete tutti, fa sempre metri, un po egoista ma la sua energia mi gasa, con un po di equilibrio in piu a queste zebre avrebbe fatto ancora comodo.. o sono scemi in Francia o siamo noi che non lo sappiamo sfruttare a dovere.

    • ColdColdMan 22 Maggio 2022, 15:56

      Lucchin adesso entrerà nel giro vedrai. Probabilmente Marin 12 serviva anche come opzione in più al piede. A parte che adesso Marin non sta quasi più giocando quindi non so se sarà titolare in nazionale

Lascia un commento

item-thumbnail

Zebre, la ricetta di Aldo Birchall: “Cambiare la mentalità dei ragazzi, difesa più aggressiva e cose semplici”

L'allenatore della difesa: "L'ambiente è migliorato sotto tutti i punti di vista"

item-thumbnail

United Rugby Championship: le date e gli orari delle partite delle Zebre

Tutti i dettagli su quando giocherà la franchigia ducale nell'URC della prossima stagione

item-thumbnail

Zebre: operazione e lungo stop per Dennis Visser

Il seconda linea sudafricano dovrà saltare la prima parte dello United Rugby Championship

item-thumbnail

Zebre, Fabio Roselli: “Obiettivo vincere le partite che perdevamo per pochi punti. Entusiasmo parola chiave”

L'allenatore della franchigia ducale ha fatto il punto dopo la prima settimana di lavoro collettivo verso la prossima stagione

item-thumbnail

United Rugby Championship: il calendario 2022-23 delle Zebre

Ducali attesi da una partenza di fuoco in un cammino che terminerà (per la stagione regolare) ad aprile 2023 in Sudafrica

item-thumbnail

Iniziata la stagione delle Zebre, Roselli: “Cambiare la percezione di quello che siamo”

L'head coach: "Vero, abbiamo una rosa giovane, ma per questo molto allenabile"