Crowley: “Con le stesse occasioni gli altri segnano, noi no”. Lamaro: “È frustrante”

Il tecnico è rammaricato per la sconfitta, così come il capitano azzurro

COMMENTI DEI LETTORI
  1. demon1981 13 Febbraio 2022, 19:44

    Crowley non vale,!
    L’ho detto prima io😂
    Comunque gli altri segnano perché individualmente sono tutti più forti dei nostri
    Oggi l’Inghilterra l’ha messa sull’uno contro uno sapendo benissimo che contro di noi non servono schemi particolari.

  2. F.A.L 13 Febbraio 2022, 19:48

    Che poi la foto sopra non è del post ma è del pre-partita…cacchio sembrava già rammaricato..

  3. aries 13 Febbraio 2022, 20:10

    Quando hai le occasioni, devi fare punti! Hanno rilasciato Capuozzo? Malissimo! Sekkizzy è l’unico che può creare dei dubbi alle difese avversarie, se pesa 70kg chi se ne ne frega!

  4. lear2 13 Febbraio 2022, 20:18

    Dopo una sconfitta del genere non sai da dove cominciare un’analisi per capire le cause. Io modestamente, dico che tra le varie cause quella che prevale è la mancanza di sostegno efficace in quelle poche opportunità che abbiamo avuto, c’erano solo inglesi intorno al nostro portatore di palla e i nostri se la dormivano, mi davano l’impressione che si aspettassero che il compagno concludesse da solo………….. mahhh……….

    • Atley73 14 Febbraio 2022, 09:40

      …lo penso anche io… mi fa impazzire poi che mi si dica che chi attacca la linea guadagnando il vantaggio si “isola”… ma quando mai!? semplicemente l’unica modalità di gioco coltivata da anni è quella: andare a contatto per creare punti di incontro. Il nostro attacco muore ad ogni folata offensiva perchè non c’è mai il coraggio di dare continuità: l’offload è quasi sempre un rischio perchè quasi mai il sostegno è puntuale e casomai è pronto ad andare in ruck (al limite del ritardo). Tutti i break creati da Ioane si sono tradotti nel nulla più assoluto, mai un cane pronto a prendere la palla da vicino per dare continuità alla percussione: ricordo verso la fine del secondo tempo una incursione nei 22 di Ioane placcato e circondato da almeno 4 inglesi, il nostro 13 era a 10 metri dal portatore di palla… Per questo non vedo in Zanon un centro adeguato al livello, come non è adeguato al livello Padovani, mai pericoloso in attacco nonostante doti fisico atletiche da giocatore di altissimo livello, e per questo a questa nazionale servono giocatori come Pierre Bruno, Capuozzo, Minozzi (e Menoncello): meno muscoli più fosforo. Capitolo Mori: non sa giocare all’ala.
      Quanto a Brex, criticato da molti, lo trovo l’unico della linea arretrata in grado di giocare il proprio ruolo in modo efficace.
      Fusco, decisamente meglio di Varney, Garbisi in evidente difficoltà: non avere Allan come back up è un problema enorme.

      • Andrea B. 14 Febbraio 2022, 10:30

        Meno muscoli, più fosforo? Giusto, ma ho come l’impressione che invece negli ambienti che (ancora) formano le giovani leve “di interesse nazionale” la famosa/famigerata linea sul muro a 1.80, benché sia stata cancellata, sia ancora un discrimine…
        Padovani, se si continua con il 6+2 in panca, lo vedo bene ormai come utility per subentrare dove serve nel secondo tempo; Brex fa un lavoro difensivo enorme, non saprei se potremmo farne a meno; Ioane se gli devono dare palla a difesa avversaria schierata è quasi come non averlo, ovvio che poi rientra verso il centro dello schieramento senza riuscire ad avanzare troppo; Mori se vuole continuare ad andare dritto per dritto palla in mano, deve fare come Venditti contro Janties a Firenze e fare rimbalzare via il diretto avversario, per lo meno contro uno con il fisico di Markus Smith….

  5. massimiliano 13 Febbraio 2022, 20:20

    Un appunto a L’amaro, più da genitore che da tifoso direi li stesso a mio figlio. Se parli di voler dare l’esempio in quanto capitano e poi fai gesti come lo schiaffetto a Smith…c’era ben poco da ridere lui ha fatto una gran partita ed ha dimostrato di essere un campione. L’esempio si dà a gesti non a parole, ed un gesto sarebbe stato l’umiltà di andare per i pali per muovere il punteggio. Per non lasciare uno zero che sarà una ferita eterna. Visto che ti hanno fatto capitano, impara dai tuoi errori, e cr sci per fare crescere anche la squadra

  6. mikefava 13 Febbraio 2022, 20:34

    Ha detto la stessa cosa che ho detto io…

  7. ivo romano 13 Febbraio 2022, 20:35

    Uno con le caratteristiche di Capuozzo serve come il pane.

  8. Ovale 13 Febbraio 2022, 21:20

    Per la prima volta le parole di Crowley mi lasciano un po’ perplesso. Perchè non è vero che abbiamo avuto le stesse occasioni di marcare mete. Siamo stati nei loro 22 a lungo e abbiamo avuto possesso, ma il problema è proprio che di occasioni da meta ne abbiamo create pochissime in confronto alle energie spese.
    Mentre loro ogni volta che sono scesi nei nostri 22 hanno creato vere e proprie occasioni.
    E, ribadisco, se nonostante il dispendio di energie di mete non se ne fanno, bisogna fare i punti in altro modo, quindi non si può scartare a priori la scelta dei pali, perchè oggi nel secondo tempo 5 falli, 5 volte in touche invece di piazzare hanno portato a zero punti. Col piede di Garbisi (che è buono, anzi ottimo), vuol dire che si potevano fare 15 punti, quando ancora eravamo sullo 0-26.

    • narodnik 13 Febbraio 2022, 23:24

      Non sanno cosa fare in attacco a parte Ioane che però non riceve ma avanza,molte mete sono da perdita sconclusionata di possesso,mi chiedo anche se il tecnico prepara al meglio la partita sarebbero in grado di vincere?Secondo me no.

    • LiukMarc 13 Febbraio 2022, 23:55

      Credo che intendesse che “come loro, anche noi siamo entrati nei 22 e abbiamo avuto occasione, come loro, di segnare”. Non è stata una partita in cui loro si sono accampati nei nostri 22 e noi non ci siamo mai entrati. Infatti 3-4 azioni che potevano produrre punti le abbiamo avute, mandate puntualmente alle ortiche. Loro no.

    • ginomonza 14 Febbraio 2022, 09:16

      Il senso delle parole di Crowley è che gli altri
      al nostro posto avrebbero segnato non che noi abbiamo avuto le stesse occasioni degli altri.
      Ora i non colpevoli comprino un coach per l’attacco e uno per la difesa.
      PS : penso che l’Inghilterra vincerà il 6 N

  9. fabrio13H 13 Febbraio 2022, 23:13

    …questa storia che se abbiamo avuto 3/4 calci a favore da posizione facile, non piazzando abbiamo lasciato 9/12 punti non mi torna anche senza andare a cercare motivazioni di alta filosofia dello scorrere del tempo e degli eventi, che pur vi sarebbero e però faticherei ad argomentare, però, più banalmente, se io trasformo e vado diciamo sul 3-21 o 3-14 (non ricordo bene come fosse in quel momento il punteggio) non vi viene da pensare che l’altra squadra, visto anche e soprattutto che è molto più forte, riparta da centro campo bella carica per rimettere le cose in chiaro? Io penso che sia anche per questo che si fa una scelta invece di un’altra. Se ho una buona occasione delle poche che mi stanno capitando e che mi possono costruire contro una tale squadra è anche logico far prevalere il ragionamento di tentare di prendere 7 o almeno 5 punti visto che, se metto fieno in cascina, quelli verosimilmente accelerano e vanno a metterne anche loro. A me sembra che il ragionamento suffragato dalla statistica sia questo. Invece, non avendo noi raccolto nulla, gli inglesi sono andati avanti del loro passo e anche questo ha contribuito a far si che si creassero altre occasioni per noi con conseguenti calci che sono diventati forse 4 in tutto ma che, con altre evoluzioni del punteggio, sarebbero stati probabilmente meno oppure, con ogni probabilità gli inglesi avrebbero nel frattempo fatto meta o mete. Non facciamo paragoni con l’under di ieri ché ha fatto una cosa enorme, meritatissima, ma che è appunto fuori statistica perché che si vinca con due calci e 6 punti nel rugby contemporaneo è come aver fatto terno al lotto se non di più.

    • Ovale 13 Febbraio 2022, 23:20

      Proprio perchè siamo la squadra inferiore, ogni occasione da punti va sfruttata. A maggior ragione perchè facciamo una fatica bestiale a portare via punti quando entriamo nei 22 avversari, mentre gli altri ogni volta che ci arrivano se li prendono.
      Non vuol dire che si può vincere, ma stare più viini nel punteggio vuol dire stare “dentro” la partita più a lungo.
      Ormai anche gli All Blacks quando c’è da calciare calciano, poche storie. Il resto è presunzione e assenza di lungimiranza. Infatti è finita 33-0. se finiva 26-9, anche moralmente era un’altra dimensione.

      • fabrio13H 13 Febbraio 2022, 23:27

        ..ma io ho fatto proprio un discorso volto non tanto a sostenere la scelta di cercare la meta (o dell’altra soluzione) ma a chiarire un concetto che puo’ essere utile a valutare quelle scelte: riprendendo il mio concetto, non è detto che sarebbe finita 33-12 (o 33-9) ma quasi certamente non 26-9 ma, più probabilmente di tutti gli altri punteggi, sarebbe finita nell’ordine di 40-9 o 47-6.

        • Ovale 13 Febbraio 2022, 23:35

          Potrei risponderti che invece con qualche calcio a segno avresti potuto mettere più pressione agli inglesi e incrinare qualche loro sicurezza, soprattutto nella disciplina. Ma non lo sapremo mai.
          Sono tutti discorsi ipotetici…l’unica certezza è che una partita in cui l’Italia ha avuto abbastanza possesso e territorio, con l’Inghilterra non certo perfetta a livello di disciplina, è finita 0-33. E l’Italia almeno 5-6 volte poteva andare per i pali e invece si è intestardita per la meta.

          • LiukMarc 13 Febbraio 2022, 23:57

            Vero anche che se puoi andare per i pali 3 volte consecutive, quindi un calcio è di fatto conseguenza di un precedente (es. punizione, vado in touche, nuova punizione, vado in touche, nuova punizione, la perdo), non è che vogliano dire 9 punti. Ma di solito, come dice fabrio13H, spesso sono 3 e poi l’azione la riniziano loro, e sai te se riusciamo a tornare di là. Giusto per, si discute di lana caprina 🙂

          • ginomonza 14 Febbraio 2022, 09:32

            Ovale ha ragione.
            Liu se marchiamo la palla torna prima a noi.
            Se invece andiamo in touche e facciamo fallo o perdiamo la palla come è successo l’azione è loro pericolosamente loro.
            Ricordiamoci che voler andare ripetutamente in touche come accadde con Tonga poi perdemmo la partita.

  10. riccardo15 13 Febbraio 2022, 23:27

    È frustrante per chiunque continuare ad assistere all’ennesima sconfitta e prova incolore.
    Qualcuno dovrebbe poi spiegarmi se Lamaro è stato promosso capitano per la sua media placcaggi, perché nel rugby servirebbe anche altro…. presenza non casuale in fase avanzante, leadership e testa… perché se il nostro tabellino oggi è rimasto a zero è soprattutto merito suo.
    Meglio 3 punti facili che insistere a cozzare contro la difesa inglese che ci ha ridicolizzato.
    Il fenomeno è chi lo ha promosso capitano con 10 cap all’attivo.
    Alla faccia del merito e dell’esperienza.

    • Ovale 13 Febbraio 2022, 23:39

      Però non penso che Lamaro decida da solo, ci sarà una indicazione di massimo del CT e ogni volta in campo un veloce feedback con i mediani e i leader della mischia.

    • Camoto 13 Febbraio 2022, 23:59

      Mah.
      Non so che partita avete visto
      Prima occasione per piazzare era sull’azione Ruzza Ioane, sotto 26-0 e quasi al 60esimo.
      Piazzabile poi è una parola grossa, angolata sul lato sinistro, con calciatore mancino e distante.
      Se preferite fare 3 punti per la gloria… …..

      • riccardo15 14 Febbraio 2022, 09:08

        ….la prima era sul 14-0. comunque si, certo, è inutile soffermarsi sul “potevamo piazzare invece che tentare la meta”, ma il punto è un altro. La partecipazione di Lamaro in fase avanzante è quasi casuale: ha toccato il fondo quando è arrivato a calciare regalando il possesso agli avversari.
        Non si vive solo di placcaggi, non vedo in lui una marcia in più, ma semmai qualcosa da migliorare.
        Certo ha un buon talento, ma averlo già promosso capitano, non credo serva ad aiutarlo a migliorare.

      • ginomonza 14 Febbraio 2022, 09:26

        Il senso delle parole di Crowley è che gli altri
        al nostro posto avrebbero segnato non che noi abbiamo avuto le stesse occasioni degli altri.
        Ora i non colpevoli comprino un coach per l’attacco e uno per la difesa.
        PS : penso che l’Inghilterra vincerà il 6 N

  11. mikefava 13 Febbraio 2022, 23:53

    Ricominciamo col tormentone “eh ma si poteva piazzare”…se prendi 5 mete, hai voglia di calciare (ammesso che li piazzi tutti i calci)! È vero che abbiamo avuto una cospicua quantità di calci a favore, però io trovo giusto che provino a segnare una meta, altrimenti sì, ci possiamo accontentare di 10-15 punti a partita…peccato che gli altri ne segnino minimo 30. E a me perdere 30 a 0 o 30 a 15 cambia poco.

    • fabrio13H 14 Febbraio 2022, 00:20

      …ma poi figurati se perdi 15-30. Ad alcuni non è chiaro quanto queste Nazionali stiano giocando al gatto e topo con la nostra! Lo dico io che oggi sono tra i pochi che qualcosa di “leggermente buono” ha apprezzato, in primis qualche miglioramento nei punti d’incontro che porta a riuscire a fare qualche fase in più e a tenere un po’ più impegnati gli avversari, a prezzo di grandi rischi poiché nel far girare la palla siamo sempre ai limiti dell’errore, vedi Varney che (al netto della scarsità di minutaggio e magari di limiti non essendo questi ancora chiari vista la giovane età) in quel momento m’è sembrato come se fosse andato “fuori giri”. Però sono cose che ho apprezzato anche se si vedono limiti che fanno rimanere l’Italia lontana dal far punti (si possono fare appunto come dicevi tu, i 10-15 punti quando va bene) e che, spero di sbagliarmi, danno l’idea che il distacco dalle altre sia veramente quello che ci puo’ essere tra un Benetton e una squadra di serie A (secondo livello del campionato domestico dopo il Top10) quindi ben difficilmente colmabile per diversi/parecchi anni a meno di trovare una quindicina abbondante del valore di Ioane disposti a venire in Italia o a giocare per l’Italia se sono oriundi. Qualcuno pensa che ciò possa accadere? Speriamo negli under…ma con realismo!

      • mikefava 14 Febbraio 2022, 13:39

        fabrio13H, ma poi…tutti a preoccuparsi del nostro tabellino a 0, ma sinceramente che me ne frega di segnare tre punizioni? Cosa cambia a livello generale? È brutto finire senza segnare ma è ancora più brutto perderle tutte…prendendo così tante mete contro, non puoi sperare di stare in partita se non segnando altrettante mete.

        • fabrio13H 14 Febbraio 2022, 20:14

          oh yes! Non posso non quotarti, come si diceva qualche annetto fa 😉

  12. Unforgiven79 14 Febbraio 2022, 00:11

    Nota: qualche anno fa il Galles si trovò a fine partita contro gli All Blacks in una situazione simile, cioè alla fine di una partita ormai andata e con la sola necessità di fare una meta per salvare l’onore. Anche loro hanno un calcio di punizione e calciano in touche sui 5m. Anche loro saltano non contestati ed impostano la maul. Ebbene? Tutti e 15 gli uomini si uniscono al drive ed, inevitabilmente, arrivano oltre la linea di meta. Visto una volta, non ci vuole molto a ricordarsene.

    • fabrio13H 14 Febbraio 2022, 00:31

      ..l’Italia adesso, lo dico io che me li sono visti (non completamente ma in gran parte) tutti i 6N e un bel po’ di roba anche prima e “non ne posso più” 😉 , l’Italia adesso deve cercare secondo me, di provare a giocare a fare cose nuove, anche se fai una meta (era un argomento che volevo affrontare comunque e non è in particolare riferito al tuo intervento) di “carrettino” (pensavo piuttosto al fatto che qualche buon carretto c’è stato) non arriverai mai a vincere solo con i carrettini a meno che non giochi in Coppa Europa (ed è un gatto che si morde la coda). Pertanto occorre assolutamente imparare a fare un po’ (un po’ tanto 🙂 ) tutto, per diventare competitivi a livelli di 6N. Quindi non c’è che da andare avanti provando tante soluzioni come tutte le squadre forti fanno, con la differenza che spesso ci riescono. Solo che noi dobbiamo mettere in conto che per chissà quanto ancora non ci riusciremo, con ogni probabilità vi sarà qualche miglioramento e ci vorrà molto molto tempo.

      • fabrio13H 14 Febbraio 2022, 00:34

        …sperando negli under (cioè che esca qualche campione e diversi buoni giocatori di alto livello) come dicevo sopra…ma con realismo anche perché ci vorrebbero parecchie covate forti.

      • Unforgiven79 14 Febbraio 2022, 09:26

        Sì certo: non intendevo che il “carrettone” fosse la soluzione per noi in generale. Intendevo che, arrivati a quel punto, in partita si è già provato tutto quello che si poteva provare ed, essendo la meta di consolazione l’obiettivo rimasto da raggiungere, il carrettone rimane una soluzione da pensare.
        Anch’io più in generale rimarcava che è mancata la capacità di mettere in campo soluzioni d’attacco non scontate, in modo da riuscire in qualche modo a sorprendere la trincea inglese. L’unico momento è stata la fuga in ala di Ioane che ha raccolto i giocatori avversari sul loro lato DX, in modo che Garbisi potesse lanciare la percussione di Steyn. Poi, solo dritto per dritto e speriamo che magari qualcuno degli altri si addormenti.

  13. F.A.L 14 Febbraio 2022, 05:43

    L’amaro di aver finito la partita con uno ZERO tondo in Casa Nostra pensando che i punti siamo andati a marcarli invece in uno degli stadi più ostici del 6N mi fa un pò pensare. Chiaro che erano situazioni diverse con avversari diversi ma ieri ci hanno ridicolizzato in casa nostra, ho bene in mente i sorrisoni inglesi dopo le mete ed il sorrisetto di Smith dopo aver ricevuto lo schiaffetto da Lamaro.
    Abbiamo avuto un atteggiamento più mollo rispetto a Parigi..non abbiamo svaccato ma l’atteggiamento non era lo stesso. Poi…a me dispiace anche parlare dei singoli ma in quella corsa di Mori.. con quel fisico che ti ritrovi..un giocatore come Smith sulla tua strada lo devi asfaltare e andare in meta senza se e senza ma.
    Il giovane Varney…io capisco che ti piaccia l’Inghilterra ecc ecc…ma se non ti fanno giocare?
    Crowley sta dando a Varney il minutaggio che gli manca durante il 6N ma non sarà mica normale sta cosa!! Ancora…ad un Varney senza minutaggio metti come backup un’altrettanto giovane Fusco?
    Capitolo Garbisi…sta giocando in una forte squadra, ha carattere ecc ecc ma è pur sempre un ventenne o poco più che sta bruciando le tappe, appena sarà possibile Allan lo voglio in squadra perchè Ale lo vedi che tenta di prendersi la squadra sulle spalle ma manca di esperienza.
    Padovani pur con dei limiti è solo da ringraziare secondo me.
    Infine, puoi anche tenere in chiusa e lottare sui punti d’incontro ma se non hai gente che scardina difese e porta avanti il pallone come si deve o hai dietro un Russel che ti piazza calcetti chirurgici e ti porta a giocare di la e/o da delle palle giuste a Ioane o…ciao.

    • F.A.L 14 Febbraio 2022, 06:09

      Volevo dire Paolo non Ale…sarà che avere comunque un Garbisi a Treviso mi crea confusione…e poi…è pur sempre lunedì mattina.. 😱

      • aries 14 Febbraio 2022, 07:05

        L’amaro… c’ho messo del tempo per capire che non era Lamaro con il solito errore dell’autocorrettore! Proprio lunedì mattina!🤦

        • F.A.L 14 Febbraio 2022, 07:10

          Siamo sulla stessa barca…poi oltre il lunedì..saranno anche gli amari bevuti ieri. 😀

  14. onit52 14 Febbraio 2022, 07:50

    Anch’io avrei calciato quelle occasioni avute.
    Venerdì sera i giovani inglesi quando ,nel primo tempo sono stati contenuti no bene, ma di più dai giovani italiani ..alla primissima occasione hanno calciato colpendo poi il palo. Era da parte loro prendere atto che Italia era più forte ( venerdì ) quindi cambiare tattica ….Ma questo a parte ,se andiamo in estrema sintesi : Treviso e’ una squadra di media classifica ( anche un po’ più su!) del UCR …non possono umanamente competere anche se ci aggiungi due ,tre ( tra l’ altro che hanno anche giocato male ,sfiorando il danno ) di altra provenienza con la quarta ? quinta ? forza del rugby …

    • matt82 14 Febbraio 2022, 08:08

      Effettivamente pretendere che il Benetton se la giochi contro le nazioni più forti del mondo è fantasia , peraltro il Benetton è pure più forte dell’ Italia perché ha come mediano duvenage e estremo coaztie come si scrive non nè ho idea e me mi verrebbe da dire anche albornoz

  15. brock 14 Febbraio 2022, 08:07

    La sterilità offensiva è una nostra caratteristica da almeno 20 anni, da quando abbiamo perso per limiti anagrafici una generazione di giocatori diciamo “fantasiosi” che potevano però esprimersi in un rugby molto meno fisico e pressante di quello odierno.
    Oggi abbiamo una fisicità esasperata e difese impermeabili che, se vuoi aprire a sportellate, devi essere un bisonte che avanza sugli impatti; se non lo sei, è inutile giocare all’autoscontro perchè non vai da nessuna parte.
    Quali sono i nostri ball carrier in grado di vincere la maggior parte degli impatti? Nessuno.
    Prendiamo placcaggi avanzanti quando attacchiamo e spesso subiamo l’impatto quando difendiamo, anche ieri è stata una costante per 80 minuti.
    Da cosa dipende? Scarsa forza fisica? Mentalità debole? Lascio la risposta ad altri, ma non è possibile vedere giocatori portati a spasso come zainetti da gente che magari pesa 20 kg di meno… ricordo nitidamente un’azione alla RWC in cui Kolbe, che pesa 80 kg scarsi, ha corso per 20 metri con 3 italiani attaccati alle mutande.
    Non ricordo una sola partita in cui abbiamo messo sotto fisicamente qualcuno in modo netto, facciamo fatica pure con i TIER2… qua non si tratta di tecnica individuale o di essere un fuoriclasse, si tratta di altro.

  16. doctorP 14 Febbraio 2022, 08:44

    Circa la questione dei calci mi sono già espresso ieri. Fabrio13H ha perfettamente spiegato perchè quei calci non avrebbero necessariamente prodotto un divario inferiore. Ne piazzi uno sul 26-0. Si riparte da centrocampo e palla alta in difesa. Non è detto che si risaliva il campo e si riguadagnavano i calci successivi. Magari prendevano altre 2-3 mete. Il computo matematico dei calci non piazzati non ha un senso statistico e neppure nelle dinamiche del gioco.
    Semmai là sterilità offensiva è il vero problema da vivisezionare e ricomporre.
    Per quanto riguarda l’impatto fisico, non ho visto un granché di placcaggi avanzanti degli inglesi…
    Ho visto un numero di placcaggi mostruoso dei nostri. Con percentuali di errore molto accettabili (in proporzione al numero complessivo). Quindi la fisicità per me è stata più che buona, per tutto l’incontro. Poi, certo, non si vive di sola difesa. P.S. Mi ha impressionato Garbisi proprio in difesa. Vorrei sapere quanti placcaggi ha fatto (lui che poi doveva essre lucido in attacco).
    Insomma, ribadisco che non ho visto la catastrofe (ed il calo rispetto alla settimana precdente) che alcuni stanno descrivendo.
    Non mi aspettavo miracoli. Temevo l’asfaltata da record.
    Per una squadra che comunque non sa e non può raccogliere più di una decina di punti, per me bicchiere 1/4 pieno (che tendenzialmente li lascio sempre vuoti, i bicchieri… ;-))

    • Totalmente incompetente 14 Febbraio 2022, 10:03

      Sottoscrivo tutto! E aggiungo che, dopo le prestazioni sconclusionate degli ultimi anni, queste due non sono il segno di un regresso.
      E’ vero però che a Roma la difesa è sembrata aggredire un pò meno gli inglesi, rispetto a qua to successo in Francia: o perchè alla seconda prova proibitiva (si parla di contenders non solo per il 6N ma per la coppa del mondo) in fila erano stanchi o perchè magari le linee di corsa degli inglesi erano più insidiose rispetto a quelle degli avanti francesi.
      Però non hanno svaccato o mollato, nonostante la pressione degli inglesi e quella derivamte dal non riuscire a concretizzare nessuno degli sforzi che generosamente hanno profuso.
      Ci sarà da soffrire ancora per tanti anni (se ce ne daranno la possibilità), ma non la vedo senza speranza, sempre che continui la produzione di giocatori da sotto (i quali., questione Mori esclusa) secondo me hanno competenze rugbystiche superiore a quelle delle generazioni che li anno preceduti

    • Ovale 14 Febbraio 2022, 10:12

      Non faccio il computo matematico, perchè chiaramente è tutto ipotetico. Ma non posso fare a meno di notare che ci sono state più di una occasione per marcare al piede, e invece si è scelto sempre di cercare la touche. Scelta che non ha pagato, ed è un fatto. Non solo, in più di una occasione abbiamo comunque ridato il possesso agli inglesi facendo fallo noi mentre, almeno, dopo il piazzato il possesso ci sarebbe tornato. Meglio fare anche solo 6 punti spendendo meno energie che farne 0 in questo modo.
      Fra l’altro mettere nella testa degli inglesi che ogni fallo sono tre punti potenziali per l’avversario può essere un (piccolissimo) elemento a favore nell’andamento della partita, mentre così un’Inghilterra non troppo disciplinata ha comunque portato a casa un 33-0.

      • Ovale 14 Febbraio 2022, 10:14

        Poi io stesso alcune cose positive le vedo nella partita di ieri (tenuta per 80 minuti, atteggiamento difensivo comunque discreto, ecc…), ma strategia zero, e il rugby è fatto anche di quella.

  17. mistral 14 Febbraio 2022, 09:03

    …leggo a mente fredda il tuo commento mattutino, e parzialmente mi trova d’accordo, maggior fisicità, un numero impressionante di placcaggi con una percentuale relativamente bassa di errori, concordo su Garbisi eccellente nonostante tutto e tutti… anche sulle competenze personali (a parte l’atteggiamento difensivo di Mori, che proprio non è nato per quello) non c’é molto da recriminare…. molto tempo passato nei 22 inglesi, relativamente alto il possesso di palla e territoriale…. epperò 33 incassati e zero dati… allora una domanda sorge spontanea: non sarà che i giocatori ci siano, ma manchi ancora e sempre una “idea” di gioco?… e chi dovrebbe “innescarla”: il presidente FIR, Mounarinho, frate indovino… Crolley?

  18. bosch 14 Febbraio 2022, 09:35

    forse qui si dimentica che quando gioca la nazionale è come se fossimo di fronte ad una partita di coppe tra benetton, senza stranieri non equiparabili e rinforzata da giocatori che militano all’estero giocando poco o nulla, tranne Garbisi) ed il meglio del campionato inglese distante anni luce dalla nostra realtà ovale sotto ogni punto di vista

    • riccardo15 14 Febbraio 2022, 10:33

      Hai ragione bosch, concordo pienamente.
      Per una nazionale competitiva, bisognerebbe avere un campionato competitivo

  19. Mich 14 Febbraio 2022, 10:46

    Gli inglesi hanno scelto di non contestare i breakdown per ripsarmiare forze e salute, consapevoli della nostra difficoltà a generare azioni dinamiche, indipendentemente dalla bontà della piattaforma di partenza. Noi invece abbiamo scelto di non contestare le touche perchè… Perchè?

    • F.A.L 14 Febbraio 2022, 10:55

      La “paura” di farsi uccellare nelle maul?

      • Mich 14 Febbraio 2022, 13:27

        Si, la domanda era una provocazione, e la successiva è: è immaginabile poter giocare con uno svantaggio simile al 6N? I nostri avversari hanno bisogno di questa libertà, di sapere che una volta in touche, la palla resta a loro e noi cerchiamo di difendere la maul? Giò leggo i fumetti in testa a capitano e calciatore avversari: “Manda in lineout tanto non contestano”.

  20. bis-steak 14 Febbraio 2022, 12:09

    Crolewey sei te l’allenatore dell’attacco… trai le tue conclusioni! Anche la tua Benetton era pietosa come trame offensive!
    A parte questo piccolo sfogo, è anche vero che se devi fare 3-4 volte i placcaggi dei tuoi avversari poi anche se hai 15 allblack fai errori quando attacchi…

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: scelto lo stadio che ospiterà i tre match casalinghi dell’Italia

Lo stadio Sergio Lanfranchi di Parma confermato come casa delle azzurre che ospiteranno Francia, Irlanda e Galles

4 Ottobre 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni under 20: date e orari dell’edizione 2023

Ufficializzato il calendario, gli Azzurrini giocheranno ancora a Monigo

27 Settembre 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: il calendario completo dell’edizione femminile

Cinque weekend di gioco tra marzo e aprile per decretare la nuova regina del Championship femminile

26 Agosto 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

La dura risposta di Danny Cipriani alle critiche di Eddie Jones sulle scuole private

"Quando la nazionale perde, Eddie punta il dito sempre altrove" - ha detto tra le altre cose l'ex apertura della nazionale inglese

16 Agosto 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia, Benetton e Zebre: il calendario completo della stagione 2022/2023

Tutte le partite della nazionale e delle due franchigie tra Test Match, United Rugby Championship, Challenge Cup e Sei Nazioni

10 Agosto 2022 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

L’Irlanda darà un contratto da professionista a 43 rugbiste

Per la Federazione irlandese è la prima iniziativa simile legata al rugby union