Come escono gli All Blacks dal novembre internazionale

Due sconfitte in cinque partite per la squadra di Ian Foster, che porta a termine una stagione di ombre e luci

COMMENTI DEI LETTORI
  1. western-province 22 Novembre 2021, 16:44

    Direi che le 13 partite in un anno sono tutto tranne estenuanti, considerato il fatto che è lo standard da parecchi anni a questa parte e che a Giugno si sono divertiti con le Fiji.
    Le partite con le squadre di alto livello sono state le 2 contro SAF, contro l’Irlanda e la Francia.
    Si parla di una vittoria per un pelo, una sconfitta per un pelo e due sconfitte nette.
    Tra l’altro in continuità con la semifinale contro l’Inghilterra, gli allblack quando giocano contro pack fisici e aggressivi fanno fatica ad esprimersi e si mantengono in partita grazie allo straordinario talento che gli permette di capitalizzare ogni incertezza avversaria, ma la loro sofferenza è evidente.
    Non credo sia questione solo di allenatore ma di qualità dei giocatori.
    Questa incertezza nella formazione è dovuta anche al fatto che non si è trovato il giocatore che da le giusta garanzie nel ruolo.

  2. Maggicopinti 22 Novembre 2021, 17:15

    Comunque ne hanno perse due di fila anche l’anno scorso. A me pare davvero che la distanza con gli altri – le altre – si stia riducendo. C’è stato un periodo che se perdevano, perdevano solo con il Sudafrica. e l’Australia e una volta ogni morte di papa con Francia e Inghilterra. Negli ultimi tre anni hanno perso da Argentina, Australia, Inghilterra, Irlanda, Sudafrica, Francia. Con l’Irlanda non hanno mai perso in 100 anni, e adesso hanno perso tre delle ultime cinque. Un po’ di differenza con il passato comincia a vedersi

    • aries 22 Novembre 2021, 20:34

      L’ho scritto da qualche parte ieri, le prime della classe si stanno livellando verso l’alto, livello surreale che una volta era appannaggio di un cerchio molto più ristretto, anche dietro il livello sale, basta vedere le partite di Portogallo, Romania e Georgia… Gli unici impantanati nella situazione di sempre siamo noi! 20 anni e 20 anni di soldi buttati nel cesso! Che desolazione

      • Ventu 22 Novembre 2021, 21:13

        Secondo me siamo cresciuti anche noi, solo che neanche lontanamente come sono cresciute le altre tier1. Risulta un po’ come sempre, noi siamo la più grande tra le piccole nazioni e la più piccola tra le grandi.

        • aries 22 Novembre 2021, 21:34

          Probabilmente a livello tecnico siamo migliorati molto anche noi, le giovanili con i loro risultati parrebbero indicare questo, però stiamo retrocedendo in tutto il resto, gli stadi sempre più vuoti, presenza mediatica praticamente inesistente e i giocatori che sembrano spegnersi arrivando in nazionale maggiore, credo sia tutta una commistione di fattori a creare questa sensazione di limbo, magari mi sbaglio ma questa mi sembra una situazione di impasse la cui soluzione mi pare piuttosto complessa. Servirebbe una bella sveglia dall’esterno, tipo qualche minaccia seria, non solo le voci

          • Ventu 23 Novembre 2021, 19:18

            Concordo, difficile definire come venirne fuori

  3. Camoto 22 Novembre 2021, 17:29

    Alla fine hanno perso dopo l’Italia.
    Probabilmente li abbiamo così spremuti che ne hanno risentito le settimane successive. 🥴

  4. Unforgiven79 24 Novembre 2021, 18:28

    Concordo con l’articolo: ok il turnover e la competizione, ma gli AB della dominazione con l’accoppiata RWC 2011+2015 avevano punti ben saldi sia in terza (Kaino-McCaw-Read, con Sam Cane in crescita) che nei centri (Ma’a Nonu-Conrad Smith, con Sonny Bill Williams come jolly). Qualche punto di domanda magari era in seconda (con Brad Thorne a fine carriera ed Ali Williams in declino) o in mediana (Piri Weepu agli ultimi fuochi d’artificio), ma i successori si vedevano come forse anche migliori e, comunque, dove la palla andava recuperata o fatta girare, i soldi erano in banca.

Lascia un commento

item-thumbnail

All Blacks, un test in Giappone prima del tour di novembre

Si giocherà il 29 ottobre a Tokyo, prima delle sfide a Inghilterra, Scozia e Galles

item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027