Sei Nazioni 2021, Seb Negri: “È ora di guardarci allo specchio e prenderci le nostre responsabilità”

Le parole del flanker azzurro a Talking Rugby Union, spaziando dalla nazionale al Benetton

COMMENTI DEI LETTORI
  1. johnny 31 Marzo 2021, 16:53

    Vivono in una bolla, lontano dalla realtà. Dopo un 6N in cui sono stati ridicolizzati e un pro14 chiuso senza una vittoria, ci si ricorda della “buona” performance con gli inglesi e che se battono l’Agen (ultima nel ranking e completamente disinteressata alla coppa) otterranno un risultato storico accedendo al quarti di Challenge. Mah……

    • mistral 31 Marzo 2021, 17:40

      …il fatto che Agen sia disinteressata alla piccola coppa direi che non sia così scontato, se retrocede (come pare ormai assodato) in proD2 la Challenge rimane una possibilità (l’unica) di essere presente sul palcoscenico europeo nella prossima stagione… secondo me venderanno molto cara la pelle e (in alcune rare occasioni) Agen ha dimostrato di avere possibilità di gioco e risultato che la classifica attuale in top14 evidentemente non fa rilevare…

      • mistral 31 Marzo 2021, 17:43

        …e, aggiungo, è comunque positivo che uno dei migliori azzurri del 6N prenda finalmente la parola per sottolineare la mediocrità di atteggiamento dimostrata dalla Squadra nel torneo (e non solo)… con questa esternazione Negri si candida al capitanato “vero”…

      • ColdColdMan 31 Marzo 2021, 18:12

        Anche perchè Treviso quest’anno ha sofferto contro tutti a parte che contro lo Stade Francais. Quindi partita dall’esito tutt’altro che scontato

      • narodnik 2 Aprile 2021, 10:51

        Se la cantano e se la suonano,quanta distanza da uno come Parisse che chiede scusa ai tifosi.

    • Rugby4ever 31 Marzo 2021, 19:46

      Poveraccio, qualcosa dovrà pur dire. Detto questo non posso che darti ragione, al di là delle intenzioni dell’Agen direi che abbiamo toccato il fondo. Peggio di così penso sia impossibile, in pratica abbiamo fatto en plein sotto tutti i punti di vista.

    • narodnik 1 Aprile 2021, 10:37

      Se la cantano e se la suonano,quanta distanza da uno come Parisse che chiede scusa ai tifosi.

  2. mikefava 31 Marzo 2021, 19:24

    Sinceramente Sebastian Negri non mi piaceva molto ma, pur nel grigiore generale, è uscito come uno dei migliori italiani in questo ultimo Sei Nazioni. Insieme a Garbisi, Varney e Ioane, salverei sicuramente lui e Johan Meyer (che per me dovrebbe rimanere titolare). Per me dobbiamo assolutamente migliorare in prima e in seconda linea, ma la terza, se torna disponibile almeno uno tra Steyn e Polledri (così da poter togliere Lamaro da lì), non è male. Chissà che tornino anche Morisi e Campagnaro, una coppia di centri che mi piacerebbe molto rivedere in campo con la maglia azzurra. Una formazione: 15 Padovani 14 Bellini 13 Campagnaro 12 Morisi 11 Ioane 10 Garbisi 9 Varney 1 Lovotti 2 Bigi 3 Riccioni 4 Fuser 5 Ruzza 6 Negri 7 Meyer 8 Steyn o Polledri…sarebbe così impensabile? Non metto Minozzi perché secondo me non tornerà…

    • eurobatman 31 Marzo 2021, 20:02

      bisogna vedere come ha recuperato Campagnaro, purtroppo il ragazzo è stato sfortunatissimo. Non era un giocatore completo ma era un grande placcatore, ottimo anticipatore ed un dirompente portatore di palla. E anche ha carattere. Uno così ci farebbe fare un bel salto di qualità.

    • maiunagioia 31 Marzo 2021, 21:15

      Probabilmente ho visto un altro 6 Nazioni. Sebastian Negri secondo me è stato autore di prestazioni molto negative.
      Mi è parso svogliato rispetto alle prime apparizioni in azzurro.
      Non ha dimostrato cattiveria, come tanti altri.
      Io lo avrei fatto riposare e avrei premiato giocatori che hanno il sangue negli occhi come ad esempio un Pettinelli o un Licata.
      Anche qui lo staff tecnico si è dimostrato inadeguato.

      • conan 31 Marzo 2021, 22:31

        Io la vedo diametralmente opposta a te. Negri è stato uno dei pochi ad essere meno propenso a farsi prendere in giro dagli avversari. Uno dei pochi a portare avanti il pallone e i numeri lo dimostrano.
        Averne come lui…

      • yes nine 31 Marzo 2021, 22:40

        …ti manca un paio di messi d’informazioni, Licata è infortunato

      • Winchester 31 Marzo 2021, 23:25

        Anche a me sarebbe piaciuto vedere Licata in campo, ma era infortunato. Pettinelli e’ stato convocato per qualche raduno del Sei Nazioni, per cui e’ stato valutato dallo staff tecnico.

        Personalmente, non credo che cambiare un giocatore con un altro nel corso del Sei Nazioni avrebbe cambiato le prestazioni della squadra. Ti faccio l’esempio di Padovani (un giocatore esperto e che stimo molto) che e’ stato schierato ad estremo nel secondo tempo della quarta partita e titolare nella quinta e non ha fatto percepire chissà che differenza da quando in quel ruolo era schierato Trulla (un giocatore sicuramente inesperto).. Io ero convinto che si sarebbe vista una gran differenza e invece no.
        Nessuno può dire con sicurezza cosa sarebbe successo se si fosse schierato Pettinelli al posto di Negri, ma io sono convinto che non sarebbe cambiato niente.
        Mi sa che i problemi sono più profondi e che richiedono interventi più radicali che schierare un giocatore anziché un altro, purtroppo.

        • conan 1 Aprile 2021, 00:16

          Sono d’accordo. Un giocatore non fa la differenza specie in uno sport come il rugby.
          Però bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare. Negri è stato sempre uno dei migliori (dei meno peggio).
          Ma come dici tu il problema è più profondo. Prima di tutto siamo inferiori fisicamente. Se poi ci aggiungiamo la tecnica e la tattica allora le magagne si evidenziano.
          Perchè i nostri sono scarsi nel portare avanti i palloni? Perchè non fanno quasi mai le mini unit specie dentro ai 22? Treviso ne è l’emblema, partono sempre da soli e sprecano energie senza produrre niente. Gli avversari lo fanno sempre. Guardate una delle (tante) mete fatte da Glasgow contro Treviso sabato:
          5 metri dalla meta, preparano una mini unit di 3 persone, ma invece di sfondare (cosa che visto l’andazzo avrebbero fatto), passano la palla a lato dove un’altra mini unit sempre di 3 persone vanno tranquillamente in meta. Le Zebre già meglio, ma l’Italia gioca come Treviso e si è visto.

          • conan 1 Aprile 2021, 00:18

            E probabilmente difende anche come Treviso, aimhè
            Anche in difesa le Zebre meglio, ma lì la differenza la fanno soprattutto gli stranieri, in primis Bello, ad oggi il miglior 3 “italiano” e le due seconde.

    • ColdColdMan 31 Marzo 2021, 23:50

      Zanon – Campagnaro non so quanto sarebbe buona in difesa ma in attacco sarebbe devastante.

    • MIchele88 1 Aprile 2021, 02:40

      Mah io non vedrei Garbisi come uno dei migliori.si ha fatto intravedere lampi interessanti ma anche lacune tecniche/mentali importanti, sopratutto al piede. Dobiamo puntare sicuramente su lui e Varney ma entrambi devono ancora pedalare per raggiungere i pari livello delle altre del 6 nazioni. E con questa pressione mentale faranno molta fatica. Dobbiamo puntare su uno staff di altissimo livello o non ne usciamo. Strapaghiamoli ma lasciamoli lavorare a fondo, e facciamoli lavorare con una direzione tecnica (Nazionale, poi stage in Benetton e top 10 nel tempo libero dalla nazionale) e i risultati arriveranno. Per dire Franco Smith potrebbe fare l’assistente in una delle franchigie per il livello che ho in mente io).

  3. mikefava 1 Aprile 2021, 03:47

    Io a volte vorrei veramente capire…ma se Garbisi non è tra i migliori, per me significa che non salvate nessuno. Se si è visto qualche offload lo si deve a lui, se si è vista qualche giocata impostata bene lo si deve a lui, è un calciatore che sbaglia poco…torniamo sempre allo stesso discorso: è la squadra a non funzionare. Garbisi da solo non può fare e non farà la differenza. Come non la farà Varney. Al massimo si segnerà qualche bella meta, perché le mete dell’Italia sono estremamente belle…però ne facciamo pochissime. E ne prendiamo tantissime. Però comunque dei punti fermi ci devono essere, Garbisi e Varney sono tra questi. Sapere di poter contare su giocatori validi in due ruoli chiave, non è da poco. Detto ciò, per me sarebbe un errore mettere da parte Allan, in questo momento…specie se l’apertura di riserva deve essere Canna. E poi sono dell’idea che qualche giocatore più vecchio potrebbe fare solo bene.

  4. Louie 1 Aprile 2021, 09:30

    Uno dei pochi ad aver salvato la faccia dopo un 6N disastroso (non scrivo :il punto più basso mai raggiunto dal nostro rugby perchè sono sempre fiducioso che noi si riesca a fare peggio)e da cancellare.L’idea che possa diventare capitano non mi dispiace affatto,lo vedrei bene al posto di…come si chiama?Non me lo ricordo nemmeno…

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni 2022, Italia: Ange Capuozzo convocato per il raduno di Verona

L'estremo si unisce al gruppo che sta preparando l'esordio contro la Francia

24 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: Italia, i convocati per il raduno al via oggi

Crowley e gli azzurri al lavoro a Verona

23 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: Bitpanda è il nuovo sponsor della nazionale italiana

La piattaforma di investimento digitale sarà sulle maglie delle due nazionali italiane maschili per tutto il Sei Nazioni

20 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Kieran Crowley dice la sua sul poco utilizzo degli azzurri in Inghilterra

Il commissario tecnico torna a parlare delle sue scelte verso il Sei Nazioni 2022 ormai sempre più vicino al suo inizio

17 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Toa Halafihi: “Sarebbe bello giocare con Parisse. In azzurro per andare oltre i limiti”

Il terza linea del Benetton è carico per guadagnarsi un posto nel prossimo Sei Nazioni, portando all'Italia tutta la sua fisicità

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Crowley: “Il minutaggio di Varney? Un Problema. Vogliamo fare un passo avanti”

L’head coach azzurro in conferenza stampa commenta le sue scelte verso il Sei Nazioni

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale