Top10: cosa è successo nella decima giornata?

Rovigo tiene la vetta, Valorugby e Petrarca in scia

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Winchester 23 Gennaio 2021, 19:15

    Questo fine settimana il Petrarca ha cambiato un po’ di facce in campo, inclusi anche dei giovani esordienti, che non hanno fatto rimpiangere i titolari più esperti: complimenti! Anche il Piacenza ha fatto un po’ di cambi rispetto al solito, specialmente in prima linea e il mediano di mischia, ma nel loro caso hanno un po’ fatto rimpiangere i titolari… succede!

    Il Petrarca e’ stato nettamente superiore in mischia chiusa, ma un disastro (peggio del solito, che e’ tutto dire…) in touche, specialmente se ci si azzardava a lanciare oltre il primo saltatore. Questo e’ un grosso problema!
    Il Piacenza ha veramente brillato nella difesa attorno ai raggruppamenti, specialmente sulla linea di meta dove sono riusciti a difendere situazioni veramente molto difficili, nelle quali finora il Petrarca aveva avuto il sopravvento su un po’ tutti gli avversari. Il Petrarca pero’ questa settimana ha provato una alternativa in attacco, ovvero i calci-passaggio di Faiva alle ali: non sono sempre stati brillanti, ma alla fin della fiera hanno fatto la differenza nel punteggio, assieme ad un paio di bei contrattacchi da gioco rotto. Insomma, il Petrarca questa settimana ha provato qualcosa di diverso da quello fatto vedere finora al largo e tutto sommato ha fatto vedere cose promettenti.
    Il Piacenza ha avuto la palla in mano per relativamente molti minuti (approfittando anche della touche in grossa difficolta’ del Petrarca), ma non ha fatto vedere granché oltre a qualche calcio di liberazione particolarmente lungo, forse per la giornata di scarsa vena di Katz e Paz. Come detto, hanno difeso benissimo attorno ai raggruppamenti, ma hanno concesso al largo (anche perché in alcuni casi venivano assorbiti troppi giocatori dalla difesa stretta e si creava l’inferiorità al largo).
    Questa e’ stata probabilmente la miglior partita finora in maglia tuttonera di De Masi, specialmente in difesa, dato che ha piazzato un paio di placcaggi che hanno tolto non solo la palla, innescando dei contrattacchi che sono andati in meta, ma anche la voglia di attaccare di Paz.
    Complimenti anche all’esordiente Hasa, che ha giocato molto bene (pero’ quando porta la palla deve correre più dritto…), bene anche Catelan, che e’ partito da 6 e nel corso del secondo tempo e’ passato a 8.
    Panunzi e’ subentrato ad un sempre puntuale Tebaldi e ha giocato bene, ma i calci dalla base della mischia sono un po’ rivedibili.
    C’e’ evidentemente ancora tanto lavoro da fare per il Petrarca (che ha cambiato molto la scorsa estate), ma i risultati fin qui conseguiti aiutano a guardare avanti con fiducia.
    Il Piacenza ha fatto vedere delle belle cose nella difesa stretta, ma ha perso un po’ la sua verve nel gioco al largo. Salvetti ha fatto una gran bella partita, finche’ non e’ dovuto uscire.

    • neofita 24 Gennaio 2021, 09:53

      Non voglio certo innescare una polemica di piccolo cabotaggio, però visto che nei tuoi commenti accade regolarmente e anche devo dire nelle telecronache quando i Lyons giocano in trasferta, mi domando: ma se in un commento di calcio la Juventus venisse regolarmente chiamata Torino cosa succederebbe? Il Piacenza Rugby è ua nobilissima squadra che purtroppo ora milita in serie B, così come i Lyons sono altra nobilissima squadra che ora ha la fortuna di militare nel TOP 10. Il fatto che tutte e due siano di Piacenza, non giustifica di chiamare sempre l’una con il nome dell’altra. 🙂

  2. gian 23 Gennaio 2021, 19:25

    Visto il Petrarca e commento solo quello, certo che la situazione di Calvisano non sembra delle migliori.
    Intanto grandi novità, Lyle sbaglia un calcio non così difficile.
    Piacenza non è per niente una brutta squadra, ma gli mancano i cavalli per correre nella stessa categoria di altre squadre, tiene degnamente il campo, ma subisce da un Petrarca assolutamente ad intensità media.
    Petrarca gioca con le top o le squadre non di classifica nello stesso modo, difende, difende, difende e poi va di là e porta a casa il macinato, sempre e a rischio 0, clamoroso il piazzare sul 14 a 3 a metà primo tempo con il discorso già bello chiaro, manco si giocasse contro il Tolosa.
    Nel secondo tempo il canovaccio cambia un po’, ma forse più per un calo dei lyons che per voglia del Petrarca; i neri cominciano a tenere un po’ palla e a creare gioco, ecco, da qui in poi salvo una bombarda che sfruttando le regole nuove, con un calcio da ben dentro i 22 petrarchini guadagna una touche nera sui 15mt piacentini, una meta di mischia ordinata come non vedevo da anni, e il rosso a mediana, che manca un po’ di personalità rispetto a Tebaldi, ma rende bene, e dimenticavo il punto bonus. Per il resto la touche si incanta, da mani nei capelli, anche se un paio di stracci lanciati anche nel primo tempo urlano vendetta, sarà stato il tempo infame, ma una quantità di palle per le terre fuori scala, nelle sventolate al largo e 3/4 che fanno una gran fatica a trovarsi ed ad imbastire situazioni pericolose in campo aperto, mentre presi uno per uno in gioco rotto paiono dei bei petardi, boh?!
    Detto ciò, petrarca di un’altra categoria, ma partita rivedibile, chi gestisce la difesa santo subito ed in nazionale ??? che le scelte sono sempre perfette e non passa uno spillo, la mischia una macchina da guerra che può anche migliorare ulteriormente ed essere un’ora divina, touche e 3/4 potenzialmente si vedono, ma assolutamente da configurare, ancora deficitari.
    Altra gran nota positiva, lo slot a 9, giocatori di livello superiore che hanno caratteristiche diverse, ma che funzionano benissimo in questa squadra e che possono essere inseriti alla bisogna senza perdere qualità, anzi

  3. eurobatman 23 Gennaio 2021, 20:26

    Il Petrarca pecca ancora chiaramente in alcuni ambiti fondamentali imho per la sua strategia di gioco, ovvero: vincere controruck nei 22 avversari, rubare il pallone in ruck e tirare le touche.
    In attacco la squadra è efficacie negli attacchi vicino al raggruppamento, nel gioco rotto e nei piazzati. Non occorre sempre costruire chissà che bel gioco, si può vincere anche così.
    La difesa non mi sembra ancora al massimo, però mi è piaciuta l’alternanza tra la classica difesa a scalare combinata a salite aggressive quando serviva.

    • Winchester 23 Gennaio 2021, 21:12

      Troppi problemi in touche. In Petrarca nelle scorse giornate avrebbe anche fatto vedere delle buone maul, ma finche’ i lanci in touche scavalcano di molto tutti i saltatori non si può pensare di innescarle… 🙁

      • gian 23 Gennaio 2021, 23:40

        Quelle sul fondo sono andate TUTTE a finire oltre, non accettabile per una squadra neanche di bassa classifica, figurarsi per una che può competere, al minimo, per i PO, senza parlare di allargamenti del gioco che finivano per terra ben lungi dalle mani del ricevitore

  4. Parvus 23 Gennaio 2021, 21:17

    felice per il mogliano!

  5. celios 24 Gennaio 2021, 13:54

    sicuramente il campo del mogliano in pessime condizioni ha portato vantaggio e galvanizzato la squadra di casa, comunque alla fine c’erano due squadre in campo e per entrambe il campo era molto pesante….chi vince ha sempre ragione…

  6. Rugby4ever 24 Gennaio 2021, 18:05

    Facendo un po’ di “zapping” tra le varie partite ho denotato una costante: la mancanza di gioco. Ho cercato per anni di auto convincermi che saremmo arrivati un giorno ad avere un movimento vero e pieno di talenti, purtroppo cio’ non è avvenuto e anzi, ci ritroviamo delle squadre di livello poco più che dilettantistico che non sono in grado di fare neanche il solletico a squadre internazionali. Sconcertante il cammino delle “nostre” in pro14, ancora più sconcertante vedere la caduta verticale del campionato nostrano. Urge un cambiamento immediato ai vertici e poi incrociare le dita sperando in un miracolo, perché ad oggi è l’unica nostra via per ridurre anche solo un minimo il gap con le 5 europee. Sul top10 poco da dire ormai, se non che tutto orbita intorno alle mischie e maul, restante parte del rugby assolutamente nulla e inconcludente. Da amante storico del rugby ormai ho perso ogni speranza.

Lascia un commento

item-thumbnail

Cosa resta da decidere nella stagione regolare del Top10?

Diverse situazioni ancora in bilico, anche e soprattutto in ottica post season

16 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: rinviato un match della 17° giornata

Rimangono quattro le gare in programma sabato pomeriggio

16 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: programma, orari e designazioni arbitrali del diciassettesimo turno

Una giornata che può diventare determinante nella volata verso la fine della regular season

15 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: gli highlights della sedicesima giornata

I momenti chiave del terz'ultimo turno del torneo con le vittorie di Padova, Rovigo, Valorugby, Calvisano e Viadana

12 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: i risultati della sedicesima giornata

Vittorie senza discussioni per Rovigo, Calvisano e Petrarca. Valorugby fatica con le Fiamme, sfida al fotofinish fra Colorno e Viadana

10 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Top10: la diretta streaming della 16esima giornata

Cinque sfide nel massimo campionato italiano: dalle 14.30 alle 16.00 si gioca per definire una classifica ancora da scrivere

10 Aprile 2021 Campionati Italiani / TOP10