Che momento sta vivendo la Georgia? Parola a chi li conosce bene

Claude Saurel, ex allenatore dei Lelos, parla di come la nazionale caucasica potrebbe presentarsi al prossimo torneo autunnale

COMMENTI DEI LETTORI
  1. rugbybattipaglia1 9 Settembre 2020, 11:51

    Non sarebbe affatto male vedere vedere la quarta classificata Georgia contro la Scozia.
    E come la mettiamo con il discorso promozioni e retrocessioni al sei nazioni?

    • Giambo 9 Settembre 2020, 12:49

      Che la Georgia può piangere quanto vuole, ma l’Inghilterra è stata chiara qualche mese fa: gli incassi del 6N sono fondamentali per tutte le Federazioni coinvolte, e non esiste che si mette a rischio la tenuta finanziaria di questi movimenti per permettere alla Georgia di prendere qualche cinquantino ogni giugno.

      • Mich 9 Settembre 2020, 13:48

        Hai detto tutto, o l’ha detto l’Inghilterra in sostanza. Fatto sta che finalmente, per chi fosse ancora in dubbio, viene chiarito che il 6N è un torneo di TM privato, e non basta piagnucolare e millantare livelli da Italia o Scozia per essere invitati. Ad oggi, qualsiasi partecipante al 6N è di gran lunga superiore alla Georgia, ovviamente Italia inclusa, e presenta alle spalle un movimento più o meno solido. L’alternativa valida al 6N è il ritorno al 5N, con introiti inferiori certo, ma con un maggiore equilibrio. L’ipotesi Sudafrica per me, opinione personale, non ha proprio senso.

        • massimiliano 10 Settembre 2020, 00:21

          Per me avrebbe senso a livello sportivo e mediatico, porterebbe tanti soldi in più e un salto di qualità tecnico importante al torneo. Ma speriamo non se ne accorga nessuno, per il bene del nostro giocattolo. In effetti l’Italia è nettamente superiore alla Georgia, anche se un paio di anni fa qualcuno ha cercato di fare passare la sfida tra le due squadre come una partita aperta ed importante.
          Il problema è che stiamo lì fermo in quel limbo a metà fra quelli di sopra e quelli di sotto, senza idee nuove per uscirne.

          • Mich 10 Settembre 2020, 09:47

            Sotto il profilo sportivo, una sfida ha sempre senso, specialmente se coinvolge squadre di livello. E naturalmente il SA non ha bisogno di presentazioni, di certo da parte mia.
            Sotto il profilo mediatico, certamente incrementerebbe gli introiti data la visibilità.
            Il problema, secondo il mio punto di vista, è che qualcosa si perderbbe in termini di tradizione.
            Un tempo c’era il torneo celtico delle 4 nazioni. Il fatto di essere parte di una cultura comune dava un senso alla cosa.
            Già due forzature furono compiute invitando Francia prima e Italia poi. Da qui la sfida aperta è del tutto europea e comunque da emisfero nord, e ci potrebbe anche stare. Aprirla arbitrariamente ad altre compagini solo per offrire maggiore visibilità la denaturerebbe del tutto.
            Ci si potrebbe inventare campionati e tornei a raffica, senza senso. A quel punto andrei nella direzione opposta, con il consolidamento di un torneo globale fra le 6N e il RC che troverebbe la sua giustificazione nel tentativo di fondere due tornei storici.

  2. nickso 9 Settembre 2020, 16:16

    si prevedono imbarcate da paura o partite più equilibrate ma con terze/quarte scelte in campo come successe col Galles qualche anno fa….

  3. aries 9 Settembre 2020, 20:42

    In genere, dal mini rugby al 6N, un aspetto che curo molto è la comunella con le tifoserie avversarie, con risvolti talvolta tragici (per il fegato), tipo ľultima a Roma con gli scozzesi… Invece ľesperienza georgiana di Firenze è stata veramente pessima! Tifoseria tra le più becere mai incontrate, degne di un campo da calcio! Dovesse ricapitare, me ne starò con i connazionali, come tutti i giorni, per quanto triste…

Lascia un commento

item-thumbnail

Un Nineaber orgoglioso dei suoi ragazzi ha fatto capire come l’invettiva di Erasmus abbia aiutato gli Springboks

L'head coach del Sudafrica ha parlato a margine di gara 2, vinta dai suoi ragazzi sui Lions

item-thumbnail

Sudafrica: un grande ritorno, ed una possibile assenza pesante per gara3

Come si comporrà la terza linea nell'atto decisivo della serie?

item-thumbnail

Video: gli highlights della vittoria del Sudafrica sui Lions in gara 2

Superba risposta degli Springboks. La serie verrà decisa in gara 3

1 Agosto 2021 Foto e video
item-thumbnail

Gli Springboks tornano grandi: Lions al tappeto 27-9 nel secondo test

I sudafricani dominano la battaglia aerea, in mischia chiusa e nel drive. Nel secondo tempo parziale di 21-0

item-thumbnail

British & Irish Lions v Springboks: la preview del secondo test

Dopo una settimana in cui il rugby è passato in secondo piano, finalmente si gioca

item-thumbnail

Springboks, Kolisi raddoppia: “Nic Berry mi ha mancato di rispetto”

Dopo il clamoroso video di Rassie Erasmus, dal ritiro sudafricano si alzano ancora i toni sulla direzione arbitrale del primo test