Il nuovo percorso formativo degli atleti di interesse nazionale

Cosa cambia dopo quanto emerso dal Consiglio Federale di venerdì scorso?

COMMENTI DEI LETTORI
  1. marino 25 Luglio 2020, 11:14

    E tutti gli altri?

  2. carpediem 25 Luglio 2020, 11:48

    tutto bene, mi spaventa il “alle valutazioni della commissione tecnica di alto livello. La parola chiave in termini quantitativi infatti è flessibilità: ci si adeguerà a quanto proposto….” quindi Ascione & Co se la ballano e se la cantano… solito vizio Italico di chi controllerà il controllore

  3. Mr Ian 25 Luglio 2020, 11:52

    Il nostro movimento di alto livello aveva bisogno di un sistema di contratti centralizzati e l idea di per se è molta buona. A mio avviso però il legare dei ragazzini già da minorenni potrebbe essere una cosa che costringe le famiglie a ponderare certe scelte in maniera molto più approfondita. I tipi di contratti sembrano fatti in modo che casi come quelli successi di ragazzi che vogliono andare all estero ma vengono bloccati dalla federazione non debbano più succedere; sono eventi che possono avere dei risvolti spiacevoli per entrambe le parti.
    Questo primo progetto sicuramente nasce anche grazie agli accordi economici commerciali con CVC, perchè questa nuova organizzazione comporterà un aumento di spese per il budget federale, anche se non è chiaro di che cifre si parla, se ci saranno contributi per i club formatori che sempre più escono dai piani strategici di questo sistema oligarchico. Se ci saranno partenership universitarie per il percorso scolastico dei ragazzi, non ci mettiamo in testa di essere professionisti a 17 anni perchè sarebbe meglio non iniziare proprio…
    Poi vedere anche rapporti ci potrebbero essere con tutte le nuove accademie che stanno nascendo, da Mogliano alle Fiamme Oro passando per Verona, dove tutti dicono di non essere in contrapposizione con la federazione, ma nessuno dice cosa fa veramente insieme alla federazione.
    Insomma il progetto è una grossa scatola luccicante, ma cosa c ‘è dentro ancora non si sa…

    • aries 25 Luglio 2020, 12:10

      Leggendo mi è sembrato di capire che gli under 20 coinvolti siano una piccola parte, i minorenni potenziali per capirci, immagino poi che qualora si tratti di minorenni, le formule saranno meno vincolanti. Bisognerà vedere nel dettaglio come verrà strutturata la cosa, per ora mi sembra un progetto, come dici, di cui non conosciamo esattamente il contenuto, spero che riescano a svilupparlo al meglio e che si trovi il sistema di far giocare questa nuova “emergenti” in un contesto migliore e più organizzato della precedente, che non si poteva proprio vedere…

    • massimiliano 25 Luglio 2020, 20:40

      A me sta cosa sembra l’ennesima supercazzola. Cancellano la emergenti poi ne riparliamo, vogliono aiutare i ragazzi che hanno uno sviluppo più lento ma dopo un anno sono pronti a scaricarlo, il sistema deve aiutare chi lo merita ma questi vengono indicati dai soliti noti…e tanto altro. E non si parla mai di percorso di studi per questi ragazzi. Supercazzola con scappellamento a destra, tipico italiota.

  4. Sandokan 25 Luglio 2020, 13:38

    Chi lo sa quando si potra; cominciare a vedere qualcosa di simile anche per le ragazze… eppure loro hanno un buon record di vittorie al Sei Nazioni…

  5. Claudio 25 Luglio 2020, 14:32

    Secondo me bisognerebbe creare due accademie legate a zebre e Benetton e fare di tutto per riportare la Francescato a Parma, perché per i ragazzi sarebbe molto importante essere sempre a contatto con i professionisti.

Lascia un commento

item-thumbnail

FIR: definita la nuova Commissione Nazionale Arbitri

A rendere effettiva la cosa è stato il Consiglio Federale odierno

28 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Giustizia sportiva: Ivan Nemer squalificato fino a fine stagione

La sentenza del Tribunale Federale arriva in seguito all'atto razzista nei confronti del compagno di squadra Cherif Traoré

27 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR: Daniel Richmond nuovo allenatore specialista della touche

Supporterà il lavoro dei Centri di Formazione, delle franchigie e dei club del Top10

30 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Sport e Salute ha approvato i contributi 2023 alle federazioni sportive compresa la FIR

Cifra stabile rispetto alla scorsa stagione per la federazione ovale

22 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Marco Aloi nominato nuovo direttore del Top 10

Il manager napoletano lavora già con la Lega Basket di Serie A e vanta un curriculum di tutto rispetto

7 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Innocenti: “I club di Top10 hanno deciso di non aderire alle richieste della FIR sulla formazione”

Lo ha detto il presidente FIR nella conferenza stampa inerente l'alto livello del rugby italiano, aggiungendo che la situazione si potrebbe sbloccare ...

2 Dicembre 2022 Rugby Azzurro / Vita federale