“Due match a porte chiuse e falliremo”

I Presidenti delle squadre di Top 14 lanciano un grido d’allarme. Impensabile per loro non giocare con i tifosi sugli spalti

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Ventu 23 Maggio 2020, 16:07

    Quando paghi i giocatori 12345442244milioni questo è il risultato

    • Turch 24 Maggio 2020, 01:02

      Ma che discorsi sono?
      In una situazione normale, con quelle spese avevano ricavi che gli permettevano comunque di mandare avanti l’azienda. Queste sono situazioni straordinarie che gli bloccano una fonte importante dei ricavi.

      Comunque in Italia i club di Top12 rischiano di saltare allo stesso modo, e non mi pare paghino come in Francia. Questo come lo spieghi?

  2. Gremo 23 Maggio 2020, 16:15

    Oppure s’indebiteranno fino al collo e per le prossime stagioni addio biglietti a 5€ 🙁

  3. Hrothepert 23 Maggio 2020, 16:47

    Sistemi “gonfiati”, come quello francese e inglese, è chiaro che paghino di più una situazione come quella che stiamo vivendo, rispetto al sistema celto/italico, federalizzato e più virtuoso.

  4. Turch 24 Maggio 2020, 01:14

    Sicuro?
    https://www.telegraph.co.uk/rugby-union/2020/05/23/rugby-may-take-generation-recover-coronavirus-crisis-saysirfu/
    La federazione Irlandese prevede mancati ricavi per 15-20 milioni di Euro se le ultime 2 partite del 6N non verranno giocate.

    Nell’anno fiscale 2018/19 hanno chiuso con ricavi per 87.5 mil e un attivo di 3.2
    https://www.the42.ie/irfu-financial-year-3-2-million-surplus-4731270-Jul2019/

    Qui rischia di rompersi il giocattolo, e non solo per il rugby, ma per lo sport professionistico in genere.

    • Hrothepert 24 Maggio 2020, 10:52

      @Turch, nel mio post hai per caso letto parole in cui asserisco che i sistemi federali non soffriranno la situazione?
      Io ho scritto che è fisiologico che quelli “gonfiati” franco/inglese la soffriranno di più e sono due cose diverse.

      • Turch 24 Maggio 2020, 14:48

        Io non capisco perché chiami i sistemi di Francia e Inghilterra gonfiati. Intendi solo che sono più ricchi?
        Io credo siano loro ad essere più bilanciati perché hanno un professionismo che vive di club, e i club sono tanti, la nazionale permette un salto di qualità nei ricavi. Sono proprio le federazioni del Pro14 ad essere sbilanciate visto che tutto si regge sui ricavi della nazionale.
        Senza nazionali in Francia ed Inghilterra avranno comunque un campionato professionistico, non si può dire lo stesso per le celtiche.

Lascia un commento

item-thumbnail

Francia: confermate le date d’inizio del prossimo Top 14

Prima e seconda divisione francese torneranno in campo a settembre, nonostante tutto

8 Luglio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

La federazione inglese va verso il taglio di 139 dipendenti

In gioco la sostenibilità dell'Union sul lungo periodo

7 Luglio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

In Francia il mercato è scoppiettante

Due internazionali per Lione e Stade Francais

7 Luglio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Stade Français: il Puma Marcos Kremer per rinforzare la seconda linea

Presentato anche un pilone georgiano Vasil Kakovin. Quesada: "Vogliamo essere tra i migliori sei club francesi, riscoprire l'Europa e brillare nelle c...

1 Luglio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Premiership: Manu Tuilagi pronto a lasciare i Leicester Tigers

Il centro, insieme ad altri 4 compagni, non ha rinnovato il contratto entro la data stabilita dal club. Senza di lui, sarebbe la prima volta in 20 ann...

1 Luglio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Gloucester: il caso George Skivington

Annunciato come nuovo head coach, il tecnico è al centro di una querelle tra la sua nuova squadra e la precedente

28 Giugno 2020 Emisfero Nord / Premiership