Nigel Owens ha un’idea per il rugby del futuro

Secondo il famoso arbitro gallese, ridurre le sostituzioni potrebbe portare i giocatori a ridurre l’intensità del loro gioco evitando problemi fisici

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Unforgiven79 22 Gennaio 2020, 12:21

    Beh, verrebbero penalizzati in primis le prime e le seconde linee, ed alcuni blindside, in teoria quelli più “grossi e cattivi”. Rimarrebbe primariamente il problema dei N.8, degli openside più aggressivi e dei primi centri oversize, ma sostanzialmente sarebbero 2-3 giocatori su 15.
    Quello che risulterebbe interessante sarebbe l’aprirsi di “buchi” nell’ultimo quarto, a causa proprio delle prime e seconde linee appesantite sulle gambe: a quel punto, ribaltando una vecchia battuta, “si fa prima a girargli attorno che a saltarlo”.

  2. fido 22 Gennaio 2020, 12:33

    Caro Nigel, intanto fischiare maggiormente i fuorigioco sistematici faciliterebbe un maggiore gioco al largo invece di essere subito placcati e pressati continuamente, così come i sistematici placcaggi in ritardo o le ostruzioni sistematiche facendo finta di andare a ricevere.
    La tua proposta può anche avere senso, ma se te la ribalto ti dico che forse un vunipola o un itoje a fine partita li vedo più integri di un barbini (giocatore che adoro quindi evitate polemiche) o di un benvenuti.
    Quindi magari caro Nigel torna ad arbitrare decentemente che ultimamente sei più un personaggio che un bravissimo arbitro (come lo eri un tempo).

  3. Parvus 22 Gennaio 2020, 15:41

    io penso che naigel dovebbe arbitrare….., solo quello!

  4. mic.vit 22 Gennaio 2020, 15:43

    ipotesi campata in aria e non gestibile e secondo me porterebbe semplicemente a maggiore ricerca di aiutini endovenosi e carriere ancora più precoci fino ad arrivare al morto in campo…
    unica regola per me sensata è introdurre parametri altezza/peso…riguardo il peso ce li hanno tutti gli sport da combattimento, nel rugby occorre usare anche l’altezza per la differenziazione dei ruoli…sarebbe un ritorno al passato, più giochi di gambe meno dritti per dritti, scenderanno giocoforza gli infortuni.

  5. Marte_ 22 Gennaio 2020, 16:00

    Io non vedo grandi soluzioni e questa delle sostituzioni non mi sembra granchè buona.
    Al rispetto della linea di fuorigioco (essenziale ma sottovalutato evidentemente) ne aggiungo un’altra, se l’obiettivo è quello di rendere le linee difensive meno impermeabili: allargare il campo (mi sembra più facile rispetto a diminuire i giocatori)

    • Andrea B. 23 Gennaio 2020, 04:52

      A spanne direi che invece sia più facile il contrario… ? Quale % di campi ed infrastrutture avrebbero la possibilità di allargare il terreno senza problemi di spazio, logistica, sicurezza etc etc?

  6. gian 22 Gennaio 2020, 19:25

    Io sono della stessa idea, fatto salva la specificità della prima linea, poi giustissime tutte le note sui fuorigioco sistematici ed i veli che aprono buchi da prendere, poi rincomincerei a costringere le mischie a lottare, per esempio togliendo la possibilità di grillotalpa, e non fischiando dopo 3 secondi di spinta, così da tenere più gente concentrata in un punto e lasciandone in meno in giro per il campo.
    In pratica giocare a rugby a XV e non a XIII

  7. fracassosandona 22 Gennaio 2020, 19:53

    ripropongo una vecchia battaglia, ma gliela do in misure imperiali: #3000pounds

  8. stmod 22 Gennaio 2020, 19:58

    2300 kg tra campo e panchina, non di piu’ (cit.).
    Abbastanza semplice da capire ed applicare.
    Si otterrebbe una riduzione automatica del peso medio almeno dei trequarti (950 kg di mischia significano una media di 78 kg per i trequarti che, a naso, credo che al momento sia sui 90kg).
    Chiaramente le pratiche perdi-peso all’ultimo minuto ci sarebbero come per la boxe, ma l’obiettivo generale di ridurre il peso si otterrebbe.

  9. mic.vit 22 Gennaio 2020, 23:34

    concordo anche con misure imperiali e buon peso collettivo…
    mentre il kilokal last minute nel rugby non è tanto praticabile, anzi lo vedo proprio una follia, in uno sport in cui oltre a colpire devi correre, spingere, buttare giù e rialzarti a più non posso, se cacci via liquidi nel pre gara poi dureresti 30 minuti…e potremmo tornare anche all’ipotesi morto in campo

Lascia un commento

item-thumbnail

Federico Mori a Bordeaux per due stagioni

L'ala/centro della nazionale azzurra ha firmato un biennale che lo legherà al Bordeaux fino al 2023

27 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

URC: Gran colpo di Edimburgo, presi Boffelli e Moyano

La franchigia scozzese mette a segno due colpi importantissimi: arrivano Emiliano Boffelli e Ramiro Moyano

27 Luglio 2021 United Rugby Championship
item-thumbnail

Under 18: I convocati per il raduno di Parma

Sono stati diramati i 29 convocati per il Raduno di Parma degli azzurrini under 18

27 Luglio 2021 Rugby Azzurro / Nazionali giovanili
item-thumbnail

La formazione del Sudafrica per il secondo test con i Lions

Tre cambi nella formazione che affronterà i Lions nel secondo match della serie, due nuovi innesti anche in panchina

item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Sevens olimpico maschile: quattro team puntano all’oro. Sorpresa Argentina

Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Argentina e Fiji si giocheranno l'oro olimpico nel torneo maschile di rugby Sevens a Tokyo 2020.

27 Luglio 2021 Rugby Mondiale