Qui Irlanda, nervi a fior di pelle prima di andare a Cardiff

Il rovescio di Twickenham, le critiche degli ex giocatori e la mossa del coach sudafricano Erasmus fanno scricchiolare le certezze dei Verdi

COMMENTI DEI LETTORI
  1. wolframius 31 Agosto 2019, 11:48

    Vivo in Irlanda da circa un anno e devo dire che i giornalisti sono sempre piuttosto duri con la squadra (e le altre squadre). Ad alti livelli i telecronisti e commentatori tecnici non perdonano un singolo errore. Giusto con le under 20 sono un po’ più clementi.

  2. Alessandro 1972 31 Agosto 2019, 13:07

    È esattamente la situazione a cui fece riferimento Hansen all’indomani della storica vittoria irlandese sugli ABs lo scorso novembre. Ora devono dimostrare di gestire la pressione (a mio avviso nè Irlanda nè Galles sono pronti a vincere la coppa del mondo; gli unici avversari credibili per la Nuova Zelanda sono l’inghilterra, il Sudafrica e in parte l’australia). In chiave mondiale noto che molti sottovalutano i pattern (gli incroci): ad esempio gli inglesi avranno nei quarti Australia/Galles e non credo che, pur partendo favoriti faranno una passeggiata). Saluti

  3. LiukMarc 31 Agosto 2019, 13:15

    Sinceramente le critiche feroci di ex giocatori mi lasciano sempre un po’ così. Magari di gente che ha vinto meno di o con/grazie a Schmidt per esempio. Capisco che la pressione sia a mille, ma anche capire che così non si aiuta una squadra a 4 settimane dal mondiale

  4. mic.vit 31 Agosto 2019, 15:19

    non credevano che aver raggiunto il top un anno fa fosse poi così difficile da mantenere…ma Schmidt è innanzitutto un abilissimo stratega…ecco perchè l’affare Erasmus lo inquieta più di tutto il resto, troppe carte saranno gia lette…
    non si preoccupi comunque…i boks glieli buttiamo fuori noi!!! :p

Lascia un commento

item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027

item-thumbnail

Samoa pronta a schierare due ex All Blacks contro l’Italia

A novembre l'apertura Lima Sopoaga e il terza linea Steven Luatua potrebbero rafforzare la rosa che ha vinto la Pacific Nations Cup