Chi è Ange Capuozzo, italo-francese della nazionale Under 20

Ha giocato un’ottima partita contro l’Inghilterra al Mondiale, sabato scorso. Al Grenoble è soprattutto un mediano di mischia

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Camoto 10 Giugno 2019, 17:56

    Come scritto ieri sono d’accordissimo sulla profondità della rosa. Questo è forse l’unica arma che possiamo sfruttare contro gli irlandesi. Se hanno i titolari stanchi per me bisogna puntare nuovamente sul turn over.
    Tra gli avanti metterei sicuramente Alongi, Franceschetto e Finotto dal primo minuto, con Drudi e Nocera dentro per almeno 30 minuti a fare gli impact player.
    Capuozzo/Piva a 9 con Citton a 10, ruolo che ha ricoperto già col Valsugana. Il ragazzo secondo me allarga meglio il gioco dei 10 provati. Da Re se in forma a 15, Trulla e Lai ali e 2 tra Mazza, Mori e Bertaccini ai centri. Lascerei Moscardi fuori solo perché ho indicato una mediana molto leggera.

  2. Lazzaro 10 Giugno 2019, 19:21

    Domanda per chi ne sa più di me… Un ragazzo che ha sviluppato le sue capacità in Francia e le mette al servizio di squadre di prim’ordine: non è un controsenso che sia stato il migliore in campo o tra i migliori ? Ovvero, noi uno così non l’avevamo, fatto salvo il suo sacrosanto diritto di giocare con gli Azzurri ( che sono dei blu più chiari ) ? E già che ci sono, andare e tornare dalla Francia per seguire un espoir, per i nostri talent scout, non è più costoso che andare che ne so a Viadana o a Reggio, a Mogliano o a Catania ?

  3. alessandro fusco 10 Giugno 2019, 20:39

    Capuozzo gioca n 9 a Grenoble, fatelo giocare con L Irlanda 9 probabile che abbia quella velocità e intuito e visione di gioco che manca in adesso in quel ruolo

    • Camoto 10 Giugno 2019, 21:18

      Mmm
      Risposta 1 se sei un troll
      Si poteva evitare
      Risposta 2 se sei un omonimo del giocatore
      È un punto do vista come un altro
      Risposta 3 se sei il giocatore
      Il mio intervento non vuole sminuire il buon lavoro che hai fatto in accademia. Anzi probabilmente senza infortuni il posto da titolare a 9 era tuo. Era un ragionamento su le partite troppe ravvicinate per essere sempre al top. Siete in molti di un livello simile forse le seconde sono più difficili da sostituire. L’Irlanda ha mostrato di avere qualcosa in più al 6 nazioni e la freschezza potrebbe essere l’arma vincente
      Con rispetto in tutti e 3 i casi.

      • Camoto 10 Giugno 2019, 21:25

        Ps
        Da titolare intendevo al 6 nazioni. Così sembrava un contro senso.

    • perone 10 Giugno 2019, 21:21

      Se il commennto invece arriva da un parente ed è sincero: chapeau

      • Camoto 10 Giugno 2019, 21:24

        Beh c’è sempre il caso 4 🙂

        • madmax 10 Giugno 2019, 22:50

          Caso 5) un semplice appassionato

          • Camoto 10 Giugno 2019, 23:18

            Era il caso 2 quello. Omonimo del 9 dell’Italia.

  4. aries 10 Giugno 2019, 21:51

    Ho guardato che non fossero stati invertiti i numeri, è veramente 1.77 m per 70kg! Un fuscello! Mi piace sta cosa, si vede ancora qualcuno semi-umano in circolazione, anzi, addirittura sottopeso pure per un medico frikkettone!! Ci fosse un po’ un’inversione di tendenza, sarebbe un bene, per chi gioca e credo anche per il gioco

    • DropMan 10 Giugno 2019, 23:08

      Ma ancora con sta storia che nel rugby i giocatori sono troppo “grossi”?

  5. madmax 10 Giugno 2019, 22:55

    La prima squadra di Grenoble ha quasi una decina di giocatori con cognome tipicamente italiano… chissà visto che sono appena retrocessi….

  6. franzele 11 Giugno 2019, 13:31

    Capuozzo mi è piaciuto molto, ha una reattività notevole e, come si dice nell’intervista, si vede che sa giocare a rugby.
    Quando non l’ho più visto in campo mi sono preoccupato, pensavo si fosse infortunato. Io l’avrei sposato a nove, in quei due o tre frangenti in cui si è trovato in posizione di mediano ha dato una scossa. Poi è una questione di equilibrio complessivo della squadra, magari un mediano più lento per noi è meglio, oppure può essere che non sia ancora inserito nel sistema di gioco dei nostri giovanotti.
    Comunque sia, ottimo acquisto, può essere di stimolo anche per gli altri.
    177 cm è una buona statura per un mediano e qualche chilo di muscoli si può tirare su in poco tempo.
    L’irl è una buona squadra, ha tutto quello he serve per metterci sotto, forse uno così può diventare decisivo, può trovare pertugi che i nostri titolari fanno fatica a vedere nei tempi giusti. Ma credo che i nostri tecnici sapranno osa fare.

  7. Parvus 11 Giugno 2019, 14:49

    per domani un in bocca al lupo a tutti i nostri ragazzi.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia Under 20, intervista a coach Roselli: “In contatto con i ragazzi, ma ci sentiamo svuotati”

"L'8 aprile si deciderà sul Mondiale U20", poi il tecnico degli azzurrini ci parla di recente passato, presente e del suo futuro

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: Italia, i convocati per il raduno di Roma

Fabio Roselli ha selezionato 25 atleti per l'appuntamento in programma dal 2 marzo

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: Italia, sconfitta amara contro la Scozia

Troppa indisciplina per gli azzurri, che restano a lungo davanti, ma vengono superati nel finale (29-30)

item-thumbnail

Sei Nazioni under 20: battere la Scozia, la missione possibile degli Azzurrini

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, diceva quello. Kick-off ore 19:00 al Mirabello per un match da vincere. Diretta streaming anche su On...

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: diretta streaming Italia-Scozia Under 20

Azzurrini in campo alle 19 a Reggio Emilia: segui in diretta streaming Italia-Scozia Under 20

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: Italia-Scozia, la formazione azzurra

Le scelte di Fabio Roselli per la terza sfida del torneo di categoria