Pro14: la formazione del Benetton Rugby per il match contro Munster

Kieran Crowley ha scelto i 23 che affronteranno la franchigia irlandese a Monigo

ph. Ettore Griffoni

Domani sera, fra le mura amiche del fortino di Monigo, il Benetton scende in trincea per affrontare una delle battaglie più importanti del suo campionato, la gara conclusiva del trittico irlandese nonché penultimo incontro della stagione regolare.

Di fronte avrà un agguerrito Munster, che deve provare l’ultimo assalto alla prima posizione della propria conference, ma al contempo preoccuparsi della semifinale di Champions Cup della prossima settimana.

Leggi anche: Munster: tanti cambi per la trasferta a Monigo, Hanrahan festeggia 100 presenze

Kieran Crowley e il suo staff hanno dovuto rinunciare sia a Luca Morisi che ad Alberto Sgarbi sui centri per infortunio nel match di sabato scorso. Cambia così una pedina in quello che è il XV titolare scelto per la sfida. In panchina si rivedono Faiva, Traore e Iannone.

Benetton Rugby:

15 Jayden Hayward
14 Ratuva Tavuyara
13 Tommaso Benvenuti
12 Marco Zanon
11 Monty Ioane
10 Tommaso Allan (C)
9 Dewaldt Duvenage
8 Toa Halafihi
7 Abraham Steyn
6 Sebastian Negri
5 Federico Ruzza
4 Irné Herbst
3 Marco Riccioni
2 Luca Bigi
1 Nicola Quaglio

A disposizione:

16 Hame Faiva
17 Cherif Traore
18 Simone Ferrari
19 Marco Lazzaroni
20 Giovanni Pettinelli
21 Tito Tebaldi
22 Antonio Rizzi
23 Tommaso Iannone

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Benetton Rugby, coach Crowley fissa l’obiettivo: “Ottenere almeno il risultato dell’anno scorso”

La composizione della rosa, i permit player e la crescita del Pro14: questi i temi toccati dall'allenatore dei veneti

22 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, le parole di Amerino Zatta: “Le squadre straniere ci guardano con più attenzione”

Il presidente dei veneti si è concentrato anche sulla continuità e la credibilità del progetto biancoverde

18 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, il ruggito di Ian Keatley: “Ho molta fiducia in questo club”

Il trequarti ha voglia di iniziare una nuova avventura mettendosi a disposizione anche a livello tattico

16 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: è iniziata ufficialmente la stagione di Benetton Rugby e Zebre Rugby

Tutti i dettagli sulle rose delle due franchigie

15 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton: Sgarbi e Tavuyara rinnovano fino al 2021

L'ala figiana e il centro veneto resteranno a Treviso almeno per altre due stagioni

2 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: permit players ed invitati per la seconda parte del raduno

Dal 15 luglio, sei ragazzi reduci dal Mondiale Under 20 si aggregheranno al gruppo dei Leoni in Ghirada

28 giugno 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. massimiliano 11 aprile 2019, 13:15

    leggendo anche l’intervista a Bortolami avrei ipotizzato una panca 6+2, ma tant’è…Forza Leoni!

  2. vittochan 11 aprile 2019, 13:31

    Munster:
    Mike Haley; Darren Sweetnam, Sammy Arnold, Dan Goggin, Shane Daly; JJ Hanrahan, Alby Mathewson; Jeremy Loughman, Rhys Marshall, Stephen Archer; Fineen Wycherley, Billy Holland (C); Jack O’Donoghue, Chris Cloete, Gavin Coombes.
    Replacements:
    Kevin O’Byrne, Liam O’Connor, Ciaran Parker, Darren O’Shea, Dave O’Callaghan, Neil Cronin, Bill Johnston, Alex McHenry.

  3. sanfrancesco 11 aprile 2019, 13:33

    Non ce la faccio ad aspettare fino a domani sera, non si puo’ giocare prima????

  4. kinky 11 aprile 2019, 13:59

    Da notare che il Benetton (sul sito) non mette in lista infortunati Barbini e McInley quindi significa che nella loro testa Pettinelli e Rizzi gli sono davanti nelle gerarchie!

    • paoloc 11 aprile 2019, 14:22

      Pettinelli ha sempre giocato gran bene e non ha fatto rimpiangere Barbini, anzi assicurando un po’ più di aggressività in difesa, secondo me. E poi Barbini ha tirato parecchio la carretta negli ultimi due anni
      Il ragazzino, pur con quel fare un po’ spavaldo, sa farsi trovare spesso al posto giusto nel momento giusto anche giocando spezzoni di partita.
      Fermo restando che Tommaso Allan a Dublino è stato pressoché perfetto, non mi sembra una cattiva idea tenerselo come briscola per l’ultima di mano…

      • kinky 11 aprile 2019, 15:10

        paoloc, la mia è una constatazione, un dato di fatto. Non era una critica che i due fossero fuori. Volevo solo farlo notare. …parli a me di Rizzi che ho preso merda per due anni visto che lo ho sempre difeso!

    • LiukMarc 11 aprile 2019, 14:31

      C’è anche da dire che Pettinelli e Rizzi devono crescere, mettere su minuti a questi livelli – specie il secondo considerando che a Settembre-ottobre dovrà tirare la carretta con Keatley.
      Barbini ha poi giocato parecchio nella prima parte di stagione, e sappiamo dalle parole di Co’S che potrebbe aver difficoltà a reggere gli 80 minuti – specie in partite che si preannunciano fisiche cosi, aggiungo io.

      • Dusty 11 aprile 2019, 15:45

        per me non è così scontato che Rizzi non vada al mondiale.

        • LiukMarc 11 aprile 2019, 16:11

          Mah, a meno di infortuni o casi dell’ultima ora la vedo dura che Co’S si porti in Giappone qualcuno che non ha mai chiamato in nazionale negli ultimi 2 anni (stessa cosa che vale quindi per Cannone, o – se stesse bene – Lamaro, in parte temo anche per Lazzaroni). Poi in caso lascerebbe forse a casa Canna, ma a quel punto Treviso deve recuperare Iannone MA o chiamarsi Mantelli e Menniti in pianta stabile per un mese

        • Parvus 11 aprile 2019, 17:43

          dusti se porta rizzi sarebbe eccezzionale……..
          io spero che dia una bella spolverata a tanti bravissimi ma putroppo troppo vecchi atleti e si affidi ai vari rizzi, cannone, ruzza…

    • gian 11 aprile 2019, 16:34

      tutto lo staff ha sempre parlato di miglior fit, non credo sia una questione di gerarchie, ma di pura e semplice forma fisica del momento

    • tony 11 aprile 2019, 16:42

      @kinky Barbini e Mc Kinley sono arruolabili a livello medico , però essendosi allenati poco di fatto gli vengono preferiti altri giocatori .

  5. mic.vit 11 aprile 2019, 15:46

    battagliona nei punti d’incontro…se la spuntiamo lì i 4 punti li prendiamo, dai forza!!

  6. fracassosandona 11 aprile 2019, 16:59

    sarà una battaglia molto fisica ed è giusto che scenda in campo chi sta meglio…
    e comunque gli avanti in panca non faranno rimpiangere i titolari cui daranno il cambio…
    benvenuti speriamo sia al livello della prima parte di stagione, quando ha risolto più di qualche problema in difesa…
    Indisponibili: Ignacio Brex, Dean Budd, Marco Fuser, Ornel Gega, Nasi Manu, Luca Morisi, Alberto Sgarbi, Luca Sperandio, Federico Zani

    • LiukMarc 11 aprile 2019, 17:08

      Nemmeno quattro scappati di casa, ci sono almeno 2-3 che starebbero benissimo nei 23 di partenza. Però questo rende ancora più l’idea della profondità (intesa come livello simile di non 20, ma 35 giocatori) che ha treviso

      • mic.vit 11 aprile 2019, 17:28

        e in vista della molto probabile champions del prossimo anno occorrerebbe arrivare a 45 giocatori di livello…ecco perchè le Zebre andrebbero chiuse un minuto dopo la fine del campionato, i restanti distribuiti nei club del top12 pronti a dare una mano in caso di necessità…

        • kinky 11 aprile 2019, 17:44

          Ancora con sta storia! Perché mai devono essere per forza ste Zebre non lo capisco veramente!

          • kinky 11 aprile 2019, 17:45

            Devono essere tolte per forza ste Zebre….

          • mic.vit 11 aprile 2019, 19:31

            perchè attualmente il nostro movimento non può permettersi due franchigie di livello nel pro14…non disperdiamo energie, risorse e tempo…
            penso che il nostro obbligo sia quello di arrivare sempre nella fase finale del pro14 e di poter puntare ai quarti di champions…
            via i campanilismi, uniamo le forze e risparmiando risorse si potrà investire di più sulla base del movimento…

        • Parvus 11 aprile 2019, 17:46

          mic vit avresti anche ragione, ma non possiamo farlo, abbiamo altresì l’obbligo almeno morale di far cambiare marcia alle zebre….., perché veramnete ci servirebbe un’altra forte franchigia in italia!!!

        • fracassosandona 11 aprile 2019, 19:33

          non voglio guastare il clima di festa, spiace mic.vit, ma se a partecipare al pro14 dovesse essere una sola squadra quella dovrebbe essere quella federale e non un club privato…
          Se al posto di Treviso ci fosse Calvisano a fare il figo in europa con 4,5Milioni federali (12% del budget ad un solo club) ti brucerebbe un po’ lo stomaco, oppure no?
          Fatti due conti di quanto abbia speso la FIR negli ultimi cinque anni per consentire a Treviso di avere gli ottimi risultati degli ultimi due anni, valuta se ne sia valsa la pena in ottica risultati della nazionale, skills dei giocatori, arruolamento nelle giovanili rispetto a quando avevamo un campionato nazionale del menga ed i nostri migliori giocatori andavano a fare l’alto livello all’estero… la celtic è una bellissima manifestazione, mi piace da morire e ne sentirò sicuramente la mancanza, ma purtroppo costa più di quanto renda…

          • cammy 11 aprile 2019, 20:23

            Il tuo discorso non fa una piega.. ma c’è da dire che 2 club sono troppi x il numero di giocatori che abbiamo.. tornando a parlare di Treviso, mi pare ovvio, che con una sola squadra, il margine di manovra su giocatori e staff venga limitata dalle scelte della federazione, che sarebbero costrette a puntare solo su giocatori italiani.. ve la immaginate la Benetton senza Halafihi, Faiva, Duvenage, Ratuva,Ioane? probabilmente i tifosi trevigiani si ritroverebbero con una squadra + debole di quel che hanno adesso.. x Treviso club e i suoi tifosi, è meglio sperare che i Benetton aprano ancora di + il portafoglio e anche in un miglioramento dei risultati sportivi delle Zebre.. altrimenti si rischia che la federazione aumenti solamente da una parte le risorse.. come del resto già avviene ora..

          • mic.vit 11 aprile 2019, 23:44

            ok…si vada per la franchigia federale…che racchiuda tutte le competenze sin qui maturate in termini di staff, giocatori ed organizzazione…qui non è un discorso di mio o tuo ma di risorse limitate, in tutti i sensi…se Benetton dovesse, con ottima probabilità andare a disputare la champions l’anno prossimo, nonostante l’aumentata profondità, si ritroverebbe comunque con la coperta corta…

          • Parvus 12 aprile 2019, 07:26

            è veramente difficile dare torto a fracasso, è per questo che non possimo creare monopli chiudendo le zebre!
            quello che mi preoccupa è che leggendo una passata intervista del presidente del parma in altro sito, questi si soffermi soprattutto sullo sviluppo del terzo tempo……..

  7. Parvus 11 aprile 2019, 17:50

    e poi sarebbe meglio non creare monopoli …..

  8. madmax 11 aprile 2019, 20:38

    Finalmente stiamo seminando, meglio del passato, e i risultati prima o poi arriveranno… bisogna avere un po’ di ambizione nella vita e pensare al futuro con fiducia.:: ricordiamoci com’era l’Irlanda vent’anni fa e ora con pochi milioni di abitanti detta la legge..:Il Leinster pesca principalmente dalla scuola provate di Dublino e zone limitrofe… Padova+Treviso hanno il dovere di fare lo stesso e prima o poi qualcuno capirà che Milano merita una franchigia

    • Darko 11 aprile 2019, 23:58

      Milano intanto meriterebbe uno stadio del rugby e una squadra in Eccellenza.. sarebbe già qualcosa. Intanto Roma affonda.
      Sono andato a Parma per i torneo giovanile degl’Amatori… intorno allo Stadio ci sono un sacco campi e strutture , tutto molto bello.. a Milano ce lo sogniamo tutto quello spazio per il rugby

Lascia un commento