Monty Ioane è sempre più importante

L’ala ha segnato la metà delle mete rispetto allo scorso anno, ma eccelle in altre categorie statistiche

COMMENTI DEI LETTORI
  1. kinky 26 Marzo 2019, 18:53

    In poche parole ce lo godremo altre due stagioni al Benetton (che comunque non sono poche) e poi dopo la “nazionalizzazione” andrà all’estero! Garantito!

    • Vins 26 Marzo 2019, 21:31

      Ma da quando sarà convocabile in nazionale esattamente? (Chiedo perché se non erro nel frattempo le regole sono cambiate)

      • xnebiax 26 Marzo 2019, 23:38

        Secondo me non prima del 6N 2022. Ma c’è chi dice che interpreto male la regola, quindi non sono sicuro.

        • kinky 27 Marzo 2019, 09:27

          Secondo me può dal 6nazioni 2021 ma non nei test Match (se esisteranno ancora) di Novembre 2020!

          • Vins 27 Marzo 2019, 18:35

            Da quel che ricodo prima del cambio dei regolamenti erano sufficienti tre anni giocati in una nazione per rendere un giocatore convocabile dalla nazionale locale. Quindi, se il cambio regolamento non interessa Ioane, allora dovremmo vederlo in azzurro dal 6N 2021. Altrimenti se le nuove regole dovessero valere anche per lui, che si è trasferito in Italia prima che venissero approvate, se non erro servono 5 anni per “nazionalizzazione”, ovvero dovrebbe restare a Treviso fino a Dicembre 2022 e potrebbe esordire in Azzurro solo nel 2023 (e chissà se saremo ancora nel 6N…)

      • Machete 28 Marzo 2019, 10:34

        per i contratti stipulati fino al 31 dicembre 2020 vale la regola dei 3 anni…..quindi Monty sara equiparabile a dicembre 2021
        quindi lo vedremo nel 6N 2022

  2. mic.vit 26 Marzo 2019, 20:27

    lo marcano il triplo, difficile marcare…questo però crea spazi ai compagni…insostituibile!

  3. RigolettoMSC 26 Marzo 2019, 23:05

    Manca solo che si metta a tallonare… 🙂
    Non solo ha tutti i “numeri” riportati nell’articolo, ma è anche molto solido fisicamente; nonostante placchi senza tanti complimenti quasi fosse una terza aggiunta non ricordo infortuni seri e sì che di minuti ne ha giocati finora. A me piace molto, ovviamente oltre a come gioca, quel suo atteggiamento sempre sorridente e incoraggiante i compagni anche se quest’anno segna poco. E comunque la meta alla bandierina contro i Quins resterà memorabile per un bel pezzo. Zanon magari se la riguardi è prenda spunto su come difendere la palla a due passi dalla linea di meta…

  4. sanfrancesco 27 Marzo 2019, 10:33

    A me la cosa che entusiasma di piu’ quest’anno del gioco di Ioane e’ la difesa e il placcaggio in avanzamento. Tipo nei calci dal box, parte come una spia e ha un timing perfetto nel mettere pressione sul ricevitore avversario. E’ una fase importantissima nel gioco benetton quest’anno, e infatti e’ la cosa che ha funzionato peggio nella sconfitta con connacht, con due calci sbagliati malamente da duvenaghe, aggravati da penalty per offside

    • massimiliano 27 Marzo 2019, 13:35

      sono d’accordissimo con te. In questa veste Ioane è diventato un’arma tattica fondamentale, proviamo a chiedere cosa ne pensa l’apertura dei Quins…

      • madmax 28 Marzo 2019, 09:14

        Verissimo! Ioane “cerca” il placcaggio, per prendersi la palla, riportare il giocatore alla stazione, invertite l’inerzia del gioco. Per lui è un’opportunità, mentre per altri è un compito. Vedo ancora troppi placcaggi stile “Fijian salute” di un tempo… estendi il braccio e l’attacante passandogli attraverso lo alza verso l’alto… non lo fanno neanche più i Fijiani!

  5. fracassosandona 27 Marzo 2019, 11:34

    Ioane è fatto proprio di un altro materiale rispetto a noi. Ha doti atletiche mostruose.
    Meno appariscente ma tecnicamente mostruoso invece è ratuva tavuyara. Con loro due in campo ci si diverte. Speriamo li mettano ad insegnare skills ai boce dell’under 14.

    • sanfrancesco 27 Marzo 2019, 13:59

      Ioane e’ mezzo uomo mezzo ghepardo, in italia gente con quel fisico non ne nasce!

  6. Parvus 27 Marzo 2019, 17:10

    che treviso gli chieda se ha un fratello………, non sarebbe male……., se poi avesse 18 anni meglio……
    ma anche se avesse un cugino………

Lascia un commento

item-thumbnail

Altro stop per la prima linea del Benetton Rugby

Cherif Traore si deve fermare per un infortunio al volto riportato nella partita contro Leinster

20 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Faiva: “Non abbiamo raccolto punti, ma siamo sulla strada giusta”

Il tallonatore fa il bilancio delle prime due gare mettendo nel mirino gli Scarlets

16 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: il punto sulla condizione fisica del gruppo

Dopo Ulster e Leinster e con gli Scarlets nel mirino: a parlare è Giacomo Vigna, preparatore atletico dei Leoni

14 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Garbisi: “Siamo competitivi, ci manca l’ultimo step. Bicchiere? Mezzo pieno, ma vogliamo riempirlo del tutto”

Il numero 10 di leoni e Nazionale azzurra ha parlato a margine della sfida contro Leinster

12 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Crowley: “Grande sforzo dei ragazzi, amareggiato per loro. Bene Garbisi, ma ha ancora tanto da fare”

L'head coach dei leoni ha parlato a BEN tv, subito dopo la gara contro Leinster

11 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby