Sei Nazioni 2019: sei cambi nella Scozia per Gregor Townsend

Hamish Watson torna a giocare dal primo minuto. Sean Maitland giocherà estremo a causa degli infortuni

rugby scozia gregor townsend

ph. Sebastiano Pessina

Gregor Townsend ha annunciato la formazione della Scozia per l’ultima partita del Sei Nazioni 2019 contro l’Inghilterra, in una partita che mette in palio la Calcutta Cup. Tra infortuni e scelte tecniche, il CT scozzese ha dovuto cambiare ben sei elementi, equamente divisi tra avanti e trequarti.

Nel reparto arretrato, le assenze di Seymour e Kinghorn promuovono nel XV titolare Sean Maitland (per l’occasione estremo) e Byron McGuigan, mentre l’unico confermato del triangolo allargato è Darcy Graham. Al centro c’è Sam Johnson al posto di Peter Horne, che lo aveva sostituito invece nel match contro il Galles.

Nel reparto avanzato, Hamish Watson ritrova una maglia da titolare dopo lo straordinario impatto sul match a Edimburgo una settimana fa; il flanker di Edimburgo prende il posto di Ritchie. Al suo fianco ci saranno Sam Skinner, titolare alla prima giornata contro l’Italia ma costretto a uscire per infortunio, e Magnus Bradbury. In seconda linea torna dal primo minuto anche Ben Toolis, che fa accomodare in panchina Jonny Gray.

– Leggi anche: la formazione dell’Inghilterra

Inghilterra – Scozia sarà trasmessa da DMAX (canale 52 DDT) e in diretta streaming su OnRugby, sabato 16 marzo alle ore 18:00. Circa mezzora prima del kick off di Italia-Francia pubblicheremo un’apposita notizia contenente il player per vedere e commentare i tre match del pomeriggio.

La formazione della Scozia

15. Sean Maitland (Saracens) – 39 caps
14. Darcy Graham (Edinburgh) – 3 caps
13. Nick Grigg (Glasgow Warriors) – 8 caps
12. Sam Johnson (Glasgow Warriors) – 3 caps
11. Byron McGuigan (Sale Sharks) – 7 caps
10. Finn Russell – Vice capitano (Racing 92) – 43 caps
9. Ali Price (Glasgow Warriors) – 23 caps
1. Allan Dell (Edinburgh) – 21 caps
2. Stuart McInally – Capitano (Edinburgh) – 26 caps
3. Willem Nel (Edinburgh) – 28 caps
4. Ben Toolis (Edinburgh) – 17 caps
5. Grant Gilchrist – Vice capitano (Edinburgh) – 32 caps
6. Sam Skinner (Exeter Chiefs) – 4 caps
7. Hamish Watson (Edinburgh) – 24 caps
8. Magnus Bradbury (Edinburgh) – 6 caps

A disposizione
16. Fraser Brown (Glasgow Warriors) – 41 caps
17. Gordon Reid (London Irish) – 33 caps
18. Simon Berghan (Edinburgh) – 18 caps
19. Jonny Gray (Glasgow Warriors) – 50 caps
20. Josh Strauss (Sale Sharks) – 21 caps
21. Greig Laidlaw (Clermont Auvergne) – 70 caps
22. Adam Hastings (Glasgow Warriors) – 10 caps
23. Chris Harris (Newcastle Falcons) – 7 caps

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia

item-thumbnail

Sei Nazioni : il calendario e gli orari delle edizioni 2020 e 2021

L'Italia aprirà la sua avventura post Mondiale contro il Galles, a Cardiff, l'1 febbraio 2020

  1. LiukMarc 14 marzo 2019, 17:01

    Sarebbe da calcolare il numero di infortuni occorsi prima e durante il Sei Nazioni. Non credo che a nessuno vada peggio della Scozia. Ne perdono un paio ad ogni partita. Difficilissima a Twickenham per loro, ma saranno i classici underdogs con niente da perdere

  2. mic.vit 14 marzo 2019, 23:08

    tra avanti in campo ed in panca faranno una guerra di trincea infischiandosene degli infortuni…chissà se questo coglierà di sorpresa gli albionici che negli scontri si sentono dominanti…la sfida solitamente più rude del 6 nazioni raggiungerà livelli estremi…voleranno motosega!!

  3. Obelix-it 15 marzo 2019, 08:48

    Mette Price in avvio…. la vuole proprio perdere…

  4. Hastings15 15 marzo 2019, 08:53

    E’ una formazione d’emergenza che vede la Scozia riportare Maitland in una posizione che non ricopre da anni e che potrebbe rappresentare un ostacolo.
    Sono contento di vedere Bradbury continuare a giocare titolare perché è un ragazzo che ha avuto sfortuna con gli infortuni (e qualche magagna fuori dal campo, tanto da perdere la fascia a Edinburgo).
    Non mi convince proprio Grigg ma, causa infortuni, non c’è niente di meglio al momento.

Lascia un commento