Sei Nazioni 2019: Mako Vunipola salterà il resto del torneo

Il pilone inglese dovrà stare fermo per 10 settimane a causa di un problema alla caviglia

Action Images via Reuters/Matthew Childs

Il Sei Nazioni 2019 di Mako Vunipola si è concluso domenica a Twickenham, dopo il problema alla caviglia patito nella sfida vinta contro la Francia.

Gli accertamenti del caso hanno stabilito come, per il pilone sinistro dell’Inghilterra, si tratti di un infortunio che coinvolge i legamenti della caviglia. Per il giocatore dei Saracens sarà necessario uno stop di 10 settimane, con Vunipola che potrebbe così tornare in campo per la volata finale del club, sia in campionato che in Champions Cup.

Leggi anche: Sei Nazioni 2019: una sorpresa tra i 33 convocati dell’Italia per preparare la sfida all’Irlanda

“Mako Vunipola è costretto ad abbandonare le velleità di proseguire la propria campagna nel Sei Nazioni in seguito ai risultati degli accertamenti alla sua caviglia, che hanno evidenziato un problema ai legamenti. Il giocatore starà fermo per 10 settimane, ed inizierà la riabilitazione con il club”, hanno fatto sapere i Saracens, tramite un comunicato ufficiale della società londinese.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

  1. xnebiax 13 Febbraio 2019, 10:18

    E vabbè, tanto per la nazionale hanno “Baby Rhino” Ellis Genge.

  2. aldo68 13 Febbraio 2019, 11:51

    A me sembra che si stia usando sempre di più i giocatori come robot, spero in futuro si cerchi di proteggere di più la salute dei ragazzi, altrimenti fanno si delle belle carriere, ma corte e con forti strascichi sulla loro salute.

  3. mic.vit 13 Febbraio 2019, 12:23

    dopo Itoje ecco saltare anche Vunipola, attendiamo alla prossima Billy, poi Tuilagi ed il quadro è completo…senza voler essere un malaugurio per carità ma la gestione di EJ non può che portare a queste conseguenze…

    • marcoV 13 Febbraio 2019, 12:44

      Che gli infortuni per traumi riportati in partita siano colpa della gestione di EJ mi sembra leggermente opinabile.

      Se invece li allenasse mia madre (“ste ‘tenti no farve male”) avrebbero ancora Itoje e Mako integri?

Lascia un commento