Benetton Rugby, parla Toa Halafihi: “Impressionato da tutto ciò ho trovato qui a Treviso”

L’ultimo arrivo in casa veneta sembra essere contento della realtà nella quale si sta integrando

Ph. Ettore Griffoni

E’ arrivato da poche settimane, eppure sembra già essere entrato appieno nei meccanismi rodati del Benetton Treviso. Toa Halafihi è sicuramente, visto anche il poco tempo che ha avuto per ambientarsi, una delle sorprese più piacevoli di questo periodo per la squadra di Crowley.
Il terza linea è stato intervistato dal sito ufficiale del club, anche per farlo conoscere meglio ai propri tifosi, ecco cosa ha rivelato: “Sono rimasto veramente impressionato da tutto ciò ho trovato qui a Treviso. Lo staff  – fa sapere -è composto da veri professionisti che ogni giorno impongono standard elevati pretendendo il massimo da ciascuno di noi. Quando parlo di staff intendo in senso generale: allenatori, preparatori fisici, fisioterapisti, medici, dirigenti, ecc.. Credo che il segreto del successo del club sia proprio questo: essere circondati da persone preparate che ci permettono di rendere al meglio. Ambientarmi è stato facile, dal punto di vista tecnico/lavorativo tutto è realmente simile al modello che abbiamo in Nuova Zelanda, da quello relazionale staff e compagni di squadra mi ha fatto sentire sin da subito parte della famiglia”.

Qualche amico e la conoscenza del Pro14
Dall’emisfero Sud al Campionato Celtico: un passo non da tutti i giorni. Halafihi racconta dell’approdo a Treviso, “aiutato” da alcuni rapporti speciali: “Nelle settimane precedenti alla mia scelta avevo parlato con Douglas. Faiva e Ioane. Mi sono interessato al Guinness PRO14 la scorsa stagione durante la mia esperienza in TOP14 con la maglia del Lione. E’ una grande competizione diventata ormai internazionale e quello che si dice a riguardo è tutto vero: è un rugby duro, i giocatori sono forti e grossi, non esistono partite scontate ed ogni squadra ha la propria maniera di interpretare il rugby”.

Il primo obiettivo si chiama Ulster, ma non solo
Dopo il mancato passaggio del turno in Challenge Cup, sfumato in casa Benetton davvero per un soffio, l’obiettivo dei Leoni è rivolto ora alla zona playoff del Pro14 e a quell’Ulster che sarà il prossimo avversario nella sfida di venerdì sera (kick off dalle 20.35), ma l’avanti neozelandese non si è soffermato solo sull’immediato dichiarando di avere voglia di vincere un trofeo con questa maglia per rimanere nel cuore dei tifosi.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Benetton Rugby: i convocati per la trasferta di Parma

Il gruppo scelto da Kieran Crowley per il secondo derby amichevole con le Zebre Rugby

19 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, a tutto Sgarbi: “E’ chiaro che tutti si aspettino molto da noi. Dobbiamo lavorare sull’attacco”

Il capitano dei veneti si racconta: fra lavoro nel gruppo, competitività nel ruolo e il capitolo nazionale

17 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Pettinelli: “Lavoreremo sulla disciplina. Quest’anno voglio confermarmi”

Abbiamo parlato del derby contro le Zebre con il flanker classe '96

14 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Le Zebre Rugby vincono a Monigo: Benetton Rugby sconfitto 12-19

I ducali si impongono in rimonta. Decisiva la meta di Ratko Jelic nel finale

13 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: i convocati per l’amichevole contro le Zebre Rugby

I veneti sono pronti a scendere in campo nella prima delle due amichevoli contro gli emiliani

12 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, parla Lazzaroni: “Dall’esclusione dalla nazionale, devo ricavarne stimoli”

L'avanti si sente già pronto per essere a disposizione di coach Crowley con i Leoni

11 Settembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
  1. massimiliano 23 Gennaio 2019, 10:40

    beh, visto che parla con Douglas, se vuole dirgli che qui lo ricordiamo con piacere…

  2. bangkok 23 Gennaio 2019, 11:28

    Che dire….?
    Niente, ha gia detto tutto benissimo lui!!

  3. gian 23 Gennaio 2019, 12:08

    impressionato da quello che ha trovato qui a treviso… cioè la carbonara non si fa con la panna?!?!?!
    😀 😀 😀
    dai, battute a parte, e fatta la tara delle dichiarazioni di rito (bel progetto, tutti buoni e simpatici, bravi, torneo che il rugby championship spostati, si vuole vincere tutto, anche il torneo di scopa all’osteria di toni sugaman), finalmente qualcuno che dice che trova professionale il lavoro fatto nelle franchigie, stai a vedere che il salto è stato fatto sul serio!

    • bangkok 23 Gennaio 2019, 12:48

      X la verità lui parla SOLO di Treviso.

      • gian 23 Gennaio 2019, 13:01

        considera quello che dicevano quelli che da treviso andavano via e si trovavano in una squadra straniera fino a un anno fa’; poi mi auguro che treviso sia l’attuale eccellenza italiana, ma non l’eccezione virtuosa, e che quindi il fatto che si cominci a respirare professionismo vero al vertice, indichi che si è intrapresa una certa strada

        • xnebiax 23 Gennaio 2019, 17:30

          Con tre milioni in più potrebbero diventare professionali anche le Zebre. 😉

          • giomarch 23 Gennaio 2019, 21:30

            Ma Luciano non metteva solo qualche deca a detta dei benpensanti?
            😉

          • xnebiax 23 Gennaio 2019, 22:01

            Non ho detto che la Benetton ha 3 milioni in più. Non so quanto Benetton e Cofiloc ci mettono.
            Ho detto solo che alle Zebre farebbero comodo.

    • aries 23 Gennaio 2019, 13:04

      Quando faccio rosolare il guanciale, io ci butto mezzo bicchiere di prosecco…

  4. kinky 23 Gennaio 2019, 13:01

    Halaihfi si è inserito fin da subito alla grande e le prime due partite lo dimostrano! Bene o male ha avuto lo stadio approccio con l’ambiente uguale a quello di Ioane! Ottimo per tutti veramente un bell’acquisto, proprio come speravo!
    Con tutti a disposizione in terza è un bel grattacapo. Chi lasci fuori? Barbini? Steyn? A Negri manco ci penso di metterlo in panca! ….e l’anno prossimo con Lamaro sempre disponibile? Spettacolo!

  5. Parvus 23 Gennaio 2019, 13:23

    ara che beo sto bocia…, già integrà…

  6. Parvus 23 Gennaio 2019, 13:25

    chissà che la FIR folgorata …. copi qualcosa da treviso…., e la migliori ulteriormente, portando il livello tecnico delle nostre nazionali ancora più alto.

    • massimiliano 23 Gennaio 2019, 13:39

      perché accada bisognerebbe folgorare più di qualcuno in FIR… 🙂

  7. onit52 23 Gennaio 2019, 17:15

    Gli addetti alle p.r. e / o addetto stampa hanno fatto il loro lavoro, ora Toe basta, perché quando qualcuno di Tv fa dichiarazioni non sempre va tutto bene….invece ho interpretato come qualcosa di positivo avere visto ieri N.M. in bici fuori porta S.Tommaso, salvo errori, ma divisa e faccia ( sorridente) mi confortano .
    Auguri ancora.

  8. xnebiax 23 Gennaio 2019, 17:27

    Con l’abbondanza che c’è a Treviso, sarebbe possibile uno spostamento di Lazzaroni a Parma?
    Penso potrebbe essere vantaggioso per Zebre e per il giocatore friulano. Al posto di Lazzaroni Treviso potrebbe avere un nuovo permit player apprendista… due candidati: Manni del Petrarca e Finotto del Mogliano.

    • massimiliano 23 Gennaio 2019, 17:38

      Manni è già permit

      • xnebiax 23 Gennaio 2019, 18:26

        Sì, ma ancora non ha giocato.
        La mia idea era Lazzaroni alle Zebre, Lamaro a Treviso, Manni e Finotto a contendersi il ruolo di giocatore aggiunto che sta ricoprendo Lamaro quest’anno.

        • tony 27 Gennaio 2019, 08:52

          @xne non è solo problema di giocatori , anche se è indiscutibile che contino, ma in terza con Meyer, Tuyvaiti, Giammarioli, Licata, Mbanda e Bianchi le Zebre non stanno male … è che bisogna che il progetto Zebre sia visto a medio con una crescita tecnico, mentale progressiva che non si può ottenere in poco tempo e il progetto abbisogna di stabilità, risorse sufficienti per creare staff adeguati, avere giocatori e creare la giusta mentalità…. però se posso dire la mia lo staff e gli acquisti nuovi vanno inseriti in un contesto dove si preveda una crescita progressiva , più che con l’improvvisazione di tappare buchi…. certo che alle Zebre farebbero comodo anche 2/3 milioni in più.

Lascia un commento