Zebre, Bradley: “Abbiamo bisogno di sfruttare le opportunità create”

Il coach irlandese ha parlato anche delle differenze rispetto lo scorso anno. David Sisi: “Dobbiamo trovare consistenza”

ph. Luca Sighinolfi

Michael Bradley e David Sisi hanno parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta contro i Cheetahs nel tredicesimo turno di Pro14, la sesta consecutiva in campionato. “Ci sono state cose positive durante il match, in termini di opportunità, ed è frustrante non riuscire a sfruttarle e a convertirle in punti – ha dichiarato Bradley – Negli ultimi venti minuti, per i Cheetahs è stato troppo facile segnare punti e per questo c’è rammarico”.

“Abbiamo bisogno di sfruttare le opportunità create. La seconda meta che abbiamo segnato è stata fantastica, molto simile al rugby che abbiamo giocato in questi due anni – ha continuato l’irlandese – La differenza rispetto allo scorso anno è che le altre squadre hanno capito che possiamo essere pericolosi e mettono più difensori sulla linea; per esempio, oggi i Cheetahs mettevano spesso 14 giocatori sulla linea, per forzare i calci di spostamento”.

A proposito del gioco al piede: “È una parte del nostro gioco che vogliamo sviluppare, ma non è ancora al livello a cui vorremmo essere. Quando abbiamo giocato contro Edimburgo è invece stata superba. Alle Zebre giocheremo sempre prendendo grandi rischi. Ci è mancata consistenza, ma incoraggeremo sempre i ragazzi a giocare a rugby”.

Tornando sulla sconfitta di domenica, Bradley ha detto anche che “siamo stati battuti nel breakdown, ed è un problema per noi, e dovremo rivedere quelle fasi. Anche il Benetton ha fatto danni sui punti d’incontro la scorsa settimana ed un’area in cui possiamo certamente migliorare”.

In conferenza stampa è intervenuto anche David Sisi, capitano di giornata: “Dobbiamo trovare consistenza in mischia, ma secondo me abbiamo delle strategie buone nelle fasi statiche per questo livello. Ma le difficoltà nelle fasi statiche e nei punti d’incontro ci tolgono possesso e non permettono di esprimerci. A noi giocatori – ha continuato Sisi – piace questo stile di gioco comunque, perché ci fa divertire e creare opportunità”.

Bradley ha poi aggiunto che “lo scorso anno, le aspettative erano pressoché nulle, mentre oggi ci sono. Lo staff non cambierà idea sul modo di fare rugby, ma dobbiamo certamente alzare il livello di alcune fasi di gioco. Sono positivo sul nostro futuro, anche se dobbiamo affrontare in serie delle partite molto difficili”.

La chiusura è affidata ancora a Sisi, che è tornato sul momento complessivo delle Zebre. “Non abbiamo ben assimilato le lezioni delle ultime settimane, dei derby contro Treviso. Gli errori individuali fanno parte del gioco, ma dobbiamo lavorare come squadra per superare i problemi e per poter imporre il nostro brand of rugby e il nostro stile offensivo. C’è rammarico, perché in confronto agli sforzi fatti, l’esecuzione e le decisioni da prendere in frazioni di seconde non sono state buone. Quando tutti i pezzi vanno al loro posto, possiamo segnare contro chiunque da qualunque parte del campo, ma dobbiamo migliorare”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Le nuove conference del Pro14

Saranno valide per le prossime due stagioni. Le Zebre con Glasgow e Leinster, Munster ed Edinburgh per il Benetton

17 giugno 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby Club: nuovo sponsor tecnico per la franchigia di Parma

Il club emiliano si lega a Macron, azienda bolognese

13 giugno 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Le presenze allo stadio per le Zebre Rugby nella stagione 2018/2019

I due derby casalinghi fanno alzare la media. In Pro14 solo una partita solo i 2.000 spettatori

7 giugno 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: cinque permit e cinque ‘invitati’ nella rosa zebrata del ’19/’20

La franchigia emiliana si ritrova la prossima settimana, per il primo appuntamento della stagione

31 maggio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: Lorenzo Masselli è un nuovo giocatore del club emiliano

L'Italo-sudafricano arriva nella franchigia di Parma per rinforzare il reparto degli avanti

30 maggio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: Mick Kearney nuovo giocatore del club

Il seconda linea di Leinster ha firmato con i ducali come era già stato vociferato dalla stampa locale

29 maggio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
  1. geo 7 gennaio 2019, 11:48

    Beh non capisco. Se mettono 14 giocatori sulla linea e non calci mai, e dico mai, perchè sei deficitario con il gioco al piede…Giocando palla in mano sono mesi che le prendi, far tornare indietro gli avversari e mettere un po’ di pressione no perchè siamo scarsi…la vedo molto ma molto dura..

    • bangkok 7 gennaio 2019, 13:26

      Non mi piace la giustificazione che ha dato, responsabilità totale ai giocatori. E lui? Ed il suo staff?
      Nessuna responsabilità x aver strutturato una squadra su basi inconsistenti visto l’organico?? Gli avversari ti hanno preso le misure mentre tu non le hai sapute prendere né agli avversari e nemmeno ai tuoi giocatori.
      E mi fa sorridere SISI nel suo tentativo di difesa d’ufficio: i giocatori sono contenti di quel tipo di gioco perché è divertente??
      Non so quanto ci si diverta a perdere partita dopo partita con una differenza punti complessiva come quella attuale.
      Non mi pareva sorridessero poi tanto mentre rientravano negli spogliatoi né ieri ne nelle 5 partite precedenti.

  2. onit52 7 gennaio 2019, 11:51

    Confermato dove è il problema.

  3. deegan 8 gennaio 2019, 12:26

    TROLLO……….il trollatore
    Da piangere, con una squadra cosi non vai da nessuna parte non ho visto nessuno con la grinta di FABIANI, poteva stare a casa COS perchè di quei 15/19 nemmeno le scarpe dei rispettivi padroni farei entrare nello spogliatoio, scusanti come tanti infortuni…ora pronobis, Chit..squadra ostica….. ora pronobis, preparazione fisica, fiatella ora pronobisss, il freddoe il sole contro nel secondo tempo….ora pronobis. VIa Crucisssssss
    E l’allenatore si l’allenatore………………….Azz da quanto è in quel di parma du an, bhe se in due anni questo è il risultato, serve aria nuova vada per le sconfitte onorevoli ma certe sono disonorevoli…………………a meno che il BENETTON si sia messo nella testa che tra 2 anni voglia arrivare nelle prime 5 del campionato.
    De Rossi poi, sarebbe meglio che dedicasse più attenzione a quello che succede in campo che interloquire con spettatori a bordo campo…………………………………………
    si tratta solo di avere fiducia…………

    • deegan 8 gennaio 2019, 12:29

      O meglio…………….puntare Tutto su “Radioso Futuro”

    • Nuvole! 8 gennaio 2019, 23:11

      …eppure pensa che questo anno e mezzo é stato il periodo migliore finora delle Zebre (+Aironi).
      Orapronobis…

  4. deegan 8 gennaio 2019, 12:32

    Chiedo scusa a Redazione ma il Video era questo “O meglio…………….puntare Tutto su “Radioso Futuro””
    https://www.youtube.com/watch?v=Z3xBxg2wS5k

Lascia un commento