Italia-Georgia: Sergio Parisse in dubbio per un problema al polpaccio

Il capitano potrebbe non esserci per l’importante Test Match di Firenze. Alle 14 l’annuncio ufficiale della formazione

italia

ph. Sebastiano Pessina

L’Italia potrebbe essere costretta a rinunciare a Sergio Parisse per il Test Match contro la Georgia. Il capitano azzurro è ancora alle prese con un problema al polpaccio che lo aveva fermato per un mese a settembre, dal quale sembrava essersi ripreso dopo essere tornato in campo in Challenge Cup lo scorso 20 ottobre con lo Stade Francais. Nell’ultima giornata di Top 14 contro il Lione, tuttavia, Parisse non è stato impiegato da Heyneke Meyer, proprio a causa del riacutizzarsi del dolore al polpaccio.

Per Conor O’Shea si tratta di un problema ulteriore, che si aggiunge a quelli già affrontati per il ruolo di estremo. Al posto di Parisse, se quest’ultimo non dovesse essere impiegato, potrebbero giocare Renato Giammarioli – come a Chicago contro l’Irlanda – o Braam Steyn – come in Giappone nei due Test Match di giugno. La fascia di capitano passerebbe al suo vice, Leonardo Ghiraldini.

I dubbi verranno sciolti definitivamente alle ore 14, quando il CT irlandese annuncerà la formazione per la partita di sabato a Firenze.

Leggi anche: la nostra intervista a Jake Polledri

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia, Conor O’Shea: “L’obiettivo è arrivare in forma al Mondiale”

L'head Coach irlandese ha parlato dal ritiro degli azzurri

4 giugno 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: al via il cammino dell’Italia verso il Mondiale

Parte oggi il percorso azzurro con vista Giappone

2 giugno 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Benetton Rugby e Italia: Marco Fuser è stato operato a causa di un’ernia

L'intervento a cui si è sottoposto il seconda linea è perfettamente riuscito

31 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

L’Italia verso il mondiale: via alla prevendita per l’unico test casalingo

Ufficializzato anche l'orario del test match di agosto contro la Russia

29 maggio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

I Cheetahs hanno annunciato l’ingresso di Franco Smith nello staff tecnico dell’Italia

Il ritorno del coach sudafricano è praticamente certo: sarà uno dei tecnici che lavorerà con Conor O'Shea dall'1 gennaio 2020

14 maggio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, verso la Rugby World Cup 2019: i 39 convocati per il primo raduno a Pergine Valsugana

Conor O'Shea conferma la prima lista di giocatori scelti. Al momento però dovrà fare a meno dei giocatori che militano all'estero

14 maggio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
  1. Dusty 8 novembre 2018, 09:37

    Se non è pienamente recuperato allora meglio un altro al suo posto perché in questa partita ci sarà bisogno di giocatori al 100 %.

    • TommyHowlett 8 novembre 2018, 09:52

      Concordo. Un Parisse non al meglio rischia di diventare un peso morto in un ruolo dove la freschezza è tutto.

  2. fracassosandona 8 novembre 2018, 10:00
    • mistral 8 novembre 2018, 11:07

      🙂 🙂 🙂 …senza dimenticare la Settima variante di Zymurgy alla legge di Murphy:
      Quando piove, diluvia…!

    • mistral 8 novembre 2018, 11:08

      …scherzi a parte, auguri a Sergione e che possa riprendere presto il posto che (ancora) gli compete, sia in azzurro che in rosa!

  3. gian 8 novembre 2018, 11:53

    in bocca al lupo a sergio e speriamo sia della partita in piena forma, altrimenti meglio stia fuori, anche perché sappiamo che per indole tende a strafare nella difficoltà e quindi rischierebbe di essere addirittura dannoso.
    io butto la mia
    lovotti
    ghira
    ferrari
    budd
    zanni/biagi (o fuser, tra i due non so proprio)
    polledri
    negry/steyn/meyer
    parisse/steyn
    tebaldi
    allan
    castello
    campagnaro
    bellini
    benvenuti
    palazzani

    traorè
    bigi
    zilocchi
    biagi (fuser)/zanni
    steyn/meyer/tuivaiti
    canna
    speandio
    ??lazzaroni??

  4. LiukMarc 8 novembre 2018, 12:02

    Purtroppo al di là della classe (primo per distanza) è la sicurezza che trasmette che viene a mancare. Incrociamo le dita, ma se recupera, magari anche solo in panchina lo porterei (Ma deve essere minimo al 90% , in effetti ci serve gente in forma, specie davanti).
    Per il resto basta che porti un 6+2 in panchina, che nella partita sia decisiva la mischia non è un segreto, e gente come Meyer e Lazzaroni che esce dalla panchina fa solo che comodo.

    • gian 8 novembre 2018, 12:18

      c’è da dire che di tre quarti e mediani da utilizzare ne ha 11, 1mm+1ma+2ce+2al+1es=7, gliene rimangono 4 di cui 2 centri e 1 apertura, di sicuro, poi o 1 mediano/estremo o 1 ala/estremo, non è che abbia gran opzioni considerando che deve avere da coprire spot 9/10/15 di sicuro, quindi il MA e il rimanente tra il MM e l’ala, considerando che tebaldi può andare 11, allan 12, bellini 13 e benvenuti 12 o 13, l’unico dubbio se vuole avere di giulio in più come 12-13-14

  5. xnebiax 8 novembre 2018, 12:33

    Non deve essere una tragedia se non gioca. Non può esserelo perché l’Italia deve imparare a vincere senza Parisse.

    • ginomonza 8 novembre 2018, 12:44

      Vero, ma questa è una partita troppo importante e nell’emisfero sud fanno il tifo per la georgia.

      • xnebiax 8 novembre 2018, 12:58

        Io comunque questo CT che non richiama McLean, manda a casa l’unica seconda linea moderna (Ruzza), e che lascia Hayward ad infortunarsi a Treviso (una partita che andava giocata senza nazionali, perché la priorità assoluta è la nazionale), e che, mi sembra palese da come i ragazzi sono andati in campo nel secondo test di Chicago e nel primo test col Giappone, non sa motivare i giocatori.
        Ora vediamo se mette Budd e Zanni ad indebolire la mischia contro la mischia più forte del mondo.

        • ermy 8 novembre 2018, 13:39

          Stai sicuro che il geniaccio colpirà ancora!
          E Barbini/McKinley a casa?

        • ginomonza 8 novembre 2018, 13:39

          La mischia più forte del mondo?
          Quante tier 1 hanno incontrato?
          La mischia georgiana è stata messa sotto dai figiani nel tour estivo di quest”anno.

          • geo 8 novembre 2018, 13:46

            L’Italia deve imparare a vincere punto. Su OS concordo con le vostre osservazioni, ma parto dal presupposto che ne capisca e che non sia masochista, per cui sarebbe interessante che gli facessero delle domande un pochino più tecniche, magari potremmo avere delle risposte un po’ più articolate del solito stiamo lavorando. Loro (lo staff) hanno anche numeri a supporto delle decisioni da cui delle derivano delle scelte a noi incomprensibili.

          • gian 8 novembre 2018, 14:10

            però, @geo, con tutta la fiducia, con i suoi numeri e con il fatto che questo mestiere lui ed i suoi lo fanno e noi no, essersi portato per i test match 5 seconde, di cui 3 adattate, e 7 terze, di cui 2 con problemi, che diciamo pure che un paio di ragazzi in meno, a queste condizioni, poteva fare a meno di convocarli, visto anche che facciamo 3 partite in italia e per un’emergenza basta una telefonata e in tre ore il giocatore è a disposizione, che si porta a spasso 4 centri, due aperture e 4 tra ali ed estremo, di cui l’estremo è rotto, e lascia a casa, non parlo neanche di quelli che noi ignoranti da bar consideriamo fenomeni che evidentemente non valgono la maglia azzurra, ma un McKinley che ti fa da terzo 10, ma, soprattutto, vista la situazione, ha giocato più volte 15, con allan 10 e tebaldi 9, tra l’altro, devi spiegarlo agli dei del rugby perché l’hai fatto tornare a casa, perché non è logico, non giusto o sbagliato, solamente incomprensibile

          • xnebiax 8 novembre 2018, 20:26

            Al mondiale la mischia georgiana ha messo in croce gli All Blacks.
            È in tour ci sono andati non a ranghi completi.

          • ginomonza 8 novembre 2018, 20:58

            Nonostante questo presero 43 pappine contro un NZ che giocò malissimo e Dan Carter si beccò un 4 in pagella!

        • gian 8 novembre 2018, 13:52

          la più forte del mondo mi sembra eccessivo, di sicuro è una mischia, almeno nei primi 5, di buon livello davvero, con due prime linee niente male, e sono da prendere con tutte le attenzioni del caso

          • geo 8 novembre 2018, 15:00

            Gian, ma io sono d’accordo con te e come scrivi tu “è incomprensibile”. Baterebbe quindi chiedere. A quel punto si potrebbe non essere d’accordo ma almeno conosceremmo la sua logica.

  6. And 8 novembre 2018, 14:06

    Grazie Sergio ma ora ritirati dal Test Rugby. Polledri Barbini e Negri la mia seconda linea. Ai chili inutili e placcaggi mancati di Steyn preferisco le skills di Barbini!

  7. And 8 novembre 2018, 14:10

    Terza linea intendevo

Lascia un commento