Italia, parola a Castello: “Più della tecnica, conta la mentalità”

Dopo il primo allenamento a Firenze in vista della Georgia hanno parlato il centro delle Zebre e Marco Fuser

COMMENTI DEI LETTORI
  1. cassinet 7 Novembre 2018, 11:26

    “e poi penso che giovedì, quando tutti i giocatori saranno a disposizione, faremo qualcosa di più intenso.”

    sono senza parole.

    • And 7 Novembre 2018, 14:55

      calma, vuoi che si spompino in allenamento? Certo la preparazione alla partita nn convince del tutto, anche se avendo solo 2 franchigie i giocatori dovrebbero conoscersi già abbastanza.

  2. bangkok 7 Novembre 2018, 11:55

    La Federazione è veramente da applausi, da standing ovation!!
    Nessuno, neanche con il massimo impegno, sarebbe riuscito a preparare peggio di così l’avvicinamento alla partita dell’anno!!
    Manica di incompetenti!!! ( e sono gentile)
    21 ore di viaggio???!!!
    Da giovedì primo allenamento a ranghi completi???
    Non ho voglia di essere bannato, anzi, se scrivessi versamento tutto ciò che penso di quella “Corte dei Miracoli” che gestisce il nostro movimento sarei sicuramente da denuncia.

    • geo 7 Novembre 2018, 12:08

      Probabilmente le 21 ore sono perché hanno fatto scalo a NY una notte. Non credo abbiano viaggiato su un carro bestiame.

    • try 7 Novembre 2018, 12:23

      ma cosa stai dicendo bangkok!!
      vuoi togliergli un’ottima scusante in caso di debacle?

    • aries 7 Novembre 2018, 14:40

      Comunque, non sono normali…
      Per curiosità mi sono messo a cercare, il peggior volo che ho trovato: due scali 20h complessive, ma ce ne sono tanti, sia Milano che Roma che vanno dalle 13h alle 17h…
      Avranno viaggiato Georgia airways?

    • And 7 Novembre 2018, 15:00

      @bangkok

      la FIR andrebbe affidata a manager di background non rugbistico che magari avrebbero piu’ buon senso ed importerebbero un know-how vincente da altri sport di cui si sono occupati. Qua sembra di avere a che fare con dilettanti allo sbaraglio. Si sapeva che la trasferta di Chicago era assurda.

  3. mamo 7 Novembre 2018, 12:22

    A parte le ore di viaggio o il giorno in cui tutti saranno presenti, ha ragione Castello quando dice che il 50% della prestazione è frutto della mentalità, forse anche di più.
    Proprio per questo sono convinto che contro la Georgia la concentrazione e la cattiveria dei nostri sarà tale da non lasciar scampo a quegli avversari che da anni ci tartassano i marxxxi sostenendo che siamo degli “impostori”.
    Concentrazione, convinzione e lucida perfidia. Non vedo l’ora.

    • tony 7 Novembre 2018, 12:42

      @mamo concordo con Castello e con Te , con la giusta concentrazione e mentalità avremmo preso un trentello anzichè un cinquantello, ne parlavo con ex giocatori scandalizzati come me dalla prestazione negativa a livello individuale , si è visto di tutto: giocatori che anzichè fissare e esplodere aspettano fermi, addirittura anzichè avanzare fanno un passo indietro, altri anzichè andare al placcaggio allungano la manina, altri che non sanno utizzare gli spazi per difendere……. e non continuo….. parole sante: gli si fa rivedere quanto fatto e se ripetuto non rivedono più la nazionale , e devono guardarsi allo specchio e chiedersi : ho fatto quanto dovuto per essere in nazionale.

      • narodnik 7 Novembre 2018, 15:28

        Purtroppo non si possono permettere di escludere nessuno non ci sono alternative.si continua a nazionalizzare stranieri e sono stupito che non ha ancora convocato Sisi.

  4. Jager 7 Novembre 2018, 12:39

    Ho l’ impressione che tutti ( tifosi , federazione e giocatori ) prendano la sfida con la Georgia come una partita come le altre .

    • fabrio13H 7 Novembre 2018, 22:36

      … e tutto sommato trovo che la cosa non sarebbe neppure negativa.

  5. Totalmente incompetente 7 Novembre 2018, 13:00

    Brutto, bruttissimo presentimento…
    Spero di sbagliarmi, ovviamente!
    Comunque non credo che, non dico una vittoria a Chicago (impossibile essere a livello delle irlandesi di questi tempi), ma semplicemente una figura migliore sarebbe stata di buon auspicio per questa prossima benedetta partita contro la Georgia: storicamente, se facciamo una partita decente, quella dopo la buchiamo alla grande

  6. Mr Ian 7 Novembre 2018, 13:54

    si vincerà a mani basse ma senza punteggi stratosferici. In molti si gonfieranno il petto ma poi andranno a cambiarsi le mutande. Sarà una grande vittoria, ma febbraio è dietro l angolo e lì non ci sarà una Georgia ad aspettarci

    • ermy 7 Novembre 2018, 14:12

      Il loro pack è una selezione del Top14! Se vinciamo a mani basse, imponendoci fisicamente, niente da dire, saremo stati bravi!
      Purtroppo la vedo un pelino più difficile… ?

      • narodnik 7 Novembre 2018, 15:48

        Se ripropone un piano di gioco a calciare a ripetizione potrebbero vincere senza problemi,dalle mischie e dalle touche penso faranno uscire subito la palla,mi aspetto un’italia che li rimanda infinite volte nella loro metà campo con difesa alta.

    • Il Bonzo Tama 7 Novembre 2018, 14:30

      la penso anche io così, speriamo di avere ragione 🙂

  7. And 7 Novembre 2018, 15:03

    l’intevista di Castello denota un pò di autocritica che non fa male. Anche se io credo che piu’ che la mentalità potè la carenza di skills.

  8. spike 7 Novembre 2018, 15:30

    aò speriamo che non sarà come il maracanazo in brasile nel 50…..

  9. Airone valle Olona 7 Novembre 2018, 15:54

    La mia speranza è in una vittoria larga.
    Io credo che si vinca ma non largo quanto spero, temo che a tratti la suderemo.
    Nel complesso dovremmo essere più forti.
    Detto tutto questo se dovessimo perdere viene giù il mondo (giustamente) altro che storie!

    • narodnik 7 Novembre 2018, 16:08

      L’ultima vittoria decisamente ampia che ricordo io è stata ai mondiali contro la Russia nel 2011,se giocano il secondo tempo col doppio vantaggio è già ottimo così,per me se disinnescano le maul vinceranno sicuro.non mi aspetto 7 mete italiane ma almeno il doppio vantaggio e ultimi 20 minuti tranquilli si.

  10. QUEO MAGRO 7 Novembre 2018, 16:22

    Se sabato si dovesse uscire dal campo con una sconfitta o con una vittoria di uno o due punti allora mi prenderò una pausa biennale dal rugby, tranne quello giocato…ma tant’è! Secondo me comunque COS sa che si sta giocando la faccia come Partisse sa che questa partita va vinta bene. Poi dire che non si tratta di una partita importante serve per non dare troppo filo alla Georgia. Speremo ben!

  11. gian 7 Novembre 2018, 16:33

    è una partita che su 10 modi in cui può finire, in 8 ci facciamo la figura dei peracottai;
    non siamo mai stati in grado di rifilare un trentello a nessuno, negli ultimi anni, a proposito di testa e di tutto quello che ci va dietro, ancor prima di problemi tecnico/tattici, e se sabato arriviamo agli ultimi 10 min avanti di 15/20 punti, ce ne facessero anche due a babbo morto, avendo fatto appena appena il nostro, sarebbe un gran passo avanti.
    loro sono battibilissimi, basta tenere palla e farli correre, impedendogli di imporre il loro game plan che sarà, presumibilmente, a trazione anteriore, attaccando il loro punto debole, la linea arretrata, e facendo sudare la mischia, magari minandogli le certezze anche su quello chiudendogli un paio di drive e sbattendogli in faccia, appena possibile, la stessa moneta e qualche pick and go erosivo sull’asse, sfruttando le occasioni, togliendoli subito dalla scia nel punteggio così che forzino le situazioni ed aspettando i loro errori.
    lasciare a loro l’iniziativa potrebbe essere molto deleterio, non tanto perché possano essere in grado di vincere se noi ci esprimiamo al nostro livello, ma perché lasciandoli attaccati alla partita, uno dei famosi momenti nodali, tanto amati da COS, potrebbe girare a loro favore e lì la differenza di solidità mentale, in cui noi pecchiamo un pochino, potrebbe veramente spalancare il baratro o portare la partita ad un finale in volata che, anche avendo ragione noi, ci bollerebbe da squadra di seconda fascia e sarebbe una vittoria politica loro.
    io ho tanta ansia e temo una brutta gatta da pelare, più per la testa che per altro, mi auguro di sbagliarmi di molto e vedere un’italia che tiene ritmi da primo tempo con il giappone per 80 min e una georgia che, come dovrebbe essere, arranca per 50/60 minuti senza essere veramente pericolosa, per poi schiantarsi nell’ultimo quarto, ma temo più una nostra buona partenza, con successivo rilassamento ad inizio secondo tempo, grande recupero loro e finale con 7/10 punti di scarto con una meta o un paio di calci nostri sul finale a salvare tutto

  12. Airone valle Olona 7 Novembre 2018, 18:48
    • bangkok 7 Novembre 2018, 20:02

      Abbiamo xxx xxxxxxx xx………….!!
      Addirittura permettiamo loro la diretta col loro popolo a Tiblisi x cantare il loro inno nazionale.
      Li facciamo sentire a casa loro e permettiamo che i loro giocatori si scarichino ascoltando il supporto della loro nazione.
      Che xxxxx xxx…………..!!!!

      • Redazione 7 Novembre 2018, 20:13

        @bangkok anche mettendo i puntini si capiva perfettamente. Non seguiranno altri avvisi: moderi i toni se vuole continuare a commentare su OnRugby.

      • narodnik 7 Novembre 2018, 20:37

        mah condivido,scelta barbina consentirglielo,l inno si canta allo stadio mai vista una roba del genere,la fir sta facendo il possibile fuori dal campo per ostacolare la vittoria azzurra,trasferta in usa in primis.ora rispetto alle parole di parisse mi viene da pensare che si’,e’ probabile che saranno piu’ motivati degli italiani.

    • aries 7 Novembre 2018, 20:43

      È uno scherzo vero?

    • Jager 7 Novembre 2018, 21:08

      Questa poi mi mancava ! Non ho parole ! Il politicamente corretto è il buonismo ci stannno inchiodado la bara .

  13. Jager 7 Novembre 2018, 21:03

    Secondo me ce troppa convinzione che sabato si vince facile . Spero di essere smentito , ma la vittoria non è così scontata per diversi motivi : primo causa infortuni non si può schierare la formazione migliore possibile , secondo perché quando dobbiamo imporre gioco a un avversario siulla carta alla portata ( o addiritta più debole ) spessissimo andiamo in crisi , ultimo c’è troppa convinzione ( forse addirittura superbia ) di aver già vinto . Dal mio punto di vista , e credo anche di chi reclama da anni il nostro “scalpo” , una vittoria non convincente come differenziale di punteggio non sarà sufficiente per allontanare gli spettri e i dubbi che ormai ci inseguono da tempo , non oso pensare agli scenari che si aprirebbero con una sconfitta …. Non prendiamoci troppo in giro : una vittoria con 7-10 punti di scarto non sarebbe una vittoria convincente . È in grado l’ Italia di rifilare 15-20 punti alla Georgia ? Non lo so , francamente visto il momento penso di no .Come ho già detto spero di essere smentito da una vittoria convincente della nazionale e stop alle voci una volta per tutte ( o almeno per un po’ ) . Forza Azzurri ! P.S. Una nazione che si riempe la bocca da anni dicendo di essere una tier1 , e che il nostro “posto” nel 6n è legittimo e in discutibile , be sarebbe il caso che sabato lo dimostrasse rifilando appunto 20 punti di scarto ai caucasici , fatti a 1000 parole a 0 .

    • fabrio13H 7 Novembre 2018, 22:48

      Comunque hai nominato tre ottimi fattori da scrivere nel libretto delle giustificazioni in caso di sconfitta 😉

      • Jager 8 Novembre 2018, 10:42

        In caso di sconfitta è meglio che nessuno parli ???

  14. Camoto 7 Novembre 2018, 23:44

    Forse siamo noi a farla troppo ricca si suspence. Qui vedo più un mestiere politico. Bilancia commerciale in attivo per noi, sebbene non ernorme come bacino e TAP che passa al confine Georgia/Turchia per aggirare la Russia (in realtà parte già in Grecia ma collegandosi al TANAP)
    Tecnicamente penso si vinca bene, loro sono da due anni in fase discendente e hanno fuori un po’ do persone, 6/7 non tutti titolari, qualcuno ha fatto i conti e ha lasciato vivergli il loro momento.
    Ps
    Tutto, secondo me, forse mi sbaglio.
    Pps
    La cosa preoccupante sul serio è che con la squadra B c’era COS in USA, cioè i probabili titolari si sono allenati semza il capo allenatore??

Lascia un commento

item-thumbnail

Kieran Crowley e lo staff della Nazionale ospiti del Colorno

Dopo due società emiliane, lo stato maggiore del rugby azzurro è passato da Colorno per lavorare assieme allo staff tecnico biancorosso

16 Settembre 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: Le partite dell’Italia andranno in diretta in chiaro

Una bella notizia per tutti gli appassionati, resta solo da capire quale sarà la rete che le trasmetterà

30 Agosto 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia verso l’autunno: chi a 10 se si gioca il 30 ottobre?

Paolo Garbisi e Tommaso Allan non ci saranno se si giocherà fuori dalla finestra internazionale

20 Agosto 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Ange Capuozzo a OnRugby: «Ho due sogni: la nazionale e il Top14»

L'estremo italo-francese si racconta a OnRugby, tra il sogno della nazionale azzurra e l'obiettivo della promozione in Top14.

3 Agosto 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italrugby: gli Azzurri restano senza sponsor di maglia

Il main sponsor della nazionale esercitando il diritto di recesso ha scelto di non rinnovare il contratto con FIR

22 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Paolo Garbisi è nella lista dei 4 giovani mediani d’apertura più interessanti a livello mondiale

L'azzurro è in un sondaggio indotto da World Rugby assieme ad altri tre prospetti di altissimo livello

20 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale