Akira e Rieko Ioane rinnovano il contratto con la Federazione neozelandese

Due conferme importanti per la NZRU. L’ala resterà in Nuova Zelanda almeno fino al 2022

rieko ioane all blacks

ph. Reuters

I fratelli Akira e Rieko Ioane hanno rinnovato il proprio contratto con i Blues e la Federazione neozelandese (NZRU), che si assicura così i due giocatori ancora per lungo tempo.

Rieko, il più giovane dei due, ha prolungato l’accordo fino al 2022: classe 1997, in 18 presenze ha marcato fin qui 18 mete, vincendo il premio di giocatore rivelazione dell’anno nel 2017. Akira, classe 1995 che non ha mai esordito con gli All Blacks ufficialmente e ha rappresentato la nazionale solo con i Maori e il Sevens, ha rinnovato invece fino al 2021.

“Mi sento incredibilmente privilegiato ad avere un’opportunità di giocare a rugby per altri quattro anni – ha detto Rieko – Voglio fare il mio meglio per la maglia nera e voglio sfruttare la possibilità di giocare la Coppa del Mondo in futuro”.

“È importante per me restare a Auckland e ai Blues – ha detto Akira – È la mia casa, voglio aiutare la squadra e la città ad avere successo. Voglio continuare a giocare il mio rugby migliore e provare a tornare negli All Blacks. Sarà speciale condividere ancora i prossimi anni con mio fratello”:

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby Championship, All Blacks: la formazione che sfida l’Argentina al debutto

Sevu Reece debutta da titolare, con altri quattro uncapped in panchina. Rientra Ben Smith, Sam Cane sarà il capitano

18 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: il primo Sudafrica del 2019

Due esordienti (Elstadt e Herschel Jantjies) dal primo minuto, con diversi big a riposo

17 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Ci può essere un nuovo Nehe Milner-Skudder?

Ovvero: un giocatore senza presenze in nazionale può diventare improvvisamente il titolare da qui alla Rugby World Cup in Giappone?

17 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: Aphiwe Dyantyi fuori per l’esordio del Sudafrica

L'ala salterà la sfida contro l'Australia per un infortunio rimediato in allenamento

16 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: i 30 convocati dell’Argentina per la sfida agli All Blacks

Il capitano sarà Creevy, escluso Juan Imhoff. Nel gruppo c'è anche un uncapped

16 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Verso il Rugby Championship 2019

Il punto della situazione dai 4 camp impegnati nella preparazione del torneo

14 luglio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
  1. And 21 settembre 2018, 15:04

    La NZRU che non si strappa i capelli di solito ha giudicato imprescindibile l’apporto di Rieko Ioane, che è l’erede di Rokocoko e Savea (o Sivivatu). Appena dopo i 25 anni questi finisher perdono velocità e la NZRU se ne disfa, e ci sarà un altro Ioane.

  2. And 21 settembre 2018, 15:07

    Tipico degli isolani, maturano prima dei bianchi e hanno il loro culmine a 20-23 anni

Lascia un commento