La Coppa del Mondo diventerà presto a 24 squadre, secondo il CEO di World Rugby

Brett Gosper ha detto che “si tratta di definire quando, non se”. Il passaggio potrebbe avvenire per il torneo del 2027

rwc rugby world cup webb ellis

ph. Sebastiano Pessina

World Rugby, il massimo organo di governo internazionale ovale, non ha mai nascosto le ambizioni di espandere il più possibile il suo sport oltre i tradizionali confini conosciuti in tutto il mondo, sia cercando di semplificarne le regole – non sempre con grande successo – sia incoraggiando e finanziando per esempio la formazione di nuovi tornei professionistici.

Il prossimo obiettivo, però, è decisamente più ambizioso: modificare la struttura del suo prodotto di punta, la Coppa del Mondo, e aumentare il numero di squadre dalle 20 attuali a 24. “Ragioniamo sempre in termini espansionistici, non riduttivi. Si tratta di definire ‘quando’, non ‘se'” – ha dichiarato di recente Brett Gosper, amministratore delegato di World Rugby che non lascia grande spazio alle interpretazioni: in futuro, ai Mondiali andranno quattro nazionali in più. Bisogna solo capire il momento giusto per operare la riforma.

Come scrivono diversi media britannici, non è da escludere che la prossima Coppa del Mondo in Giappone possa essere l’ultima con l’attuale format a 20 squadre, introdotto nel 1999 dopo le prime due edizioni a 16. Già per il Mondiale francese del 2023 potrebbe essere trovata una soluzione in questo senso, anche se il Guardian precisa come l’allargamento sembri più probabile nel 2027.

“Vogliamo essere sicuri che le squadre siano abbastanza competitive per passare ad un torneo con 24 nazionali – ha continuato Gosper – Per far crescere lo sport, è necessario catturare l’interesse di nuovi fan e di nuovi mercati, ma bisogna essere sicuri di avere la giusta competitività”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: gli highlights di All Blacks-Sudafrica

I migliori momenti della sfida di Yokohama

21 Settembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Irlanda e Scozia, fondamentale mettere la testa avanti

Scontro fra le big del girone A, chi perde se la dovrà vedere con i padroni di casa per il passaggio del turno

21 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Francia: Wesley Fofana fuori dalla Rugby World Cup

L'infortunio rimediato in Francia-Italia nel premondiale mette fuori il centro, sostituito da un esordiente

21 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Azzurri a caccia dei cinque punti con la Namibia

Italia all'esordio mondiale contro la Namibia alle 7:15 del mattino a Higashiosaka, diretta televisiva su Rai2

21 Settembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup: le formazioni di Galles-Georgia

Si gioca lunedì l'ultimo incontro della prima giornata: Gatland non vuole scherzi, subito dentro i migliori

21 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: gli highlights di Francia-Argentina

I momenti cruciali del fondamentale successo transalpino, valevole per il girone C

21 Settembre 2019 Foto e video
  1. mic.vit 11 Settembre 2018, 11:33

    facendo entrare qualche altra nazionale materasso che se ne affronta una di prima fascia rimedia 150 punti di scarto?
    far crescere il movimento? WR lo sta facendo bene!!!!

  2. Fabruz 11 Settembre 2018, 13:44

    Sono d’accordo. Purché si mantenga la struttura a 4 gironi (da 6 anziché 5). Se invece facessero 6 gironi da 4 pescando i migliori piazzati, allora sarebbe una porcheria

    • Antani 11 Settembre 2018, 23:24

      Così il torneo diventa troppo lungo… Nemmeno nel mondiale di calcio si sognano di superare le 4 squadre x girone, anzi… Le diminuiranno a 3. Un idea potrebbe essere 6 gironi da 4 con le migliori 4 prime direttamente ai quarti e le 2 peggiori prime e tutte le seconde nel barrage per passare ai quarti. Oppure se preferite 8 gironi da 3…

  3. cassinet 11 Settembre 2018, 14:25

    Già la coppa del mondo è un tour de force con spesso match molto ravvicinati l’uno dall’altro, peggioriamo ancora la situazione per qualche dollaro in più

  4. tobat7 11 Settembre 2018, 20:59

    giochino:
    ho preso le prime 24 squadre del ranking odierno è le ho divise, secondo la posizione, in 6 fasce per ottenere 4 gruppi (con accorpamenti a caso). ipotizzando che così fossero le classifiche finali potrebbero passare le prime 2 di ogni girone e partire dai quarti come è ora. ci sarebbe una partita in più per tutti.
    Se facessero passare le prime 4 (!), si potrebbero fare gli ottavi di finale, chi arriva ai quarti avrebbe 2 partite in più rispetto ad ora. Forse con una durata più lunga, rose da 50 giocatori e più di 8 cambi…
    gli incroci agli ottavi non sarebbero indegni, tutto sommato.

    poule A
    IRELAND
    SCOTLAND
    ARGENTINA
    SAMOA
    URUGUAY
    PORTUGAL

    poule B
    NEW ZEALAND
    SOUTH AFRICA
    JAPAN
    ITALY
    ROMANIA
    CANADA

    poule C
    ENGLAND
    FRANCE
    TONGA
    GEORGIA
    RUSSIA
    HONG KONG

    poule D
    WALES
    AUSTRALIA
    FIJI
    USA
    SPAIN
    NAMIBIA

    • Maggicopinti 12 Settembre 2018, 12:00

      Pensa che belle partite vengono fuori: Inghilterra-Honk Kong finirà con più o meno di 100 punti per gli inglesi?

Lascia un commento