Rovigo Rugby Festival: i convocati dell’Italia per il torneo di seven

Andy Vilk opera qualche cambio rispetto alla tappa del Grand Prix di Mosca. Definiti anche i tre gironi

andy vilk italia seven

ph. Roberto Bregani

Andy Vilk, CT dell’Italseven, ha annunciato una lista di 12 convocati per il Rovigo 7s, torneo internazionale inserito all’interno del Rovigo Rugby Festival in programma il 2 e il 3 giugno. Dopo l’ottimo terzo posto conquistato nella prima tappa delle Grand Prix Series a Mosca, l’inglese mischia un po’ le carte e opera diversi cambi nella rosa della Nazionale, in cui non figurano per esempio James Ambrosini, Gianmarco Vian e Diego Antl. Ci sarà invece Simone Rossi, convocato inizialmente per la nazionale Emergenti ma poi escluso dalla squadra in tour in Uruguay.

– Leggi anche: il Rovigo Rugby Festival prova ad entrare nel Guinness dei primati

L’Italia è stata sorteggiata nel Girone B con una delle selezioni dei Dogi e i 7s Hills, club ad inviti con sede a Roma. Saranno 36 le squadre coinvolte considerando anche le Under 14, 16 e 18, per un totale di 430 giocatori. Di seguito la composizione dei gironi:

Pool A – Svezia, Benetton, Sevens Seas
Pool B – Italia, Dogi 1, 7s Hills
Pool C: Spagna, Rovigo, Dogi 2
Pool D: Inghilterra, 7 Sirs, Cavaliers

I convocati dell’Italia

Nicolò ALBANO (Rugby Parabiago)
Gabriele BRONZINI (Rugby Colorno)
Lorenzo Maria BRUNO (Sitav Rugby Lyons)
Mattia D’ANNA (Mogliano Rugby)
Matteo FALSAPERLA (Lafert San Donà)
Gianluca Alessio GUARDIANO (S.S. Lazio Rugby 1927)
Filippe Sebastiano LOMBARDO (S.S. Lazio Rugby 1927)
Alessio LOZZI (Cus Torino)
Richard PALETTA (Conad Reggio)
Andrea PRATICHETTI (Lafert San Donà) 3 caps
Simone ROSSI (Petrarca Padova)
Jacopo SALVETTI (Petrarca Padova)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Grand Prix Series: tre sconfitte e ottavo posto per l’Italseven

A Mosca gli azzurri chiudono il torneo senza vittorie e con il ko nei supplementari contro il Portogallo. Trionfa la Francia

23 giugno 2019 Rugby Azzurro / Rugby Seven
item-thumbnail

Grand Prix Series: Italseven ai quarti di finale a Mosca

Una vittoria e due sconfitte nel girone per gli azzurri, che giocheranno anche al torneo di qualificazione olimpica il 13 e 14 luglio

22 giugno 2019 Rugby Azzurro / Rugby Seven
item-thumbnail

Italia Sevens, i convocati per il Grand Prix di Mosca

Andy Vilk ha chiamato a raccolta 12 atleti per la prima tappa delle Grand Prix Series di scena in Russia

19 giugno 2019 Rugby Azzurro / Rugby Seven
item-thumbnail

Italseven Femminile: le convocate per la prima tappa del Women 7s Grand Prix Series

Inizia da qui il possibile percorso di qualificazione verso le Olimpiadi del 2020

13 giugno 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italseven: i convocati per il raduno di Napoli

Andy Vilk ha scelto 16 giocatori in vista del Grand Prix Seven Series di Mosca

11 giugno 2019 Rugby Azzurro / Rugby Seven
item-thumbnail

Italseven: i convocati di Andy Vilk per il torneo di Algarve

Scelti i dodici elementi che voleranno in Portogallo per la competizione del weekend

5 giugno 2019 Rugby Azzurro / Rugby Seven
  1. Obelix-it 1 giugno 2018, 12:29

    Mi sfugge qualcosa.. i Dogi hanno 2 squadre, ma hanno convocato solo 18 giocatori !?!?!

  2. umberto 1 giugno 2018, 14:22

    Ci sarà san the rugby channel in streaming?

  3. xnebiax 1 giugno 2018, 14:59

    Ci sono dei giocatori che sembrano contesi tra Emergenti e 7s, ma ok.
    Antl penso sia infortunato, Ambrosini non penso.
    Gabriele Bronzini è parente di Giorgio e Andrea?

  4. gian 1 giugno 2018, 16:09

    sarei curioso di conoscere le formazioni dei dogi

      • gian 1 giugno 2018, 21:55
      • gian 1 giugno 2018, 22:01

        tutti ragazzi di basso profilo e tanti giovani, vedremo

        • Obelix-it 1 giugno 2018, 22:22

          Solo 18 per due squadre, mi sembrano pochi. O si son dimenticati qualcuno in lista, o hanno qualche altro nome fuori.
          Comunque, bene per i giovani, e’ positivovederli giocare ad alti livelli, e rivaluta il discorso Dogi IMHO…

          • gian 2 giugno 2018, 00:19

            assolutamente, unica nota, per dare un po’ più di significato avrebbero dovuto/potuto esserci più “eccellenti”, magari una competitiva come dogi 1 e una più giovane e territoriale come dogi 2, ma vedremo (è anche vero che i migliori del petrarca sono tra emergenti e nazionale 7’s, idem mogliano e san donà, rovigo in casa si fa, comprensibilmente, la sua, quindi non è che gliene rimarrebbero tanti disponibili. (poi io i dogi come selezione ad invito di eccellenza e serie A per giocare qualche partita contro franchigie e nazionali varie ed eventuali, come incontri di preparazione, tipo tour pre campionato e pre finestra internazionale, la proverei a fare, ci sarebbe da divertirsi)

Lascia un commento