Rugby Europe Championship: suicidio Spagna in Belgio, Georgia campione

Gli iberici si sciolgono sul più bello (e a fine partita inseguono l’arbitro). Ai Mondiali va la Romania

COMMENTI DEI LETTORI
  1. mic.vit 18 Marzo 2018, 18:46

    che schifo…mai vista una scena del genere in 18 anni che seguo il rugby…spero che quei soggetti che hanno inseguito l’arbitro vengano radiati
    riflessione…siamo sicuri che un allargamento veloce e poco naturale a nuove nazioni sia la cosa più giusta per questo sport?

    • fabrio13H 18 Marzo 2018, 19:01

      …adesso non usciamo dal seminato. Non mi risulta che vi siano stati altri episodi di questo tipo in gare di livelli europei inferiori al 6 Nazioni, anzi, ho dato un’occhiata a qualche immagine di partite tra Nazioni che hanno avuto non pochi problemi politici tra loro , come Russia e Georgia e sembrava regnare un buon clima . Ritengo invece vi sia del vero se si intende che i progressi dei movimenti rugbystici nazionali sia bene che si conquistino con il lavoro ma questo riguarda molto anche noi (e la Spagna, “per rimanere in argomento) con il discorso dei giocatori non formati in loco, al quale non sono pregiudizialmente contrario se fatto cum grano salis e non mettendo in campo, come farebbero diversi, stando a ciò che dicono, 15 o 23 giocatori di formazione non italiana ( o non spagnola, o… o … o….)
      Ogni movimento deve arrivare a competere a seconda del livello che ha maturato nel suo insieme, discorso di cui puo’ far parte anche QUALCHE rinforzo di altra formazione.

      • mic.vit 18 Marzo 2018, 23:10

        quello che hai riferito nella seconda parte del commento è l’assoluta mancanza di cultura rugbystica…che è poi quello che si denota anche nel folle fine partita dei giocatori spagnoli…

        • Meridion 19 Marzo 2018, 16:28

          mancanza di cultura rugbystica?? beh i nazionali spagnoli son quasi tutti francesi(esclusi 5-6 credo)….quindi mi sa di no

          • mic.vit 19 Marzo 2018, 16:49

            appunto…se formi i 3/4 dei tuoi giocatori in un altro Paese dov’è la cultura rugbystica nel tuo? cultura intesa in senso antropologico ovviamente…
            sono un mal riuscito esperimento in provetta…e questi sono gli effetti collaterali…

  2. fabrio13H 18 Marzo 2018, 18:49

    Inqualificabile il comportamento degli spagnoli alla fine e che, per altro, avrebbero dovuto essere in grado di vincere la partita contro qualsiasi arbitro vista la scarsità dei risultati ottenuti dal Belgio. Pochissimo professionali anche le sfere dirigenziali del nostro amato rugby che vanno a nominare, per una partita così importante, un arbitro della stessa nazionalità dell’altra squadra in corsa per la RWC.
    Era abituale nei test match dell’epoca amatoriale ma che, appunto, tale era e, soprattutto, a quell’epoca c’era una mentalità per cui spesso l’arbitro favoriva casomai un pochino gli “altri” per non venir considerato di parte. Farlo ora è da inchiesta su chi l’ha nominato o, se la cosa finora è stata considerata normale, c’è da cambiare immediatamente linea nella scelta dei giudici di gara.

  3. mauro 18 Marzo 2018, 18:49

    Vedi che è meglio far vestire di nero gli arbitri, evita imbarazzanti visioni alla fine di certe partite.
    Vedrai che adesso la WR invierà una lettera di scuse… 😉

  4. franzele 18 Marzo 2018, 18:53

    Forse è il caso di ripassare un po’ più avanti, certe robe non si possono vedere

  5. maxsavo 18 Marzo 2018, 19:02

    si parla di 24 punizioni a 4 concesse dall’arbitro al Belgio. Se veramente ha condotto la gara per far vincere il Belgio intenzionalmente allora è un caso di corruzione è necessario radiarlo per sempre e ripetere la partita. E’ dura perché il presidente della federazione Rce guarda caso è della Romania che così si è qualificata!

  6. Giambo 18 Marzo 2018, 19:14

    Gli spagnoli non avrebbero dovuto reagire in quel modo, ma il comportamento della federazione è stato vergognoso, favorendo in modo scandaloso la Romania. In quale altro modo possiamo giudicare ciò che è successo? Un arbitro rumeno che, CASUALMENTE, assegna 20 punizioni in più a favore del Belgio, con il quale quest’ultimo si porta a casa la partita a suon di piazzati? E, sempre CASUALMENTE, il presidente della RCE è un rumeno che probabilmente non vedeva l’ora di vedere la propria nazionale fuori dai mondiali, vero? Se vogliamo che il rugby si allarghi forse dovremmo prima smetterla con queste decisioni volte sempre a mantenere lo status quo, in barba a sportività e risultati sul campo. Basta vedere noi italiani nel Pro14, dove siamo danneggiati da anni in favore delle federazioni celtiche con arbitraggi al limite della vergogna.

    • Il Bonzo Tama 18 Marzo 2018, 21:41

      io credo che queste dichiarazioni non so possano fare senza guardare la partita e le decisioni arbitrali

      • Giambo 18 Marzo 2018, 22:19

        Vero, non ho visto la partita. Ma se leggi le statistiche della gara noti subito delle cose, per così dire, strane. Davvero la Spagna ha commesso 20 infrazioni in più del Belgio? Come è possibile, se nelle gare precedenti, gli spagnoli avevano una media di falli molto inferiore? Che abbiano tutti perso la testa, facendo placcaggi al collo, entrare in ruck laterali, e fuorigioco come se non piovesse? Può essere, ma la statistica fa quanto meno pensare male. Se a questo aggiungi nazionalità dell’arbitro… beh, direi che a quel punto pensare male è quasi normale…

        • Maggicopinti 19 Marzo 2018, 15:28

          dimenticavo un placcaggio al collo assassino non visto, di quelli belli che durano qualche secondo

      • Maggicopinti 19 Marzo 2018, 15:27

        Mah, io l’ho vista ed è francamente una vergogna. Tra arate in mischie non fischiate, vantaggi lasciati al Belgio per 4 minuti e 40 metri di campo, giallo/rosso non dato per una botta data lontana dall’azione (e il telecronista spagnolo che dice “un calcio di punizione per la spagna. Una novità”), giocatori non placcati che si rialzano e contro cui si fischia fallo, gente che gioca la palla da terra non una, ma quattro volte (!)…insomma, cose simpatiche

  7. Jager 18 Marzo 2018, 19:36

    Non ho visto la partita , ma qualche dubbio mi viene . Gli spagnoli hanno sicuramente sbagliato , però un inchiesta approfondita sull’ operato dell’ arbitro credo che sia doverosa , WR dovrebbe far sentire il propio peso se , e ripeto se , ci trovassimo di fronte a qualcosa di premeditato ne verrebbe danneggiata tutta l’ immagine che il Rugby vuole dare di se .

    • Maggicopinti 19 Marzo 2018, 15:32

      28 falli a 8 non si vede manco nelle partite scapoli ammogliati. Giusto adesso stavo riguardando e ne trovi di sempre nuove, c’era pure un bel placcaggio in ritardo di spalla al 10 spagnolo, di quelli da giallo, nemmeno fischiato.

  8. lexv 18 Marzo 2018, 19:55

    Complimenti a rugby europe che ha designato un arbitro romeno per la partita! Indovinate quale nazionale ha tratto beneficio dalla sconfitta spagnola?

  9. lexv 18 Marzo 2018, 19:57

    Ops. Vedo solo ora che già era cosa dibattuta.

  10. Gremo 18 Marzo 2018, 20:10

    La federazione spagnola presenterà un esposto a Rugby Europe e World Rugby e francamente hanno tutte le ragioni del caso. Detto ciò, quanto successo dopo il fischio finale è vergognoso, spero ci saranno sanzioni esemplari.

    • Jager 18 Marzo 2018, 21:33

      Le sanzioni dovranno essere esemplari se verrà dimostrata la buona fede dell’ arbitro , in caso contrario credo che una sanzione ci debba essere , ma secondo me con delle attenuanti . Le aggressioni agli arbitri vanno punite severamente ( fino alla radiazione se è il caso ) , ma se configurasse una truffa ai danni della Spagna la cosa andrebbe valutata in maniera diversa .

      • Gremo 18 Marzo 2018, 21:47

        Credo che la faccenda sia troppo grossa perché la Spagna ne esca senza alcun tipo di sanzioni disciplinari, ma è proprio questo che obbligherà RugbyEurope a prendere una posizione chiara sull’arbitraggio. Non possono usare due pesi e due misure e la Spagna rimane nonostante tutto la parte lesa. Detto ciò non so niente delle dinamiche politiche all’interno di RugbyEurope, vedremo…

    • Giambo 18 Marzo 2018, 22:39

      I giocatori spagnoli che hanno aggredito l’arbitro dovranno sicuramente essere sanzionati, poiché altrimenti si rischierebbe di cadere in un lassismo sui cattivi comportamenti che avvicinerebbe pericolosamente il rugby al calcio. Tuttavia, mi dispiace dirlo, ma in questo caso c’è stato un conflitto di interessi grande quanto una casa, ed a farne le spese è stata la Spagna. Non è la prima volta che gli arbitri vengono selezionati ed operano per mantenere lo status quo, e se World Rugby non pone un freno a questo andazzo, la credibilità del rugby cadrà in brevissimo tempo, poiché diventerà palese che il tanto sbandierato allargamento, nei fatti, non lo vuole nessuno delle federazioni storiche.

  11. Osezno 18 Marzo 2018, 21:24
  12. romeo 18 Marzo 2018, 22:29

    … la Spagna verrà punita per il tentativo di aggressione, ma è la prima volta in vita mia, nonostante sia un ex giocatore old-old-old, che non ho capito l’arbitraggio. O era ubriaco, o peggio.. Di solito gli arbitri di rugby in questi casi di possibili sospetti, sono ipercorretti. Questo pareva che guardasse solo eventuali falli della Spagna o possibili falli. Naturalmente la Spagna ha sottovalutato la partita, poi non essendo una squadra di grande livello, con quel arbitraggio ha perso la testa e ha perso la partita.

  13. RigolettoMSC 18 Marzo 2018, 22:29

    Ma come? Nel rugby la nazionalità dell’arbitro non conta…. O no?

    Non è più tempo di dilettanti, ora si “gioca a soldi” e quando perdi i soldi li prendono gli altri e te ti incazzi. Per questo le varie federazioni perlomeno riguardo alla gestione degli arbitri (questione delicatissima) dovrebbero essere come la moglie di Cesare…

  14. mic.vit 18 Marzo 2018, 23:16

    seppure per assurdo fosse…in ogni caso l’atteggiamento dei giocatori spagnoli che hanno partecipato a quell’assalto è inqualificabile e vanno radiati…sennò non si comprende più la differenza tra il rugby ed il calcio…
    poi, i russi avrebbero dovuto fare altrettanto??

    • Maggicopinti 19 Marzo 2018, 15:43

      Beh un conto è una meta non vista con 20 giocatori sulla linea (la vergogna in quel caso è che non c’è il TMO) altra è un arbitro che per un’intera partita fischia a senso unico – ma prorpio unico. Se hai la pazienza di riguardartela, ti rendi conto della vergogna. Compreso una fila di placcaggi al collo assassini (uno sotto il naso dell’arbitro!) e un avanti volontario che valevano almeno 2-3 gialli non fischiati.

      • mic.vit 19 Marzo 2018, 16:56

        guardare interamente la partita proprio non ce la faccio…sto vedendo il filmato commentato che sotto ha postato jazztrain…indubbiamente l’arbitraggio ha lasciato a desiderare…però arrivare poi a tanto…non esiste!!
        sai perchè ho messo l’episodio tra Russia e Spagna? perchè sono convinto che se quel fatto fosse successo nella partita tra Spagna e Belgio e i primi avessero perso la qualificazione per quel torto a fine gara sarebbero ugualmente insorti contro l’arbitro…

  15. onit52 18 Marzo 2018, 23:56

    A mio giudizio sono da punire allontanandoli per incapacità chi ha mandato quell’arbitro in quella occasione.
    Facile a dire che noi del rugby siamo meglio degli altri e certe cose non succedono, c’era un buon senso ( se non si vuole parlate di diritto degli spagnoli ad avere un arbitro neutro ) minimo che andava applicato.
    Dopo che ho avuto modo di vedere tanti ( in questi anni di Pro 12/14) arbitraggi sempre molto ” educativi” nei ns confronti, nel senso che ci devono insegnare , io istintivamente sono con gli spagnoli.

  16. fabrio13H 19 Marzo 2018, 02:07

    Per quel che mi riguarda gli unici con cui sto, in questa tristissima vicenda, sono i giocatori belgi che sono stati molto meritevoli nel trattenere ripetutamente e molto energicamente e in massa, i colleghi spagnoli che altrimenti sarebbero andati ad attaccare fisicamente l’arbitro. Hanno veramente fatto un gesto molto, molto bello che ha evitato evoluzioni assai peggiori.
    Come ho già scritto sopra è in errore chi ha mandato un arbitro e due guardialinee della Nazione in gara con la Spagna per il posto alla RWC e sono in errore gli spagnoli per la reazione violenta che va assolutamente evitata, anche se a volte puo’ essere dura controllarsi, perché altrimenti qualsiasi concetto di sport come espressione di civiltà e di ricerca di civiltà migliore, verrebbe meno.

  17. Dusty 19 Marzo 2018, 09:41

    Una cosa sola: la Spagna con il rugby non c’entra nulla per manifesta inadeguatezza attitudinale e culturale. Che venga bandita da ogni manifestazione dove ci sia una palla ovale.
    Errore nelle designazioni arbitrali? Forse. Ma allora perché quando nei paesi civili (parliamo sempre di rugby ovviamente) se in una semifinale di Pro14 viene designato un arbitro gallese per una partita tra una squadra irlandese e una gallese nessuno ha niente da dire? Ovvio, perché il rugby è questo. Non è che si è superiori a illazioni e preconcetti, è che proprio non si mette minimamente in discussione il suo ruolo e a nessuno viene in mente di attribuirgli responsabilità alcuna per la sua nazionalità ma casomai solo per come ha diretto la gara.

    • mic.vit 19 Marzo 2018, 10:50

      straquoto…
      l’arbitro è giudice e se non è in grado di stabilire la realtà oggettiva arbitro non è…questo differenzia il rugby sport per gentiluomini rispetto agli altri sport…gli spagnoli avevano tutto il diritto di protestare ma nelle sedi opportune non su un campo di rugby…oltraggiando arbitri ed avversari…spero davvero che quel gruppo di giocatori venga cancellato dalla storia di questo sport e che gli iberici ripartano daccapo formando innanzitutto uomini che sappiano affrontare con onore le sconfitte anche quelle più ingiuste…

      • onit52 19 Marzo 2018, 20:20

        Egregi Mec vit e Dusty ,
        sopra in un post di ieri mi sono permesso di dichiararmi ( definivo istintivamente ) dalla parte degli spagnoli, dopo quanto avevano subito e dicevo che gli spagnoli avevano il diritto , principio su cui sono sicuro siete d’accordo , di essere arbitrati da uno competente ed onesto intellettualmente .
        Ora, scusate, ma permettetemi due osservazioni sui vs post sopra .
        La prima è che la Spagna ” indegna ” non c’entra niente con il mondo rugbystico …..
        La seconda rugby sport di gentiluomini…….( in senso generale e valido per tutti )……e relativa offesa all’onore di questo sport….

        Per favore ……. chi lo stabilisce la inadeguatezza della Spagna ?
        la si gioca a rugby da piu anni che da noi e in tempi di coppa FIRA ( ? ) non era raro che noi venissimo anche suonati……..cosa che ci succede in vari ambiti anche ora … vero ?
        Senza contare che nella zona basca la diffusione e tradizione è radicata come nella zona pirenaica francese ( con meno risultati ).
        I gentiluomini del rugby ( e la presunta superiorita morale di chi gioca ) , ci sono ! come esattamente in altri sport e discipline.
        Forse, voi siete giovani , se fosse cosi vi ricordo ( eventualmente potete chiedere in giro ) che uno dei problemi del rugby italico anni fa erano i calci in testa nei raggruppamenti, e le punizioni erano esemplari, quindi c’erano… , ricordo poi con vergogna certi morsi……nonostante questo non mi e’ difficile affermare che la maggior parte di quelli che ho visto e conosciuto fossero appunto gentleman o quasi .

        Cosa voglio dire,semplicemente che questa superiorita morale non la vedo cosi marcata, e poi il mondo del rugby , sport dove si cambiano in continuazione le regole del gioco è governato da una oligarchia che a cambiare va con i piedi di piombo e mira al mantenimento di uno stato di egemonia, forse noi( intesi come italiani ) ne sappiamo qualche cosa…
        Cordialmente.
        ps.
        ovviamente per gli spagnoli quelli colpevoli ,ci sono i filmati, punizioni come da regolamento, verificato poi la verità delle accuse : arbitro da radiare, con lui chi lo ha designato.

    • fabrio13H 19 Marzo 2018, 11:59

      Io non gli ho certo attribuito “responsabilità per la sua nazionalità” (mi sembra un non senso questa frase)- Il discorso è che questo nostro credo amato da tutti. sport chiamato Rugby Union deve, e lo sta in parte e piano piano facendo dagli anni 80, andare avanti con profondi cambiamenti. Io ho giocato e vissuto questo sport “allora” e vi sono molte cose che andavano bene allora e non sono adeguate per uno sport professionistico e per ovvie, non certo tutte positive in assoluto ma è scontato che ve ne siano con il trascorrere del tempo, mutamenti del mondo. Molte cose ribadisco, sono state cambiate in quel senso altrimenti non vi sarebbe una RWC e “aperta” come in quasi tutti gli altri sport, ma non vi sarebbe neppure un campionato inglese vero e proprio come non vi era fino ad allora e noi non giocheremmo il 6 Nazioni e tanti altri cambiamenti vi sono stati.
      In questo senso mi pare semplice buon senso stabilire che i giudici di gara siano di Nazioni terze Pro 14 e altro compresi. Non sono un filosofo e un filosofo potrebbe certo spiegarlo meglio ma si tratta di una tutela maggiore preventiva in modo da fugare almeno un tipo di possibile dubbio che mi pare non irragionevole visto che viene fatto in quasi tutti gli sport e, in buona misura, anche nel nostro. Si tratta solo estender una cosa che c’è già. Poi è logico che uno puo’ dirmi: “E perché, uno di Paese terzo non potrebbe. al limite, essere corrotto?”. Certo che si ma si tratta di eliminare un “possibile pensiero in più” Riformare in positivo non significa pensare di aver risolto tutto, cosa per altro impossibile per definizione. Allora potrà anche capitare che degli arbitri non siano potuti arrivare per problemi di trasporto e che si stabilisca di giocare ugualmente una partita anche con giudici del posto ma esiste il discorso regola ed eccezione, no?
      Quando giocavo anch’io dicevo agli amici: “…e pensa che nel rugby a volte l’arbitro è del Paese che ospite e, casomai, favorisce di più gli “altri” per non ingenerare sospetti”, dicevo anche: “…pensate che nel rugby non si perde mai, si fanno semmai meno punti”, e dicevo: “…pensate che nel rugby i grandi giocatori fanno tutti un lavoro e magari prendono le ferie per andare a fare una tournee internazionale”.
      C’è un piccolo particolare, era il 1986 e adesso è il 2018. Il mondo c’è anche per cambiare e cambia anche da se. Bisogna cercare di governare/gestire i cambiamenti non di rifiutarli.

      • fabrio13H 19 Marzo 2018, 12:19

        Scritta tutta sta pappardella ribadisco, caso mai ce ne fosse bisogno ma l’ho già scritto sopra, che il comportamento degli spagnoli è da esecrare massimamente e da sanzionare. Non è mio compito e si va sul difficile ma penso che qualche squalifica a dei singoli potrebbe andare bene.
        Dall’altra parte le dirigenze rugbystiche come detto sopra, devono gestire diversamente le cose. Sento dire che gli arbitri erano stati designati da mesi. Ma quando mai in uno sport che vuole “conquistare” ampie fette di giovani in giro per il mondo si fa una cosa del genere?
        In Russia-Spagna si vede chiaro al rallentatore un giocatore russo che schiaccia in meta vicino ai pali, a pochi minuti dalla fine con la Spagna in vantaggio di 7 punti e l’arbitro non vede e, ho sentito ma sarebbe da verificare, che non vi fosse il TMO. Uno sport che vuole affermarsi, che smuove interessi e in una partita di “seconda fascia”, appena di seconda fascia, non di terza o quinta, non c’è il TMO?!? Poi gli errori vi saranno sempre e bisogna avere la civiltà di accettarli ma intanto il TMO deve esserci altrimenti significa che non si sta portando avanti adeguatamente quel percorso che è nei fatti, nel senso che uno sport che smuove milioni e milioni o si allarga o a un certo punto, rischierà seriamente di franare come stava rischiando di andare verso la sparizione quando giocavo io e per fortuna che si è imboccata la strada del professionismo e della diffusione.
        L’unico gesto che “ha ragione inoppugnabile” in questa storia, è il comportamento dei giocatori belgi quando in massa hanno trattenuto gli spagnoli dall’avvicinarsi ancora all’arbitro evitando probabilmente che accadessero cosa ancora più gravi

      • mic.vit 19 Marzo 2018, 14:15

        sono d’accordo con te sul discorso che tutto cambia e bisogna adeguarsi…che la fiducia si ripaga con la trasparenza…però le basi di questo sport, rispetto dell’arbitro e degli avversari nonostante tutto…questo non può e non deve cambiare…poi nei collegi chi di competenza discuterà degli eventuali orrori arbitrali…ma in campo i giocatori facciano i soldati fino in fondo…

    • narodnik 19 Marzo 2018, 13:43

      gli spagnoli sono il popolo piu’ simile a quello italiano,se saltano i nervi a 15 persone elimini un intero movimento?bombardiamo guernica?

  18. maxsavo 19 Marzo 2018, 11:01

    certo che dire che gli spagnoli non hanno l’attitudine per giocare a rugby è pesante. Mi appare molto più grave un arbitro internazionale che pilota la gara in maniera intenzionale e non neutrale che invece dovrebbe garantire lui stesso la lealtà sportiva!

    • Dusty 19 Marzo 2018, 11:12

      Allora vediamo di capirci; attitudine nel senso di predisposizione mentale e quindi etica al rugby. Infine sulla intenzionalità dell’arbitro è tutta da dimostrare e lo faranno gli organi preposti. Naturalmente se così fosse direi che sarebbe cosa di una gravità inaudita.

      • maxsavo 19 Marzo 2018, 13:00

        Sicuramente tutti i popoli non anglosassoni devono apprendere attitudine, disciplina e correttezza e siamo d’accordo. L’arbitro è sacro e deve essere tutelato sempre. Ma ci si aspetta che non sia condizionato da affari extra-politici altrimenti converrebbe non giocare proprio. La Spagna aveva chiesto la presenza del TMO due anni fa per tutelare una maggiore correttezza.

  19. fabrio13H 19 Marzo 2018, 12:18

    Scritto tutta sta pappardella ribadisco, caso mai ce ne fosse bisogno ma l’ho già scritto sopra, che il comportamento degli spagnoli è da esecrare massimamente e da sanzionare. Non è mio compito e si va sul difficile ma penso che qualche squalifica a dei singoli potrebbe andare bene.
    Dall’altra parte le dirigenze rugbystiche come detto sopra, devono gestire diversamente le cose. Sento dire che gli arbitri erano stati designati da mesi. Ma quando mai in uno sport che vuole “conquistare” ampie fette di giovani in giro per il mondo si fa una cosa del genere?
    In Russia-Spagna si vede chiaro al rallentatore un giocatore russo che schiaccia in meta vicino ai pali, a pochi minuti dalla fine con la Spagna in vantaggio di 7 punti e l’arbitro non vede e, ho sentito ma sarebbe da verificare, che non vi fosse il TMO. Uno sport che vuole affermarsi, che smuove interessi e in una partita di “seconda fascia”, appena di seconda fascia, non di terza o quinta, non c’è il TMO?!? Poi gli errori vi saranno sempre e bisogna avere la civiltà di accettarli ma intanto il TMO deve esserci altrimenti significa che non si sta portando avanti adeguatamente quel percorso che è nei fatti, nel senso che uno sport che smuove milioni e milioni o si allarga o a un certo punto, rischierà seriamente di franare come stava rischiando di andare verso la sparizione quando giocavo io e per fortuna che si è imboccata la strada del professionismo e della diffusione.
    L’unico gesto che “ha ragione inoppugnabile” in questa storia, è il comportamento dei giocatori belgi quando in massa hanno trattenuto gli spagnoli dall’avvicinarsi ancora all’arbitro evitando probabilmente che accadessero cosa ancora più gravi.

  20. jazztrain 19 Marzo 2018, 12:55

    Se avessero ragione, gli iberici con questa sciocca bravata si sono messi dalla parte del torto e credo che si dovrebbero prendere provvedimenti drastici: squalificare la Spagna e inserire la Russia.
    In ogni caso, è stata una cattiva gestione da parte di Rugby Europe e World Europe, ci sarebbe voluto un arbitro internazionale di alto profilo

  21. jazztrain 19 Marzo 2018, 12:59
    • Zamax 19 Marzo 2018, 15:34

      Arbitro non credibile. Si può solo “sperare” che sia stato mosso dal tifo…

  22. fabrio13H 19 Marzo 2018, 14:36

    Sul sito della Federazione Romena vi sono alcuni interventi di utenti (in romeno, difficile pensare che non siano romeni 🙂 ) che riconoscono esservi stato un cattivo arbitraggio, qualcuno parla anche di cose strane e più di uno dice quello che dico io: è comunque meglio fare in modo che, in questi casi soprattutto, gli arbitri siano di Paesi terzi, anche per allontanare cattivi pensieri.

  23. jazztrain 19 Marzo 2018, 15:27

    World Rugby ha preso posizione…

    Un bellissimo torneo come quello di Rugby Europe rovinato così!
    Uff!

    http://www.r1823.it/2018/03/19/rwc-2019-belgio-spagna-indaga-world-rugby/#comments

  24. Meridion 19 Marzo 2018, 16:48

    trovo sconcertanti alcuni commenti…gli spagnoli non hanno etica??? ma che davvero? perdono la testa 5o6 di loro (e passano dalla ragione al torto) e si condanna il movimento? ah tra altro son parecchi di loro naturalizzati dalla Francia… li c’è cultura rugbystica no?? Oppure conta solo la bianca Britannia?? Dove non succede niete vè?

Lascia un commento

item-thumbnail

Guida al Pro14 – Irlanda

Inizia venerdì la stagione 2020/2021 del campionato celtico. Come stanno Ulster, Leinster, Munster e Connacht?

29 Settembre 2020 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Video: Marcus Smith esegue la tecnica ninja della sparizione

Senza arti oscure non si segna una meta così

29 Settembre 2020 Foto e video
item-thumbnail

Lazio: un gradito ritorno tra i trequarti per il Top10

Il 23enne romano Bonavolontà torna nel club dove è cresciuto

29 Settembre 2020 Campionati Italiani / TOP10
item-thumbnail

Zebre Rugby, coach Bradley: “Con Cardiff sarà decisiva la fase di conquista”

L'allenatore degli emiliani fa il punto della situazione a pochi giorni dall'esordio stagionale

29 Settembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il saluto commosso di Chris Robshaw ai tifosi degli Harlequins

Il terza linea giocherà la sua ultima partita col club che lo ha sempre visto protagonista nella sua vita ovale

29 Settembre 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Benetton Rugby, la carica di Riccioni: “Ulster e Leinster? Giocheremo senza paura”

Il pilone è pronto a iniziare una nuova stagione, dove vuole essere assoluto protagonista

29 Settembre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby