Sei Nazioni 2018: Sergio Parisse è diventato l’uomo con più presenze nel torneo

Il numero 8 azzurro ha raggiunto l’irlandese O’Driscoll in vetta alla speciale graduatoria

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Rabbidaniel 18 Marzo 2018, 13:27

    Fuoriclasse, ma gli anni, i tanti anni a tirare la carretta, si sentono. Anche ieri 3/4 colpi di motosega (ché non sono esclusivo appannaggio degli scozzesi) mica da ridere. Potrebbe dare ancora tanto, ma dovrebbe essere tutelato nell’utilizzo.

  2. mic.vit 18 Marzo 2018, 14:01

    infatti…dopo un buon primo tempo, altro passaggio al buio ad Allan a parte, è calato drasticamente nella ripresa…quando Parisse cala comincia a giocare da solo…il fallo da tenuto al 60′ ha rappresentato l’inizio della fine per noi…mi sono chiesto anche in questa sfida perchè non cambiarlo come un qualsiasi altro giocatore…

  3. Danthegun 18 Marzo 2018, 14:11

    Credo che l’ultimo record che gli manca sia quello di presenze al mondiale e cerchiamo di garantirglielo ma comincerei a considerarlo più uno da panchina che da 15 titolare. Sono convinto che con meno minuti di gioco e senza il peso della fascia da capitano possa fare ancora una bella stagione in azzurro e arrivare al prossimo 6 nazioni per salutarci dal campo dell’olimpico.
    Forza capitano.

  4. And 18 Marzo 2018, 14:50

    perdente di successo!

    Sergio, sei stato un campione, osannato da tutti i media d’Albione, ma questo Sei Nazioni hai giocato al 50% e hai commesso errori che non sono da te. Quindi se sei onesto con te stesso e non recuperi la forma di un tempo fatti da parte e lascia il testimone alle giovani terze linee che stanno venendo fuori.

  5. machesoio 18 Marzo 2018, 23:14

    interessante articolo su come possa essere gestito Parisse nei prossimi mesi e su come si presenti il futuro della nazionale:
    https://www.therugbypaper.co.uk/featured-post/30004/lock-parisse-in-to-prolong-career-and-free-up-seb-negri-for-italy/

    • mic.vit 18 Marzo 2018, 23:53

      gli inglesi hanno l’occhio lungo…oltre a dare per scontato più che auspicabile l’avvicendamento prossimo futuro di Parisse con Negri…riflettono anche sui nostri 3/4…quanto già detto molte volte da noi sulle assenze pesanti di Campagnaro e Morisi…l’elogio di Minozzi…l’assenza di Padovani…
      vero il lavoro per tirare su anche un bel reparto arretrato è stato fatto…ora speriamo di vederli presto giocare tutti quanti assieme…

  6. ivo romano 19 Marzo 2018, 08:11

    Tutto il popolo regbistico ha sempre voluto bene a Parisse(ha dato tantissimo) però i test di Novembre e questo 6N ci hanno consegnato un giocatore senza forza e gambe prosciugato d’energia.Spero,in seguito, per se stesso e per la nazionale venga gestito al meglio.Negri è il numero 8 del futuro ce l’ha scritto sulla maglia sarebbe veramente sprecato in seconda a meno di esigenze particolari…

  7. ivo romano 19 Marzo 2018, 08:44

    Dato che si accenna ai 3/4, oltre a cio’ che abbiamo visto se si aggiungono i vari Campagnaro-Sarto-Esposito-Venditti che sulla carta sono piu’ finalizzatori oltreché esperti in aggiunta a Morisi e Padovani piu’ a breve l’aggiunta di Brex e qualche bel propspetto dell’U20, COS si verrebbe a trovare, forse per la prima volta un reparto di qualità unita a velocità ed esplosività.

  8. PedemontanaRugby 19 Marzo 2018, 23:26

    Complimentoni ai commentatori.
    Se qualcun’altro avesse giocato come lui ora sarebbe osannato come un fenomeno.
    Invece ha fatto un errore, quindi è uno scarsone da pensionare.
    Per il fenomeno che ha visto sulla maglia di Negri il n. 8 del futuro l’invito è di smettere di fumare guano di tacchino, che gli rovina il cervello (che non ha).
    Il gioco e le competenze richieste ad un n. 8 c’entrano poco o niente con il gioco da n. 6, ci vuole altra merce.
    Oggi sul mercato italiano un sostituto passabile di Parisse non c’è. Purtroppo.
    Se ci fosse, Sergio potrebbe prendersi qualche mezz’ora di riposo. Invece deve fare gli straordinari, il vecchietto.

Lascia un commento

item-thumbnail

Il Sei Nazioni non si tocca, parola del CEO dell’Irlanda

"Dobbiamo preservare ciò che abbiamo. Niente miglioramenti con la Georgia al posto dell'Italia", ha spiegato al Podcast 'Off the Ball'

30 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Conor O’Shea: “Per poco Danny Care non scoprì i piani per la Fox”

L'ex tecnico azzurro racconta il piccolo, curioso retroscena che coinvolge Ugo Monye e un barbiere di Londra

26 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Scozia: John Jeffrey nuovo presidente federale

Lo Squalo Bianco nominato per il momento ad interim. Intanto Dave Rennie lascia Glasgow con un mese di anticipo

26 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: il XV ideale scelto da Andrea Masi

L'ex giocatore azzurro ha composto la sua formazione, dove non mancano alcuni compagni di squadra

25 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il board del Sei Nazioni prende posizione sulla possibilità di un “4 Nazioni” senza Italia e Francia in autunno

Definite "inaccurate speculazioni" le voci giornalistiche circolate nelle scorse ore in UK

18 Maggio 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni