Sei Nazioni 2018: i convocati dell’Italia per il primo raduno

Prima chiamata per Jake Polledri, mentre si rivedono Allan, Quaglio, Zanni e Mbandà. Fuori dalla lista Minto

conor o'shea

ph. Sebastiano Pessina

Conor O’Shea e lo staff tecnico dell’Italia hanno annunciato i 34 giocatori per il primo raduno di preparazione in vista del Sei Nazioni 2018, in programma da domenica 21 a mercoledì 24 gennaio a Roma. Oltre al ritorno di Alessandro Zanni, pre annunciato in mattinata, da segnalare la prima convocazione per Jake Polledri, terza linea di Gloucester che si sta mettendo in luce nella Premiership. Ritornano anche Nicola Quaglio, Maxime Mbandà, Giulio Bisegni, George Biagi e Tommaso Allan, mentre rispetto a novembre non trovano spazio Dario Chistolini, Francesco Minto e Marco Lazzaroni. Invitati al raduno anche i due giovani piloni del Benetton Treviso, Marco Riccioni (prossimo al rientro da un infortunio) e Cherif Traorè.

Al termine del raduno, giovedì 25 gennaio, sarà comunicata la lista definitiva dei 31 convocati per le prime due giornate del torneo.

– Leggi anche: il calendario e gli orari del Sei Nazioni 2018

I convocati dell’Italia

Piloni
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 8 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club,  20 caps)*
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 2 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 2 caps)*

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 6 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 89 caps)
Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club, 4 caps)

Seconde linee
George BIAGI (Zebre Rugby Club, 19 caps)
Dean BUDD (Benetton Rugby, 6 caps)
Marco FUSER (Benetton Rugby, 27 caps)*
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 3 caps)*
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 99 caps)

Flanker/n.8
Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club, 1 cap)*
Giovanni LICATA (Fiamme Oro Rugby, 3 caps)*
Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Sebastian NEGRI DA OLEGGIO (Benetton Rugby, 2 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 129 caps) – capitano
Jake POLLEDRI (Gloucester Rugby, esordiente)
Abraham STEYN (Benetton Rugby, 17 caps)

Mediani di mischia
Edoardo GORI (Benetton Rugby, 65 caps)*
Tito TEBALDI (Benetton Rugby, 23 caps)
Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 8 caps)*

Mediani d’apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 33 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 25 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 3 caps)

Centri-Ali-Estremi
Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 8 caps)*
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 45 caps)*
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 7 caps)
Tommaso BONI (Zebre Rugby Club, 8 caps)*
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 5 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 3 caps)
Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club, 3 caps)*
Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club, 14 caps)*
Leonardo SARTO (Glasgow Warriors, 34 caps)*

Giocatori invitati
Marco RICCIONI (Benetton Rugby, esordiente)* – pilone
Cherif TRAORE (Benetton Rugby, esordiente)* – pilone

Non considerati per infortunio: Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs)*, Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby)*, Ornel GEGA (Benetton Rugby), Federico ZANI (Benetton Rugby)

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Dalla nazionale al negozio di pesca: Davide Giazzon lascia il rugby

Il tallonatore azzurro, che militava al Mogliano, ha deciso di congedarsi dal campo. Ma non esclude in futuro in altre vesti ovali

12 gennaio 2018 Campionati Italiani / Eccellenza
item-thumbnail

Italia, verso il Sei Nazioni 2018: le prime scelte di Conor O’Shea

Tra continuità e volti nuovi, una prima analisi della Nazionale proiettata verso il torneo

10 gennaio 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Profondità e solidità mentale: Conor O’Shea verso il Sei Nazioni 2018

Il CT dell'Italia ha parlato dopo le convocazioni per il primo raduno dell'anno

9 gennaio 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Alessandro Zanni di nuovo nel giro della Nazionale

Per il giocatore del Benetton Treviso l'opportunità di diventare un centurione

9 gennaio 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i possibili nuovi Azzurri del 2018

Abbiamo selezionato sette nomi che potrebbero debuttare durante l'anno in Nazionale

9 gennaio 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dalle Zebre alle Zebre, via Tolone: intervista ad Edoardo Padovani

L'esperienza in Francia, il ritorno in Italia e la voglia di tornare in azzurro. L'estremo si racconta

5 gennaio 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
  1. jazztrain 9 gennaio 2018, 15:06

    Interessante Zanni in seconda linea, un senatore ed un giocatore modello che potrebbe fare gruppo.

    • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 15:59

      Interessante che, in seconda linea, abbiamo tutti italiani tranne uno. In particolare, nessun sudafricano, quando fino a pochissime stagioni fa le soluzioni afrikaaner erano considerate inevitabili a lungo termine.

    • carlo s 9 gennaio 2018, 17:51

      in seconda linea facciamo pena… però questo è quel che abbiamo

      • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:06

        Dài… Fuser e Ruzza non sono male, Biagi è fisicamente presente, Budd e Zanni sono terze adattate (amen). Certo, non vedo nessuna seconda che riesca a rubare una touche…
        Sono veramente triste per la perdita di Furno, lui sì aveva un quid in più in termini di mobilità e velocità.

        • Hullalla 9 gennaio 2018, 18:14

          Quante altre nazionali del Sei Nazioni schiererebbero titolare uno di questi?
          É una domanda difficile.

          • narodnik 9 gennaio 2018, 18:43

            parisse

          • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:45

            Campagnaro a parte, il discorso sarebbe lo stesso per i trequarti. In mediana, poi…

          • Hullalla 10 gennaio 2018, 01:07

            Ehm… si stava parlando di seconde linee… 🙂

          • narodnik 10 gennaio 2018, 09:15

            ah avevo capito in generale….domanda cattiva nessuna ovviamente..

  2. LiukMarc 9 gennaio 2018, 15:06

    Polledri è una chiamata che ci sta, tanta concorrenza in terza, ma il giovane di Gloucester sta giocando bene per meritarsi una chiamata. Fuori Minto e Lazzaroni, ma posto per tutti non c’è, specie con il ritorno di Zanni – seppure in seonda linea – e di Mbandà (io Barbieri so che ha i suoi anni, ma sta giocando come sta facendo, be, lo continuerei a considerare…).
    Ma Ferrari non era ai box per infortunio? Meglio cosi comunque…

    • LiukMarc 9 gennaio 2018, 15:32

      *io Barbieri so che ha i suoi anni, ma giocando come sta facendo

    • frank 9 gennaio 2018, 15:34

      Barbieri è molto lunatico nelle sue prestazioni. E’ forte, ma se in giornata no giochi in 14.

      • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:07

        Vogliamo parlare di Tebaldi convocato, in quanto a lune?
        Bronzini tutta la vita.

      • PedemontanaRugby 9 gennaio 2018, 23:31

        Il tuo commento mi uccide. Scopro un’esistenza parallela che non sapevo di avere, vado allo stadio, guardo le partite, credo di aver visto qualcosa ma è tutto falso. Ho sempre visto Barbieri come un valore solido, magari non più come negli anni belli, ma comunque solido. Invece è lunatico, a volte assente, praticamente un peso morto. Poi mi sveglio e mando a cagare l’oggetto del mio commento.
        Non è Barbieri.

        • frank 10 gennaio 2018, 15:24

          Mi dispiace averti turbato cosi’ tanto.

          E’ lo stesso Barbieri del 2013? No

          E’ un valore aggiunto per la squadra ogni volta che gioca? No

          Va schierato assolutamente nel 6N? Rispondimi tu per favore.

  3. andreac 9 gennaio 2018, 15:09

    al netto degli infortuni, sono le migliori scelte oggi possibili…

  4. bangkok 9 gennaio 2018, 15:13

    Giusto anche “l’invito” a Riccioni e Traore’.

  5. xnebiax 9 gennaio 2018, 15:14

    Io penso che la presenza di Polledri sia davvero importante: un ball carrier come lui mancava tantissimo.
    È una terza linea, ma non mi stupirebbe vederlo in seconda in modo da dare spazio a Licata o Giammarioli.
    Ma Ceccarelli ad Oyonnaix sta facendo male? Sta bene? Sarebbe bello rivederlo alle Zebre e in nazionale l’anno prossimo… Pasquali sta migliorando ma Ceccarelli mi piaceva.

    • mcasal 9 gennaio 2018, 15:27

      Ceccarelli è sui 400 minutiin stagione. Non moltissimo. 3 da titolare

  6. nelly1450 9 gennaio 2018, 15:15

    Sarto poi lo rimanderei a Glasgow….mi dispiace ma dopo Firenze non lo posso vedere!

    • spike 9 gennaio 2018, 15:34

      ma guarda basta che risintonizzi il televisore e vedrai che dmax te se vede di nuovo…

    • fabiogenova 9 gennaio 2018, 15:36

      Ha irritato anche me in quel match, ma è la migliore ala in attacco che abbiamo e al Sei Nazioni il suo impegno dovrebbe essere ben più elevato.

    • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:10

      E’ un po’ psicolabile, però tieni conto che con l’Italia di novembre penso non riuscisse nemmeno a tenere i muscoli caldi… avrà ricevuto 2 palloni in tutto.

  7. kinky 9 gennaio 2018, 15:16
  8. Atley73 9 gennaio 2018, 15:19

    Ma gli invitati che parte fanno? si allenano e poi basta o potrebbero rientrare nel gruppo dei 23? Spiace per Morisi anche se non mi pare sia in condizione

  9. kinky 9 gennaio 2018, 15:21

    In poche parole ne ha convocati 36.
    Come scrivevo stamattina speravo in Trussardi ma evidentemente non hanno ritenuto di chiamarlo. Comunque poco male perché proseguirà la sua crescita al club che fino a fine 6nazioni sarà sicuramente sempre in prima squadra. Di Minto e Lazzaroni un po’ me l’aspettavo (l’ho scritto ieri su IlGrillotalpa) anche perché qualcuno deve rimanere a casa (e ben venga ci aggiungo). Rimango un po’ sorpreso della chiamata di Zanni (che comunque ci sta) ma soprattutto quella di Allan che, non giocando, pensavo non lo chiamassero.

    • LiukMarc 9 gennaio 2018, 15:23

      Trussardi giustissimo, appunto perchè ha spazio a Clermont adesso lo lasciassero li a fare minuti importanti. Poi a Giugno un posto sull’aereo glielo troviamo se dimostra di meritarselo 😉

    • Hullalla 9 gennaio 2018, 18:20

      Visto che Trussardi sta trovando posto a Clermont, non vedo perché interromperlo.

  10. kinky 9 gennaio 2018, 15:24

    Adesso aspetto le convocazioni dell’U20!

  11. fabiogenova 9 gennaio 2018, 15:24

    Qualcuno ha notizie di Giorgio Bronzini?

    • try 9 gennaio 2018, 15:58

      Sta benissimo e lo vedremo nelle prossime partite a treviso da titolare

  12. berton gianni 9 gennaio 2018, 15:29

    Più ancora della mancata convocazione dei vari Favaro, Venditti, SacraMinto e chi ne ha più ne metta, quello che colpisce, e’ il non inserimento, nello staff tecnico, di ermy.

    • robrossi 9 gennaio 2018, 15:51

      Bello sarebbe vedere Favaro permit per le Zebre (o Benetton)!
      (… e Gianni Berton Direttore di Cuore 😉 )

    • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:12

      Vero, manca Venditti! Il giocatore che può essere contemporaneamente l’ala più lenta e la terza più veloce del mondo!

      • narodnik 9 gennaio 2018, 18:47

        boh nell’ultima partita delle zebre l ho visto molto bene e’ un po’ rozzo ma ci mette sempre tutto.per come gioca l’italia eì l ideale serve piu’ un’ala efficiente in difesa che in attacco.

  13. giomarch 9 gennaio 2018, 15:35

    Credo siano le prime convocazioni su cui non ho nulla da ridire..
    Giusto Polledri, bene che trussardi faccia minuti importanti, bene la conferma di licata, bravo cos..
    Mi spiace per lazzaroni e venditti e per gli infortunati, ma mica ne puo’ chiamare 50..

  14. malpensante 9 gennaio 2018, 15:40

    4 piloni (e due in visita) mi sembrano pochini.

    • try 9 gennaio 2018, 16:04

      Concordo, 4 piloni per 2+2 posti e 5 seconde per 2+1 posti…
      Credo che i tre esclusi saranno una aperura (credo Allan, data la possibilità di schierare anche padovani ad apertura), un centro/ala (Bisegni?) e una seconda (Zanni, ma avrà loccasione per fare il centesimo caps).

    • try 9 gennaio 2018, 16:14

      a questo punto faccio la formazione di treviso durante il 6N (senza considerare i rilasciati):
      Traorè – Faiva – Riccioni
      Lazzaroni – Zanni
      Douglas – Barbieri – Minto
      Bronzini – Banks
      Bronzini – Sgarbi – Brex – Sperandio
      Ioane

      Baravalle-DeMarchi-Zanusso/Filippetto
      Herbst Barbini
      Allan Morisi Bronzini jr
      Senza dimenticare Iannone, Manu

      • try 9 gennaio 2018, 16:17

        Ho messo 2 volte bronzini jr. Al suo posto Iannone

        • frank 9 gennaio 2018, 16:21

          è ancora in giro lo statale?

        • kinky 9 gennaio 2018, 16:38

          No no, hai messo tutto al posto giusto: Bronzini senior come mediano e Bronzini junior all’ala. Così come giustissimo mettere Ioane estremo lasciando Sperandio all’ala che mi fa paura là dietro!

          • try 9 gennaio 2018, 17:01

            l’errore era mettere Bronzini jr anche in panchina

  15. try 9 gennaio 2018, 15:55

    Le uniche sorprese sono Zanni e l’escusione di Lazzaroni, mentre per Minto un po me lo sentivo.

  16. Dusty 9 gennaio 2018, 15:56

    Confesso che l’assenza di Giamba Venditti un po’ mi sorprende, tuttavia devo dire che una nazionale che può permettersi di lasciare a casa lui, Minto, Lazzaroni, Favaro, Chistolini ecc. è segno di accresciuta profondità e concorrenza tra i giocatori ai quali non resta che impegnarsi al massimo per far ricredere il CT che ha dimostrato di non avere preclusione per nessuno.

    • kinky 9 gennaio 2018, 16:09
    • frank 9 gennaio 2018, 16:26

      Vediamo dopo il 6N quanto siamo profondi e competitivi

      • R2D2 9 gennaio 2018, 17:37

        Esatto!
        Saremo anche profondi, ma con una linea di 3/4 così non facciamo una meta che sia una!!!!
        Boh….
        Ma come possiamo giocare con dei centri del genere? Ma avete visto i centri che ci sono in giro?
        Castello?!?!?! Se mettono Zanni centro ottengono lo stesso risultato…
        A parte il Galles, ormai non c’è più nessuna squadra evoluta che gioca con il primo centro grande grosso e senza mani (e nel Galles i centri sono sì grandi e grossi, ma le mani le hanno eccome!).
        Vediamo quante mete facciamo in questo 6N (almeno a partita non chiusa).

        • lucadiscepolo 9 gennaio 2018, 17:41

          Lo so che castello può non piacere ma è il meglio che abbiamo . In difesa è solido poi è un ball carrier e sta migliorando con le mani..

          • R2D2 9 gennaio 2018, 17:46

            Perdonami, ma tra Castello e Sgarbi io mi prendo il secondo tutta la vita.
            Comunque nessuno dei due è a livello di 6Nazioni, perchè lì giocano dei fenomeni.
            Visto come difendono le Zebre (forse dovrei dire come NON difendono), io mi sarei portato in blocco i 3/4 di Treviso. Non saranno efficaci in attacco, ma hanno una organizzazione difensiva degna di questo nome.
            I ragazzotti delle Zebre, magari, saranno anche belli da vedere quando tengono la palla in mano (e non sempre accade!!!), ma a mio parere non ce n’è uno che sia a livello di un match del 6N. Vedrete il numero di palloni che cadranno con le difese iper soffocanti che incontreranno.
            Morisi, ti prego, torna prima che puoi ai tuoi livelli!!!!!!!!!

          • Manna 9 gennaio 2018, 21:47

            Il meglio che abbiamo?
            Riccioni invitato perché? Rimanga a Treviso a recuperare, non capisco tanta fretta ($$$$$ per Calvi?)

          • lucadiscepolo 10 gennaio 2018, 01:23

            @R2D2 – castello è più forte di Sgarbi , in difesa è un placcatore ed è più veloce.. in attacco hanno entrambi i loro limiti che non cercsno linee di corsa efficaci ma puntano ad abbattere l’avversario e a volte ci riescono e fanno break interessanti.. comunque non è che convocando sgarbi diventavamo invincibili.. ripeto : il materiale umano a disposizione questo è.. speriamo che veramente rischiano qualcosa e non giochaimo a difenderci e calciare palla x ottants minuti

          • insidecenter 10 gennaio 2018, 06:51

            A questo punto meglio Rodwell di Castello! Poveretto si da un gran daffare però non é a livello di 6N! Speriamo almeno che riescano a naturalizzare Brex! Brex Morisi CAMPAGNARO potremmo costruire qualcosa di buono ma con quei due lì si va da poche parti!

        • narodnik 9 gennaio 2018, 18:55

          bisegni lo vedo una spanna sopra gli altri veloce buone mani,non giocherebbe nelle altre squadre ma questi sono..

        • LiukMarc 9 gennaio 2018, 20:26

          McLean è ancora vivo e vegeto, ha 30 anni e le mani (e i piedi) buone le ha. Molti non lo considerano e non l’hanno mai amato, ma per i nostri standard è un giocatore che il suo lo ha sempre fatto

        • Dusty 10 gennaio 2018, 09:26

          Forse ti sei perso il parere che ha dato Munari su Castello, ovvero che è uno che sa fare poche cose ma le fa bene. Ecco, è questo quello di cui ha bisogno l’Italia.

  17. carlo s 9 gennaio 2018, 16:16

    a piloni siamo al risparmio; vero che ci sono Riccioni e Traorè invitati però la coperta sembra un po’ corta

  18. Danthegun 9 gennaio 2018, 17:06

    Mi sorprende di vedere così pochi piloni e solo questi nomi. Rizzo e Cittadini per esempio li avrei chiamati; vista la situazione un pensiero anche a Ceccarelli lo avrei fatto. Anche perchè 3 prime line di solito vengono convocate nel gruppo ristretto quindi i due invitati sono da considerare come convocati?
    In terza c’è davvero da fare a gomitate per entrare nei 7 del gruppo allargato quindi bene Polledri (da chiamare), dispiace per chi è rimasto fuori.
    Nei 3/4 credo che la mancanza di Venditti si sentirà. Forse è quello meno flessibile e il suo ruolo è praticamente solo quelli di ala di sfondamento ma è l’unico che batte (o abbatte) quasi sempre il primo avversario e me lo ricordo nella partita vinta contro il Sud Africa, determinante in attacco come in difesa. Comunque anche qui (quasi) nessun posto fisso se oltre a Venditti anche Sgarbi, Morisi, Sperandino, McLean… sono stati lasciati fuori.

    • Unforgiven79 9 gennaio 2018, 18:15

      A giugno si farà un qualcosa di più sperimentale. Probabilmente verrà di nuovo lasciato a casa a riposare Parisse (liberando un posto per una terza giovane), tornerà Campagnaro bello fresco e verrà testata la reintegrazione di Morisi.
      McLean… mi dispiace, ma al momento non sai bene dove metterlo.

  19. western-province 9 gennaio 2018, 17:06

    a piloni, visti i numerosi infortuni la coperta è corta, e evidentemente Riccioni lo danno come recuperabile per il 6n e quindi valido come sostituto; oppure pensano che Traorè possa sostituite sia dx e sx s e ce n’è bisogno.
    Cittadini e Ceccarelli sarebbero le alternative e penso che se siamo nella cacca si farà una telefonata al buon Citta
    PS qualcuno conosce un software che mi permetta di superare la protezione BOT senza patemi (ogni giorno è sempre più difficile, e quando vedo i segnali stradali rinuncio e cambio sito 🙁 )

  20. Bigpaci 9 gennaio 2018, 17:50

    Penso che COS voglia “cappare” Polledri il prima possibile. In seconda e terza siamo ben coperti, meno in prima dove dietro Ferrari e Lovotti c’è un gap di qualità secondo me notevole. Mediana del rendimento altalenante ma questo c’è. Dietro spero di vedere di più Bisegni (che può giocare anche ala) o Benvenuti piuttosto che Boni; con Castello a fare da apriscatole serve un 13 che sappia muovere un po’ la palla (inattesa di Morisi e Campagnaro)

    • Hullalla 10 gennaio 2018, 01:12

      Polledri é giá “cappato” in U20…

      • fcimini 10 gennaio 2018, 11:02

        U20 non conta. Mc Lean e cappato con l’U20 Australiana, ma a potuto giocare per l’italia da senior.

        • malpensante 10 gennaio 2018, 13:39

          Per Polledri è diverso, da quell’anno per noi cappa la under. Prima cappava la A.

  21. Hullalla 9 gennaio 2018, 18:27

    Da un lato é molto buono il fatto che stia pian piano aumentando la profonditá della rosa (poi c’é da vedere la situazione ruolo per ruolo, visto che a volte abbiamo alternative, altre no), dall’altro mi perplime un po’ il fatto che, avendo possibili alternative, COS fa giocare quasi sempre gli stessi, con poche rotazioni.
    In questo modo le possibili alternative non fanno mai il rodaggio e, quando servono, non sono pronti come dovrebbero.

    • berton gianni 9 gennaio 2018, 18:34

      Hullalla,
      più che il rodaggio, che potrebbe essere negato alle alternative, è soprattutto quel ” perplimere ” che, per l’appunto, mi lascia perplesso…
      😀

      • Hullalla 10 gennaio 2018, 01:17

        Adesso scrivo a mi zio Devoto-Oli e lo faccio aggiugere al volo al vocabolario… 😉

  22. Amedeos 9 gennaio 2018, 18:32

    Chissà se Allan ha molti altri bonus a disposizione. Convocare lui e lasciar fuori Venditti secondo me è insensato…

    • tobat7 9 gennaio 2018, 18:53

      E ma su 36, tre MA li chiami. È sicuramente dietro a canna e mck, ma come terzo chi aenon lui?

      • Amedeos 9 gennaio 2018, 20:04

        È la prima volta che ne convoca 3…l’ultima lasciò mckinley a casa

    • bangkok 9 gennaio 2018, 18:53

      Hai mai notato che uno gioca #10 e l’altro#11

      • Amedeos 9 gennaio 2018, 20:05

        Risponderti è superfluo visto che gli altri hanno capito il senso.

        • bangkok 9 gennaio 2018, 22:31

          Alessia, quando sono stati disponibili tutti, li convocò tutti e 3 e poi lasciò a casa McK.
          Senza senso c’è solo la tua domanda.

          • bangkok 9 gennaio 2018, 22:32

            Amedeos

          • Amedeos 9 gennaio 2018, 22:59

            Se se hai ragione baravo! Ahaha

    • narodnik 9 gennaio 2018, 19:12

      la convocazione al raduno ci sta,dando per scontato che canna sara’ titolare fisso oseha scegliera’ di tagliare lui o mck.

      • Amedeos 9 gennaio 2018, 20:02

        Bravo, sono terrorizzato dal fatto che possa tagliare mckinley

        • narodnik 9 gennaio 2018, 20:45

          scelte difficili deve fare coi trequarti,in pratica non c’e’ un titolare sicuro a parte sarto e canna credo,dei convocati vedrei bene un titolare gori canna sarto bellini bisegni castello hayward,non siamo a livelli delle altre partecipanti ma c’e’ tanta competizione solo scegliere fra hayward minozzi padovani e’ un bel dilemma,comunque il gioco che propone oshea penalizza o riduce la loro importanza,oltre che caricare un peso enorme su apertura e estremo.

  23. tobat7 9 gennaio 2018, 20:50

    in&out rispetto a 365 giorni fa (prima convocazione 6N 2017), al lordo degli infortuni:

    piloni:
    OUT ceccarelli, chistolini, cittadini, panico
    IN ferrari, pasquali, quaglio, traoré, riccioni

    tallonatori:
    OUT d’apice, gega
    IN fabiani, bigi

    2e/3e
    OUT furno, VS, barbini, favaro, minto
    IN budd, giammarioli, licata, negri, zanni, polledri

    mediani:
    OUT bronzini
    IN tebaldi, mckinley

    3/4
    OUT campagnaro, mclean, esposito, venditti
    IN bellini, castello, hayward, minozzi, sarto

  24. Manna 9 gennaio 2018, 21:49

    Poi, sinceramente con Hayward e Minozzi, Padovani sulla base di quali meriti recenti viene convocato?

    • sandro 9 gennaio 2018, 22:06

      Se è per questo, secondo me, Hayward, per come ha giocato a novembre… poteva lasciarlo a casa…

      • try 10 gennaio 2018, 11:07

        Si dai non convochiamo quelli sopra la media, lasciamoli a casa.

  25. PedemontanaRugby 9 gennaio 2018, 23:47

    Qualcuno è ansioso di rivedere Benvenuti in nazionale. A questo punto consiglio piuttosto il suicidio, magari assistito per non sbagliare.

  26. Giovanni 10 gennaio 2018, 01:14

    Polledri, che sta giocando parecchio e bene fin da inizio stagione, farà il suo esordio direttamente al 6N mentre Minto, che non sta attraversando il periodo migliore della propria carriera, ha giocato a Novembre ma è fuori ora. Viene invece convocato Riccioni, sia pure come invitato, che non ha finora disputato un minuto mentre resta fuori Chistolini che sta giocando con regolarità da inizio stagione: qual’è il criterio…?
    Bello il rientro di Zanni, ma impiegato in seconda mi lascia dei dubbi: d’accordo non ha più il passo dei bei giorni per giocare terza, ma cominciamo ad avere un po’ troppe terze adattate. Capitolo carrier: non abbondano, a parte Mbanda – lieto per il suo rientro, capitano in pectore del dopo-Parisse – e in misura minore Fabiani, forse era il caso di tenere a mente Barbieri, forse lo farà dopo le prime due partite, vedremo.
    Intanto alcuni elementi escono (definitivamente? mai dire mai…) dal giro azzurro: di VSK si sapeva dopo il rientro in SAF (un giorno qualcuno spiegherà perchè gli italiani che giocano all’estero possono o meno venir convocati, mentre gli equiparati son sicuri di no), ora sappiamo pure di Favaro e McLean. Venditti invece è rimandato, anche se ormai nelle gerarchie scivola dietro Sarto, Bellini ed Esposito. Sarà l’ultimo 6N in cui poter fare esperimenti, per quello dell’anno prossimo la squadra per RWC2019 sarà fatta. I principali bookmakers inglesi ci quotano a 501: tanti auguri a noi.

    • try 10 gennaio 2018, 11:01

      501?
      Quasi quasi punto 1000 euro. Sarebbe un bel colpo!!
      🙂
      A parte gli scherzi condivido le tue perplessità, ma diciamo che sostanzialmente la nostra forza non cambia un granchè.
      Mi spiego, abbiamo indubbiamente aumentato la rosa di giocatori a disposizione della nazionale.
      Il problema è che abbiamo molti mediocri e pochissime eccellenze. Penso che gli unici due nostri top player sono Parisse e Campagnaro, con Parisse che ormai siamo quasi alla fine. Gli altri, buoni, molto buoni, meno buoni, ma nessun fuoriclasse.
      A mio avviso l’unica nostra salvezza di fare un discreto e onorevole 6N (non certamente di vincerlo) è puntare nel gruppo. E leggendo i convocati 16 Treviso e 13 Zebre non vedo che si sta puntando a questa soluzione. Preciso da subito che i 13 delle Zebre non hanno niente da invidiare agli altri, non rubano il posto a nessuno, ma se metti altrettanti di Treviso non cambia qualititivamente la sostanza. Con questo non dico che dovrebbero essere 29 di Treviso ma nemmeno 50/50 o quasi come ora.
      Chiudo dicendo, da tifoso di Treviso, meglio così.

      • frank 10 gennaio 2018, 15:28

        Sarto sarebbe anche un fuoriclasse, ma deve mettere a posto l’attitutidine

      • Giovanni 11 gennaio 2018, 01:36

        Non cambia un granché, d’accordo, ma è solo per capire. Ad esempio come mai quel giovane pilone di cui si era innamorato la scorsa stagione, al punto da farlo partire titolare contro gli AB, sia completamente sparito dai radar.
        Comunque, a fronte di maggior scelta tra le terze ed in prima linea, abbiamo una situazione nera tendente al drammatico in altri ruoli: in seconda Biagi va per i 33, significa che dopo i mondiali non giocherà più (o al massimo farà il 6N seguente), Fuser non ha compiuto il salto di qualità che ci si augurava un paio di anni fa, non rimane che sperare in Ruzza. Dietro di loro resta il solo Krumov, ancora acerbo, mentre dei ragazzini Cannone e Venditti ne riparliamo tra non meno di tre anni (le seconde cominciano a lasciare il segno non prima dei 24). Perciò abbiamo dovuto equiparare un 31enne terza che si adatta a fare la seconda e prossimamente supplicheremo uno che di italico ha il passaporto ma non la formazione e che peraltro è anch’egli una ex-terza.
        Forse pure peggio è la situazione a mm, dove siamo aggrappati alla speranza che Violi non segua l’esempio di Gori o, peggio ancora, di Semenzato. Tebaldi più di tanto non può e Bronzini, novità della scorsa stagione, è smarrito tra le Langhe della Marca.
        Purtroppo da noi il meccanismo di ricambio è lacunoso in quanto non supportato da una formazione di livello, per cui se un campione o una generazione vengon meno, necessitiamo di almeno 4-5 anni prima di trovare i ricambi. L’ultima volta che abbiamo vinto due partite in un 6N avevamo ancora in prima linea Castro e Lo Cicero. Per non parlare dell’apertura, dove ci è voluta una traversata del deserto durata 10 anni prima di trovare i Canna e Allan.

Lascia un commento