Fondo di solidarietà e fuga di notizie: condanne per Amore, Lorigiola e Zanovello

Cambi in vista anche nel Consiglio Federale. Marzio Innocenti re-inviato

italia fir rugby

ph. Sebastiano Pessina

I fatti risalgono all’ottobre 2016 e riguardano la questione contabilizzazione del Fondo di Solidarietà, in merito alla quale era stata avviata un’indagine da parte della Procura Generale dello Sport del CONI che si era conclusa con l’archiviazione. In merito alla vicenda, la Federazione aveva presentato un esposto alla Procura Federale per denunciare una fuga di notizie relativa all’indagine della Procura Generale dello Sport. Tra i segnalati Marzio Innocenti, Fulvio Lorigiola, Roberto Zanovello e Gianni Amore.

Le indagini si sono concluse a gennaio, in seguito alle quali la Procura aveva scelto di non archiviare procedendo al deferimento di Roberto Zanovello, Marzio Innocenti, Fulvio Lorigiola e Gianni Amore. Quest’oggi in serata è arrivata la sentenza.

 

“Il Tribunale Federale di FIR, presieduto dall’avv. Enzo Paolini, si è riunito oggi presso la Sede dello Stadio Olimpico di Roma. All’ordine del giorno la sentenza relativa al dibattimento che vedeva imputati il Presidente del Comitato Regionale Veneto Marzio Innocenti, il Consigliere Federale Roberto Zanovello ed i tesserati Fulvio Lorigiola e Gianni Amore, con l’accusa di aver divulgato la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati della Procura Generale dello Sport dei vertici della Federazione Italiana Rugby del quadriennio 2012/2016.

Il Tribunale ha riconosciuto la violazione delle norme federali nelle condotte di Gianni Amore (sei mesi di interdizione), Fulvio Lorigiola (sei mesi di interdizione) e Roberto Zanovello (diciotto mesi di interdizione). Il Tribunale ha disposto il re-invio degli atti relativi al Presidente del Comitato Regionale Veneto, Marzio Innocenti e della tesserata Federica Montanarini alla Procura Federale per accertamenti in ordine alle medesime violazioni contestate ai tesserati sanzionati e ad una possibile alterazione delle prove. I sanzionati hanno diritto a ricorrere in appello”.

 

Cosa dice il Regolamento di Giustizia FIR? Art.20 sui doveri generali, comma 1: “I tesserati devono comportarsi secondo i principi di lealtà, correttezza e probità in ogni rapporto riferibile all’attività sportiva o comunque federale; comma 2, “Ai tesserati è fatto divieto di fornire a terzi notizie o informazioni relative a fatti oggetto di procedimenti disciplinari in corso“; e infine comma 5, “Il tesserato che venga meno ai doveri sopra indicati è punto con la sanzione dell’interdizione da un mese a tre anni”.

 

 

Cambi in vista nel Consiglio Federale

Regolamento alla mano, Roberto Zanovello vedrà decadere il proprio incarico di Consigliere Federale. L’articolo 43 dello Statuto Federale dice infatti che “il venir meno nel corso del mandato anche di uno solo dei requisiti previsti dall’art.39 comporta l’immediata decadenza della carica, così come il verificarsi delle ipotesi di cui agli art. 40 e 42″. L’articolo 40 sull’ineleggibilità dice che sono ineleggibili alle cariche federali “i soggetti che abbiano riportato nell’ultimo decennio, salva riabilitazione, squalifiche o inibizioni sportive definite complessivamente superiori ad un anno, da parte delle Federazioni Sportive Nazionali, […]”.

Il primo dei non eletti per il Consiglio Federale è Giovanni Poggiali, Presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna Rugby: dovrà scegliere se rinunciare all’incarico ed essere cooptato in Consiglio, oppure rinunciare all’ingresso in Consiglio Federale. Il secondo dei non eletti è Roberto Facchini, tra i rappresentanti FIR all’interno di Rugby Europe.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Botta e risposta Gavazzi-Innocenti, il presidente FIR: “Il prossimo tecnico sarà neozelandese”

Doppia intervista sulle pagine del Gazzettino: Innocenti attacca, il presidente tocca anche il tema del prossimo coach

16 Ottobre 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Gli staff tecnici di nazionali e accademie per la stagione 2019/2020

Il consiglio federale della FIR ha confermato tutti gli allenatori principali

19 Luglio 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

La FIR ha approvato il bilancio consuntivo del 2018 e il bilancio preventivo del 2019

Entrambi sono stati chiusi con degli utili. Nel 2018 è cresciuto il valore della produzione

10 Giugno 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

È stato nominato un nuovo vice presidente della FIR

È Onorio Rebecchini, uno dei fondatori dell'Unione Rugby Capitolina. Succede al dimissionario Salvatore Perugini

6 Giugno 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Le prime dichiarazioni di Salvatore Perugini dopo le dimissioni da vice presidente FIR

L'ex pilone azzurro ha parlato a OnRugby della sua decisione ufficializzata qualche giorno fa

17 Aprile 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Salvatore Perugini si è dimesso da vice presidente della FIR

La decisione è arrivata durante l'ultimo consiglio federale, in critica con la gestione attuale

15 Aprile 2019 Rugby Azzurro / Vita federale
  1. MarioC 10 Ottobre 2017, 22:59

    Ma dai?! Ma che scherziamo?! Il problema era la gestione/trattamento del fondo di solidarietà nel bilancio federale (che poi abbiamo visto com’è andata) non la fuga di notizie. E basta. Lorigiola e Zanovello… a Padova si faranno un girone tutto loro…

  2. Giovanni 10 Ottobre 2017, 23:31

    La cosa buffa è che Zanovello, nel mentre era in corso l’indagine che doveva stabilire se avesse violato “i principi di lealtà, correttezza e probità”, veniva nominato da quello stesso consiglio federale “Commissario Straordinario del Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia” che doveva gestire le nuove elezioni per la presidenza regionale, appena cassate per irregolarità:
    goo.gl/4wBxWq

  3. ciccio 10 Ottobre 2017, 23:40

    Non c ‘è limite all’indecenza del potere del XXXXXXX XXXX.
    Ma il Rugby dovrebbe essere un’altra cosa,penso.

    • Redazione 10 Ottobre 2017, 23:55

      @ciccio se vuole poter continuare a commentare su OnRugby eviti certi paragoni.
      La Redazione

      • pigi 11 Ottobre 2017, 20:29

        Non so cosa abbia scritto sotto quelle xxxxxxxxxx xxxx però mi piacerebbe saperlo, forse ha ragione

  4. giomarch 10 Ottobre 2017, 23:57

    Per il trattamento gestionale del fondo di solidarietà, la fir, il suo presidente ed il coniglio federale dovrebbe sospendersi per tre anni in virtù dell’articolo 20 comma 1..

  5. parega 11 Ottobre 2017, 07:16

    gavazzi verra’ ricordato per due cose ben precise
    non essere capace di gestire un movimento sportivo
    ma l’essere perfetto per mettere in atto modi dittatoriali
    quante volte con quello che ha fatto abbiamo pensato che era da radiare ?

  6. cracco 11 Ottobre 2017, 08:45

    Bravo Presidente. Così si fa. Come in america latina: l’opposizione non è fonte di spunti di riflessione e soggetto di controllo. L’opposizione si elimina. Se il consiglio federale avesse le palle, prenderebbe posizione sun simile tema. Evidentemente gli interessi dei singoli prevalgono. Complimenti.

  7. narodnik 11 Ottobre 2017, 09:11
  8. lemansky86 11 Ottobre 2017, 09:50

    Chiamiamolo pure:

    B A V A G L I O

    (…scusate il maiuscolo)

  9. antony 11 Ottobre 2017, 10:05

    ahahhahahhahahhah ,,,,,,,,,,alfredone sei forte ,,,,Ma perchè il tutto si è svolto a Roma e non a calvisanum ???

  10. gian 11 Ottobre 2017, 12:08

    l’unica cosa che non capisco è se, alla fine, fatto salvo che le mail tra di loro c’erano, sia stato dimostrato, o meno, che abbiano realmente compiuto l’atto di cui sono accusati, perchè, se non ricordo male, all’inizio non era stato dimostrato e siccome loro non potevano dimostrare il contrario, erano colpevoli.
    se è stato fatto queste sono le regole (poi possono piacere o meno, ma questo è un altro discorso), se non è stato fatto trovo tale pronuncia legittima, ma discutibile

    • Giovanni 11 Ottobre 2017, 15:28

      Che dei consiglieri federali scambino email con il presidente di un comitato regionale su un argomento che era di pubblico dominio da mesi (l’esposto di Amore risaliva a febbraio dello scorso anno) e per quel motivo vengano processati fa semplicemente ridere.
      http://www.onrugby.it/2016/02/25/gianni-amore-attacca-gavazzi-mi-ha-deferito-allufficio-inchieste/
      Casomai era il comportamento di Amore ad essere censurabile, dato che ne parlava pubblicamente financo sui social network.
      Dopodichè, i regolamenti federali lasciano tale spazio a libere interpretazioni (vedi caso elezioni FVG, caso-San Donà e caso-Paz) che non si sa se, durante il periodo di tempo necessario ad esaminare il ricorso presentato dai suddetti, questi manterranno o decadranno dalle proprie cariche. Come si può intuire, si tratta null’altro che di una faida tra gruppi di potere. Innocenti è anche recidivo, visto che a suo tempo ricevette già questo tipo di trattamento dall’allora presidente Dondi. Finchè ci si potrà avvalere della clausola compromissoria, questa ed altri tipi di vicende continueranno ad esser possibili, in FIR come in ogni altra federazione sportiva affiliata al CONI.

      • luis 11 Ottobre 2017, 22:00

        Bravo Giovanni, dire che la cosa è ridicola è il minimo.

  11. cracco 11 Ottobre 2017, 20:12

    Ma voi redazione avete letto il dispositivo della sentenza? Come fa la FIR a comunicare il rinvio di Innocenti per inquinamento delle prove quando nel dispositivo si dice tutt’altro? E come fa la FIR a parlare di inquinamento delle prove 24 ore prima che il dispositivo venga pubblicato?

    Meditate gente. Meditate e non siate servili e appecorinati al potente di turno, perché il turno finisce.

    • Re 11 Ottobre 2017, 21:08

      Semplicemente le persone intelligenti lasciano perdere (vedi denigrazione del padrone al giocatore Padovani ). Le altre non conoscono il termine ”dialettica” e ”leale confronto” tipici del ns sport. Per farsi una ragione (ovvero per non dimostrare la loro debolezza umana) agiscono per vie legali trovando nelle ”discutibili” sentenze affermazioni ed autoconvincimento del proprio io giusto e buono e che gli altri sono sbagliati e cattivi, divulgando magari e maliziosamente atti inappropriati. Tutto ciò non accorgendosi che siffatto comportamento li rende ancor più deboli

Lascia un commento