WRWC 2017: cuore e orgoglio, l’Italia chiude al nono posto!

A Belfast finisce 20-15. Una meta di Barattin al primo supplementare decide il match

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Bariddu 26 Agosto 2017, 17:36

    Il secondo tempo sono scese in campo con le idee chiare e hanno iniziato a mordere metri campo e occasioni, e alla fine il tabellone le ha premiate. Le Spagnole con la 11 Echeberria fanno il colpaccio all’80 e si va in extratime. E li come dice il titolo cuore e orgoglio hanno vinto.
    Brave tutte ci rivediamo al 6N.

    • fra 26 Agosto 2017, 18:35

      D’accordo su tutto, solo cerchiamo di far qualcosa anche prima del 6N.
      Teniamo conto che siamo arrivati ad un cambio generazionale e le nuove dovranno abituarsi a questo livello.

  2. sanfrancesco 26 Agosto 2017, 17:38

    partita intensa
    bravissime le ragazze, trasformate nel 2T
    oltre a Sillari, Furlan e Arrighetti mi sembra giochino a ottimo livello

  3. Gio Cavo 26 Agosto 2017, 17:38

    Grandiose. Bella partita, vinta due volte e quasi persa con il drop della spagnola. Alcune individualità sono di ottimo livello, secondo me. Sillari, Barattin, Bettoni e le compagne di prima linea, Rigoni che è giovanissima……Brave brave brave mille volte.

  4. gattonero 26 Agosto 2017, 17:40

    povere coronarie…bella partita,meritavano entrambe le squadre,ma alla fine l’abbiamo portata a casa noi,brave ragazze…

  5. fabiogenova 26 Agosto 2017, 17:43

    Complimenti vivissimi alle ragazze che hanno vinto con grande carattere!!!

  6. gsp 26 Agosto 2017, 17:47

    Che carattere! Grandissime ragazze, grazie, Grazie, Grazie.

  7. faduc 26 Agosto 2017, 18:29

    Partita assolutamente piacevole. Il rugby al femminile è cosa seria, giocate gradevoli e ottimi contenuti tecnici. Brave

  8. MuirMan 26 Agosto 2017, 19:24

    Al vecchio Lansdowne Road c’era un posto dietro la linea di meta che molti (per lo più scozzesi) chiamavano “Laidlaw’s corner”, visto che il mitico mediano di mischia ci aveva segnato quattro mete all’Irlanda tra il 1978 e il 1984.

    E’ un peccato che le due fasi si siano svolte su campi diversi, altrimenti avremmo un “Sara’s corner” nell’angolo dove la nostra mediana ha marcato due volte contro le Leonas. Se lo meriterebbe… che partita

  9. fabrio13H 26 Agosto 2017, 19:43

    Complimenti alle ragazze anche perché questo si puo’ considerare il miglior risultato di sempre per il nostro rugby femminile e forse anche del nostro rugby preso nel suo insieme! Solo nella prima edizione della Coppa del mondo femminile, nel 1991, la statistica fu in un certo senso migliore poiché perdendo la semifinale Plate si puo’ dire che ci si classificò settimi a pari merito. Quel risultato vale però assai meno, dal momento che il rugby femminile era ancora agli albori: non parteciparono, infatti, Irlanda, Australia e Scozia. Inoltre né quell’edizione, né la successiva erano ancora riconosciute dalla Federazione Internazionale.

  10. Antonio9 26 Agosto 2017, 20:31

    Brave ragazze!
    Sono convinto che con qualche partita di preparazione ( non fatta solo per € ) i risultati potevano essere pure migliori. Infatti si è vista una bella crescita.

  11. Bariddu 26 Agosto 2017, 21:00

    peccato però sovrapporre la finale col championship, bastavano 50 minuti di distacco e le si vedevano entrambe.

    • Anto2 26 Agosto 2017, 21:42

      vero, primo tempo uno spettacolo … anche se da simpatizzante irlandese spero vincano le NZ … le inglesi che diventano campionesse del moddo in Irlanda sarebbe troppo 😀

  12. frank 26 Agosto 2017, 22:55
  13. ermy 27 Agosto 2017, 00:14

    Ai tecnici delle skills di Benetton e Zebre consiglierei di portare le nostre alette autoscontro, Espositi, Venditti, ed altri vari a lezione dall’11 spagnola Ieri Echeberria per imparare come si supera l’avversario con un calcetto a seguire e come andare a riprenderselo… beh, anche a Treviso qualche bravo vecio lo conosco… 😉

  14. Hullalla 27 Agosto 2017, 08:04
  15. Osezno 27 Agosto 2017, 12:02

    Congratulazioni per la vittoria. Nel 2º tempo la superiorità italiana è stata chiara.

  16. Grillotalpa 27 Agosto 2017, 12:20

    Contento per la vittoria delle ragazze italiane anche se continuo a trovare assurda la formula della‘sudden death’, il fatto che vinca chi segna per primo mi sembra qualcosa di antisportivo, pensavo non fosse più in uso in manifestazioni internazionali.

  17. frank 27 Agosto 2017, 16:29

    Grande rammarico comunque.

    Con la stessa formula di torneo, i ragazzi U20 arrivati 8 vincendone una e le ragazze 9 vincendone due.

    🙁

  18. fabrio13H 27 Agosto 2017, 17:52

    Avevo scritto di risultato della Nazionale femminile che forse è stato il migliore di sempre (in un torneo, non in singole partite) per una squadra italiana. Il post di @frank mi ha fatto venire in mente che anche la Coppa del mondo giocata dai nostri under20 pochi mesi fa, si puo’ considerare a un livello simile. Beh, due eventi nello stesso anno, peraltro non ancora concluso 🙂 , che lasciano ben sperare! Peccato che il nostro livello maschile senior non sembra paragonabile, anche se ritengo che la tournee di fine stagione della nazionale maggiore non sia stata priva di spunti positivi, più di tutti il risultato alle isole Fiji che ci ha portati vicinissimi a un successo che ci manca da sempre (e non solo negli incontri alle Fiji ma anche alle Samoa e alle Tonga), in una partita giocata con quasi tutti giocatori italiani di formazione italiana e con alcuni “senatori” assenti.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italseven: le convocazioni di Saccà per il raduno di Catania

20 atlete selezionate per l'appuntamento siciliano

24 Novembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

La meta di Sara Barattin è in lizza per il premio di “Try of the year 2021” al femminile

Un'azione straordinaria chiusa dallo sprint finale della mediana di mischia

15 Novembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

L’Italia sconfigge i Paesi Bassi in amichevole

A Colorno, azzurre sempre in controllo della sfida

15 Novembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: le convocate per il test amichevole contro l’Olanda del 13 novembre

Sono 24 le azzurre convocate nel raduno che porterà alla sfida del prossimo 13 novembre alle 17.30 che si giocherà in Emilia

5 Novembre 2021 Rugby Azzurro / Nazionale femminile