Calvisano giovane ma con carattere, il day after della Finale Scudetto

Capitan Ruffolo ammette la superiorità dei bresciani ma plaude ai suoi. Le parole in conferenza

COMMENTI DEI LETTORI
  1. buonanotte 28 Maggio 2017, 10:56

    Calvisano più forte, ha vinto meritatamente. Tuttavia io penso che quelle 3 touche perse nel primo tempo abbiano minato la solidità mentale di Rovigo. Le prime due mete di Calvisano sono arrivate su gioco rotto e placcagi sbagliati.
    Riguardando la finale dell’anno scorso ho notato quanto l’indisciplina abbia penalizzato Calvisano e la partita di ieri poteva incanalarsi in quella direzione. Stavolta però sono riusciti a correggere ed esplodere.

  2. Atalifo 28 Maggio 2017, 11:03

    Qualcuno ancora mi spieghi perché l’arbitro non ha concesso il Tmo sulla metà che ha spezzato la partita. Lo ha chiesto il capitano del Rovigo e chi come me era in tribuna perfettamente in linea con l’avanti. Ha poi richiesto il Tmo su decisioni ed azioni assolutamente inutili e irrilevanti. Mentre sull’assegnazione di una meta decisiva non ha voluto. Perché non l’ha richiesto ? Lui veniva da dietro e non poteva vedere. Era un’episodio fondamentale della partita. E poi Mitrea si riguardi la partita e ripassi la regola del fuorigioco

    • Dusty 29 Maggio 2017, 09:09

      È sempre bello vedere che sul blog c’è sempre chi vuole insegnare qualcosa a qualcuno. Questa volta il sig. Atalifo dà alcuni consigli al migior arbitro d’ Italia e fra i migliori d’Europa sulle regole del rugby. Interessante, penso che Mitrea ringrazierà al più presto.

      • BMV 29 Maggio 2017, 12:54

        Non arbitro ma il guardalinee ha negato tmo. In una partita cosi vai a vedere . Ma chi sei x negarlo. Valutate il fatto da sportivi , se fosse accaduto a voi nel 12 a 0 ? Se ci sono queste tecnologie usiamole.Sia chiaro che questo non ha deciso la partita. Ma è comunque una cosa che dà fastidio. Un esterno al gioco che ti regala 7 punti. Direi la stessa cosa a parti invertite sie chiaro. Ed un ultima cosa ma per me la più importante sono decenni che la tifoseria del Rovigo segue la sua squadra nelle finali alcune vinte altre perse ma s’è sempre distinta nel suo comportamento super sportivo. Avete solo da imparare dai tifosi rossoblu .

    • polesinerugby 29 Maggio 2017, 12:31

      Guardiamo in faccia la realtà, qualcuno a Rovigo cerca solo alibi, il passaggio non era in avanti, le mani vano al indietro, il resto solo chiacchiere .
      E stata la partita più bella della stagione, e a Mitrea va parte del merito, altro che semifinali da sonno con arbitri protagonisti.
      L’unico che si lamenta a Rovigo è il sig. SB, forse perché la sua posizione era a rischio da un bel po’ e adesso cerca scuse…meglio se fa un favore a tutti e si dimette .

      • BMV 29 Maggio 2017, 12:58

        Io ero in linea proprio lì attaccato e posso dirti in avanti certo. Non ha cambiato la partita sia chiaro ma in finale vai a vedere punto e basta. Arbitro aveva dubbio é il guardalinee che non aveva dubbi a riguardo .

  3. Atalifo 28 Maggio 2017, 11:15

    Riguardando la diretta su rugby channel, il telecronista in diretta dice subito “in avanti” sull’ultimo passaggio prima della seconda meta . Chillon alza immediatamente il braccio a segnalare l’in avanti. E l’arbitro e il segnalinee che venivano di corsa da dietro e non hanno visto assolutamente nulla hanno assegnato la metà. Era questa l’unica vera occasione in cui si doveva usare il Tmo. Invece nulla. Gavazzi..Gavazzi…….

    • amen 28 Maggio 2017, 14:45

      ormai è diventato un dogma, se si perde è colpa di Gavazzi mentre se si vince è merito nostro… semplicemente patetici!!

      • BMV 29 Maggio 2017, 13:02

        Gavazzi verrà giudicato dal tempo , perché il tempo è galantuomo . Vedrai dove porterà il rugby italiano . Basta avere un pò di pazienza ed attendere . Amen

    • gsp 28 Maggio 2017, 14:49

      Dai, non fare brutte figure…

    • Hullalla 28 Maggio 2017, 17:34

      Chi perde spiega.

      • BMV 28 Maggio 2017, 17:55

        Sì discute solo su come Rovigo avrebbe potuto battere una squadra più forte. Il piano emozionale di questa partita era la cosa più importante. Se non ci fosse stato un avanti Rovigo andava + 19 ed invece in pochi minuti a – 2 . Prima metà x me eccezionale. Ma chi è il pazzo che parte dalla sua linea di meta ed è l’unico che ci crede che il pallone resti in campo. Quella è la svolta. Rovigo ha avuto una sola occasione x poter affondare un colpo forse decisivo ma non c’è riuscito. Poi possiamo discutere dell’episodio seconda metà. Ma mettetevi nei panni dei tifosi del Rovigo , voi come l’avreste presa? X me guardalinee …..metteteci voi quel che credete.

    • Dusty 29 Maggio 2017, 09:10

      Ah beh, se l’ha detto il telecronista…

  4. BMV 28 Maggio 2017, 11:57

    La meta era da annullare ma la partita é persa perché Rovigo doveva andare sul 19 a 0 . A quel punto come ammette Brunello sarebbe stata veramente dura x Calvisano sul piano psicologico il rapporto di forze si sarebbe invertito. W il rugby e lasciamo perdere i signori dei bottoni . Speriamo spariscano prima di lasciarci macerie di questo sport.

    • fan5712 29 Maggio 2017, 13:31

      La matematica non è un opinione, al momento del episodio contestato il punteggio era di 7-12..non si capisce il 0-12 o tantomeno il 0-19 senza quella meta, forse se andavano dal Tmo assegnavano la meta al Rovigo..?! Basta commenti in malafede ed ignoranti!
      Flash news, se era in avanti il Tmo poteva intervenire senza essere chiamato dal arbitro, quindi ha visto i replay è giudicato che non era avanti, semplice. Per fortuna c’è ancora qualcuno in giro in Italia che si prende la responsabilità in campo.

      • BMV 29 Maggio 2017, 14:08

        Grazie x l’ignoranti. Il 19 a 0 veniva se il Rovigo non faceva un avanti sul 12 a 0 , in chiara occasione di meta(questo distacco poteva cambiare la partita) ma subito dopo errori del Ro hanno portato alla prima meta . Ora hai capito ? Meglio se fai un corso di lettura e comprensione del testo .Mi pare che alle elementari ne facciano ancora.

        • ILTERZOTEMPO 30 Maggio 2017, 09:54

          anche mio nonno se aveva una ruota sarebbe stato una carriola

      • BMV 29 Maggio 2017, 14:30

        Regola Tmo vera ma la sostanza resta.Non hanno guardato.

  5. barry 28 Maggio 2017, 13:36

    6 mete a 2 ( fatte nel tempo di recupero) e parlate dell arbitro!!!!!!
    Siete vergognosi per non dire altro!!!!
    Ma parlate della prestazione delle squadre della festa di giocatori come Minozzi
    Parlate di un episodio a metà secondo tempo che nn incide sul risultato…..manca solo che non sia meritata

    • BMV 28 Maggio 2017, 13:43

      Guarda che lo abbiamo applaudito il Calvisano . Si discute semplicemente su episodi. Nessuno toglie niente al Calvisano. Masticare rugby dagli albori. Gli avversari saranno sempre rispettati .

    • BMV 28 Maggio 2017, 17:57

      Mi sembri un tifoso di calcio, cambia sport. Qua si discutono episodi e si rispettano le squadre ciao

    • Atalifo 28 Maggio 2017, 23:36

      E la semifinale con il viadana ? Inventate una sostituzione temporanea per un colpo alla testa. Poi il vs. giocatore rientra con una fasciatura alla gamba e il vs. Dottore non produce alcun referto medico com’è obbligatorio. E la banda Gavazzi fanno finta di non capire. E il San Doná per molto meno lo escludete dai play off. Con il vostro Presidente ormai è tutto marcio

      • Dusty 29 Maggio 2017, 09:11

        E lo spred che risale? Maledetto Gavazzi…

        • BMV 29 Maggio 2017, 15:28

          Gavazzi ieri a Rovigo x leggere giornali locali. Un solo aggettivo Co……….. e voi vi fidate di gente così. Ne ho incontrati tanti di tali personaggi e non combinano mai niente di buono.Ma fate meno gli ingenui e svegliatevi che vi sta solo usando .

    • barbin cursari 29 Maggio 2017, 10:45

      nessuno mette in dubbio che calvisano abbia meritato la vittoria. così come nessuno mette in dubbio che mitrea abbia arbitrato male. quando rovigo vincerà una finale con un pessimo arbitraggio? finora è capitato solo a voi…

  6. crosby 28 Maggio 2017, 15:14

    Calvisano nettamente più forte ma l’arbitraggio non è stato per niente buono.
    Parlo del primo tempo perché nel secondo Calvisano ha fatto vedere chi meritava lo scudetto sul petto e l’arbitro compariva solo a fischiare le mete.
    Per me i due errori più clamorosi sono questi, dove si evidenzia la differenza di trattamento tra Calvisano e Rovigo:
    a) chiamata tmo per fallo di Momberg inesistente, il tmo dice che ha aperto le braccia e quindi è placcaggio regolare ma per non sbugiardare Mitrea gli dice “calcio di punizione”. Perché calcio se è regolare???
    b) tuffo con le ginocchia dell’ala di Calvisano su uomo del Rovigo a terra, che esce malconcio. O non è fallo o se è fallo il giocatore del Calvisano deve prendersi il cartellino giallo o rosso. Il Tmo dice ancora: calcio di punizione. Ma se è gioco pericoloso e chi lo subisce si infortuna e lascia il campo…perchè solo calcio di punizione???

  7. mamo 28 Maggio 2017, 18:56

    Tutto bene quel che finisce bene.
    Non ho visto nessuna delle partite di ieri perché ero via ma leggendo i commenti di qua e di lá, assolutamente bipartisan, credo si possa concludere che:
    – il Calvisano ha strameritato.
    – Ricconi é incolume.
    – Il MOM é andato a un giovanotto che gioca Estremo e vivaiddio se abbiam bisogno di giocatori in quel ruolo.
    – I rodigini sono stati accolti con gentilezza e sportività .
    Quindi: tutto bene quel che finisce bene, appunto.

    • Camoto 28 Maggio 2017, 23:23

      Gran bell’ articolo.
      Sempre viva l’ Eccellenza!

      • Atalifo 28 Maggio 2017, 23:48

        Spero la redazione non dimentichi lo scandaloso episodio della sostituzione temporanea della semifinale e che chi ha sbagliato venga punito. Le regole devono essere uguali per tutti, altrimenti anche il ns. amato sport, fino ad oggi onesto e leale perde di credibilità.

  8. MAUTRE 29 Maggio 2017, 10:13

    Calma ragazzi calma, ci vantiamo di essere uno sport con “altri” valori e poi ci mettiamo sullo stesso piano ?
    Detto questo premetto che NON sono affatto un gavazziano….anzi ?! Ma sono un sportivo obiettivo, amante del rugby e del buon gioco così mi permetto di dire che il gioco del Calvisano è stato proprio bello e divertente vedere giocatori come Minozzi (veramente un valore aggiunto) nella sua dinamica “elettrica”, nella sua capacità di trascinare. A noi addetti ai lavori deve interessare quello che allenatori come Brunello stanno facendo e oltre ai guru internazionali, poter fare affidamento anche su quelli NOSTRANI.
    Il Rovigo dal canto suo ha impostato una partita pensando di dominare nelle fasi di conquista ma alla fine le MO erano praticamente pari (e addirittura in svantaggio dopo i cambi) e le RL sbagliate da Rovigo hanno sicuramente inciso sul game plan. Detto questo è anche vero che Rovigo ha mosso poco o niente la palla e quando lo ha fatto si nota che non ha una struttura di gioco come quella di Calvisano e per concludere, 43 punti sono sempre 43 punti…..!!
    Dobbiamo essere contenti (personalmente lo sono) di quanto si è visto rispetto a precedenti finali. Pensiamo anche al Movimento e non solo a sto ca@@o di campanile…..perché in Italia, nel rugby come in altre cose, sono proprio i campanili a rovinare i programmi.

  9. Pelledorso 29 Maggio 2017, 14:29

    Invito tutti i colleghi tifoi del Rugby Calvisano (io sono tifoso del Rovigo) a non rispondere più ai post di quei quattro tifosi di Rovigo con il prosciutto negli occhi!
    Calvisano ha mertitato sul campo la vittoria punto e fine.
    E oramai da troppo tempo che, al posto di rimboccarsi le maniche come ha fatto Calvisano, il Rugby Rovigo Delta cerca alibi (vedi Gavazzi Vedi Mitrea)per le stagioni fallimentari.

    Ps E pensare che Il Sig. allenatore Brunello M. era l’allenatore del Rovigo.
    2PS Onore a Costanzo che è l’unico in Italia ad aver vinto 10 scudetti….. e chissà forse l’unico al mondo (chi ha notizie diverse mi corregga).
    3PS E’ inutile dare la colpa a Gavazzi quando Ruffolo (che è un ottimo giocatore) al posto di placare il 12 di Calvisano decide di andare a farfalle e subiamo une meta! Oppure su apertura di Chillon su Lubian ci facciamo prendere in intercetto e meta…… Oppure sui palloni che non escono in touche stiamo li a boccheggiare e subiamo meta…..
    4PS mi pare che nel secondo tempo x Calvisano in campo ci fossero 6/7 giocatori anno 95/97….
    5PS se noi non avessimo avuto in campo Santo Basson chissà quanti punti avremmo fatto !

    • BMV 29 Maggio 2017, 15:53

      Condivido molto di quello che scrivi. Quanti giocatori del Rovigo di oggi sarebbero scesi in campo nella vecchia seria A con Brunello ? MISCHIA TOUCHE ? Errori , e passaggi pessimi, prendere la palla sempre in difficoltà. Ma questo vale x tutto il campionato eccellenza. Calvisano crede di essere uno squadrone ma ragazzi non è così. Il rugby italiano s’è abbassato incredibilmente di livello. Inutile il Pro 12 per far crescere il livello tecnico . RIFONDARE IL CAMPIONATO FUORI DAL 6 NAZIONI E PRO 12 Ma a qualcuno fa comodo che le cose vadano così è quindi aspettiamo tempi e persone migliori e più capaci. Gestire potere e soldi é bello vero mister G.? Anche a costo di mandare tutto a rotoli .

      • ILTERZOTEMPO 30 Maggio 2017, 09:58

        ti voglio te BMV a fare il presidente …. chissà che passi avanti farà il rugby …. dai forza candidati

Lascia un commento

item-thumbnail

Rugby Viadana: coach German Fernandez è in Italia

L'allenatore argentino inizia ufficialmente la sua avventura coi gialloneri

14 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Petrarca Padova: dal mercato arrivano Catelan e Makelara

I veneti rinforzano ulteriormente il reparto degli avanti

13 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Rugby Rovigo: due rinforzi per la rosa, ecco un pilone e un trequarti

I rossoblu aggiungono due italiani al loro roster

13 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Jody Rossetto lascia il mondo del rugby a 25 anni

Il pilone ex-Petrarca Padova deve chiudere la sua carriera per via di problemi fisici. "Era giusto fermarsi ora"

12 Agosto 2020 Campionati Italiani / TOP12