Un nuovo preparatore atletico, lo staff delle Zebre e l’incontro O’Shea-Gavazzi

Il Presidente Federale anticipa in un’intervista uno dei temi sul tavolo sabato

COMMENTI DEI LETTORI
  1. leo64 24 Marzo 2017, 08:19

    Bravo Gavazzi fatti da parte e lascia lavorare chi di Rugby ne capisce molto più di te. Prossimo passo mandare a casa tutti quelli che hanno fallito non spostarli da un altra parte ma a casa. Terzo ricostruire il settore giovanile e livello nazionale. È questo è un lavoro molto duro speriamo bene.

    • Dusty 24 Marzo 2017, 09:12

      Certo fatti da parte e al suo posto chi ci metti? Ma per piacere! Ancora con ‘sti discorsi!

    • zappinbo 24 Marzo 2017, 13:03

      Non ce ne uno migliore al momento, non farti confondere dai giornalisti mancati dei vari blog. Forza Alfredo!

  2. leo64 24 Marzo 2017, 08:21

    Le Zebre li c’è da cambiare proprio tutti.

  3. Danthegun 24 Marzo 2017, 08:22

    Che ci sia un evidente problema di fitness è evidente e forse questo è uno dei gap più veloci da colmare con le altre squadre e uno di quegli aspetti su cui puntare per ritrovare competitività nel breve periodo.
    Mi permetto di dire che, collegato a questo, forse sarebbe il caso di rivedere anche gli staff medici. Troppi infortuni nelle franchigie (che condizionano inevitabilmente la nazionale italiana non avendo una copertura infinita in tutti i ruoli), troppo lenti i recuperi e mai definitivi.
    Cos non deve allenare le Zebre perchè ha molto altro da fare che stare sotto i riflettori tutti i week end per partite deludenti. Le Zebre devono avere un proprio staff che interagisce con la nazionale. Possono esserci competenze condivise, consulenze prestate a nazionale e franchigie ma non mischierei i ruoli. Il solo fatto che Gavazzi lo abbia pensato, dichiarato e sia intenzionato a farlo mi lascia basito.
    Capitolo Seven. Partendo dal presupposto che considero la nazionale seven (vista la nostra condizione) una occasione di formazione per futuri 3/4 di livello internazionale, l’idea che possano essere le fiamme oro la squadra di riferimento per la nazionale seven ha un suo senso perchè potrebbe permettere di avere un gruppo a tempo pieno che si dedichi al seven. Come sono contrario ad una squadra che assume giocatori per concorso pubblico, potrei essere invece favorevole che per concorso si formi una squadra seven stabile. Riflettiamoci.

  4. gian 24 Marzo 2017, 08:48

    No, l’articolo non rende dovete leggere l’originale, sembra uno sketch da avanspettacolo, tanto per farvi un esempio dell’allenatore non dichiara che sarà inglese, ma che dal nome pensa sia inglese, che lui non decide nulla e che aveva pensato di lasciare la presidenza e prendere le zebre che con lui al comando avrebbero vinto, ed altre amenità del genere

  5. tunga 24 Marzo 2017, 08:59

    alcune cose la seven dovrebbe essere ospitata e “arruolata” dalle fiamme oro stavolta come favore per creare dei professionisti di questo sport ma credo fosse un progetto presentato almeno 8 anni fa ormai sono in incolmabile ritardo. e poi maschile o femminile voste la qualita avrei puntato sulla femminile che ha piu margini di crescita.
    staff
    ma ancora con gli uomini s mezzo servizio del presidente che veramente dimostra di non capire niente e di ragionare da imprenditore che USA la forza lavoro.
    staff a mezzo servizio accademie club
    accademie under 20 e zebre
    e cosi via.
    ma si puo pensare che un tecnoco dell accademia piu formativa che dovrebbe seguire i giocatori H24 possa allenare anche una franchigia?
    ma che è un lavoro a cottimo.
    ma si é mai vista una cosa del genere?
    sono allibito.
    chiedere al tecnico della nazionale di allenare anche la franchigia…….madonna santa che razza di casino è.
    non parliamo poo di come la fir ha gestito.la carriera di un diamante come troncon.
    maggoore franchigia 20 e ora secondo in franchigia………..davvero lungimiranti…….
    ma x favore …e noi vogliamo.assomigliare aglo irlandesi e scozzesi …si si come no

    • gian 24 Marzo 2017, 09:06

      Ma anche lui l’ha letto sui giornali e crede xhe la coppia vada alle Zebre, ma mica lo sa, al contrario di quel che tutti credono lui lì dentro non sa e non decide (e non conta, a questo punto aggiungo io) assolutamente niente, dalle sue dichiarazioni

  6. bangkok 24 Marzo 2017, 09:07

    COS da allenatore della Nazionale o Dormo deve rimanere equidistante dalle 2 franchigie, visionare e scegliere in maniera paritaria i giocatori. Tutto ciò risulterebbe molto difficile con un suo coinvolgimento diretto nelle Zebre.
    Inoltre darebbe il fianco a critiche e sospetti per ogni scelta presa.
    Ma il”Presidente” lo fa o lo è?

  7. fr78it 24 Marzo 2017, 09:08

    non per niente ma nell’articolo si parla di cosa Gavazzi dice di pensare che Connor gli chiederà.
    Almeno tra di noi, prima di metterci a discutere se le richieste abbiano senso, non sarebbe il caso di aspettare che vengano fatte ?

    • gian 24 Marzo 2017, 09:15

      No, anche perchè finora ha chiesto solo carta bianca e gliel’ha data, sa solo dell’allenatore dal nome inglese

      • fr78it 24 Marzo 2017, 09:38

        per ogni intervista di gavazzi ci si potrebbe costruire un’intera stagione di zelig!

  8. bangkok 24 Marzo 2017, 09:10

    Chiaramente Dor non Dormo

  9. Dusty 24 Marzo 2017, 09:11

    andate di là e ascoltate il tinello di Munari e poi ne parliamo.

  10. MAUTRE 24 Marzo 2017, 09:29

    E per mantenere il solito standard “italiota” diamo un bel premio a Troncon che, se da giocatore ha onorato la maglia Azzura, da tecnico è imbarazzante…..e in accoppiata con un altro “sempre presente” come Orlandi…

  11. barry 24 Marzo 2017, 09:48

    Come premio per l ottima stagione in u20 promossi alle zebre…………….

    Ma siamo tutti matti… Siamo ridicoli è una vergogna indescrivibile !!!
    Basta!!!!!!!! Basta Ascione!!! Basta tecnici come troncon!!! Basta portare avanti gente che non merita !!! Bastaaaaaaaaaa!!!

  12. mauro 24 Marzo 2017, 10:27

    @redazione: edulcoriamo?
    tagliare le parti migliori, quelle che neanche la fantasia di Checco Zalone riuscirebbe a costruire, non rende onore all’ego smisurato del mago G.
    “dal nome credo sia inglese”
    “dimettermi e prenderle in mano io (le Zebre), sono sicuro che con me vincerebbero”
    da sole valgono il prezzo del quotidiano

    • gian 24 Marzo 2017, 11:05

      Ho riletto questi ed altri passaggi tre volte, non ci credevo di aver capito bene
      perchè su troncon ed orlandi che passano alle zebre “credo di sì, ma non lo so” vogliamo soprassedere

    • eclipse 24 Marzo 2017, 11:44

      “forse mi proporrà qualcosa per migliorare i lanci in touche di Gega e D’Apice”

  13. fulvio.manfredi 24 Marzo 2017, 10:37

    Una sola franchigia, ripeto una sola franchigia – si fondono anche le squadre francesi che ci umiliano ad ogni occasione – e allenata dallo staff tecnico della nazionale eventualmente potenziato ma con verifica dei risultati: e’ l’unica via per tentare di arginare il massacro in atto che ci condurra’ inevitabilmente all’emarginazione.
    Soluzioni diverse peggioreranno ancora la situazione: vedere Treviso, ripeto vedere Treviso per credere!

  14. xnebiax 24 Marzo 2017, 11:50

    Se Gavazzi si dimettesse e diventasse presidente delle Zebre spostandole a Calvisano, secondo me, sarebbe una gran cosa. Come dirigente di Club mi sembra che G abbia fatto bene, e a Calvisano dimostrano ogni anno di saper fare una squadra, saper trovare sponsor, sapersi prendere ottimi allenatori e gli stranieri giusti per colmare le lacune dei giocatori italiani.

  15. xnebiax 24 Marzo 2017, 11:57

    Il problema è che non basta l’allenatore del fitness, come non bastano O’Shea, Catt e Venter.
    Deve cambiare il sistema di recluta e di formazione del rugby in tutta italia, a partire dai bambini di 10 anni.
    I club devono fare di più per trovare e formare talenti giovani, altrimenti con chi ci andiamo in nazionale a giocare contro le migliori al mondo?

  16. delipe 24 Marzo 2017, 12:11

    Buongiorno,
    Certo che dalle affermazioni a caldo di Conor O’Shea “mettere ds parte l ‘IO ….e prenderemo delle decisioni che daranno fastidio…” a parlare drl preparatore atletico…ci sarebbe un abisso.
    Io attenderei un po più di chiarezza da parte di tutti..
    Cari Presidente Gavazzi e Mr. O’Shea vi aspettano tante cose da illestrarci nei prossimi mesi, anni.
    Pochi teatrini incomprensibili con la complicità dei Media che non si azzardano a fare domande e chiedere spiegazioni sul percorso da intraprendere.
    Io ripeto il mio appello che naturalmente comprende anche la Fir.
    “Conor sostengo ma voglio conoscere !”
    FORZA ITALIA DEL RUGBY
    Cordialità

    Ps sul fatto che O’Shea possa allenare insieme ad allenatori italiani (Presutti, Brunello per esempio, le Zebre lo penso anche io e credo sia una buona idea.

  17. Katmandu 24 Marzo 2017, 12:47

    Non penso sia un problema di fit, cavolo a TV si parla di questo da un anno e anche prima con Casellato, uno che crede tanto nella corsa, non credo che non siano allenati
    Il problema per me rimane la difesa, credo che avere due franchige con un allenatore della mischia, uno della difesa, bravo (tipo Venter) sia la vera chiave di volta per le due franchige e la nazionale

  18. zappinbo 24 Marzo 2017, 13:01

    sempre sia lodato il pres. schiena dritta e convincente anche oggi. bravo. Ora peró via Cantoni e Zebre a Milano please

    • boh 24 Marzo 2017, 13:38

      Lui schiena diritta……..ma quello prostrato davanti a 90 grandi chi è?……

      • zappinbo 24 Marzo 2017, 17:20

        non mi appartiene questo linguaggio 🙂
        Sono un Gavazzi-boy, come Parega, é giusto dirlo. Tu invece mica sei un vero Hater? 🙂
        Vai Alfredo

  19. Rabbidaniel 24 Marzo 2017, 15:26
  20. fano 26 Marzo 2017, 18:36

    il rugby in italia è uno sport di serie b.non credo che ci sarà mai in italia un cambiamento culturale così forte, che secondo me è alla base, x portare a crescere questo bellissimo sport.siamo una nazione poco incline a sacrifici e durezze,dove i genitori pensano,”ma sei matto, mio figlio si fa male,ma non sarà mica uno sport quello”,e non ci sarà mai un bacino di reclutamento e di scuole rugby a livello nazionale paragonabile o che almeno si avvicini un pò alle scuole calcio,x riuscire a sfornare giocatori di livello.mi auguro di sbagliarmi e di grosso anche,e di essere sconfessato,ma penso che o shea potrebbe già mollare,non caverà un ragno dal buco.comunque forza rugby e forza nazionale!!!!!

Lascia un commento

item-thumbnail

Emergenti, De Carli: “Abbiamo voluto mettere alla prova i giocatori”

Il tecnico degli avanti tira le somme della due giorni di lavoro fra Treviso e Parma

item-thumbnail

Italia femminile in campo a dicembre per ottenere la RWC

Confermato il girone all'italiana per le Azzurre

10 Agosto 2020 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia Emergenti: convocati e tipo di lavoro per il raduno di domani a Treviso

Si apre in Veneto (con seconda tappa a Parma) una due-giorni importante per il lancio del gruppo Emergenti

9 Agosto 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Il 2020 di Maxime Mbanda

Il terza linea delle Zebre e della Nazionale ha raccontato il suo anno particolare, con uno sguardo su una novità in arrivo

5 Agosto 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Emergenti: primi raduni a Treviso e Parma, ecco i convocati

Un totale di 41 atleti che lavoreranno con lo staff azzurro il 10 e l'11 agosto, fra loro c'è anche Hame Faiva

item-thumbnail

World Rugby Ranking femminile: per le azzurre un quinto posto straordinario, che sposta poco

Con il nuovo, probabile format del torneo di qualificazione, l'Italia - che non si ritrova da febbraio - perderebbe parte dei "vantaggi" acquisiti gra...