Eccellenza: Calvisano senza problemi. Rovigo espugna il campo della Lazio

Mogliano regola Piacenza, Padova la spunta sulla Fiamme Oro

COMMENTI DEI LETTORI
  1. LiukMarc 3 Dicembre 2016, 17:18

    Calvisano che ad un certo punto prende e parte, Viadana che a tratti ci prova anche, ma i calvini rimangono un gradino sopra.
    Dai risultati, non so cosa sia successo a Roma, strepitosa Lazio o Rovigo sottotono?

    • eclipse 3 Dicembre 2016, 17:52

      Credo più sottotono Rovigo,la partita non l’ho vista o meglio a tratti.
      Il gap quest’anno si è ridotto,ma con tutto il rispetto con la Lazio mi aspettavo un distacco di almeno 20 punti.
      Per adesso più ombre che luci.

      • prop3 3 Dicembre 2016, 20:47

        Visto il Rovigo oggi a roma, ed in altre partite, credo che quest’anno di più non possa proprio fare. Sicuramente non era sotto tono, viste le partite fin qui disputate. Forse unica scusante l’assenza di alcuni giocatori.

  2. fracassosandona 3 Dicembre 2016, 17:30

    punti bonus come se piovesse, tranne a mogliano…
    campionato che non ha ancora trovato vittime sacrificali ed apertissimo, anche più delle previsioni…
    il gradevolissimo 21-19 dalla Guizza (derby in famiglia tra i cugini ex celtici cavinato e casellato) valorizza ancor di più il risultato ottenuto dal san donà a casa dei poliziotti…
    domani tocca ai nostri ma a Reggio non sarà facile…

    PS: forza Casale!

    • onit52 3 Dicembre 2016, 21:39

      …..egregio non e’ molto tempo che per passatempo mi diverto a scrivere qualche osservazione e amenità ( ovvio parlo per me ) su questo blog , ma la avevo notata da prima per le osservazioni e commenti sensati e sia per il nick name che è un marchio di origine e nonostante questo….. ( ho presente due , tre occasioni ) anche una certa simpatia per il rugby Casale.
      Mi venuto in quelle occasioni da sorridere e pensare quanta acqua era passata sotto i ponti del sile e del piave da quando ragazzino io vedevo casale vs san dona , in serie B ( DI ALLORA )e quanto sentite e anche dure fossero quelle partite questo per usare un eufemismo .
      Il calciatore era Pacifici , e se non ricordo male i pacifici erano due , l’allenatore Pierato ? Parlo circa del 64, 65, 66 sbaglio ?
      Qualche anno dopo il Casale e andato in serie A ( DI ALLORA ) prima di voi , immagino che siate rimasti un po male …..ma al raggiungimento da parte vostra gli scontri non hanno mai mancato di essere accesi.
      Insomma ricordo quando c’ erano le occasioni una sana rivalità ( i famosi campanili )che fino ad ora hanno rappresentato il/uno dei migliori momenti del rugby italico.
      Ecco semplicemente spiegato lo stupore di questa doppia simpatia ( se ho bene capito ).saluti

      • onit52 3 Dicembre 2016, 21:43

        ,,Ecco semplicemente spiegato il mio stupore PER questa sua doppia simpatia ( se ho bene capito ) .saluti
        Rispondi

    • 6nazioni 3 Dicembre 2016, 21:44

      #ppct
      referente commissione e sviluppo dei tecnici f.i.r.
      ci siamo andati molto vicini fracasso.
      forza petrarca sempre

  3. Katmandu 3 Dicembre 2016, 17:32

    Vista la partita di Padova ( grazie ancora TRC) Padova é la formazione migliore tra le due e il campo lo ha pienamente ribadito, ma il game plane dei neri era questo, diamo la palla a loro che tanto sbagliano, e prontamente si é verificato.
    Il problema non calcolato é stata la pessima, ma veramente pessima, giornata di Ragusi che ha sballato tutto il triangolo allargato dei patavini, infatti appena entrato menniti (tra l’altro autore di una bombarda da 50 metri!) I neri han messo un po di cose apposto
    Fiamme un cantiere aperto, si inizia a intravvedere la mano dell’allenatore ma non ha gli uomini adatti al gioco, il MM troppo lento anche se fa buon uso del fisico, Azzolini un’altro passa carte, mai un qualcosa di piú e anzi una marea di calcio sbagliati. Inoltre mai visto la mischia fiamme cosa male come oggi, poco dinamica e in mischia chiusa han visto i sorci verdi. Molto bene invece il triangolo dietro anche se una paio di pecche nell’ultimo passaggio ci sono, comunque il neozelandese é tanta roba Per l’eccellenza
    Ultime due note, petrarca che da l’idea di giocare molto sui palloni di recupero e quando entra nei 22 é solo per segnare, anche in una giornata grigia Nikora trova il modo di rischiarare il cielo con un calcio arcobaleno da paura, inoltre com’era quel Detto? É piú facile che un cammello passi per la cruna di un ago che qualcuno sulla linea di Bacchin e e Favero, in attacco poco o nulla, anche se meglio il 13, ma in difesa guadagnano kilometri senza palla e son delle mietitrebbie

  4. ste68 3 Dicembre 2016, 18:45

    Partita piacevole al Geremia . Petrarca con le palle placcato tutto e di più su tutti Nostra e Conforti difesa Petrarca sempre avanzate . Bene in mischia chiusa giornata no per Ragusi In attacco poco due azioni buone e due mete però. Fiamme bel gioco con i trequarti soprattutto l’estremo vera spina nel fianco per la difesa del Petrarca . Il nuovo otto dei neri non mi ha impressionato anzi secondo me ancora indietro con la preparazione dopo l’infortunio . Le fiamme secondo me possono tranquillamente puntare ad uno dei quattro posti per i play off oggi se vinceva non c’era nulla da dire. Forza Petrarca sempre.

  5. brokenarm 3 Dicembre 2016, 20:32

    Rovigo inguardabile…da rovigotto penso che se arriviamo 4 è già un miracolo…invece di aprire un ciclo abbiamo allestito una rosa non adatta al già basso livello eccellente…temo che faremo la fine del petrarca dopo l ultimo scudetto…anni di oblio…la squadra l anno scorso giocava ancora con i dettami e schemi di Frati anche dopo il suo esonero. Mcdonel e Wright hanno cambiato molto….ma in peggio secondo me….cmq si vedrà….ma sono molto deluso

    • prop3 3 Dicembre 2016, 20:51

      Concordo pienamente. Il mio pensiero l’ho già espresso con la risposta ad eclisse.

      • Bubi 4 Dicembre 2016, 10:39

        Se si vuole cambiare gioco e mentalità ci vuole tempo e pazienza. McDonnel e Wright stanno cambiando la squadra, abbiate fede

    • Tomas 4 Dicembre 2016, 12:54

      Rovigo secondo me non c’è mentalmente. L’ho visto 3 volte quest’anno, con prestazioni altalenanti: sbruffone con S. Donà, tosto con Petrarca e impalpabile con Calvisano. Ogni partita fa storia a se, ma se espugni Padova tanto scarso non sei, visto che loro sono accreditati come la squadra più forte del torneo e principale pretendente al titolo, in più con lo stimolo di un derby che negli ultimi anni hanno vinto raramente. Il XV titolale può giocarsela alla pari con chiunque in campionato, poi le partite si vincono e si perdono. La panchina è un po’ corta, ma hanno sempre comunque da giocare la carta del quarto straniero che prima o poi la useranno. Lasciamo lavorare gli allenatori, i conti si fanno alla fine. Ma il principale lavoro bisogna farlo nella testa dei giocatori …..

Lascia un commento

item-thumbnail

Il Top10 torna all’antico: la nuova stagione con le regole classiche per il punteggio

Il bonus offensivo sarà concesso in caso di quattro o più mete segnate

27 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Dove si vede il Top10 2022-2023: copertura tv e streaming. A Parma la finale scudetto

Tutte le possibilità per seguire il massimo Campionato Italiano, che scatterà sabato 1 ottobre

27 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: la presentazione del campionato 2022/2023 in diretta streaming

A Parma, il presidente Marzio Innocenti e i dieci capitani delle squadre danno il benvenuto alla nuova stagione che inizierà l'1 ottobre

27 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Petrarca, parla Marcato: “Ci presentiamo al via del Top10 a posto sia fisicamente sia mentalmente”

Il coach dei padovani ha trovato risposte positive dalla sua squadra

26 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

I Lyons hanno ingaggiato il trequarti Pietro Rodina

La squadra piacentina ha completato il reparto arretrato con l'innesto del giocatore classe 2002

21 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Rugbymercato: come cambiano le rose del Top10 2022/2023 (in aggiornamento)

Tutti gli ingaggi e gli addii per la stagione 2022/2023, man mano che arrivano le notizie

20 Settembre 2022 Campionati Italiani / TOP 10