Dopo l’Italia: nel futuro di Jacques Brunel c’è l’Oyonnax

Dalla Francia arrivano notizie sulla prossima avventura dell’attuale ct azzurro. E Gajan è pronto per Perpignan

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Mr Ian 26 Febbraio 2016, 09:14

    in tema di mercato francese, Francois Steyn torna in Francia e firma per il Montpellier, nuova colonia sud africana

  2. Dusty 26 Febbraio 2016, 09:34

    Sono contento che JB abbia ancora dei forti estimatori fuori dall’Italia. Leggendo cosa si scrive di lui anche su questo blog invece sembra che ci stia allenando un cretino.
    Il giorno che capiremo tutti che il problema siamo noi e non chi viene a dare il proprio contributo forse faremo qualche passo avanti.

    • mamo 26 Febbraio 2016, 10:04

      Buon giorno Dusty,
      il giorno che ci allenerà un uomo con le idee chiare e che al momento di stipulare il contratto con f.i.r. le sappia già mettere nero su bianco, faremo un vero passo in avanti.
      Come dici giustamente il problema siamo noi ma un allenatore è chiamato a risolvere il problema e non a assecondare chi lo crea.
      Mia opinione.

      • fracassosandona 26 Febbraio 2016, 10:50

        Il problema siamo noi. Lui non è cretino ma il suo intervento non ha giovato sotto alcun aspetto. Kirwan berbizier e Mallet hanno lasciato qualcosa in eredità. Brunel ha trovato ruderi e lascia macerie.

        • Maxwell 26 Febbraio 2016, 10:53

          Se JB ha trovato ruderi…… significa che NM in eredità non ha lasciato una fava. 😉
          Non esageriamo dai…………

          • Stefo 26 Febbraio 2016, 11:27

            Aveva lasciato un sistema difenivo efficace, che piaccia o meno ammetterlo, e che JB ha ben pensato di cambiare.

          • fracassosandona 26 Febbraio 2016, 11:58

            Ho scritto ruderi intendevo capanne

          • Maxwell 26 Febbraio 2016, 12:01

            Stefo dai,il problema VERO nasce nel 2014.
            C’è poi un premondiale con troppi punti interrogativi.

          • Stefo 26 Febbraio 2016, 19:18

            I problemi difensivi dell’Italia nascono nel Tour di giugno 2013…

        • Galeone 26 Febbraio 2016, 10:59

          Brunel ha trovato ruderi? Beh dai, una mischia dominante e un’ attenzione difensiva entrambe di alto livello non sono ruderi, ma dovevano essere un punto di partenza…..

          D’accordissimo invece con te sulle macerie…..

          • Maxwell 26 Febbraio 2016, 11:59

            Mischia dominante?
            Coi ritiri di Lo Cicero e Perugini e l’invecchiamento di Castrogiovanni?
            Ci sono tanti motivi per criticarlo, non occorre inventarne

        • alex74 26 Febbraio 2016, 11:34

          Piano a parlare di Ruderi, che quelli veri difendono meglio dell’Italia di JB… 🙂
          https://www.facebook.com/ruderirugbyroma

          • Galeone 26 Febbraio 2016, 12:49

            Nel 2011 avevamo una mischia da ” sballo ” altro che ritiri !! Ricordo ancora il test match contro il Giappone di agosto, arrotolavano le magliette degli avversari come le latte delle scatolette di tonno….

        • Dusty 26 Febbraio 2016, 15:07

          Secondo me sbagli. Ma forse parlarne adesso è prematuro. Ci aggiorniamo fra qualche mese e vedremo se avrà lasciato veramente macerie. Io sono convinto di no.

    • mauro 26 Febbraio 2016, 10:50

      Non ci sta allenando un cretino, ma uno più furbo che santo.
      Se fosse stato cretino sarebbe stato meglio, almeno alla prima occasione avrebbe puntato i piedi. Lui non l’ha mai fatto, il famoso giunco che si piega con la tempesta è rigido rispetto all’omino della Bialetti.

    • chicodelrodeo 26 Febbraio 2016, 11:26
    • zappinbo 26 Febbraio 2016, 12:19

      È un professionista. Cosa che molti qua dentro non riescono a concepire nel rugby, pari a molti funzionari di societá (celtiche incluse). A me il baffo é sempre piaciuto.
      Ah dimenticavo, il prossimo CT viene da Treviso, dove sono riusciti a cacciare un allenatore che stasera esordisce con i Cheethas..

      • mamo 26 Febbraio 2016, 12:58

        Ciao Zappino,
        a parte l’enorme rispetto per Smith, che a TV ha dato l’anima, credo che corretto anche aggiungere che da noi era arrivato dopo due anni da vice nei Cheethas, quindi si è fatto una sana quanto lunghissima esperienza a TV, per poi rientrare come II° a casa sua.
        Questo per dire, guardando il suo esordio da Capo, che Benetton ha contribuito a fagli maturare esperienza.
        In ogni caso incrocio le dita e di cuore gli auguro già da oggi un successo.

      • mauro 26 Febbraio 2016, 13:08

        rosica, rosica che ti fa bene al fegato…

      • narodnik 26 Febbraio 2016, 14:33

        sicuramente siete due persone molto simili te e brunel dai commenti che scrivi capisco perche’ lo apprezzi

        • zappinbo 26 Febbraio 2016, 16:13

          da te e quello sopra di te non ti dico quali conclusioni…

  3. boh 26 Febbraio 2016, 10:28

    Ma pensa un po… Arrivano allenatori da nazioni che ci fanno pelo e contropelo per quanto riguarda le idee e i progetti di sviluppo. Ma noi abbiamo l’arroganza di ritenerli poco chiari di idee…Non è, che quando li assumiamo, gli facciamo ponti d’oro approvandogli i loro progetti assicurando piena collaborazione. E il giorno dopo gli diciamo questo no, questo non si fa, questo lo decidiamo noi ecc ecc

    • kinky 26 Febbraio 2016, 11:10

      anch’io ho questa sensazione

    • mamo 26 Febbraio 2016, 11:34

      Ciao Boh,
      appunto per questo secondo me l’allenatore che ci può aiutare non deve fidarsi delle parole di f.i.r. ma contrattualizzare fin da subito quali sono i suoi poteri: se f.i.r. non mantiene le promesse (a quel punto scritte) lui alza le tende andandosene più ricco (economicamente) di prima o quantomeno non più povero.
      Brunel, evidentemente è stato (oltre al resto) incapace di imporsi ma non dimentichiamoci nemmeno gli ultimi due anni, sfociati nella scellerata gestione della WC. Io non lo dimentico.

    • DearPrudence 26 Febbraio 2016, 16:27

      Anche io penso che le cose stiano più o meno così, per questo secondo me l’allenatore deve essere solo la punta dell’iceberg, allo stesso tempo colui che definisce il modello, lo diffonde attraverso la catena dei tecnici, formatori e allenatori a valle, e poi si giova dei risultati di questo lavoro.
      E’ come se ci volessero tanti “Brunel” ad ogni livello tecnico.

      Invece in questo siamo come nel calcio, dove l’allenatore della nazionale è di fatto un selezionatore che sceglie i giocatori in base al proprio metodo tattico e li adatta.

  4. pippobrutto 26 Febbraio 2016, 11:02

    io sono d’accordo con munari quando dice che il problema dell’allenatore è relativo

    • pippobrutto 26 Febbraio 2016, 11:06

      ero favorevole a brunel, quando è stato annunciato il suo arrivo, ma alcune scelte fatte negli ultimi due anni non mi hanno convinto. ora lui dice che ci sono stati problemi con le franchige, e questo mi stupisce un po’, soprattuto per quanto riguarda i problemi con le zebre.
      spero che il prossimo allenatore sappia collaborare di più col territorio, ma non mi aspetto miracoli

  5. kinky 26 Febbraio 2016, 11:14

    …e intanto i Blues archiviano la prima vittoria ai danni degli Highlanders. Mentre i Brumbies stanno massacrando gli Hurricanes!

    • Mr Ian 26 Febbraio 2016, 11:23

      mamma mia che Hurricanes poveri di idee….
      Bellissima oggi la vittoria dei Blues!

    • Stefo 26 Febbraio 2016, 11:31

      Giorno di elezioni a casa coi pupi che la scuola e’ chiusa le ho viste in diretta anche io invece che doverle registrare.
      Blues che vincono ma mi hanno poco convinto alla fine della giostra, Brumbies che hanno spazzato via degli Hurrivanes troppo brutti per essere veri.
      Mi piace in mischia le regola del mm avversario che non puo’ andare sull’8.

      • Totalmente incompetente 26 Febbraio 2016, 12:12

        Ciao..
        Mi dici come hai fatto a vedere i Blues?? Dove?

        • Stefo 26 Febbraio 2016, 12:32

          Vivo in Irlanda, sky

          • Totalmente incompetente 26 Febbraio 2016, 12:54

            Ah ecco. Lucky you!

          • kinky 26 Febbraio 2016, 15:31

            Luck You è una parola grossa.
            Stefo regolarmente NON può mangiare: pizza, prosciutti veri, formaggi veri, buon vino, tortellini in brodo, gnocchi, tigelle, piadine, plin, canederli, una semplicissima pastasciutta al pomodoro (quello vero) oppure aglio olio (quello vero) e peperoncino, parmigiano reggiano (che non è un semplice formaggio…è molto ma molto di più), risotti etc….!

          • Stefo 26 Febbraio 2016, 17:06

            kinky per fortuna esisto import ed exort e negozi italiani che importano il 90% delle cose che dici

          • Stefo 26 Febbraio 2016, 17:09

            Pensa te che in estate con mia gran sorpresa ho trovato i meloni di Mantova che per me sono i migliori…

          • Totalmente incompetente 26 Febbraio 2016, 17:45

            …quindi vive soddisfatto di importazione e si gode magari dal vivo il locale buon rugby…Per me non sta affatto male!

    • pippobrutto 26 Febbraio 2016, 15:25

      io l’avevo registrata, mi avete rovinato la sorpresa!

  6. giobart 26 Febbraio 2016, 13:49

    Può ambire decisamente a palcoscenici migliori Brunel, Gajan no.

  7. And 26 Febbraio 2016, 14:47

    Brunel sia chiaro non è un pirla, il difetto è che il suo rugby non si è adattato al materiale a disposizione. Per me è un buon allenatore, anche se a volte ha perso la bussola nel corso di questi anni. La verità è che siamo ridicoli se confrontati agli altri movimenti rugbistici del 6N (per storia e altro), quindi qualsiasi cosa positiva centrata da Brunel, Murrayfield 2015 per esempio, è oro colato. Non è colpa sua se Botes sbagliò calci fattibili e Masi fece una vaccata (complice Bortolami) nell’Olimpico innevato contro la più battibile Inghilterra di sempre. Ci sono alcune imbarcate nella sua gestione ma altre partite che potevamo portare a casa..io con la Scozia sono fiducioso! crediamoci!!

  8. And 26 Febbraio 2016, 14:58

    ricordo il primo anno di Brunel, facemmo una bella partita allo Stade de France ma Malzieu fece il diavolo a quattro e perdemmo, il rugby di Brunel come impostazione mi è sempre piaciuto ma x me non ci ha capito molto, ha privilegiato un impianto di gioco basato sul possesso a fronte di carenze tecniche, di handling eccetera..la nostra tradizione ha fatto del pack il suo punto di forza, e poi ha pagato il dissolversi del Benetton Treviso di Smith/Munari, quando Treviso girava la Nazionale girava di riflesso..poi il buio.

  9. albe 26 Febbraio 2016, 15:01

    Secondo me c è da considerare anche che c è una differenza fra il ruolo dell allenatore di un club e quello di selezionatore della nazionale e può magari capitare che il passaggio non sia senza conseguenze…. (bravo allenatore di club che non riesce a performare nello stesso modo in nazionale o viceversa), rischio che alla fine prendi anche con o’shea

  10. balin 26 Febbraio 2016, 15:53

    Ieri pronosticava un futuro all’estero per Bellini, vorrà mica portarlo ad oyonnax?
    comunque buona fortuna
    Dite quel che volete ma due vittorie nel 6N le han fatte solo le nazionali sua e di Napoleone Berbizier
    speriamo che O Scia’ faccia meglio

  11. Totalmente incompetente 26 Febbraio 2016, 17:48

    mi sa che O’Shea – e speriamo che sia lui e che alla fine arrivi davvero – i paletti li mette e se non riesce a gestire le cose come pensa, ci molla a tempo di record

  12. frank 26 Febbraio 2016, 18:10

    Ciao Brunello, eri partito bene, ci lasci peggio di un Demente Mastella qualunque.

    Cordialitè

Lascia un commento

item-thumbnail

Cosa aspettarsi da Federico Mori a Bordeaux

Quali saranno i "rivali" dell'azzurro per indossare una maglia da titolare nei girondini? Scopriamo chi sono gli altri centri dei francesi

30 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Federico Mori subito protagonista nel Top14 2021/22?

Ecco la prima giornata del massimo campionato francese: Bordeaux subito in campo, per Garbisi esordio da brivido contro Parisse?

29 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Federico Mori a Bordeaux per due stagioni

L'ala/centro della nazionale azzurra ha firmato un biennale che lo legherà al Bordeaux fino al 2023

27 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Ange Capuozzo nella formazione tipo del ProD2

L'Italo-Francese è stato inserito nel Top XV del ProD2, dopo una grande stagione disputata a Grenoble

26 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Cosa aspettarsi da Paolo Garbisi al Montpellier

Un tentativo di risposta ad alcune delle domande più calde degli ultimi giorni

11 Luglio 2021 Emisfero Nord / Top 14