BergaMauro e l’ultima partita:”Non voglio far polemica, ma…”

L’ex flanker torna a parlare dell’ultima partita del Mondiale contro la Romania, nella quale non è neppure andato in panchina

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Sta realizzando di aver smesso con il rugby giocato, eppure a quell’ultima partita della sua carriera Mauro Bergamasco ci pensa ancora sotto sotto. In un’intervista al Corriere del Veneto infatti, il 36enne ha dichiarato:”Non voglio fare polemiche, anche perchè sarebbe inutile. L’ultima partita non andava svilita, anche perchè era una cosa a cui tenevo; soprattutto per quello che avevo dimostrato quando ero stato chiamato in causa nelle precedenti partite. Detto questo comunque – prosegue Mauro – posso dire di essere molto contento del tributo che tutto il mondo del rugby mi ha riservato, in primis quello dei miei compagni di squadra”.

 

 

La chiacchierata continua poi parlando di ciò che sarà nella “nuova” vita quotidiana:”Mi sto dando un mese di tempo per assestarmi e riprendere gli equilibri. Ora gestisco la M2M, una società di servizi alle aziende e ai privati che lavora nella comunicazione con la produzione audiovisivi, ma non escludo di tornare in un domani nel mondo del rugby.
Se dovessi pensare infine al rugby azzurro, dove ho avuto la più grande soddisfazione nel Sei Nazioni del 2007, quando battemmo il Galles e io giocai al centro con mio fratello, e a quello veneto vi dico che ad entrambi è mancato qualcosa per completare il loro processo di crescita”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Italia, verso la Rugby World Cup 2019: i convocati per l’ultimo raduno di Pergine Valsugana

Conor O'Shea lavorerà con 41 elementi: assente Traore, da valutare Castello e Fuser. L'agosto dei Warm Up Match è alle porte

20 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Ufficiale: Franco Smith sarà l’allenatore dell’attacco dell’Italia

La Federazione ha annunciato l'accordo con l'ex allenatore del Benetton Rugby

19 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Rugby World Cup: i Test Match di preparazione dell’Italia in diretta su Rai 2

Le partite degli azzurri del mese di agosto saranno trasmesse in chiaro dall'emittente di Stato

17 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, la voglia di Leonardo Ghiraldini: “Sto recuperando, va sempre meglio”

Il tallonatore sta lavorando per essere disponibile in vista della Rugby World Cup

12 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, la carica di capitan Parisse: “Volontà e consapevolezza di poter centrare i quarti di finale”

Il numero otto azzurro fotografa la marcia di avvicinamento verso la Rugby World Cup e l'obiettivo da perseguire

9 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i 42 convocati per il terzo raduno di Pergine Valsugana

Conor O'Shea potrà contare sulla quasi totalità della preliminary squad

5 luglio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
  1. jock 28 ottobre 2015, 09:58

    É passato, é dietro le spalle, ma se avevano paura di sbagliare una convocazione su 23 per paura di perdere dalla Romania, visti lo stato di forma suo e di altri, era meglio che lo staff andasse tutto a nascondersi. Andava portato in panca, nessun dubbio. E punto.

    • 6nazioni 28 ottobre 2015, 10:12

      jock bergamauro doveva giocare e con la fascia da capitano punto.

      • Thunderstruck 28 ottobre 2015, 10:30

        Assolutissimamente d’accordo. Anche perchè non si trattava di dare un contentino ad un vecchio malconcio decrepito ma ad un leader in campo e fuori, che aveva peraltro dimostrato affidabilità nelle prestazioni fatte fin lì.
        Di tutto il bene ed il male che si può dire di JB, questa impopolare e vergognosa caduta di stile non potrò mai perdonargliela.

        • jock 28 ottobre 2015, 10:41

          Mi spiace rubare in chiesa, ma sottoscrivo in pieno l’ultimo periodo, @thunder; perfettamente ragione, un comportamento gretto, quantomeno. Per quanto riguarda il primo periodo del tuo post, stesse cose del mio sopra.

      • jock 28 ottobre 2015, 10:35

        Sono solo più prudente di te, caro 6nazioni, non siamo molto distanti come punti di vista. Lasciavo un’ alea per non conoscere i motivi delle scelte dello staff e per la questione del problema in terza centro, vista l’ assenza di Parisse. Intendi quanto scritto sopra come: “andava, quantomeno, portato in panca, nessun dubbio”. Ciao e buona giornata.

      • Hullalla 29 ottobre 2015, 00:28

        Se lo sarebbe meritato (sul campo)

  2. carlo s 28 ottobre 2015, 10:33

    Speriamo che Brunel lo convochi nel team che allenerà la nazionale del 6Nazioni in modo che gli possa tributare un saluto a Roma

    • Thunderstruck 28 ottobre 2015, 10:52

      Oramai la frittata l’ha fatta. Se il baffo gli proponesse una cosa del genere a babbo oramai morto, tumulato ed in decomposizione, Mauro farebbe bene a sputargli in un occhio.
      Fossi in lui, non aspetterei un gesto di pietà del coach per regalargli una ritrovata popolarità pre-6N ma mi andrei a prendere il meritato tributo per i c…. miei con una partita tributo SOLO per me, fra amici, colleghi e tutti quelli che mi vogliono bene per davvero. Non un’ovazione dell’Olimpico che suona come un’ospitata di un VIP in discoteca.
      Io la penso così. Poi starà ai protagonisti. Ma se leggo le dichiarazioni di Mauro tra le righe…

    • San Isidro 28 ottobre 2015, 16:59

      @carlo, Mauro s’è ritirato dal rugby giocato definitivamente, non continua alle Zebre, impossibile quindi che venga chiamato per il 6N…

      • San Isidro 28 ottobre 2015, 17:14

        come ho scritto sotto, l’unico degno riconoscimento sarebbe convocarlo con i Barbarians a Novembre per la sfida contro i Pumas…

  3. malpensante 28 ottobre 2015, 10:56

    A me le partite tributo interessano come l’annata delle bottiglie di coca cola e fanno lo stesso effetto sull’apparato digerente.

    • Stefo 28 ottobre 2015, 11:20

      Tempi duri anche per culatelli e compagni…vegani che gongolano e fanno i bulletti pronti a dar fuoco alle cantine di stagionatura parmensi, dietro apre ci siano sempre i solidi mammasantissima romani che vogliono invadere le nostre tavole con il Reggianito argentino, chiamata alle armi, dalla speck all’anduja e’ tempo di difendersi!

      • malpensante 28 ottobre 2015, 12:02

        Dici che con i Los Pilones Crollantes ci abbiano ammollato l’unico gruppo folk vegano dell’Argentina?

    • San Isidro 28 ottobre 2015, 17:08

      @mal, capisco il tuo punto di vista, ma non sono d’accordo, le partite-tributo ci stanno, far entrare anche nel finale giocatori che sono al termine di una prestigiosa carriera è un segno di grande riconoscenza, lo fanno le altre nazionali, non capisco perchè non l’abbia fatto Brunel con uno che tra l’altro era più che in forma e che avrebbe meritato pure di essere schierato dal primo minuto…ovvio che non sarà una partita in più o una in meno a cambiare il nostro bel ricordo di Bergamauro, ma non portarlo contro la Romania è stato vergognoso…

      • Hullalla 29 ottobre 2015, 00:41

        Guarda un po’ chi e’ titolare in seconda linea nel Sud Africa che si gioca la semifinale mondiale…

        • San Isidro 29 ottobre 2015, 01:43

          ecco, appunto…

          • malpensante 29 ottobre 2015, 14:18

            Poi mi spiegherai se una finalina mondiale ci possa azzeccare con le partite tributo e le passerelle per anziani. Mauro sarà imbufalito per non aver giocato, in un mondiale, una partita importante che avrebbe dovuto giocare per caratteristiche tecniche, condizione e qualità, non per gentile omaggio alla carriera. E ripeto che poteva portare due terze in panca e avrebbe fatto bene. Quindi non è una questione di Vunisa o Mauro, ma del nulla tecnico e tattico che governa la nazionale.

          • San Isidro 29 ottobre 2015, 23:04

            @mal, siamo d’accordo, ma Mauro e tutti noi siamo “imbufaliti” per entrambe le cose, sia perchè aveva le caratteristiche per stare nel XV fin da subito contro la Romania, sia perchè non ha avuto l’ultimo giusto riconoscimento alla carriera visto che con quel match avrebbe chiuso la sua carriera ovale…

  4. xnebiax 28 ottobre 2015, 11:03

    Doveva giocare perché più forte di Vunisa ancora prima perché era la sua ultima. E pure da 8.
    Una ripicca o una cazzata tecnica da parte di Brunel, decidete voi.

    • albe 28 ottobre 2015, 16:20

      Scusa “anche da 8”? Dai quante partite ha giocato mauro in vita da n8?
      Dai…

      • Hullalla 29 ottobre 2015, 00:36

        Scusa, hai visto come ha giocato Vunisa contro la Romania (o qualunque altra partita del Mondiale)?

  5. Bravo Wilko 28 ottobre 2015, 13:18

    Mauro, visto che aveva già giocato ed in che modo aveva giocato, avrebbe dovuto scendere in campo con la fascia di capitano. I dirigenti tutti (della Nazionale) che si stimano attori di un diverso modo di fare e vivere lo sport ma al dunque si sono dimostrati non all’altezza dei valori e delle tradizioni del rugby.
    L’unica loro via d’uscita dal dopo mondiale onorevole è andare a casa e non farsi più vedere.

  6. pesopiuma 28 ottobre 2015, 13:55

    Proposta fantasiosa: un Italia-Barbarians con Mauro in campo (nei Barbarians) mica la vedrei male. Che poi l’Italia l’onore di giocare coi Barbarians non l’ha mai avuto.

    • pesopiuma 28 ottobre 2015, 13:56

      Anzi si, una volta l’ha avuto nell’ormai lontano 1985

    • San Isidro 28 ottobre 2015, 17:12

      in realtà i Barbarians giocheranno a Novembre contro i Pumas al Twickenham, sarei contento se per l’occasione venisse convocato Bergamauro…

  7. western-province 28 ottobre 2015, 16:32

    da notare l’abilità del giornalista che sostituisce nel titolo un “anche” con un “ma” cambiando parzialmente il significato delle parole di Bergamasco
    peccato veniale che fa però riflettere sull’importanza dei titoli per attirare l’attenzione dei lettori

  8. San Isidro 28 ottobre 2015, 16:50

    Mauro contro la Romania doveva giocare, punto. Non chiamarlo nemmeno tra le riserve è stata una vergogna, l’ennesima uscita senza senso di Brunel…Mauro ha dimostrato di meritarsi ancora una volta la chiamata in azzurro per questa RWC, uno dei migliori avanti atleticamente e fisicamente in forma, quando è entrato contro l’Irlanda il suo contributo l’ha dato…di sicuro l’avrei messo titolare nel XV contro la Romania e gli avrei dato pure la fascia di capitano per la sua ultima partita della carriera, ma se il Baffo proprio non lo voleva mettere dal primo minuto allora poteva benissimo portarlo in panchina e farlo entrare per 20/30 minuti alla fine, anche così sarebbe stato un degno riconoscimento ad un grande del nostro rugby, invece come terza linea di riserva si è incaponito con Vunisa che tra l’altro ad Exeter è stato del tutto impalpabile…vabbè, ormai è andata, attendiamo che se ne vada pure Brunel…
    Lo so che è un mio tormentone, ma oggettivamente Bergamasco un’altra stagione ad alto livello poteva farla, magari avrebbe potuto chiuedere a Maggio con le Zebre continuando così a dare una mano in quel di Parma, ma massimo rispetto per la sua scelta…spero che torni nel mondo del rugby, di uno della sua esperienza c’è bisogno nel nostro movimento, ricordo ancora quando qualche anno fa si propose alle Fiamme Oro per fare il giocatore-allenatore…

    • San Isidro 28 ottobre 2015, 16:56

      volevo scrivere che tra i nostri avanti in questa RWC Bergamauro era sicuramente tra quelli più forma sia atleticamente che fisicamente…

  9. delipe 28 ottobre 2015, 18:10

    Buonasera,
    Mauro Bergamasco è stato un grande giocatore ed ha dato molto al rugby italiano.
    Personalmente ho scritto piu volte che non lo avrei selezionato tra i 31 per il Mondiale, quindi la chiamata l ho considerata gia un tributo alla sua bellissima carriera.
    Cosa che non e avvenuta con Marco Bortolami che invece avrei portato.
    Ma io non sono Jacques Brunel e come dice Vittorio Munari…”a fare l allenatore sei solo…e fai le scelte sulla pelle degli altri…cioe i giocatori” (grande Vittorio !)
    Pertanto mi sembra proprio molto interessante e matura la frase di Mauro
    “Non voglio fare polemiche, anche perche sarebbe inutile…”
    Serve solo a fare “cassetta” a qualche giornale o sito che non ha di meglio da scrivere.
    Tutto cio non toglie la stima e il ringraziamento verso di lui.
    Cordialità

  10. Hullalla 29 ottobre 2015, 00:38

    Sarebbe fantastico che Mauro potesse mettere a disposizione la sua esperienza, per esempio come specialista dei punti d’incontro delle societa’ Venete, tanto per cominciare… 😉

  11. Joest 21 novembre 2015, 21:07

    nopn fa polemioche,. ma le fa…. ma piantala…

Lascia un commento