Guinness Pro 12: le Zebre lottano, gli Scarlets vincono

A Parma i bianconeri cedono 8-20 ai gallesi dopo un buon primo tempo

Foto:Sighinolfi Luca

Ph. Sighinolfi Luca

Partono davvero forte le Zebre che nel primo quarto di partita si dimostrano superiori in tutte le aree del gioco e a tutte le latitudini del campo. Succede quindi che, nonostante due tentativi falliti dalla piazzola, al decimo minuto Padovani porti in vantaggio i padroni di casa 3-0 con un piazzato in mezzo ai pali. Gli Scarlets però all’improvviso reagiscono andando vicino alla meta e causando l’ammonizione di Van Schalkwyk, con i parmigiani che rimangono in quattordici. A seguito di qualche decisione arbitrale contestata arriva poi il pareggio con una punizione capitalizzata dal piede di Daniel Jones.
I bianconeri non ci stanno e pur essendo in inferiorità numerica si ributtano nella metà campo avversaria rubando l’ovale e volando a marcare pesantemente con Bellini, che fa allungare i suoi sull’8-3; senza la conversione di Padovani. La partita corre via veloce e la franchigia gallese accorcia le distanze ancora con Jones che da posizione centrale trasforma, mentre dall’altra parte è l’apertura del club italiano a non fare punti centrando il palo destro. La frazione si chiude quindi sull’8-6.

 

 

 

La ripresa invece si apre come meglio non si potrebbe per gli ospiti che a seguito di un’ottima maul vanno in meta con James Davies e dopo il reset da metà campo ritoccano il punteggio ancora al piede per effetto della trasformazione di Jones, che precedentemente aveva mancato la conversione, per l’8-14 al cinquantesimo.
C’è quindi una girandola di cambi che modifica profondamente il roster delle due squadre in campo. Le Zebre mostrano grande voglia, ma Postiglioni sciupa una bella occasione in avanzamento in procinto della linea di meta. Si entra dunque negli ultimi venti minuti di gara, con il punteggio ancora in bilico. Gli Scarlets appaiono più freschi e con il subentrato Shingler aumentano il loro vantaggio portandosi sull’8-20, grazie a due calci precisi, mentre Emiliano Coria si becca un altro cartellino giallo per la franchigia parmense.
Le Zebre però non demordono e per l’ennesima volta si gettano alla ricerca di punti. Earle finisce anch’egli sulla lista dei cattivi, con le contendenti che tornano in parità numerica. Gli uomini di Guidi forzano a più riprese la difesa dei gallesi, senza però trovare costrutto sino all’ottantesimo.

 

 

 

 

Zebre: 15 Dion Berryman, 14 Mattia Bellini, 13 Matteo Pratichetti, 12 Tommaso Castello, 11 Kayle Van Zyl, 10 Edoardo Padovani, 9 Fabio Semenzato, 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbandà, 5 George Biagi (c), 4 Michele Sutto, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Tommaso D’Apice, 1 Andrea Lovotti
Riserve: 16 Emiliano Coria, 17 Bruno Postiglioni, 18 Giuseppe Di Stefano, 19 Jacopo Sarto, 20 Filippo Cristiano, 21 Giulio Toniolatti, 22 Tommaso Boni, 23 Ian McKinley

Marcatori per le Zebre
Mete: Mattia Bellini (30)
Conversioni:
Punizioni: Edoardo Padovani (10)

 

Scarlets: 15 Jordan Williams, 14 Hadleigh Parkes, 13 Regan King, 12 Gareth Owen, 11 Michael Tagicakibau, 10 Daniel Jones, 9 Rhodri Williams, 8 John Barclay (c), 7 James Davies, 6 Aaron Shingler, 5 Tom Price, 4 George Earle, 3 Peter Edwards, 2 Emyr Phillips, 1 Rob Evans
Riserve: 16 Kirby Myhill, 17 Phil John, 18 Will Taylor, 19 Tom Phillips, 20 Jack Condy, 21 Aled Davies, 22 Steven Shingler, 23 Aled Thomas

Marcatori per gli Scarlets
Mete: James Davies (43)
Conversioni:
Punizioni: Daniel Jones (27), Daniel Jones (32), Daniel Jones (47), Steven Shingler (64), Steven Shingler (66)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Zebre Rugby, l’ottimismo di Andrea De Rossi: “Cambiamento e giovani interessanti: si alza la competizione”

Il team manager dei ducali analizza le possibilità della franchigia nella prossima stagione

16 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: è iniziata ufficialmente la stagione di Benetton Rugby e Zebre Rugby

Tutti i dettagli sulle rose delle due franchigie

15 luglio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre: altri tre giocatori sono stati invitati alla preparazione estiva

Tutti dal Calvisano: sono Nardo Casolari, Federico Mori e Jacopo Trulla, che si alleneranno a Parma

11 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: Gabriele Di Giulio fuori 6 mesi

Il trequarti era stato operato lo scorso giugno a Roma al crociato e al menisco del ginocchio destro

10 luglio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Le nuove conference del Pro14

Saranno valide per le prossime due stagioni. Le Zebre con Glasgow e Leinster, Munster ed Edinburgh per il Benetton

17 giugno 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby Club: nuovo sponsor tecnico per la franchigia di Parma

Il club emiliano si lega a Macron, azienda bolognese

13 giugno 2019 Pro 14 / Zebre Rugby
  1. crosby 4 ottobre 2015, 15:43

    Si vede la mano di Guidi in questa squadra.

    • Giodeg 4 ottobre 2015, 15:50

      Infatti sarà la stagione peggiore di sempre(e che, fare peggio degli ultimi due anni, ce ne vuole)

      • sbatacchio 4 ottobre 2015, 21:42

        Ero a vederla oggi e l’impressione è sempre quella delle occasioni mancate. Oggi gli Scarlets erano battibilissimi.
        Guidi in tribuna commentava come se fosse stata una partita di terza categoria di calcio.
        Ottima prova di Bellini.

  2. aristofane 4 ottobre 2015, 15:45

    Zebre che sprecano l’impossibile, calci, possessi sui 5, buchi vari, terribile secondo tempo.

  3. LiukMarc 4 ottobre 2015, 15:46

    Sarò severo, ma se si perdono partite cosi, che si potevano e dovevano vincere (specie dopo un ottimo primo tempo), non so se si è buoni per questo livello.
    Secondo tempo da mani nei capelli

    • LiukMarc 4 ottobre 2015, 15:47

      (poi lo so che è facile fare dell’opinionismo da divano, ma davvero oggi han fatto cadere le braccia per come si son complicati la vita da soli)

      • Francesco.Strano 4 ottobre 2015, 15:56

        Scusa potevanoessere sul 20 a 5 ggià nel primo tempo con i calci….

        • LiukMarc 4 ottobre 2015, 15:57

          Si, ma la giornata no dalla piazzola la puoi anche capire, e comunque il resto girava. Il secondo tempo invece no, non lo capisco

  4. bangkok 4 ottobre 2015, 15:47

    Il nemico peggiore delle ns squadre sono gli spogliatoi, ne escono fiacche: Benetton, di solito, ad inizio partita, Zebre dopo l’intervallo. Boh!!

  5. Francesco.Strano 4 ottobre 2015, 15:48

    Più avanti di una squadra di eccellenza……..

    Comunque se non vinciamo con queste squadre discrete prive di nazionali……. Siamo davvero messi male.

    Ma vengono allenati per i passaggi e gli offload in velocità???
    Complimenti a GUIDI

    • bangkok 4 ottobre 2015, 15:58

      X la verità i nazionali mancano mica solo alle altre.

    • spanzy 4 ottobre 2015, 19:54

      A Calvisano era semplice giocava solo con la mischia e vinceva

  6. Camoto 4 ottobre 2015, 15:48

    Uff, partita non giocata nel secondo tempo dove è la mischia ad abbandonarci. Ottimi Castello ,Van Zyl e Bellini.
    Semenzato si spegne via via, D’Apice è una bomba di fisicità ma troppi, troppi errori.
    E io che l’avevo giocata vincente su Superbru.
    Squadra in progresso comunque.

  7. tony 4 ottobre 2015, 15:48

    Zebre che sprecano molto nei piazzati e troppi palloni caduti nei momenti cruciali e errori vari…forse pagano un po’ la mancanza di tenere ritmi elevati.Partita più gettata dalle Zebre che conquistata dagli Scarlets.

  8. ermy 4 ottobre 2015, 15:50

    Altri ’80 minuti di Biagi con le Zebre e Italia oggi a Londra senza seconde di riserva… devono avere roba buona i famigliari di Biagi, eh Hro??? 😉
    E dargliene un pò a Parisse di quella roba? Ah,ah! Burlone!

    • aristofane 4 ottobre 2015, 15:51

      Biagi ha giocato mediamente oggi, ha fatto un po’ troppi errori.

      • ermy 4 ottobre 2015, 15:55

        Si, certo, meglio Bernabò e Fuser, ok! A posto!

        • aristofane 4 ottobre 2015, 16:02

          Non so giudicare, sinceramente. Dalle partite giocate da Biagi non lo si è visto in gran forma, poi se siano meglio i sopracitati non so, sicuramente sono fisicamente più a posto.

    • sbatacchio 4 ottobre 2015, 21:47

      Ermy, su Biagi sono d’accordissimo. Lo vorrei ai mondiali.
      Oggi, però, ha avuto un’autonomia di circa 50 minuti. Ha giocato bene, soprattutto in touche, dove secondo me è davvero tosto. Nel secondo tempo qualche in avanti e in affanno fisico.

  9. Rabbidaniel 4 ottobre 2015, 15:52

    Buon primo tempo, ma troppi errori, troppe forzature e troppi punti al piede lasciati per strada. Il problema è la tenuta dei giocatori dell’Eccellenza, che evidentemente non è di 80 minuti a questi livelli.

    • Camoto 4 ottobre 2015, 15:56

      In realtà non è che gli zebrati hanno tenuto di più, anzi….

  10. aperturalampo 4 ottobre 2015, 15:54

    Che dire a livello fisico non ci siamo. Si dovrebbero far le cose semplici bene, invece vedo tentativi di offload assurdi. Semenzato che litiga continuamente con il pallone, non capisco doeve stiamo andando!!!

  11. LiukMarc 4 ottobre 2015, 15:56

    Nel frattempo i Pumas danno spettacolo

  12. Maxwell 4 ottobre 2015, 15:59

    Se concretizzi nel 1°T quei 5-8 punti la porti a casa nonostante le lamentele e gli sfottò su Guidi, sull’evidente stanchezza ( e stitichezza ) del 2°T e sui permit sfiancati.
    Argentini inutili, mancanza evidente di altre 6 persone nello staff tecnico.
    Buon Padovani ( ovviamente non sui calci ), evidente cazzata l’aver lasciato in Eccellenza il Mozza per i vari Lucchese e Chillon.
    Ottimo Castello.

    • mezeena10 4 ottobre 2015, 16:30

      certo che se son stanchi alla seconda partita..stiamo freschi!

    • gsp 4 ottobre 2015, 23:51

      La teoria e pratica dei permit non ha senso, pratica, teoria, é proprio illogicitá allo stato puro. É niente mischiato col nulla.

  13. Dagoberto 4 ottobre 2015, 16:02

    Ha cominciato mettendo un po’ di pressione a Padovani al secondo calcio ricordandogli nell’orecchio di non attendere più di un minuto, mai vista una cosa del genere ad un calciatore di una formazione british (punizione calciata a lato), poi ha continuato a fischiare cavillose punizioni nei 22 delle zebre (6 punti per i Gallesi), non contento ha cacciato con un giallo Van Schalkwyk per un fallo a dir poco accademico fischiato non proprio ad un pivello (ultimi 10 minuti del primo tempo in 14). Certo le Zebre ci hanno messo del loro, ma l’impressione di aver a che fare con un muro di gomma che prima o poi ci fischierà contro io l’ho proprio letta negli sguardi dei giocatori alla fine del primo tempo, al rientro dagli spogliatoi la situazione, se possibile, è anche peggiorata, continuando a fischiare praticamente tutte le mischie contro la formazione italiana, non vedendo i tanti fuori gioco gallesi ai quali ha dato un giallo solo al 70′, quando si era, oramai, 20 a 8. Però non bisogna parlare dell’arbitro 🙁

    • mezeena10 4 ottobre 2015, 16:32

      certo come no, colpa dell’ arbitro..come sempre!
      mr ian tu che eri presente, puoi dirci le tue impressioni gentilmente?

      • venezuela 4 ottobre 2015, 16:49

        Gia’…..dopo la valanga di caxxate zebrate viste in campo e’ alquanto coraggioso tirare in ballo l’arbitro…se non si vincono queste partite buonanotte

        • mezeena10 4 ottobre 2015, 17:06

          ho gente a casa e non ho visto bene..la rivedrò, ma chi era li dice altro infatti!

        • Dagoberto 4 ottobre 2015, 21:25

          Le zebre hanno sbagliato l’imsbagliabile, vero, ma l’arbitro ci ha messo il suo bel zampino a spostare l’equilibrio dalla loro. Se ti fischiano un ingresso laterale in una controruck vinta regolarmente, errore sul quale si sono espressi anche i telecronisti, nella successiva sarei meno aggressivo, se ti fischiano sempre in mischia, le giocherai con paura, se ti da un giallo al limite, giocherai più condizionato, via, via l’agressivitá iniziale si ė smarrita … Quello dell’arbitraggio, che ci piaccia o meno è un problema, ne parlavano anche su Sky questa sera

    • Gino 5 ottobre 2015, 00:11

      L’arbitro che va bene alle celtiche deve ancora nascere

      • Dagoberto 5 ottobre 2015, 11:03

        Guarda caso, quando ha arbitrato un italiano con le 2 italiane (poche volte) sono sempre sorte polemiche alimentate dalle nostre squadre sfidanti. Com’è che in quelle occasioni lo stile rugbistico del non contestare l’arbitro veniva meno, com’è che la stampa british non si fa tanti problemi ad avanzare critiche più o meno esplicite? Non sarà che siamo un po’ troppo bigotti o, peggio, ingenuotti a farci incantare dalle belle storielle della tradizione che, però, per chi le racconta sembrerebbero affascinare un po’ meno?

  14. Bombarolo 4 ottobre 2015, 16:02

    Oggi Berryman si è guadagnato il rinnovo per altre 10 stagioni e la futura chiamata in nazionale.

    • Francesco.Strano 4 ottobre 2015, 16:06

      Ma perfavore…….

      • Bombarolo 4 ottobre 2015, 16:07

        ero ironico

        • edopardo 4 ottobre 2015, 16:37

          Era meglio tenersi Odiete allora…

          • Bombarolo 4 ottobre 2015, 16:50

            Sarebbe meglio non ritrovarsi a dover scegliere tra loro due per mancanza di giocatori decenti…

  15. matteoverdi60 4 ottobre 2015, 16:04

    Ma far giocare un buon calciatore tipo B……a (non dico il nome altrimente vi arrabbiate) è troppo Italiano o troppo preciso o troppo cosa?

  16. Inquietudine ovale 4 ottobre 2015, 16:07

    Secondo qualcuno dovevamo prenderne 50 (per favore smettiamola di esaltare tutto e tutti, si finisce con il diventare ridicoli!)

    Partita buttata via contro Scarlets insignificanti e, diciamolo pure con tutta tranquillità,arbitro assai discutibile ( entrate laterali ad abundatiam mai fischiate e non solo).

    Alcune note positive, ma una conferma terribile, siamo sempre i più polli.

  17. Frederick 4 ottobre 2015, 16:07

    viste le previsioni apocalittiche di ieri non è poi andata cosi male…peccato per non aver concretizzato l’ottimo primo tempo e aver tenuto a galla gli Scarlets che han approfittato dello smarrimento delle Zebre nella seconda parte di gara…contando che si era contro l’attuale prima della classe ci saranno altre partite per fare meglio

  18. ivo romano 4 ottobre 2015, 16:10

    Hanno fatto tutto le Zebre, fatto e disfatto.
    Per me Bellini migliore in campo,gran bel giocatore,tosto,presente,bella
    prova anche di Castello,Van Zyl e Berryman.
    McKinley sprecato in Eccellenza.Padovani nei calci un disastro.

    • edopardo 4 ottobre 2015, 16:15

      McKinley si vero ma per oa può giocare solo le partite casalinghe della celtic,quindi io direi che se lo prestano tra Zebre e Treviso quando giocano in casa visto come siamo messi 🙂

      • gattonero 4 ottobre 2015, 16:22

        Per come e’ messo treviso a MA,io gli avrei fatto un contratto a costo di fargli giocare solo le partite in casa…

        • edopardo 4 ottobre 2015, 16:25
        • Maxwell 4 ottobre 2015, 16:42

          costa troppo….

          • gattonero 4 ottobre 2015, 16:57

            ?

          • fracassosandona 4 ottobre 2015, 23:59

            L’abbiamo capita in due.

  19. edopardo 4 ottobre 2015, 16:13

    Mi spiegate perchè visto da me mediamente i nostri mediani di mischia sono agitati ,vogliono fare i grillitalpa,sembrano mezzi impazziti e poi fanno un sacco di cazzate? qualche volta se gli va bene ne imbroccano una di azione a sorpresa.
    cmq ho visto quasi meglio i PP che gli Zebrati,Castello,Bellini,Mbandà,
    Mayer insomma si è spento nel secondo tempo.
    diciamo che si può vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.
    Buona domenica.

  20. aristofane 4 ottobre 2015, 16:19

    La squadra, comunque, è stata fatta ancora una volta senza un senso, cercando di vivacchiare. Gli eccellenti in campo hanno dimostrato che le scelte di campagna acquisti sono state poco oculate.

    • Francesco.Strano 4 ottobre 2015, 16:21

      Notare il livello qualitativo di postiglioni, coria marchetti, berryman e toniolatti

    • edopardo 4 ottobre 2015, 16:27

      Eh diciamo che tra Treviso,e Gli Zebrati le scelte di mercato come sempre sono state fatte con la roulette”russa a vedere i risultati”,

      • edopardo 4 ottobre 2015, 16:29

        Non si capisce cosa stanno a fare in eccellenza i vari PP che giocano molto meglio di altri Celtici,Mbandà,Castello,Bellini,Sutto non male,Ruffolo,ecc ecc

        • malpensante 4 ottobre 2015, 16:56

          Sutto partita di gran sostanza. Molto meglio di un Biagi zoppo, ma nella testa. Danni collaterali di una gestione criminale della nazionale.

  21. soa 4 ottobre 2015, 16:25

    Molto bene le Zebre nel primo tempo, malissimo invece nel secondo. D’apice una sequela di errori che hanno pesato non poco (lanci storti e in avanti specialmente). Bene Castello, bene anche Padovani. Personalmente mi è piaciuto, per le poche possibilità che ha avuto visto che la mischia non era più avanzante, anche McKinley. Non mi spiego l’abisso tra il primo e il secondo tempo.

    • Alberto da Giussano 4 ottobre 2015, 17:20

      Comunque la giri una squadra incompleta:
      1) nell’organico
      2) nello staff
      3) nel budget
      Leggero miglioramento nel lavoro di Victor Jimenez.
      Castello , Mbandà, Bellini andrebbero anche bene ma gli altri dovrebbero essere una categoria sopra.
      Van zyl ancora molto indietro.
      Comnque la squadra cerca di giocare, ma se regge un tempo quacuno dovrebbe spiegare allo staff che i 40 minuti non sono un optional.

  22. malpensante 4 ottobre 2015, 16:54

    Commentato nell’altro, ma che VanZyl sia inguardabile, gli argentini anche, il SA non valga un Ruffolo e nemmeno un Zqualcosa calvino lo scrivo anche qui, si sa mai.

    • Rabbidaniel 4 ottobre 2015, 17:27

      Vogliamo un campionato domestico semipro? I vari sudafricani ciabattati sono una conseguenza inevitabile.

    • mamo 5 ottobre 2015, 07:17

      Questo é l’esempio di come tutto sia relativo.
      Io ieri vi ho invidiati perché in ogni caso siete riusciti a giocare, o meglio, avete giocato. Arruffoni ? Vero. Sbadati ? Vero. Spreconi ? Vero.
      Sinceramente farei cambio, almeno giocate voilí.

      • malpensante 5 ottobre 2015, 09:41

        Un primo tempo confortante per quanto inconcludente, e contro una squadra che esprimeva il nulla se non una difesa nemmeno troppo arcigna. Un secondo tempo vuoto di tutto, dalla concentrazione alle gambe. Tutto è relativo ma poi i risultati dicono la verità. I PP hanno corso, lottato e durato ben più degli arruolati e anche questa è una lampante verità: indipendentemente da quanto sei forte, a 20 anni corri di più e più a lungo che a 30. Almeno per giocatori che di sicuro non spaccano le partite, sarebbe un aspetto da tenere in considerazione. Ingeneroso non riconoscere alle Zebre l’infermeria e le convocazioni, però è ridicolo aspettarsi qualcosa di eclatante da una rosa messa insieme dio solo sa con che logica. Dirò di più: senza alcuni permit questa squadra perde di sicuro qualità e tanta (relativamente al valore complessivo della squadra): Mbanda (ieri non benissimo come solito), Castello, Bellini, lo stesso Sutto mancheranno e tanto.

        • mamo 5 ottobre 2015, 10:13

          Mah, non so, ma temo che dopo gli scontri diretti a tornar a casa incazzato sarò io.

          • malpensante 5 ottobre 2015, 12:09

            L’ideale sarebbe tornare a casa mediamente contenti tutti e due, che vinca una o l’altra. Il peggio, il contrario.

          • mamo 5 ottobre 2015, 12:56

            Giusto @mal, un po’ di sano ottimismo non fa male 🙂

  23. fabrio13H 4 ottobre 2015, 17:52

    Più o meno la partita ha seguito la solita traccia. Accontentiamoci di qualche nome nuovo italiano, o relativamente nuovo, tipo Padovani, che si è fatto valere (purtroppo male dalla piazzola ma mi pare che per ora non sia un suo punto forte). Per ora i nostri vanno bene per la seconda fascia internazionale, infatti gli Scarlets avevano all’incirca una seconda squadra e con quelli magari le asfaltate non le becchiamo anche se finiamo ugualmente per perdere la maggior parte delle volte. Contento per Mc Kinley, con tutto quello che ha passato mi piacerebbe che riuscisse a fare ancora tante belle cose nel rugby, come sembra poter fare.

    • malpensante 5 ottobre 2015, 12:18

      Le Zebre avevano più convocati degli Scarlets. E un mare di infortunati in più. Che poi siano meglio i PP di convocati e infortunati, è un altro discorso, ma parlare di “seconda squadra” è più aderente alla situazione delle Zebre. Purtroppo la metà che c’è, è poca roba.

  24. Mr Ian 4 ottobre 2015, 20:29

    Di ritorno da Parma, le Zebre di oggi mi hanno fatto una buona impressione. Sono riusciti a disinnescare le terze linee Scarlets lavorando con tanta aggressività nei punti d incontro. Ad un certo punto durante il primo tempo temevo fortemente per le sorti del match e se le Zebre avessero chiuso la prima frazione con un vantaggio maggiore non ci sarebbe stato nessuno scandalo.
    Poi però tornano in campo dopo l intervallo e lasciano negli spogliatoi quella voglia di vincere che aveva intimidito gli Scarlets.
    A dire il vero oggi in campo sono scesi le brutte copie di giocatori gallesi visti nelle prime due partite, molli e titubanti. La differenza è stata negli uomini entrati dalla panchina, Thomas e Shingler hanno cambiato il ritmo e la mischia ha trovato la quadratura del cerchio piazzando il break che ci ha garantito la vittoria ed il primato in classifica.
    A fine giornata ho fatto i complimenti a Guidi, considerando la squadra imbottita di giovani eccellenti, questa potrebbe essere la giusta partenza per inanellare qualche buon risultato. Mckinley è di altra categoria e si vede, che ci faceva Biagi oggi a Parma continuo a chiedermelo…
    L impianto di Parma è sempre più bello, la cornice di pubblico per niente, oggi si giocava al gioco del silenzio, 15 tifosi Scarlets han fatto molto più tifo di tutti i tifosi zebrati messi insieme. E che cavolo, incitateli i vostri beniamini!!

    • Airone valle Olona 5 ottobre 2015, 01:14

      Anche io sono stato a Parma oggi è sostanzialmente quoto tutto quello che scrivi sia sul match che sulla squadra che sul bella cittadella del rugby.
      Ho mangiato alla club house degli amatori clima bellissima tanta gente, sugli spalti invece tanti vuoti e due striminziti cori in 80 minuti, forse sono abituato troppo bene allo Zaffanella ma concordo che qualche incitamento in più farebbe bene.
      Sulla partita aggiungo troppi punti al piede lasciati per strada nei primi 50 minuti…alcuni calci per niente impossibili.
      Bravissimo McKinley ma essendo tifoso di Viadana non è certo una sorpresa.
      Muliaina che fine ha fatto?
      …e Burgess ?

      • malpensante 5 ottobre 2015, 09:48

        Burgess in protocollo dopo un cazzotto di Panico, Mils stirato sabato anche se stamattina leggevo “attacco febbrile”. Malatissio, tanto da essere in tribuna in maniche corte. Sabato allenamento tosto e sulla velocità: quante squadre pro fanno una roba del genere il giorno prima della partita? Non è polemica, ma curiosità di uno che non l’ha mai visto fare ma è anziano e pure un po’ rincoglionito.

  25. Katmandu 4 ottobre 2015, 21:13

    Io sarò lo scemo del villaggio, ma oggi le zebre non han sfigurato, anzi mi son piaciuti molto, le critiche date a Padovani son sciocche oltre che deleterie
    Benino la mischia in campo aperto meno nella mischia ma grossa pressione in touche
    Ora però viene lo step successivo, continuare, cosa non semploce, ma direi che son abbastanza ottimista

    • Katmandu 4 ottobre 2015, 21:16

      Ha un’altra cosa io lo dicevo dopo 3 partite di Van Zyl in Italia, mettetevi in testa che questo é il prossimo McLean forse anche meglio

    • malpensante 5 ottobre 2015, 09:55

      Padovani ha giocato mediamente bene, ancora qualche pedata mal eseguita al di là delle intenzioni corrette. Comunque non la butta ad minchiam, praticamente mai, ed è un bel passo avanti. Dei tre papabili, a me è quello che piace di più soprattutto adesso che sta giocando con Castello, e un centro così di fianco non l’ha mai avuto. Migliorando la condizione, può fare davvero bene. VanZyl, si vede che è telegenico, ieri è stato inutile e pure dannoso. Piazzamenti peggio di Berry, impalpabile e spaesato è quel che è mancato (con Berry) alle Zebre per concretizzare: se quello è un estremo aridateme Odiete.

  26. Alberto da Giussano 5 ottobre 2015, 08:10

    Concordo con @kat, @m.ian e @airone sui miglioramenti e su una certa “struttura” dimostrata dalle Zebre. Resta il fatto che siamo alla terza di campionato e la sensazione di provvisorietà non ci ha ancora abbandonato.

    • Mr Ian 5 ottobre 2015, 08:47

      La cosa che più dovrebbe preoccupare è paradossalmente il rientro dei nazionali, quante partite ci vorranno affinché si ritrovi di nuovo la quadratura del cerchio?

  27. carlo s 5 ottobre 2015, 08:51

    anch’io domenica ero lì a Parma a vedermi la partita.
    Le Zebre non sono partite male, anzi, solo che nel secondo tempo non scese nemmeno in campo.
    Gli Scarlet di ieri ero battibili.
    Alcune cose che mi sono piaciute. Il ns 12 Castello, davvero efficace nei placaggi.
    Tutte e due le Ali: Van Zyl e Bellini. Semenzato a tratti, tutto sommato molto ordinato. Mi aspettavo una prova più di carattere da Biagi che avrebbe dovuto fare il Parisse della situazione.
    Padovani ha sbagliato troppo nei piazzati, è stato anche sfortunato perchè ha preso molti pali, ma non ha giocato male.
    Di Stefano ha un fisico imponente, strano non riesca ad emergere a questi livelli.
    Non mi è piaciuto affatto l’arbitro il sig. Philips, l’ho visto più volte arbitrare le italiane. Ha sempre il solito atteggiamento saccente e ci fischia sempre contro. Non so cosa abbia contro le italiane. Per me le sue decisioni sono state determinanti.

  28. TommyHowlett 5 ottobre 2015, 10:53

    Siamo sempre lì: si domina e si fanno una manciata di punti, poi gli avversari si svegliano per un minuto e ne fanno altrettanti, si torna a dominare e ancora un pugno di mosche in mano, infine gli avversari decidono di averne avute abbastanza e portano a casa la partita… Spreco di energie delle nostre squadre al massimo, spreco di energie delle squadre avversarie al minimo. E zero punti per noi.

    • Mr Ian 5 ottobre 2015, 13:08

      non sono d accordo, ieri gli Scarlets sono stati in grossa difficoltà per tutto il match e penso proprio che negli spogliatoi Pivac e Jones li avranno strigliati a dovere.
      La partita è cambiata perché la meta di Davies ha dato vigore alla squadra e Shingler dalla piazzola ha percentuali abbastanza alte.

      • malpensante 5 ottobre 2015, 15:07

        La seconda mediana, mica ho capito perché non l’abbia schierata come prima. A me Shingler piace molto più di Jones, e Williams anche meno di Davies. Comunque cambia niente, tanto qualsiasi pallaccia calciata ad minchiam trova l’erba o un ansimante anziché uno che la prenda con un minimo di abbrivio: così, vincerai mai. E giocavamo con due estremi. Se non ci riesce MIls a sistemare le cose, non resta che il pellegrinaggio a Fontanellato.

  29. giobart 6 ottobre 2015, 14:00

    Io sono andato a vedere la partita e posso dire tranquillamente che le Zebre potevano vincere, un paio di touch nei 5 mt gallesi che bisognava trasformare in meta ed almeno un paio di calci di Padovani che potevano essere messi dentro, purtroppo gli episodi cambiano la partita, arbitraggio in mischia chiusa da “morra cinese”.

Lascia un commento